Ad Atlanta, in Georgia

La nuova incredibile sede Porsche Un parco divertimenti da 100 milioni

La nuova incredibile sede Porsche Un parco divertimenti da 100 milioni
Eventi 08 Giugno 2015 ore 13:31

«Il più grande investimento realizzato dall’azienda al di fuori della Germania»: così Matthias Mueller, presidente e CEO di Porsche, ha definito la realizzazione del quartier generale americano dell’importante casa automobilistica tedesca. Si trova ad Atlanta, in Georgia, ed è situato accanto all’Hartsfield-Jackson Atlanta Airport. Il costo è stato, complessivamente, di circa 100 milioni di dollari e la struttura copre un’area di ben 27 acri (oltre 109mila metri quadrati). Sempre Mueller ha sottolineato come il centro «è una pietra miliare nella storia della Porche. Servirà per aumentare la visibilità del nostro marchio negli Stati Uniti e riaffermare il nostro impegno per lo stato della Georgia e per la città di Atlanta».

 

1

 

Il quartier generale americano. Uno Stato, l'America, dove la Porsche ha sede sin dal 1998 ed è dedicato a tutte le attività della famosa casa produttrice di auto sportive: dalla costruzione ai test, passando per sale convegni e musei. L’area industriale comprende al suo interno un centro meccanico, un simulatore di prova per le vetture, un centro di restauro dei vari pezzi delle auto e una galleria in cui sono esposti svariati modelli. Spicca, in questa nuova sede, l’immenso circuito per la messa in prova delle autovetture, lungo circa 2,6 km. La pista interna al centro ospiterà dei corsi di guida sicura patrocinati dalla stessa casa automobilistica tedesca. La parte dedicata all’attività lavorativa è completata invece dagli uffici, dove si trovano tutti coloro che si occupano della parte più aziendale dell'azienda: marketing, comunicazione, risorse umane e merchandising.

 

 

La struttura ha poi un’aggiunta unica e imperdibile, che è quella pensata per clienti e, soprattutto, appassionati. I visitatori, i fornitori e le aziende partner potranno infatti visitare il museo, dove sono esposte tutte le vetture storiche o rilassarsi presso il Ristorante 356 (chiamato così in onore del primo modello di vettura entrato in produzione nel 1948). Quest'area del quartier generale, caratterizzato da un design studiato appositamente per il centro, è stato chiamato Porsche Experience Center e i responsabili dell’azienda hanno stimato che le visite annuali dovrebbero aggirarsi intorno alle 30mila persone. Dato probabile più che ottimistico, considerando che dall'aeroporto di Atlanta transitano ogni anno circa l’80 percento degli abitanti di tutti gli Usa. Detlev von Platen, presidente e CEO di Porsche Nord America, ha dichiarato che «la scelta per la nostra nuova casa è stata quella di creare un ambiente audace e stimolante dove accogliere dipendenti, partner, clienti ed appassionati».

8 foto Sfoglia la gallery

Gli altri progetti di Porsche. Ma l’impegno nel campo dello sviluppo delle strutture a disposizione della casa automobilistica non si limita soltanto alla produzione americana. A inizio 2015, infatti, sono state poste le basi per la ristrutturazione dell'impianto di produzione motori presso la sede di Zuffenhausen, primo storico quartier generale dell'azienda fondata da Ferdinand Porsche sin dal 1931. La riqualificazione della strutture, elogiata dalle istituzioni tedesche per la sostenibilità e la compatibilità ambientale, prevede due piani tecnologicamente avanzati con una linea di montaggio all’avanguardia munita di aree logistiche e di prova dei motori, oltre a spazi ricreativi per i 400 membri del personale. La spesa totale per tutto il progetto è di circa 80 milioni di euro, ed è stimato che l’investimento complessivo sul suolo tedesco, da qui al 2016, arrivi a circa 300 milioni (è prevista anche la costruzione di un centro di formazione per i dipendenti più giovani). A tutto ciò si aggiungono i continui miglioramenti del museo Porsche, aperto a Zuffenhausen nel 2009 (dove occupa una superficie espositiva di circa 5.600 metri quadrati), con una mostra itinerante, un’esposizione di 80 modelli delle autovetture e un'officina, sita al piano terra della struttura, dove i turisti possono osservare i tecnici al lavoro.