Kos, tra turisti e profughi

5 notizie di cui parlare domenica E se la Uefa uscisse dalla Fifa?

5 notizie di cui parlare domenica E se la Uefa uscisse dalla Fifa?
Eventi 28 Maggio 2015 ore 10:47

 

1 - Blatter: non dimentico. La Uefa minaccia di lasciare la Fifa

F

Fifa, il giorno dopo. Blatter festeggia ma ora si toglie qualche sassolino dalla scarpa, dicendosi sconvolto dal modo in cui è stato trattato dalla magistratura e da tanti elettori. «Perdono, ma non dimentico», dice in un’intervista sulla «campagna d’odio» che l’ha travolto. Il suo bersaglio principale è Platini e la Uefa: «Si tratta di un odio che non proviene solo da una persona della Uefa, arriva dall’organizzazione stessa che non riesce a capire che nel 1998 io sono diventato presidente». Ancor più piccata è la replica dell’ex-giocatore della Juventus, che non esclude svolte clamorose, come la possibilità che l’organismo calcistico europeo lasci la Fifa: «Io rappresento la Confederazione europea. Ci ritroveremo in occasione della finale di Champions il 6 giugno a Berlino, discuteremo e vedremo il da farsi. Come Uefa abbiamo sostenuto il principe Alì, che è partito da zero ed è arrivato a 73 voti, è stato un bel risultato». (Leggi tutta la notizia qui)

 

2 - Kos, tra turisti e profughi

profughi kos

Sono foto impressionanti quelle che arrivano dall’isola greca di Kos. La località è un’apprezzata meta turistica, dove le vacanze di metà primavera hanno portato numerosi ospiti dai Paesi anglosassoni. Ma assieme a loro, sono arrivati anche centinaia di profughi, salpati dalle vicine coste turche e arrivati su queste spiagge con gommoni e imbarcazioni. Così capita di vedere turisti fare jogging là dove un barcone sta attraccando, o un uomo dormire su una panchina dove sfrecciano famiglie in bicicletta. Ombrelloni chiusi e giubbotti di salvataggio abbandonati, navi da crociera e carrette del mare piene di gente. (Leggi tutta la notizia qui)

 

3 - Entrano nella sede della Juve per rubare i biglietti della finale di Champions

Carlos Tevez, Leonardo Bonucci, Stephan Lichtsteiner

Si è disposti a tutto per la propria squadra di calcio, ma forse i tre uomini che sono entrati nella sede della Juve la scorsa notte non sono neanche tifosi juventini. Arrivati dall’Inghilterra, si sono intrufolati nel palazzo di corso Galileo Ferraris con l’intento di rubare i biglietti per la finale di Champions di Berlino. Sono stati fermati dalla vigilanza interna e denunciati. Pare che però poi i tagliandi sarebbero dovuti finire su internet in vendita. (Leggi tutta la notizia qui)

 

4 - Giornalista anti-Putin in fin di vita, si teme avvelenamento

kara-murza

Si è sentito male martedì sera. Un male misterioso, che lo ha portato al ricovero e ora lo ha ridotto in fin di vita. Per questo la moglie di Vladimir Kara-Murza, giornalista conosciuto per le posizioni spesso contrarie a Putin, è convinta che il marito sia stato avvelenato. Il tutto sarebbe successo dopo che Open Russia, la ong per cui Vladimir lavora, ha diffuso una pellicola critica nei confronti Ramzan Kadyrov, presidente ceceno e fedelissimo di Putin. Il riserbo è ancora grande sulla vicenda, che però è stata raccontata dal Times, vista anche la doppia nazionalità del giornalista, russa e britannica. A guidare Open Russia è anche Mikhail Khodorkovsky, in passato acerbo avversario di Putin e ora caduto in disgrazia, dopo l’arresto nel 2003 e le tante condanne subite da allora. (Leggi tutta la notizia qui)

 

5 - Pakistan, sventata strage a partita di cricket

Pakistan

Poteva essere una tragedia, ma è stata sventata grazie all’intervento di alcuni agenti di polizia. Uno di loro è morto, e altri sei sono rimasti feriti a Lahore, in Pakistan, per fermare un kamikaze che intendeva farsi esplodere nei pressi dello stadio dove si sarebbe giocata la partita di cricket tra la nazionale locale e lo Zimbabwe. Da quanto si apprende, l’uomo stava tentando di entrare nel complesso sportivo, ma la polizia se n’è accorta e lo ha fermato, venendo però investita dalla esplosione innescata. Il ministero dell’informazione ha preferito non diffondere la notizia per non seminare il panico tra gli spettatori presenti alla partita. (Leggi tutta la notizia qui)