Eventi
Notizie su Bergamo e provincia

Notizie su Bergamo e provincia (18-23 maggio)

Notizie su Bergamo e provincia (18-23 maggio)
Eventi 21 Maggio 2015 ore 11:47

23 MAGGIO

 

1 - Lovere, l'annuale "scontro" tra fascisti e antifascisti quest'anno s'è svolto sulle barche

Come ogni anno, anche questo 23 maggio, a Lovere, si sono vissuti attimi di tensione storico-politica: da una parte i "nostalgici", che ricordano Emilio Le Pera e Francesco De Vecchi, della legione Tagliamento, gettati nel Sebino l’8 giugno del 1945 dai partigiani; dall'altra l'Anpi e altri antifascisti, che in piazza Tredici Martiri ricordano i morti dell’eccidio di Lovere, a firma fascista, del 22 dicembre del 1943. Questa volta, però, i due presidi non si sono incontrati sul lungolago, ma proprio sulle acque del lago d'Iseo. Come racconta l'edizione locale del Corriere della Sera, un piccolo battello di repubblichini fascisti è partito da Pisogne, in direzione del lungolago di Lovere, e lungo la sua rotta ha incrociato un motoscafo di antifascisti, molti mascherati, che hanno subito alzano il pugno chiuso, facendo partire l’audio di Bella Ciao. In tutta risposte, dal battello dei nostalgici, braccia tese. Nel mezzo, per evitare un vero e proprio scontro, si è immediatamente piazzata una motovedetta dei Carabinieri.

2 - Nuova lettera di Bossetti, questa volta ai suoi avvocati: «Grazie per il vostro lavoro. Griderò sempre la mia innocenza»

Mentre si avvicina sempre più l'avvio del processo nei suoi confronti, previsto per il 3 luglio prossimo, Massimo Giuseppe Bossetti, l'uomo accusato di essere l'assassino di Yara Gambirasio, resta chiuso nella sua cella in via Gleno. Da lì, come ha già fatto altre volte in passato, comunica con il mondo esterno soprattutto attraverso delle missive. L'ultima, resa nota venerdì 22 maggio, è una lettera rivolta ai suoi due legali, Claudio Salvagni e Paolo Camporini, oltre che a tutto il pool difensivo: «Vi dico grazie per tutto il grandissimo lavoro che state facendo, apprezzo moltissimo tutti i vostri sforzi per riuscire ad ottenere la vera verità su questo interminabile caso. Credetemi, state facendo un magnifico lavoro di squadra e da parte mia sono sicuro che prima o poi riuscirete a ottenere una valida risposta e a mettere fine una volta per tutte a questa mia dannata detenzione. Credetemi, non so chi fosse Yara, non l’ho mai conosciuta e non riesco a darvi una spiegazione del perché mi trovo in questo schifo, ma una cosa voglio farvi capire e lo griderò sempre da queste fottutissime sbarre e mura, che mi circondano: io in tutto questo non c’entro assolutamente niente, io sono del tutto estraneo a questo maledettissimo omicidio, io non avrei mai potuto commettere una cosa talmente atroce, infamante, perché non ho mai potuto nemmeno per un secondo pensare di fare male a qualcuno, io non avrei mai avuto il coraggio di fare quello che loro (gli inquirenti, ndr) vogliono farvi credere, non è da me. Grido la mia innocenza non da un giorno ma da ben 313 giorni e non intendo smettere, la mia coscienza è pulitissima, sono stato incastrato da prove che per me ancora oggi sono altamente surreali e per questo vi chiedo di non tralasciare proprio niente, perché anch’io chiedo giustizia come i genitori della povera Yara. Non è giusto pagare per qualcuno che in verità ha commesso questo tragico delitto, facendola franca».

3 - La salma di Alessandro Abati è arrivata ad Alzano

Nel pomeriggio di sabato 23 maggio, ad Alzano è arrivata la salma di Alessandro Abati, l'uomo di 47 anni rimasto ucciso il 13 maggio in Afghanistan in un attacco terrorista. Le esequie si terranno nel pomeriggio di lunedì 25 maggio, alle 15. Il corpo di Abati era già giunta in Italia il 21 maggio, all'aeroporto di Malpensa, ed era stata scortata dai carabinieri del Ros di Milano fino all’istituto di medicina legale dove è stata effettuata l’autopsia all’équipe dell’anatomopatologa Cristina Cattaneo, la stessa che si è occupata dell’autopsia di Yara Gambirasio.

4 - Arriva la risposta di Rfi all'ipotesi di una stazione ferroviaria all'ospedale: si può fare

Venerdì 22 maggio, l'assessore regionale alla Mobilità e alle Infrastrutture Alessandro Sorte ha dato la risposta che si aspettavano in molti a Bergamo: la stazione ferroviaria all'ospedale Papa Giovanni XXIII si può fare. Il via libera è arrivato da Rfi (Rete ferroviaria italiana), i cui tecnici hanno appurato la possibilità di far fermare i treni diretti a Milano (via Carnate) sotto l’ospedale, che dai binari dista meno di 150 metri. L'unica ombra i costi: questa proposta, definita "light" (essendoci già i binari si prevede solamente la costruzione della banchina, della pensilina e dell'impianto informativo), si pensava sarebbe costata 1,5, massimo 2 milioni, invece secondo Rfi costerà tra i 2,5 e i 3 milioni. Dall'altro canto, però, aumentano i treni che si fermerebbero alla stazione: la prima previsione parlava di 6 o 7 treni al giorno, mentre la società di Fs ne propone tra gli 8 e i 10, con un ritardo sui tempi di percorrenza di 3 minuti. Restano comunque escluse le corse dei pendolari.

5 - Riapre la Torre dei Caduti. Domenica ingresso gratuito fino alle 24

Alle 12 di domenica 24 maggio verrà inaugurata e riaperta la storica Torre dei Caduti, finalmente restaurata. E per l'occasione, durante tutta la giornata di domenica si potrà visitare, gratuitamente, la torre fino alle 24, in concomitanza con la Notte Bianca della Torre. Poi, Dal 25 maggio all'1 giugno, la Torre resterà aperta tutti i giorni con i seguenti orari: 10-13, 15-18.

6 - Il marito di Anna Martorana, la donna di Brembate Sopra morta dopo essere stata dimessa dall'ospedale, chiede giustizia

«Non attacco nessuno, al momento non so nulla. Ho sporto denuncia soltanto per capire cosa sia successo. Anna non ha mai avuto nulla e da un mal di testa mi sono trovato, dopo tre ore, solo con i nostri bambini». A parlare è Salvatore, il marito di Anna Martorana, la 41enne siciliana residente a Brembate Sopra morta nella notte tra sabato 16 e domenica 17 maggio, quando dopo essersi recato al Policlinico di Ponte San Pietro per un mal di testa insopportabile venne dimessa dopo una veloce visita. Poche ore dopo il marito si accorse che non respirava più. Originaria di Siracusa, dove verrà sepolta nei prossimi giorni, 6 anni fa era partita in direzione Antegnate insieme al marito e ai figli piccoli. Qui, al Nord, Salvatore aveva finalmente trovato un lavoro (all'Auchan). Il pm Carmen Santoro ha disposto l’autopsia, eseguita mercoledì. Ci vorrà tempo per conoscerne gli esiti. Il fascicolo è intanto passato nelle mani del pm Carmen Pugliese. Nel frattempo il medico del pronto soccorso che ha visitato la donna è stato iscritto nel registro degli indagati. Un atto dovuto.

7 - 23 persone rinviate a giudizio nell'ambito del processo sul traffico illecito di auto di lusso scoperto nel 2010

Il resoconto di venerdì 22 maggio, in numeri, dice: 23 rinvii a giudizio, 3 patteggiamenti, 1 condanna con rito abbreviato e 5 tra assoluzioni e dichiarazioni di non luogo a procedere. Il tutto nell'udienza preliminare "diretta" dal gup di Bergamo Raffaella Mascarino nell’ambito di un’inchiesta sul riciclaggio di auto di lusso che, iniziata nel 2010, è arrivata a contare alla fine 34 indagati e a contestare a 8 di questi l’associazione a delinquere. Tramite intercettazioni era stato ricostruito il meccanismo: da un lato le auto rubate venivano fornite di documenti fittizi e rivendute in altre parti Italia, dall’altro venivano prese in leasing e poi fatte sparire, denunciate come rubate ma in realtà rivendute all’estero. Diciotto le auto di lusso recuperate.

8 - Condannato a 4 anni il 52enne di San Lorenzo di Rovetta che usava vecchie bombe come soprammobili

Non è bello ciò che è bello ma è bello ciò che piace, ma talvolta c'è un limite che non va superato. È invece ciò che ha fatto un 52enne di San Lorenzo di Rovetta, il quale, come hanno appurato le forze dell'ordine, usava come soprammobili in casa delle vecchie bombe trovate sul fondale del lago d'Iseo. Per la precisione: 3 bombe da mortaio britanniche calibro 51, 440 grammi di balistite (polvere da sparo), altre 3 bombe a mano britanniche classificate come offensive, 3 bossoli di fabbricazione italiana «parti di munizioni di arma da guerra», altri 1.160 grammi di balistite, 230 di cordite e 105 di propellente lamellare. Alla fine per questo artigiano è arrivata la condanna, durissima: 4 anni e 2.500 euro di multa. Raggiunto telefonicamente da L'Eco di Bergamo, spiega, in lacrime: «È un’ingiustizia, erano solo innocui cimeli che avevo raccolto durante un’immersione sul fondale del lago d’Iseo. Mi hanno inflitto una condanna pesantissima, sono disperato».

9 - Accademia Carrara, numeri ottimi: la media è di 370 ingressi al giorno

È passato un mese dalla sua inaugurazione e finalmente si può tirare un primo bilancio della nuova Accademia Carrara, uno dei tesori di Bergamo riconsegnati alla sua comunità. E i numeri non possono che far sorridere: l’assessore alla Cultura Nadia Ghisalberti spiega che la media giornaliera di ingressi, dal 27 aprile al 19 maggio, è stata di 370 al giorno. Un numero alto, che nei weekend cresce arrivando a superare le 450 presenze al giorno. Il primo maggio la Carrara è stata visitata da addirittura 1.665 persone. Altrettanto bene stanno andando anche le aperture serali del venerdì. Il 15 maggio, ad esempio, sono stati staccati 467 biglietti. «Mantenere questi numeri sarebbe un sogno - ammette la Ghisalberti – ma se ci attestassimo sulla metà degli attuali visitatori giornalieri sarebbe un bel risultato». Prima della riapertura, il desiderio era raggiungere i 60mila o 70mila visitatori l'anno. Perché si realizzi basterebbero 200 visite di media al giorno.

10 - Bergamoscienza ha una nuova casa: l'accordo con il Comune porta l'evento all'Urban Center

Il Comune di Bergamo ha annunciato di aver messo a disposizione di Bergamoscienza una nuova sede: si tratta dell'Urban Center in piazzale degli Alpini, che, dal 15 settembre, sarà trasformato nella Casa della Scienza. Uno spazio di 600 metri quadrati di cui l’associazione potrà usufruire con un canone d’affitto agevolato. Oggi negli spazi dello Urban Center si trovano gli uffici di Turismo Bergamo, l’Ufficio di Accoglienza turistica e il deposito bagagli, uffici che, come spiega l’assessore alla Riqualificazione Urbana Francesco Valesini, «si trasferiranno a breve negli spazi di Provincia di Bergamo siti in Borgo Santa Caterina. Lo Iat rimarrà fino al 31 ottobre negli spazi dello Urban Center, per poi trasferirsi nell’altro lotto della costruzione, nelle vicinanze della stazione autolinee, dove potrà svolgere al meglio le proprie funzioni in attesa della realizzazione del padiglione progettato da Ines Lobo su piazzale Marconi. Infine, il deposito bagagli: siamo al lavoro per avvicinare ulteriormente il deposito alla stazione ferroviaria, migliorando così la funzionalità e la competitività del servizio».

11 - Seriate, aperta la nuova ciclovia

Il 23 maggio è stata inaugurata la nuova ciclovia che collega il centro storico di Seriate al parco dell’Oasi Verde. Il nuovo tratto è lungo circa 2 chilometri e costeggia il fiume Serio. Alla cerimonia di apertura erano presenti il presidente del Parco del Serio, Dimitri Donati, l’assessore regionale all’Ambiente, Claudia Terzi, il sindaco Cristian Vezzoli e la consigliera regionale Silvana Saita, che in passato è stata sindaco di Seriate. L’opera è stata finanziata dal Parco del Serio, che ha avuto fondi dalla Regione. Dei 340mila euro complessivi, 200mila sono andati alla realizzazione della nuova ciclopedonale.

