Notizie su Bergamo e provincia

Notizie su Bergamo e provincia (24-29 aprile 2017)

Notizie su Bergamo e provincia (24-29 aprile 2017)
Eventi 27 Aprile 2017 ore 09:00

29 APRILE

 

1 – Pusher minorenni in zona tribunale, i residenti rivogliono i vigilantes

Si ritrovano sotto i portici tra via Borfuro e via Sant’Orsola, tra i palazzi dell’Inps. E a un passo dal tribunale. Bevono e aspettano l’arrivo degli spacciatori, che sono loro coetanei. Hanno tra i 15 e i 17 anni, cioè. Il fenomeno era quasi sparito quando il gestore del parcheggio a pagamento aveva assoldato due guardie giurate. Sì, perché il fenomeno non è nuovo. Ora si è tornati al passato. E i residenti invocano il ritorno dei vigilantes.

2– Smog, Bergamo già oltre il limite. Unione Europea, pronte le sanzioni

Nel 2017 la provincia di Bergamo ha già sforato i 35 giorni con pm10 nell’aria nell’aria oltre la soglia limite di 50 microgrammi per metrocubo. Anzi, siamo a 45 giorni di polveri sottili fuori controllo. Non siamo soli, in Lombardia: altre aree sono fuorilegge. L’Unione Europea ci ha già richiamato più volte e ora sarebbero pronte a scattare le sanzioni, se le amministrazioni non fanno niente. Comune e Regione si rivolgono al governo perché intervenga.

3 – Un metro di neve sulle Orobie, rischio valanghe

C’è il danno: il fatto che sulle Orobie a fine aprile ci sia un metro di neve a quote alte, sopra i duemila metri, potrebbe creare problemi, perché il vento e il rialzarsi repentino delle temperature durante il giorno può dar vita facilmente a valanghe. E c’è la beffa: perché quando la stagione sciistica ne avrebbe giovato, cioè a dicembre e gennaio, di precipitazioni non se ne sono praticamente viste. Ieri altra neve si è aggiunta a quella scesa giovedì, portando lo spessore di neve fresca a 30 centimetri intorno ai 1.600-1.700 metri.

4 – Un trevigliese insospettabile il banchiere clandestino del web

Un banchiere clandestino del deep web, ovvero la parte di internet sommersa e meno controllabile. Un insospettabile incensurato, single, trentenne, di Treviglio. F.L. Da ieri mattina è indagato a piede libero con le accuse di riciclaggio ed esercizio abusivo dell’attività di intermediazione finanziaria. Ufficialmente disoccupato. cambiava per conto terzi dai bitcoin, il denaro virtuale di internet, che in quel bassifondo del web permette di acquistare armi, droga, documenti e soldi falsi. In tutto nell’operazione sono state arrestate 5 persone, altre dieci sono state indagate a piede libero e sono state eseguite in tutta Italia oltre cinquanta perquisizioni.

5 – Il nuovo presidente regionale dell’Avis è bergamasco

Oscar Bianchi, già presidente provinciale dell’Avis per due mandati, ovvero otto bianchi, ne è ora diventato presidente regionale. E in Lombardia i donatori di sangue sono 260 mila, di cui 35 mila nella nostra provincia. Bianchi, 45 anni, nato a Romano di Lombardia dove vive, sposato e padre di due figlie, è direttore bancario. È anche presidente del Csv (Centro servizi bottega del volontariato) di Bergamo.

 

28 APRILE

 

1 - Sorpresa: cambia prefetto dopo 8 mesi. Arriva da Bolzano: sempre una donna

Il prefetto Tiziana Giovanna Costantino dura soltanto 8 mesi a Bergamo e viene trasferita a Cagliari. Le subentra Elisabetta Margiacchi, attualmente Commissario del governo per la Provincia autonoma di Bolzano, nata a Fano (Pesaro Urbino) il 28 marzo 1955, sposata. Nominata prefetto, su proposta del Ministro dell’Interno, dal Consiglio dei ministri il 17 dicembre 2013, nel giugno 2014 viene designata quale Componente della Commissione intergovernativa per la realizzazione del Tunnel ferroviario di base del Brennero.

2 - Arrivano altri due defibrillatori per le strade della città

Altri due defibrillatori sono stati installati dal Comune di Bergamo in altrettanti luoghi pubblici della città: piazza Pontida e la stazione autolinee si aggiungono così alla lista dei cinque luoghi (piazza Matteotti, l’Accademia Carrara, la stazione della Funicolare e piazza Cittadella a Bergamo Alta e al Polaresco) in cui tali dispositivi sono già stati installati e sono funzionanti da poco più di un anno.

3 - Indice dei prezzi in aumento ad aprile a Bergamo, +0,4%

Nel mese di aprile, l'indice dei prezzi al consumo per l’intera collettività a Bergamo si attesta a +0,4%. Il tasso tendenziale (la variazione percentuale rispetto allo stesso mese dell’anno precedente), si attesta a +1,7%, in aumento rispetto al +1% registrato il mese scorso. La variazione più importante si registra per la divisione “Servizi ricettivi e di ristorazione” con un aumento di +2,1% dovuto al rincaro dei servizi di alloggio.

