Con il trailer

Il film da vedere nel weekend Thor: Ragnarok, pronti a divertirvi?

Il film da vedere nel weekend Thor: Ragnarok, pronti a divertirvi?
Eventi 27 Ottobre 2017 ore 09:15

Regia: Taika Waititi.
Con: Chris Hemsworth, Tom Hiddleston, Cate Blanchett, Idris Elba, Jeff Goldblum, Tessa Thompson, Karl Urban, Mark Ruffalo, Anthony Hopkins, Jamie Alexander, Benedict Cumberbatch, Jaimie Alexander, Sam Neill, Ray Stevenson, Lou Ferrigno, Stan Lee.
Dove vederlo a Bergamo e provincia: qui.

 

Che quello dei supereroi sia ormai un genere cinematografico riconoscibile, con una sua estetica, una chiara dinamica drammaturgica e un assetto produttivo standardizzato e dalle enormi capacità di attrarre risorse, è cosa nota. Così come è noto che ormai i critici più taglienti hanno dovuto mettersi il cuore in pace, di fronte a un fenomeno filmico incontenibile e in costante espansione. Peraltro siamo di fronte a un tipo di cinema a cui non mancano certamente i meriti: non parliamo solamente degli ottimi effetti speciali, delle curatissime coreografie o delle scenografie ormai più vere del vero. Anche a livello di costruzione drammaturgica dei personaggi siamo di fronte a personaggi che sanno innovarsi di film in film, spesso anche prendendosi in giro da soli e che stanno anche benissimo insieme. La cosa non stupisce soprattutto se si considera che i film dedicati ai singoli eroi sono (in parte) fatti anche per essere dei preludi ai grandi crossover, dove più protagonisti si incontrano e lottano contro un nemico comune (The Avengers).

4 foto Sfoglia la gallery

Nella continua lotta all’ultimo film fra l’universo cinematografico Marvel (Spiderman, Thor, X-Men) e quello DC (Wonder Woman, Batman, Superman), il nuovo prodotto di punta appare essere l’attesissimo Thor – Ragnarok, terza iterazione sul grande schermo del dio norreno del tuono. Protagonista è appunto l’omonimo Avenger che, tornato ad Asgard dopo le sue numerose peripezie, vede il trono di Odino usurpato dal fratello Loki. La situazione, come da copione, non farà che precipitare: un nuovo personaggio (Hera) farà la sua comparsa e ovviamente non mancherà di scatenare le sue ire sul nostro protagonista.

Se pure abbiamo riconosciuto che la vicenda dei supereroi cinematografici è un evento di cui è necessario prendere atto, il ruolo della critica è anche quello di riconoscere che – nella pletora di film sul tema – quelli di Thor non sono sempre stati fra i migliori. Quindi il compito che aspettava questo film era, se non proprio impossibile, quantomeno complesso: riportare in piena luce uno dei protagonisti degli Avengers e ripulirlo da quelle incrostazioni spesso involontariamente comiche che lo avevano contraddistinto. Missione non semplicissima, peraltro, anche perché la DC è in uscita con uno dei suoi film più attesi, quello legato – guarda caso – alla Justice League (l’alleanza di Eroi che costituisce un po’il corrispettivo degli Avengers).

 

 

La regia è stata affidata a Taika Waititi, che in molti aspettano al varco per il suo prossimo adattamento del capolavoro anime Akira. A prescindere da quello che sarà l’esito di quella discutibile operazione di americanizzazione di un mito nipponico, va riconosciuto che nel caso di Thor il suo compito è riuscito decisamente bene. È vero che non siamo di fronte a uno dei migliori film dell’universo Marvel, ma il blockbuster (perché di questo si tratta) funziona decisamente bene. Pur sfruttando dinamiche narrative già piuttosto abusate (il personaggio di Loki è ormai più che iconico), il film si snoda con intelligenza fra situazioni diverse per ambientazione e segno, riuscendo alla fine a trascinare lo spettatore verso un finale risolutivo e al contempo utile ad aprire ai prossimi film.

Nel complesso un film inaspettatamente divertente, in grado di catturare l’attenzione soprattutto dei fan e rispetto al quale siamo certi gli spettatori non saranno insoddisfatti.