Cose di casa nostra

Bergamospia (si dice, non si dice) La quasi pensione del mago Trigona

Bergamospia (si dice, non si dice) La quasi pensione del mago Trigona
Eventi 16 Giugno 2015 ore 12:11

L'arringa virtuale di Salvagni convince 
la giuria di Facebook assolve Bossetti

Claudio-Salvagni-quarto-grado-638x425

A un anno dall'arresto e a pochi giorni dall'inizio del processo, Claudio Salvagni, avvocato di Massimo Bossetti, si lancia in una lunga e appassionata arringa su Facebook. Il legale fa sapere che si è gettato anima e corpo nella difesa del (presunto) mostro, semplicemente perché crede fermamente nella sua innocenza. «Ho conosciuto un uomo mite, spontaneo, ingenuo. Un uomo sull'orlo del baratro, massacrato da un ingranaggio devastante». E ancora: «Massimo è innocente, questa è la mia convinzione e spero che possa diventare convinzione di tutti coloro che vorranno capire con spirito critico, scevro da condizionamenti». Sotto il chilometrico "post" spuntano un centinaio di "mi piace", più una sessantina di commenti di stima, apprezzamento e solidarietà. Un'arringa efficace, dunque. E da non liquidare come trovata estemporanea. Perché Bossetti in corte d'Assise si troverà di fronte otto giudici, di cui sei popolari, con parità di voto. Gente comune, come quella che frequenta Facebook, che legge i giornali e guarda i talk show. E che potrebbe lasciarsi convincere anche in aula.

 

L'Arlecchino di Pasotti sbranato dai dinosauri 
Ma il vero Jurassic World è in val Brembana

io arlecchino 15x10 web

Povero Giorgio Pasotti. Il suo "Io, Arlecchino" è stato sbranato dai dinosauri di Jurassic World. Davvero infausta la scelta di far uscire il film in questo periodo, in coincidenza con il blockbuster americano. L'attore bergamasco ha incassato al botteghino 1.309 euro nel primo giorno di proiezione, i rettiloni di Hollywood hanno demolito il record di 500 milioni di dollari nel primo weekend. Nemmeno Harry Potter c'era riuscito. Ma Bergamo si è subito presa la sua rivincita. Tyler Metz, 27enne studioso californiano, ha saltato volentieri la première jurassica ed è volato in Città Alta, patria di Pasotti, per vedere da vicino il fossile di talassosauro custodito al Museo Caffi. Lucertolone in pietra e ossa, mica un effetto speciale. Ma al buon Tyler diamo un consiglio: faccia un salto anche a Endenna, frazione di Zogno, dove il talassosauro fu trovato. Passando dalla rotonda di Villa d'Almè si imbatterà in un maxi personaggio mascherato, con l'abito multicolore. Arlecchino, quello del film.

 

Il mago Trigona va in pensione ma non scompare 
E in Ascom atterra Giorgio Lazzari

0

Dopo 36 anni di regno, Luigi Trigona lascia l'incarico di direttore dell'Ascom. Il Richelieu dell'economia bergamasca, però, non uscirà di scena. Con malcelata soddisfazione, lo ha fatto capire lui stesso nelle interviste elargite alla stampa locale. Un arrivederci, mica un addio. A 73 anni, Trigona sente di avere ancora molto da dare. Infatti continuerà ad occuparsi di Turismo Bergamo e della Fiera. Coltiverà anche il suo grande hobby, la magia, ma tutto farà fuorché scomparire. Da dietro le quinte continuerà piuttosto a tirare qualche filo. Intanto in Ascom si prepara la successione. Gli subentrerà il vicedirettore Oscar Fusini, suo delfino da anni. Che a sua volta dovrà essere sostituito. Al momento si pensa a una soluzione esterna, più che interna: in pole position c'è Giorgio Lazzari, ex portavoce del sindaco Tentorio, attualmente in Sacbo con incarico su Expo. Ma il suo atterraggio in via Borgo Palazzo è dato per imminente.

 

Movida da legare, Gori balla da solo
ma fa la figura del bacchettone

borgo S Caterina ph Devid Rotasperti (16)

Movida, atto secondo. Le nuove regole dettate dal sindaco non vanno giù a Confesercenti. L'associazione non digerisce il coprifuoco (chi non fa il bravo chiude a mezzanotte e mezza) e sottolinea che in Lombardia nessuno mai è stato così bacchettone con i locali notturni. Gori non la lascia cadere e respinge al mittente le critiche. Poi lancia un appello ecumenico: «L’unica strada è la convivenza civile, la crescita del commercio insieme alla comunità, per la quale ognuno deve farsi in qualche modo carico anche delle ragioni degli altri». Il sindaco ne ha anche per l'opposizione, rea secondo lui di speculare sulle ragioni degli esercenti di Borgo Santa Caterina, dopo averli ignorati durante l'era Tentorio. Sarà un'estate caldissima.

 

Sregolati, un blog made in Bergamo
che inquadra Renzi nel mirino

Untitled

Irriverente, “politicamente scorretto”, ruvido quanto basta. Il debutto del blog www.sregolati.org non è passato inosservato. Nato da un'idea del bergamasco Matteo Pandini, mina vagante del giornalismo destro-padano, promette di guardare a sinistra con occhio più che critico e per niente buonista. Nel mirino, manco a dirlo, c'è soprattutto Renzi, sbrigativamente definito “Il Bomba”. Nel sommario c'è addirittura una sezione dedicata al premier: si intitola “Renzate”, che è tutto un programma. Da seguire.