4 - Una zona 30 in Borgo Santa Caterina per avere più silenzio e sicurezza

Il tempo di pubblicare l'ordinanza, giusto qualche giorno, e poi in Borgo Santa Caterina si cambia, in fatto di viabilità. Diventerà Zona 30, infatti. La decisione del Comune l'ha comunicata ieri l’assessore alla Mobilità Stefano Zenoni. Arriva in seguito alle richieste dei residenti per contenere il rumore e migliorare la sicurezza per i pedoni.

5 - Una grande nome del jazz a BergamoScienza: Pat Metheny

Uno dei più importanti chitarristi jazz della storia il 14 ottobre si esibirà per la prima volta a Bergamo. Sotto le insegne della rassegna Contaminazioni contemporanee, festival curato dall’associazione Verbo essere e inscritto nel programma, già ricco e internazionale, di Bergamo Scienza. Parliamo di Pat Metheny. Suonerà al Creberg Teatro.

6 - Gli uffici statali potrebbero restare in Largo Belotti

Non è detto che gli uffici statali lascino largo Belotti. Non è sicuro che il trasloco imposto dalla spending review dello Stato vada in porto. «È un momento di riflessione sia da parte nostra che del Comune – spiega a L'Eco di Bergamo il direttore provinciale dell’Agenzia delle entrate Antonino Lucido –. Resteremo nell’attuale sede anche il prossimo anno, ma stiamo anche valutando se rimanere qui, accorpando gli uffici di viale Papa Giovanni e di via Bonomelli». Bisogna vedere come va il concorso per il rilancio del centro piacentiniano indetto dal Comune. La variante 10 al Pgt potrebbe cambiare la destinazione d'uso a terziario o commerciale per quell'edificio, ma ci dev'essere un chiaro interesse degli operatori privati. Se nessuno garantisse un investimento all'altezza, la marcia indietro è probabile. Se invece l'operatore c'è, ci sono spazi alla Montelungo a disposizione, perché l'università non occuperà l'ex caserma in toto.

7 - Spaccio di droga sul deep web, arresti e perquisizioni anche a Bergamo

La polizia sta eseguendo arresti e perquisizioni in 25 province italiane nei confronti di soggetti che, a vario titolo, avrebbero gestito il traffico e lo spaccio di droga sul deep web, la parte nascosta e anonima di internet dove si può trovare merce di ogni tipo. Le indagini sono durate 15 mesi, con gli agenti che hanno operato sotto copertura, riuscendo così a monitorare molti degli arrestati. Tra le persone finite in manette figura anche chi pubblicizzava la propria attività con video nei quali si vede la droga nascosta all'interno di oggetti di uso comune, come statuine o cellulari. L'operazione è stata condotta dal servizio centrale operativo e dalla squadra mobile di Lecco, coordinati dalle Procure di Lecco, Bergamo e Pisa.

8 - Ruba cinque Ipad a Dalmine, arrestato 51enne napoletano

Altri precedenti penali alle spalle e una busta schermata per far passare 5 Ipad attraverso il controllo antitaccheggio dell'Euronics di Dalmine. Ci ha provato, il 51enne originario della provincia di Napoli, domiciliato da tempo a Milano, a rubare quei cinque tablet, per il valore di diverse centinaia di euro. E ci era pure riuscito. Ma il servizio di vigilanza interna ha capito che qualcosa non era andato per il verso giusto e ha chiamato i carabinieri. Che hanno rintracciato e bloccato l'uomo, recuperando così la refurtiva, successivamente restituita alla proprietà.

 

27 APRILE

 

1 - Adesso Bergamo ha le architette. Parità di genere, istanza accolta

Le iscritte all'Ordine degli Architetti di Bergamo potranno timbrare i loro documenti con il titolo di architetta. La parità di genere si combatte prima di tutto con le parole. Per questo motivo l'architetta Silvia Vitali, sostenuta da due colleghe, ha portato avanti l'istanza davanti ai consiglieri dell'ordine, che hanno accolto la richiesta.

2 - Auto si ribalta sul viadotto di Boccaleone, lunghe code in superstrada

Lunghe code oggi pomeriggio sulla superstrada di Bergamo a causa di  un incidente. Un'auto guidata da un rumeno di 34 anni, per cause ancora da chiarire, si è ribaltata sul viadotto di Boccaleone, all'altezza del campo da calcio. Il giovane è ferito in modo non grave.

3 - Condanna per condotta antisindacale del gestore di McDonald's in stazione

Effepitre srl, che gestisce Mc Dondald's nel piazzale della stazione di Bergamo, condannata per condotta antisindacale. Il ricorso era stato presentato dalla Filcams-Cgil provinciale dopo uno sciopero.

