Eventi
Il rugby italiano, un fallimento?

10 notizie di cui parlare a cena I clochard ospiti ai Musei Vaticani

10 notizie di cui parlare a cena I clochard ospiti ai Musei Vaticani
Eventi 22 Marzo 2015 ore 18:29

1 - 150 senzatetto in visita ai Musei Vaticani

Nuova iniziativa del vescovo Elemosiniere di Francesco, Konrad Kraiewski: giovedì 150 clochard verranno accolti nei Musei Vaticani, per una visita guidata alle sale dei palazzi. I senzatetto avranno la fortuna di fermarsi anche all'interno della Cappella Sistina per una preghiera. Infine, verrà offerta una cena agli ospiti. Il gesto dimostra la sempre più grande attenzione del Vaticano per i tanti senza tetto che vivono a Roma, e che spesso si trovano a cercare ospitalità attorno al colonnato di San Pietro. (Leggi tutta la notizia qui).

 

2 - Cade in fiume gelato. Bambino di 22 mesi salvo per miracolo

La madre di Gardell Martin è convinta sia un vero miracolo. D'altronde dopo aver visto suo figlio di 22 mesi senza coscienza per 101 minuti ha pensato fosse finita. Invece ora può stringerlo ancora tra le braccia dopo aver temuto il peggio: il piccolo, infatti, sta bene e sembra non gli sia successo nulla. L'incidente lo aveva visto cadere in un torrente gelato dietro la casa di famiglia, finendo in ipotermia. Ma una volta tirato fuori dalle acque, i soccorritori non si sono arresi, continuando a effettuare sul suo piccolo corpo le tecniche di rianimazione. E così ce l'ha fatta, senza subire danni neurologici. (Leggi tutta la notizia qui)

 

3 - Analisi della cyberguerra del Califfo

attacco hacker centcom isis

Quanta gente c'è dietro ai Tweet pro-jihad? È la domanda che si è fatto il ricercatore della Brookings Institution e Jonathan Morgan, data scientist, che hanno preso in analisi i 133 mila tweet partiti da 46 mila profili, ossia la raffica che fino allo scorso dicembre aveva tenuto viva la guerra santa attraverso il noto social network. Da tempo si parla del nuovo "terrorismo 2.0" dello Stato Islamico, ma mai nessuno aveva fatto un lavoro analitico di questo genere. Ne parla Repubblica: «Buona parte del successo dell'Is può essere attribuito a un gruppo relativamente ristretto di utenti iperattivi, tra i 500 e i 2000 profili, che twitta in raffiche concentrate ad alto volume». (Leggi tutta la notizia qui)

 

4 - Angelina Jolie si è fatta rimuovere anche le ovaie

Angelina Jolie ha deciso di farsi rimuovere le ovaie e le tube di falloppio per prevenire la possibile formazione di un tumore. È lei stessa a raccontarlo al New York Times, replicando la decisione presa nel 2013 quando si era sottoposta ad una doppia mastectomia. Un test genetico aveva provato che l'attrice americana aveva una possibilità di sviluppare un cancro alle ovaie più alta del 50%. (Leggi tutta la notizia qui)

 

5 - Nel vocabolario svedese arriva il pronome "senza genere"

Esce ad aprile il nuovo vocabolario della lingua svedese dove, tra le nuove parole inserite, ci sarà anche un nuovo pronome, "hen". Il termine è diverso da "han" e "hon", usati a indicare quando si parla di persone rispettivamente al maschile e al femminile, e ha uno scopo specifico, ossia il genere neutro. Verrà quindi usato in senso lato: servirà per indicare una persona il cui sesso non è conosciuto, un transgender o in quelle occasioni in cui si ritiene che il genere sia un'informazione superflua nel discorso. (Leggi tutta la notizia qui)

 

6 - Leggeremo i giornali direttamente su Facebook?

A smartphone user shows the Facebook application on his phone in Zenica, in this photo illustration

Per leggere le notizie non occorrerà più andare sui siti dei giornali, ma basterà entrare su Facebook. Questo, almeno, è quanto scrive il New York Times, che parla di un progetto del social network per portare tutti i contenuti sulle proprie bacheche. Per farlo Zuckerberg starebbe lavorando a una serie di accordi con alcune testate statunitensi tra cui lo stesso New York Times, Buzzfeed e National Geographic. (Leggi tutta la notizia qui)

 

7 - Nella giungla argentina i resti di un covo segreto nazista

Monete battute in germania tra Anni Trenta e Quaranta, ceramiche e piastrelle di chiara origine tedesca, più altri reperti che lasciano intendere chiaramente che qui abbia vissuto qualcuno proprio in quegli anni. L'edificio, però, è stato ritrovato nelle foreste dell'Argentina, e sembra proprio fosse un vecchio covo dei nazisti, pronti a fuggire qui dalla Germania se ne avessero avuto l'occasione. «Siamo solo all’inizio, è presto per tirare le somme, ma possiamo almeno fare qualche ipotesi», dice Daniel Schavelzon, l'archeologo che ha scoperto il vecchio rifugio. (Leggi tutta la notizia qui)

 

8 - Il rugby in Italia è un fallimento?

coppa del mondo di rugby 2015

Come sta il rugby in Italia? O meglio, come sono stati spesi i tanti soldi impegnati dalla federazione in questo sport? Se lo chiede Repubblica, alla luce dell'ultimo Sei Nazioni tutt'altro che soddisfaciente. Da quando gli azzurri partecipano al massimo torneo europeo per la palla ovale hanno collezionato solo 12 successi, 1 pari e 63 sconfitte, alla luce di ben 500 milioni di euro spesi da Roma per questa disciplina. Ma forse, si è curato troppo la "locomotiva" (ossia la Nazionale) senza dare fiducia ai vagoni, ovvero le squadre locali e i settori giovanili. (Leggi tutta la notizia qui)

 

9 - Le suore dell'assalto al Papa: «Non abbiamo resistito»

 

https://youtu.be/21OMjcTzq4I

 

«È stato un attimo, ci siamo guardate tra noi, un cenno con la testa. Quando abbiamo visto che intorno al Papa si allentava la sicurezza vaticana siamo partite. A razzo, imprendibili. Non ci avrebbe fermato nessuno in quei pochi metri che ci separavano dalla sedia del Papa». È il racconto di Suor Giuliana, una delle monache di clausura napoletane che sabato sono corse incontro a Papa Bergoglio, nel corso della sua visita a Napoli. Il video della loro "corsa" è stato cliccatissimo in rete. (Leggi tutta la notizia qui)

 

10 - Finlandia, niente più materie. Si insegneranno "grandi temi"

Niente più materie, ma "grandi temi", discipline trasversali da insegnare a scuola. L'esperimento arriva dalla Finlandia, dove nella Siltamaky Primary School di Helsinki stanno provando questo nuovo metodo d'apprendimento. «Una grandissima sfida per l'istruzione finlandese», l'ha definita Liisa Pohjolainen, che guida le politiche di istruzione del Paese. Una via diversa per insegnare ai ragazzi. (Leggi tutta la notizia qui)

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter