Eventi
Le perle della domenica

Il bello della XVIII giornata di A per quelli che se lo son perso

Il bello della XVIII giornata di A per quelli che se lo son perso
Eventi 12 Gennaio 2015 ore 10:25

CHE GOL!

È solo l'ultima di una serie di prodezze, e questa serve a dare alla Juventus, quando manca una giornata dalla fine dell'andata, il titolo di Campione d'Inverno. Vale quanto un ciapanò. Accontentiamoci. Stiamo parlando di Pogba. San Paolo di Napoli. I mille colori sono tutti per Pino Daniele. Il finale è bianconero. Merito (anche) di una volée di destro che Pogba si inventa per illuminare la notte. Il tiro piega le mani a Rafael. Pogba ci aveva già abituati a cose del genere. Nel 2012, ancora contro il Napoli, aveva segnato con un sinistro al volo il suo primo gol in Serie A. Si vede che con il Napoli si trova bene, perché nel 2013 il francese ne inventa uno davvero incredibile: riceve palla da Vidal, se la alza e al volo da fuori area spedisce il tiro d’esterno destro prima sul palo e poi in porta.

 

http://youtu.be/df_0numWRMs

 

L'UOMO IN PIU'

Più incredibile dell'incredibile ormai c'è rimasto soltanto Francesco Totti. Fa gioco, corre, segna due gol nel derby contro la Lazio. E tutto questo diventa anche normale quando, dopo la rete del pareggio, il capitano giallorosso si fa passare il cellulare da un dirigente. Che diavolo fa? Totti s'è fatto er selfie. «Ci pensavo da una settimana» dirà alla fine il numero dieci della Roma. L'eternità di questo campione è già impressa nei suoi gol senza tempo. Ma lui, del resto, non è uno che accontenta: "Era un'occasione unica e irripetibile, aver scavalcato giocatori importanti, è una cosa che si ricorderà a lungo". La curva alle spalle. Avanti, sorridete. Click.

 

http://youtu.be/uMjrNdDxgFg

 

http://youtu.be/df_0numWRMs

 

SHOW-TIME

Fosse per Mario Gomez,invece, le partite finirebbero tutte zero a zero sputato. Fortuna che il gol non è (più) roba sua. Lo è invece di Fiorentina-Palermo, che danno spettacolo. Lo show comincia al 20esimo, con Pasqual che trova il primo gol in stagione su assist di Cuadrado. La Fiorentina in vantaggio non è sintomo di nulla. Anche perché il Palermo gioca a ritmi alti. È però la Fiorentina che trova il bis con Basanta. Centoventi secondi e Quaison, prima accorcia e poi pareggia su un erroraccio di Pizarro. Poi ci pensa Cuadrado a firmare il nuovo vantaggio viola. Finisce qui? Macché. Joaquin fa un gol alla "Del Piero", e questo basta per arginare il terzo gol dei siciliani (lo segna Belotti su rigore a dieci minuti dalla fine).

 

http://youtu.be/urtv-L8o1fc

 

HANNO DETTO

Altre polemiche. Allegri, dopo Napoli-Juve: «In Italia non c'è l'abitudine di accettare la sconfitta e le decisioni arbitrali. Se un direttore di gara fosse fermato a ogni errore, dovremmo arbitrare da soli…». Il riferimento non è casuale. De Laurentiis, presidente del Napoli, dopo la partita cinguetta: «Ci siamo stancati! La Juve è una squadra forte, se è anche aiutata dagli arbitri diventa imbattibile». È sempre Serie A, insomma. Anche più assurda è la sparata di De Rossi a chi gli chiede di un suo presunto duello con Totti per l'egemonia dello spogliatoio. Risposta: «Sono maiali col microfono e restano maiali col microfono».

RISULTATI E CLASSIFICHE

18° Giornata:

SASSUOLO-UDINESE 1-1 (Zaza, Thereau)

TORINO-MILAN 1-1 (Menez su rigore, Glik)

INTER-GENOA 3-1 (Palacio, Icardi, Izzo, Vidic)

ATALANTA-CHIEVO 1-1 (Zappacosta, Lazarevic)

CAGLIARI-CESENA 2-1 (Joao Pedro, Donsah, Brienza)

FIORENTINA-PALERMO 4-3 (Pasqual, Basanta, Quaison, Quaison, Cuadrado, Joaquin, Belotti su rigore)

ROMA-LAZIO 2-2 (Mauri, Felipe Anderson, doppietta di Totti)

SAMPDORIA-EMPOLI 1-0 (Eder)

VERONA-PARMA 3-1 (Sala, Lodi, Toni, Valoti)

NAPOLI-JUVENTUS 1-3 (Pogba, Britos, Caceres, Vidal)

CLASSIFICA: Juventus 43; Roma 40; Lazio 31; Napoli, Sampdoria 30; Fiorentina, Genoa 27; Milan 26; Inter, Palermo 25; Sassuolo 24; Udinese 23; Verona 21; Torino 19; Empoli, Chievo 18;  Atalanta17; Cagliari 15; Parma, Cesena 9.

PROSSIMO TURNO: Empoli-Inter, Palermo-Roma, Lazio-Napoli, Udinese-Cagliari, Parma-Sampdoria, Genoa-Sassuolo, Milan-Atalanta, Chievo-Fiorentina, Cesena-Torino, Juventus-Verona.

MARCATORI: 11 gol: Tevez; 10 gol: Icardi; 9 gol: Dybala, Menez, Higuain, Callejon; 8 gol: Di Natale; 7 gol: Matri, Djordjevic, Zaza, Gabbiadini, Mauri; 6 gol: Ljajic, Honda, Vidal, Thereau, Toni.