4 - Quanta neve in Val Brembana. Mezzo metro al Passo San Marco

Tanta ne è già scesa, altra ne arriverà ancora già dalla serata di oggi. Era da tempo, come già scrivevamo ieri, che non si vedeva una nevicata così a fine aprile. A Foppolo oggi piove, quindi lo strato si sta assottigliando, ma al Passo San Marco stamattina ce n'era addirittura mezzo metro, di neve. Il paesaggio, dunque, è tipicamente invernale, nonostante maggio sia dietro l'angolo.

5 - Infortuni in calo a Bergamo nel 2016: sono stati 14mila

Sono 13.956 gli infortuni sul lavoro denunciati nel 2016 a Bergamo. Più del 10% del dato regionale, arrivato a quota 116.049, 120 dei quali con esito mortale(contro i 165 del 2015, 5 quelli registrati a Bergamo). Sono i numeri evidenziati da Cgil, Cisl, Uil della Lombardia nella settimana in cui si celebra la «Giornata mondiale per la sicurezza e la salute sul lavoro», in calendario per venerdì 28 aprile con lo scopo di migliorare la prevenzione degli infortuni e delle malattie professionali. A livello provinciale, il numero più alto di infortuni si registra a Milano (38.480), seguita da Brescia (15.746). I settori più colpiti sono quelli dell’edilizia, l’industria, l’agricoltura e la logistica. A Bergamo, seppur con estrema lentezza, sottolinea il segretario Cisl Giacomo Meloni, «prosegue il calo degli infortuni sul lavoro che, dal 2011 al 2015, si sono ridotti del 20,39% e, nel 2016, di un ulteriore 2,50% sull’anno precedente. Naturalmente i dati non sono esaustivi in senso assoluto, perché andrebbero rapportati alle ore lavorate, ma è significativo e incoraggiante che gli infortuni siano in graduale e costante calo da oltre 5 anni; l’auspicio è che questa tendenza si confermi anche nel 2017 e per gli anni a venire».

6 - Benna caduta da un furgone, cose stamattina sulla Dalmine-Villa d’Almè

È caduta una benna da un furgone, stamattina verso le 7, sulla Dalmine-Villa d’Almè, all’altezza degli svincoli per Ponte San Pietro. Nessun danno a cose e persone, ma lunghe code: il pezzo è finito in mezzo alla corsia di marcia e il traffico del mattino è andato in tilt. Il fatto è stato  segnalato su Facebook dagli automobilisti.

7 - Ai domiciliari per rapina, picchia convivente e figli: arrestato

Era stato arrestato a Rimini un anno fa per aver rapinato un giovane dopo averlo minacciato con un coccio di bottiglia. Il protagonista, senegalese, di 34 anni, è stato messo ai domiciliari a Treviglio, insieme alla sua compagna, un’italiana con figli. In casa però l’uomo ha iniziato a dare nuove manifestazioni della sua indole violenta: ha aggredito sia la convivente che i i suoi figli. Tant'è che è stato arrestato dai carabinieri.

8 - Una notte al museo, ma vietata ai maggiori di 12 anni

Tornano, a grande richiesta, quattro nuovi appuntamenti alla Gamec con Una Notte al Museo, evento dedicato a bambini e ragazzi dai 7 ai 12 anni che, curiosi e temerari, non vedono l’ora di scoprire altri segreti di questo spazio magico, uno straordinario luogo che di volta in volta cambia volto per ospitare mostre di artisti famosi, non dimenticandosi mai dei suoi visitatori più piccoli. Per la notte serviranno un sacco a pelo, un materassino, una torcia e, naturalmente, un pigiama. Le date? Sabato 20 maggio, 17 giugno, 15 luglio e 16 settembre, dalle 20:30 alle 8:30. Si paga 40 euro. Per informazioni e iscrizioni tel. 035.235345, servizieducativi@gamec.it.

 

26 APRILE

 

1 - Incendio sul tetto di una palazzina. Ultimo piano inagibile a Casazza

Vigili del fuoco al lavoro per tre ore stamattina a Casazza. Alle 10 è scoppiato un incendio sul tetto di una palazzina. Ci sono stati alcuni attimi di paura poi l’intervento di spegnimento tempestivo ha evitato che le fiamme raggiungessero i piani inferiori. La copertura è stata distrutta e anche l’appartamento mansardato sottostante è stato dichiarato inagibile.

2 - Dal ponte di Cisano si staccano pezzi. Il sindaco: «Rfi deve fare subito qualcosa»

«Poiché in data odierna si è riscontrato un nuovo distacco di pietrisco dal cornicione del ponte ferroviario che è caduto sulla strada sterrata comunale, comunico a tutti i cittadini che è ancora in vigore l'ordinanza n. 7/2017 per il divieto di passaggio mi persone e mezzi. Come si evidenzia nella lettera sono a richiedere nuovamente l'intervento urgente da parte di Rfi, e di comunicare l'esito del collaudo del manufatto». Lo scrive il sindaco di Cisano, Andrea Previtali, su Facebook.

3 - Olio alimentare esausto, in città 31 punti di raccolta

È terminata l’installazione dei 31 punti di raccolta dell’olio alimentare esausto in città, frutto dell’impegno dell’assessorato all’Ambiente del Comune di Bergamo. Non sarà dunque più necessario recarsi alla piattaforma ecologica di via Goltara per smaltire correttamente l’olio alimentare, potrà essere conferito nei punti di raccolta direttamente all’interno di bottiglie di plastica. Solo l’olio alimentare può essere conferito in questi punti di raccolta; l’olio minerale (gasolio, olio per motori, etc.) può essere riciclato ma deve essere conferito separatamente alla piattaforma ecologica. I punti sono situati tra gli altri presso centri terza età, scuole, supermercati, sono presenti in diversi quartieri in modo da raggiungere più cittadini possibile. Il progetto è stato realizzato con l’obiettivo di contrastare l’inquinamento prodotto dall’olio alimentare esausto non correttamente smaltito. Ogni anno ciascun cittadino produce circa 5 chili di olio derivante dalla conservazione di alimenti, dalla cottura di cibi, metà del quale non viene recuperato, con effetti molto gravi: un chilo di olio inquina 1000 metri quadrati di acque superficiali, e un litro di olio rende non potabile 1 milione di litri di acqua, sufficiente per il consumo di una persona per 14 anni.

4 - Foppolo, inverno a metà primavera. Nevicata di rilievo in Val Brembana

Erano anni che a Foppolo non si svegliavano con un paesaggio simile, a fine aprile. Perché una nevicata così, a primavera tanto inoltrata, non è frequente in Val Brembana. Sarebbe servita 4 o 5 mesi fa, per imbiancare le piste e soffiare il vento nelle vele della stagione sciistica. Ma alla meterologia (purtroppo) non si comanda.

5 - Sottopasso di Colognola, allagamenti e code in mattinata

I bravi truffatori sono talmente scaltri che le persone imbrogliate non riescano a capacitarsi di come abbiano potuto fare una cosa simile. «Ma figuriamoci, è una bravissima persona. Vi state sicuramente sbagliando». Hanno reagito così marito e moglie di Torre Boldone, 72 anni lei, 85 lui, quando hanno saputo dell'arresto da parte degli agenti della polstrada di Seriate di una loro conoscente. Che però era riuscita a spillargli i risparmi di una vita: 40mila euro. Il tutto nel giro di pochi mesi e con una serie di escamotage. La 57enne fermata non è nuova a imprese del genere: in passato è stata già condannata a sette anni e sette mesi di reclusione per truffa, circonvenzione di incapace e falso.

7 - Spada: Roberta Marzani vince l’Europeo con l’Italia U23 

Un successo bergamasco al 25 per cento. La 20enne bergamasca Roberta Marzani  ha conquistato ieri a Minsk, Bielorussia, l'oro nel campionato europeo Under 23 di spada con la nazionale italiana. Con lei Alice Clerici, Giorgia Forte e Nicol Foietta. In finale il quartetto ha battuto la Russia per 40-37 dopo una dura semifinale contro la Francia (39-36). Nella gara individuale del 24 Roberta si era classificata decima. Cresciuta con la Bergamasca Scherma, ora gareggia per l’Esercito.

8 - Mediaworld assume: cerca tre laureati per la sede di Curno

Passata la crisi degli anni scorsi, Mediaworld torna ad assumere. È in corso una ricerca di personale per la sua sede di Curno: la società tedesca specializzata in elettronica ed elettrodomestici ha aperto tre posizioni per Junior Commercial Controlling, Junior Buyer-Direzione acquisti e Junior Process and Data Analyst. Si tratta di esperienze di stage di 6 mesi in affiancamento al tutor aziendale. Destinatari della ricerca sono laureati in Economia, Ingegneria Gestionale, Marketing, Statistica o Matematica.

 

25 APRILE

 

1 - «Via la cittadinanza a Benito Mussolini». Lo chiede il giornalista Paolo Berizzi

Paolo Berizzi, il giornalista bergamasco di Repubblica minacciato dai gruppi neonazisti per i suoi articoli, ha parlato oggi dal palco del 25 aprile, per la festa della Liberazione, in piazza Vittorio Veneto. «Al sindaco Gori dico: togliamo la cittadinanza a Benito Mussolini. Non è più tempo di indugi, se la storia non si cancella è vero anche che è giusto che si rimedi ai suoi errori, azzerando le onorificenze ai dittatori», ha detto dal palco, come riportato da Bergamonews.

2 - Arrestato nel campo rom di Treviglio un 35enne pregiudicato

Blitz dei Carabinieri della Compagnia di Treviglio al campo nomadi attrezzato di via Calvenzano. I militari hanno rintracciato e dato esecuzione ad un ordine di carcerazione emesso dalla Magistratura di Pavia per un cumulo pene nei confronti di un pregiudicato sinti domiciliato appunto presso il campo nomadi cittadino. Si tratta di più sentenze passate in giudicato per reati contro il patrimonio. L’uomo, un 35enne con alle spalle diversi precedenti per furti aggravati vari, alcuni dei quali commessi anche nel territorio della Bassa Bergamasca, è stato così colpito da un provvedimento restrittivo della libertà personale in base al quale dovrà scontare oltre 4 anni di reclusione, nonché pagare 2.600 euro circa di multa. Dopo averlo catturato, i Carabinieri di Treviglio, terminate le formalità di Legge, l’hanno portato in carcere a Bergamo, dove il 35enne sconterà la pena.

3 - Le azioni Ubi tornano sopra quota 4 euro dopo un anno

Grande entusiasmo per i risultati del primo turno delle elezioni presidenziali in Francia. Il mondo della finanza scommette contro l'uscita dall'Europa della Francia e anche le azioni di Ubi Banca volano: tornano sopra i 4 euro dopo un anno e fanno registrare la miglior performance del comparto bancario tricolore di giornata. Bene anche gli altri titoli del comparto come Banco Bpm e Unicredit (+2,4%) e Intesa (+1,9%).

4 - Migliaia in piazza per la Liberazione. Il sindaco Gori: «Europa in pericolo»

Celebrazioni del 25 aprile nel centro di Bergamo: prima il corteo dalla stazione fino a piazza Vittorio Veneto, poi le deposizioni delle corone di alloro alla Torre dei Caduti e al monumento al partigiano, infine discorsi istituzionali dal palco del Sentierone. Ma l'intervento del sindaco Gori per celebrare il 72esimo anniversario della Liberazione non è stato scontato: ho partecipato al corteo con la bandiera blu dell’Ue, ha spiegato il primo cittadino di fronte a migliaia di persone, «perché l’Europa è in pericolo. E se l’Europa è in pericolo, è in pericolo la pace garantitaci da allora».

5 - Dieci posti di lavoro disponibili all'estivo della Trucca 

Per chi cerca un'occupazione per la stagione estiva, lo spazio al Parco della Trucca sta cercando una decina di persone per diverse mansioni: barista, cuoco, pizzaiolo, addetto alla griglia, cameriere di sala e cassiera. La durata dell'impiego va dal 2 maggio al 30 settembre e l’unico requisito richiesto è l’esperienza, anche limitata. Per ulteriori informazioni e candidature chiamare il 338-4212158 (Gabriele). La gestione dello spazio estivo al Parco della Trucca è stata affidata dal Comune di Bergamo ai titolari del 30&Lode Café di via dei Caniana.

6 - Truffe agli anziani, ora c'è lo stratagemma del «finto vigile»

Ancora truffe agli anziani in città. Ieri, alle 11, a essere preso di mira è stato un uomo di 85 anni nella sua abitazione di via Fratelli Cairoli, una traversa di via Suardi. Il truffatore, 50enne, si è finto un agente di polizia locale e ha convinto l’anziano ad aprire le porte del suo appartamento. La scusa? Un sopralluogo di sicurezza a seguito di furti in casa nella zona. Dialettica impeccabile, il sedicente vigile ha convinto l'anziano a mostrargli tutti i locali dell’abitazione. Anche la cucina, dove nel forno nascondeva da qualche anno circa 3 mila euro, frutto di risparmi. Il malvivente ha colto la palla al balzo: inventando un motivo di distrazione per l'85enne, si è impossessato del denaro e si è dato alla fuga.

7 - Istituto Natta, ricerca sui biopolimeri premiata a Roma

Un premio per il progetto effettuato all'interno dell'alternanza scuola-lavoro. Lo riceverà l’istituto superiore Giulio Natta domani, alla Camera, per un progetto avviato con la Radici Group spa. Il lavoro di ricerca sull’utilizzo dei biopolimeri in ambito pratico ha coinvolto 16 studenti del quarto anno, 8 dall’articolazione Chimica e Materiali, 4 di Biotecnologia Ambientale e 4 del Liceo delle Scienze applicate, e tre docenti. I professori hanno avuto così la possibilità sia di aggiornarsi professionalmente sia di comprendere meglio le esigenze dell’azienda. E gli studenti, in particolare con le giornate in azienza, hanno avuto modo di capire come si lavora nell'industria a cui fa riferimento il loro corso di studi.

8 - Da via San Tomaso  alla scaletta Monte Bastia: si concludono diversi lavori in città

