Eventi
Cose di casa nostra

Bergamospia (si dice, non si dice) La pensione di don Corinno

Bergamospia (si dice, non si dice) La pensione di don Corinno
Eventi 23 Agosto 2015 ore 14:00

Che cosa si dice, che cosa si scrive, ma soprattutto cosa non si dice e non si scrive (solitamente) della nostra città. Tra sussurri e grida una raccolta indiscreta.

 

Colantuono, ritorno con il botto

Juventus FC v Udinese Calcio - Serie A

Rieccolo. Cinque mesi dopo l'amarissimo esonero atalantino, Stefano Colantuono si riaffaccia in serie A con il botto. La Juve non perdeva allo Stadium da due anni e otto mesi, ma soprattutto mai era stata sconfitta in casa all'esordio nella sua ultracentenaria storia. Ci voleva l'ex tecnico nerazzurro per centrare l'impresa. Ottenuta con una Udinese disegnata a sua immagine e somiglianza: grintosa, cattiva su ogni pallone, mai doma. Immutato anche lo stile: un pugno al cielo dopo il gol di Thereaux, la corsa negli spogliatoi al fischio finale. Colantuono è tornato e tutti se ne sono accorti.

 

Avvocatessa alticcia con toy boy

alcol-test-limit-sanzioni

Una matura avvocatessa movimenta la pigra notte di fine agosto. Quando la polizia stradale ferma la sua Mercedes in Borgo Santa Caterina sono le tre del mattino. Al volante c'è il compagno di 25 anni, lei ne ha il doppio. Il suo toy boy non supera (per poco) la prova del palloncino, quindi per tornare a casa le toccherebbe mettersi alla guida. Ma la professionista rifiuta, salvo poi ripensarci quando arriva il carro attrezzi. Ingrana la marcia e parcheggia nelle strisce blu. Scatta l'alcol test pure per lei e salta fuori un tasso di tre volte superiore al limite. Morale: denuncia, ritiro della patente e confisca del mezzo. L'Eco riporta la notizia, non il nome e nemmeno le iniziali dell'avvocatessa. Ma ce n'è abbastanza per scatenare la caccia al gossip nei corridoi del tribunale.

 

Cosa cercano i turisti a Bergamo? Ce lo chiediamo da 13 anni

20150804_Mimmo_007

Dice Robi Amaddeo, patron di Mimmo e delegato di giunta per le faccende di Città Alta, che i turisti si fermano a Bergamo per sei ore. Un po' poco. Una "finestra" comunque da sfruttare (e possibilmente allargare) «valorizzando ciò che abbiamo, senza inventarci nulla» sottolinea Amaddeo dalle pagine dell'Eco. Come riuscirci? «Prima di tutto bisogna sapere da dove vengono i turisti e cosa cercano». È da tredici anni, data del primo volo Ryanair a Orio, che Bergamo se lo sta domandando. Sarebbe bello, prima o poi, trovare una risposta.

 

Don Corinno va in pensione

doncorinno_R400

Don Corinno Scotti lascia l'incarico di parroco di Brembate Sopra per raggiunti limiti di età. Si ritirerà al santuario della Madonna del Bailino, a Levate. È stato una guida preziosa per la comunità, specialmente nelle prime fasi del dramma di Yara. Fu lui a mettere la faccia davanti alle telecamere per dar voce all'angoscia di un intero paese, mentre tutti si chiudevano in uno smarrito silenzio. Dal pulpito disse: «Il mostro è fra noi». E (forse) non si è sbagliato. Ieri si è congedato così: «Abbiamo vissuto giornate, mesi e anni di paure. La paura è segno di responsabilità, ma ci toglie anche il fiato e ci impedisce di guardare al futuro con serenità. Il contrario della paura però non è il coraggio, ma la fede e la fiducia nel Signore».

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter