Eventi
Le perle della domenica

Il bello della XIX giornata di A per quelli che se lo sono perso

Il bello della XIX giornata di A per quelli che se lo sono perso
Eventi 19 Gennaio 2015 ore 09:46

CHE GOL!

Marchetti, quando il pallone è partito, ma dove sei? Sminuirlo proprio no, ma certo il gol all'Olimpico di Gonzalo Higuain, quello che regala tre punti al Napoli, è anche un errorino del portiere laziale. Sì? No? Forse? Comunque sia Lazio-Napoli la decide l'attaccante argentino dimostrando, ancora una volta, di saper essere decisivo. A Benitez dopo la partita chiedono: «Siete da terzo posto?». Con la solita serenità di uomo consapevole risponde: «È presto. Ma se Higuain gioca così…». Così anche il triste addio da Napoli sembra (almeno) rimandato. E lo stesso Pepita a domanda secca risponde: «Se resto a Napoli solo con la Champions? Io sono felice in questo club e ho un contratto qua». Punto.

 

http://youtu.be/_FBKwJ8xHSw

L'UOMO IN PIU'

Il contratto Tevez non lo ha voluto rinnovare. Ma se la Juventus è campione d'inverno molti meriti sono suoi. L'uomo in più di questo girone d'andata è lui, Tevez, 13 gol che stanno dando ai bianconeri la spinta per allontanare la Roma (ora a 5 punti). «Si vede una squadra in cui tutti lottano per lo stesso obiettivo, non solo gli undici che giocano». Adesso i bianconeri puntano dritto al quarto scudetto consecutivo, il primo senza Antonio Conte. E dopo? E dopo l'addio di Tevez? Fortuna che lo stesso argentino lascia aperto un pertugio. «Non voglio rinnovare in questo momento. Non posso mentire alla gente, sarebbe inutile firmare per altri 4-5 anni e poi andare via prima della fine del contratto. Non rinnovare è un'idea, ma non significa che non possa cambiare».

 

http://youtu.be/SDDCEmLVGmk

SHOW-TIME

Altro spettacolo lo danno il Genoa e il prodigio Sassuolo. Alla fine è pari, ma a Eusebio Di Francesco, l'allenatore dei neroverdi, la cosa non va giù: «Sono incavolato. È la quarta volta che ci facciamo raggiungere». In effetti Berardi aveva portato in vantaggio il Sassuolo. Poi era stato Iago Falque a rimettere in carreggiata i liguri. Secondo tempo da pazzi. Prima segna Missiroli (dopo 5'), e il Genoa sembra crollare. No, c'è Fetfatzidis. Segna la rete del nuovo pareggio (2-2). Potrebbe finire qui. Invece Berardi ha (di nuovo) il fiuto per rimettere avanti il naso dei compagni neroverdi. Sembra fatta, Di Francesco ci crede. Fetfatzidis, sempre lui, sbuca all'ultima curva e trova la rete del 3-3. «Non siamo maturi, non siamo da Serie A». Non è che ci sia andato giù leggero, eh.

 

http://youtu.be/x074Bv_bbAY

HANNO DETTO

Pensatino anche il commento di Mandorlini dopo Juventus-Verona. Distrutto, infelice, arrabbiato, l'allenatore del Verona se la prende con Alciato di Sky quando gli chiede del suo rapporto con la società: «Fai sempre domande poco intelligenti, te l'avevo detto prima, invece fai sempre la faccia seria, non è la prima volta». Serissima anche la faccia di Pippo Inzaghi per la scoppola contro l'Atalanta: «Le colpe - dice - me le prendo io». La Juventus sarà anche campione d'inverno, ma lo spettacolo è sempre quello di Ferrero, presidente della Samp. A Sky canta: «Andavo a cento all'ora per cantar la serenata». E a Stadio Sprint, con Varriale imbarazzato che gli chiede se vuole arrivare al terzo posto, risponde: «Questo bisogna chiederlo al mio mister. Io vojo anda' sulla luna». Va beh. Ci vediamo al ritorno.

RISULTATI E CLASSIFICHE

19° Giornata:

EMPOLI-INTER 0-0
PALERMO-ROMA 1-1 (Dybala, Destro)
LAZIO-NAPOLI 0-1 (Higuain)
CESENA-TORINO 2-3 (Benassi, Quagliarella, doppietta di Brienza, Maxi Lopez)
CHIEVO-FIORENTINA 1-2 (Rodriguez, Pellissier, Babacar)
GENOA-SASSUOLO 3-3: (Berardi su rigore, Falque, Missiroli, Fetfatzidis, Berardi, Fetfatzidis su rigore)
MILAN-ATALANTA 0-1 (Denis)
PARMA-SAMPDORIA 0-2 (Bergessio, Soriano)
UDINESE-CAGLIARI 2-2 (Joao Pedro, Allan, Thereau, Avelar su rigore)
JUVENTUS-VERONA 4-0 (Pogba, Tevez, Pereyra, Tevez)

LA CLASSIFICA: Juventus 46; Roma 41; Napoli, Sampdoria 33; Lazio 31; Fiorentina 30; Genoa 28; Milan, Inter, Palermo 26; Sassuolo 25; Udinese 24; Torino 22; Verona 21; Atalanta 20; Empoli 19; Chievo 18; Cagliari 16; Cesena, Parma* 9.
*un punto di penalizzazione

PROSSIMO TURNO: Cagliari-Sassuolo, Inter-Torino, Lazio-Milan, Juventus-Chievo, Sampdoria-Palermo, Verona-Atalanta, Parma-Cesena, Fiorentina-Roma, Empoli-Udinese, Napoli-Genoa.

MARCATORI: 13 gol: Tevez; 10 gol: Higuain, Icardi, Dybala; 9 gol: Menez, Callejon; 8 gol: Di Natale; 7 gol: Thereau, Matri, Djordjevic, Zaza, Gabbiadini, Mauri.