La scorsa è stata una settimana intensa per quanto riguarda la chiusura di numerosi lavori pubblici, che hanno visto interessate diverse aree della città. Nei primi giorni della settimana scorsa si sono conclusi i lavori in Via Zambonate che hanno visto l’interruzione della corsia preferenziale per il trasporto pubblico per qualche settimana. I lavori si erano resi necessari dopo che un sopralluogo aveva rivelato la necessità di intervenire sulla copertura del tratto interrato della Roggia Serio, che scorre sotto la via. È stata inoltre terminata la rotonda tra via Bronzetti e via Ghislandi: la nuova rotonda per il momento serve lo svincolo con via Codussi, ma in futuro servirà anche la strada che verrà realizzata contestualmente ai lavori di riqualificazione della ex area Longhi, una via che in futuro potrebbe collegarsi a via Serassi attraverso la riqualificazione dell’area ex Ote (per la quale il Comune ha sottoscritto un protocollo d’intesa). Spostandoci verso Città Alta, sono terminati i lavori di riasfaltatura di via Maironi da Ponte, che collega il quartiere di Valverde con Porta Garibaldi: i lavori sono durati pochi giorni e hanno ripristinato il manto stradale qualche mese dopo il cantiere per la sistemazione della tubatura esplosa lo scorso anno. In via San Tomaso invece è stato rimosso lo strato d’asfalto superficiale: lo storico ciottolato era stato coperto da una lingua di asfalto per consentire i lavori presso Collegio Baroni dell’Università di Bergamo, completati da poco. Dopo diversi anni la via è tornata quindi alla sua bellezza originaria. Anche per gli appassionati camminatori delle scalette di Città Alta ci sono novità: via Monte Bastia è stata oggetto di importanti lavori di riqualificazione, che hanno visto rifatti la pavimentazione e tutti i sottoservizi annessi. Importante novità è costituita dall’aggiunta di un corrimano, che facilita il percorso nei tratti più ripidi.

9 - Fenomeno startup, a Bergamo sono 127

Il fenomeno startup è in continua crescita anche nella nostra provincia. Sono attive nel campo della ricerca, delle consulenze e anche nel manifatturiero. Sono in totale 127, più della metà ha sede in città, il 9% esiste da cinque anni e il 10%, al contrario, è stato fondato negli ultimi 4 mesi.

 

24 APRILE

 

1 - Oltre 6 milioni di buonuscita da Italcementi per Carlo Pesenti. Le critiche dei sindacati

La notizia non è nuova: Carlo Pesenti, nel 2016, ha incassato ben 6,36 milioni di euro di buonuscita da Italcementi dopo 26 anni alla guida dell'azienda di famiglia. L'incasso è arrivato dopo la cessione della storica impresa orobica ai tedeschi della Heidelberg e rappresenta la seconda cifra più alta dell'anno nella speciale classifica delle buonuscite milionarie incassate dai top manager italiani. Davanti a Pesenti, infatti, l'anno scorso s'è piazzato soltanto Federico Ghizzoni, ex ad di Unicredit, che se n’è andato con un assegno da 9,58 milioni di euro. Dietro di lui, invece, Carlo Malacarne, che dopo 17 anni in Snam ha preso 6,1 milioni. Ma, come dicevamo, la notizia non è nuova. Di nuovo c'è invece il commento dei sindacati. A Bergamonews, Alessandro Genovesi della Fillea Cgil ha commentato: «Siamo di fronte ad un esempio emblematico, al paradigma delle diseguaglianze sociali presenti nel nostro paese e nella filiera delle costruzioni. Leggendo la notizia non possiamo non pensare alla gestione da parte dei Pesenti degli esuberi, ai 430 lavoratori in cassa integrazione e alla decisione di rinunciare ad investire nel tessuto produttivo e manifatturiero di un paese e del territorio, badando solo agli aspetti finanziari».

2 - Articoli omofobi al Secco Suardo, la Provincia contro la chiusura del giornalino

Il giornalino scolastico del Secco Suardo, Print Freud, è da diverse settimane al centro delle polemiche. Colpa della pubblicazione di alcune riflessioni contro gli omosessuali, il diritto all’aborto e l’uso dei contraccettivi avvenute tra febbraio e marzo e pubblicamente denunciate dall'Unione degli Studenti di Bergamo. Il dirigente scolastico Luciano Mastrorocco ha presto preso le distanze da quelle pubblicazioni, causando così anche la marcia indietro dei redattori del giornalino, che hanno dichiarato in una lettera aperta: «Abbiamo sottovalutato il contenuto di questi articoli, senza dedicarci il tempo e l’attenzione che richiedevano con un atteggiamento superficiale e, senza dubbio, condannabile». Nella stessa lettera hanno anche annunciato la chiusura del giornalino: «Print Freud quest’anno chiude i battenti: troviamo giusto fare un passo indietro nel momento in cui non sono stati rispettati gli accordi presi con la dirigenza ad inizio anno, ovvero quelli di assumersi la completa autonomia e responsabilità di gestione del giornalino in quanto “degli studenti”, non “della scuola”, e soprattutto quel tacito accordo di rappresentanza e rispetto che ogni giornalino fa con i suoi lettori». Ora, sul tema, è intervenuta anche la Provincia, attraverso le parole del presidente della commissione Pari opportunità, Stefania Pellicano, che dopo aver "tirato le orecchie" ai redattori, auspica la continuazione delle pubblicazioni: «La pubblicazione sul giornalino della scuola è stato frutto certamente di un mancato controllo delle procedure di “formazione” del giornale. È palese che istituto e studenti non si sentano minimamente rappresentati da quanto pubblicato. Ma proprio per la rilevanza che riconosciamo alla libertà di pensiero riteniamo giusto che il giornalino continui ad essere pubblicato, agli studenti e alle studentesse diciamo che la libertà di esprimersi e di veicolare informazioni è inviolabile. La discriminazione, l’omofobia, la violenza si contrastano e si eliminano con la cultura».

3 - Parcheggio selvaggio in centro per la Fiera dei Librai

Sulla pagina Facebook "Parcheggio selvaggio a Bergamo e provincia", vengono quotidianamente riportate dagli utenti tutte quelle situazioni di scorrettezza a cui spesso si assiste nella nostra città per mano degli automobilisti. Se solitamente a farne le spese è l'area antistante Palazzo Frizzoni, questa volta al centro delle polemiche è finita invece l'area del Sentierone: dietro la tensostruttura dello Spazio Incontri della Fiera dei Librai, infatti, alcuni utenti denunciano la costante presenza di auto parcheggiate in maniera non proprio regolare...

4 - Arrestato un 35enne per aver picchiato e rapinato una donna a Costa Volpino

Un marocchino di 35 anni è finito in manette con l'accusa di aver picchiato e rapinato una connazionale sua coetanea residente a Costa Volpino. Il tutto è avvenuto domenica 23 aprile, intorno alle 18, quando la donna ha chiamato le forze dell'ordineper presentare denuncia: «Ci siamo conosciuti su Facebook. Ci siamo incontrati e lui mi ha proposto un rapporto sessuale. Ho rifiutato e lui mi ha malmenato e preso 165 euro». Nei confronti dell'uomo sono subito scattate le manette, dato anche che la donna presentava degli abiti strappati, ma lui ha sempre negato tutto, anche nel processo per direttissima tenutosi lunedì 24 aprile, dove ha affermato: «Non volevo fare sesso con lei e non le ho preso i soldi. Anzi, era lei che me li chiedeva per fare benzina. In più io non ho nemmeno Facebook!». L'arresto è stato comunque convalidato ma senza l'applicazione di misure cautelari.

5 - L'elisoccorso è intervenuto a Cerete per soccorrere un 69enne che aveva sbagliato una manovra con la sua jeep

Alle 12.40 circa di lunedì 24 aprile, a Cerete, in Val Seriana, è intervenuto l'elisoccorso per soccorrere un 69enne che ha sbagliato una manovra con la sua jeep nei pressi della sua baita. Qualcosa è andato storto e l’uomo ha perso il controllo del mezzo che si è ribaltato. All’inizio sembrava che le conseguenze fossero piuttosto gravi, tanto che sul posto è arrivato anche il soccorso alpino, ma fortunatamente, una volta estratto dall’auto, le condizioni dell'uomo sono parse meno serie di quanto preventivato. Il 69enne è stato comunque trasferito in ospedale con l’elicottero per le cure del caso.

6 - Bimbo di cinque anni morso da una vipera alla Diga del Gleno

Brutta avventura per una famiglia che stava facendo un picnic alla diga del Gleno a Vilminore, meta frequentatissima per le gite domenicali. Domenica poco dopo mezzogiorno un bimbo di cinque anni è stato morso da una vipera. Dopo aver sentito un dolore alla gamba sinistra, poco sopra la caviglia, il bambino ha cominciato a lamentarsi ed era molto spaventato. I genitori si sono allarmati e hanno chiesto l’intervento del 112. In pochi minuti è intervenuto l’elisoccorso e il medico ha trovato sulla gamba del bambino i due tipici segni lasciati dai denti della vipera. Trasportato all’ospedale Papa Giovanni XXIII di Bergamo il bimbo è stato visitato da un tossicologo. Le sue condizioni non destano preoccupazione.

7 - Test Invalsi, Bergamo promossa in italiano e matematica

La scuola bergamasca eccelle. Lo dicono i risultati dei test Invalsi elaborati dal ricercatore Paolo Barabanti, insegnante di scuola primaria e dottore di ricerca in Valutazione dei sistemi educativi. Per matematica e italiano si sono registrati picchi particolarmente significativi. I test Invalsi sono svolti dagli studenti dopo due, cinque, otto e dieci anni dall’inizio del percorso scolastico. Ebbene, dopo dieci anni dall’inizio del percorso, ossia in seconda superiore, la scuola nella nostra provincia sta dando risultati molto buoni nelle conoscenze di base: per quanto riguarda matematica gli studenti bergamaschi che a quest’età si inseriscono nella fascia di apprendimento alta sono l’11,4 per cento del totale, mentre a livello regionale la percentuale di studenti in questa stessa fascia scende al 7,6 per cento, e a livello nazionale al 4,9 per cento. In italiano invece, per la stessa fascia d’età, la percentuale di apprendimento elevato arriva addirittura al 37,2 per cento, contro il 6,9 per cento regionale e il 4,3 per cento nazionale. «A livello generale – ha spiegato Barabanti a L’Eco di Bergamo – le percentuali di risposte corrette è superiore al 50 per cento in tutte le classi e gli indirizzi, a parte per quello che riguarda la matematica nell’indirizzo professionale. Quasi ovunque, comunque, i dati sono più alti rispetto alla media del resto d’Italia: uno scenario positivo da un punto di vista generale».

8 - Piazza della Cittadella, si rifanno i marciapiedi

Dai primi giorni di maggio e per tutta l’estate sarà aperto il cantiere di Piazza della Cittadella. Lo ha reso noto l’assessore ai Lavori Pubblici Marco Brembilla. La piazza dovrà essere pronta entro agosto, prima dell’avvio dei Mastri del paesaggio. L’intervento di restyling avverrà in due fasi: si comincia dalla pavimentazione pedonale, mentre per la sezione carrabile si dovrà aspettare la realizzazione del parcheggio della Fara, quando sarà vietato l’accesso alle auto e la piazza diventerà pedonale. Il marciapiede pedonale diagonale sarà allargato da due a tre metri e appiattito, in modo da evitare che la gente inciampi. Subito dopo si interverrà sui marciapiedi perimetrali. Gli ultimi lavori sulla pavimentazione della piazza risalgono agli Anni Cinquanta.

9 - Razzia in dodici cantine di un condominio a Seriate

Nella notte tra sabato e domenica alcuni ladri si sono intrufolati nel condominio di via Puccini 8 a Seriate e hanno saccheggiato le cantine, facendo saltare le serrature. I malviventi hanno scavalcato il cancelletto di ingresso e hanno percorso lo scivolo che porta ai box. Ignorati gli stalli per le auto, sono andati dritti nella galleria che conduce alle cantine, ne hanno scassinate dodici con una tenaglia e si sono impossessati di alimenti, borse sportive e di un televisore appena acquistato.

10 - Nei rifugi boom di gruppi e famiglie

Per rifugi delle Orobie una partenza in grande stile. Sia nel ponte di Pasqua e Pasquetta sia nello scorso weekend, grazie al bel tempo si sono registrati numeri da record. Ancora chiusi per ragioni di sicurezza i rifugi in alta quota, sono stati tantissimi gli escursionisti che hanno raggiunto quelli in bassa e media quota. Tutto esaurito all’Alpe Corte (per il pranzo di domenica si è dovuto far ricorso ai doppi turni), molto bene anche al rifugio Gherardi, in Val Taleggio. Alta frequentazione anche al Curò, che ha riaperto sabato, al Calvi, al Balicco, e al Capanna 2000, raggiunto domenica da circa 300 persone.

11 - Lago d’Iseo, allarme siccità

Il lago d’Iseo ha sete: con piogge limitate e senza neve in montagna è sempre più vicino a raggiungere le soglie record del 2007, anno terribile per la siccità. Rispetto alla media storica i livelli sono nettamente più bassi e la situazione rischia di peggiorare, se non dovesse piovere in maniera consistente nelle prossime settimane. Con l’arrivo della stagione irrigua si potrebbe verificare una condizione di crisi idrica. Per questo motivo, il Consorzio Oglio ha chiesto alla Regione una deroga per i mesi di aprile e maggio sul rilascio delle portate del deflusso minimo vitale nel tratto gestito dall’ente.

12 - Allarme alcool per un ragazzo su tre

Nella Bergamasca aumentano sia il consumo occasionale di alcol (dal 38,8 per cento del 2006 al 43,3 per cento del 2016) e il consumo lontano dai pasti (dal 26,1 per cento al 29,2 per cento). A eccedere più frequentemente sono gli over 65, i giovani di 18-24 anni e gli adolescenti di 11-17 anni. La popolazione giovane è quella più a rischio per il binge drinking, ovvero consumare sei o più bicchieri di bevande alcoliche in un’unica occasione. Una tendenza certificata dall’Istat nel 2016 e rilevata anche in provincia di Bergamo: lo studio ESPAD commissionato da Ats Bergamo all’IFC-CNR di Pisa con la collaborazione del suo Osservatorio Dipendenze, mostra come tra i 15 e i 19 anni diminuisca in generale il consumo di alcol (dall’82 per cento del 2011 al 79 per cento del 2016), ma aumenti il consumo fuori pasto e occasionale, anche tra minorenni. L’86,2 per cento degli studenti ha assunto bevande alcoliche almeno una volta nella vita, il 54,8 per cento dei minorenni ha consumato alcol negli ultimi 30 giorni e il 4,5 per cento lo ha fatto frequentemente nel 2016 (20 o più volte). Il 42,5 per cento degli studenti della provincia ha riferito di aver bevuto alcolici al punto di camminare barcollando, di non riuscire a parlare correttamente, di vomitare e di aver dimenticato l’accaduto. Non solo: l’Indagine HBSC1 sulla popolazione studentesca della Lombardia di 11, 13 e 15 anni, mostra come l’approccio al consumo di alcol sia estremamente precoce. Nel 2014 dichiara di bere “attualmente” alcolici il 30,3 per cento degli 11enni, il 57,4 per cento dei 13enni e il 79,4 per cento dei 15enni. Beve ogni settimana l’1,9 per cento degli 11enni, il 6,5 per cento dei 13enni, il 25,9 per cento dei 15enni. Il 3,9 per cento degli 11enni dichiara di essersi ubriacato almeno una volta nella vita e il 7,8 per cento di aver avuto almeno un episodio di binge drinking.