12 - Domani si inaugura il primo tratto della pista ciclabile Valmarina-Astino

Domenica 24 maggio verranno inaugurati i primi due lotti (che andranno a formare il primo tratto) della pista ciclabile che collega il santuario della Madonna della Castagna al Pascolo dei Tedeschi, ovvero la pista ciclabile che unirà il monastero di Valmarina a quello, appena restaurato, di Astino. L’intervento è stato realizzato dal Parco dei Colli grazie al finanziamento di 325mila euro della Regione (inserito in un progetto legato ad Expo) e verrà inaugurato domenica 24 maggio, alle 14.45, in concomitanza con la Fiera del Parco dei Colli.

 

22 MAGGIO

 

1 - Il Riesame ha respinto l'istanza di scarcerazione avanzata dall'imam di Zingonia

Hafiz Muhammad Zulkifal, 42enne imam di Zingonia e residente a Pognano, resterà in carcere. Arrestato il 24 aprile scorso nell’ambito di un'operazione condotta dalla Digos di Sassari che ha sgominato una presunta cellula terroristica legata ad Al-Quaeda, il suo legale Omar Massimo Hegazi aveva fatto ricorso contro la decisione del gip di Bergamo che aveva previsto la misura cautelare della detenzione per l'imam. Venerdì 22 maggio, però, il Tribunale del Riesame ha respinto l'istanza di scarcerazione.

2 - Silvio Albini nominato dal presidente Mattarella Cavaliere del Lavoro

Nella mattina di venerdì 22 maggio, il presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, ha nominato 25 nuovi Cavalieri del Lavoro. Tra questi spicca il nome di un bergamasco: Silvio Albini, classe '56 e volto noto nel capoluogo orobico per essere presidente e amministratore delegato del Gruppo Albini. Silvio Albini rappresenta la quinta generazione della sua famiglia a gestire l'azienda che produce tessuti per camiceria con quattro diversi brand e fondata nel lontano 1876. Gli stabilimenti del gruppo garantiscono una produzione di alta qualità con oltre 20mila varianti di tessuto. Fattura 130 milioni di euro, con una quota di export del 70 percento in 80 Paesi e oltre 1.300 dipendenti. Gli altri Cavalieri del Lavoro nominati sono: Pier Francesco Saviotti, Michele Alessi Anghini, Paola Artioli, Sonia Bonfiglioli, Aldo Braca, Enrico Colavita, Stefano Dolcetta Capuzzo, Domenico Favuzzi, Fabrizio Freda, Vito Fusillo, Fabio Gallia, Alessandro Mauro Massimo Goppion, Enrico Loccioni, Claudio Luti. Luigi Luzzati, Vainer Marchesini, Sebastiano Messina, Pier Luigi Moretta, Giuseppe Natale, Lorenzo Pinzauti, Lorenzo Sassoli de’ Bianchi, Inge Schoental Feltrinelli, Luca Tomassini, Pierluigi Zappacosta.

3 - Nella bozza di regolamento prevista un'ora in più di movida per i locali che rispettano le regole

Il 21 maggio è passata in Giunta la bozza del regolamento per la convivenza tra residenti, attività locali e svago. Tradotto: il tanto discusso regolamento sulla movida. Il voto del Consiglio comunale arriverà solo a metà giugno, ma già se ne discute. Nel documento ci sono regole che valgono per tutti i locali della città, ma sono previste delle restrizioni, tra cui la chiusura a mezzanotte e mezza, per i casi problematici come Borgo Santa Caterina. È previsto però una sorta di "bonus" di un'ora per i locali che rispetteranno le regole e si impegneranno nelle «buone pratiche», intese come pulizia delle aree adiacenti ai locali, l’insonorizzazione e la non presenza di slot o videopoker.

4 - Colpo da 30mila euro alla Donadoni Bilance di via Spino

Nella sera di mercoledì 20 maggio, una banda composta da 6 uomini mascherati sono penetrati nella Donadoni Alessandro s.r.l. di via Spino sfondando il portone d'ingresso e portando via diverse affettatrici per un bottino dal valore commerciale di ben 30mila euro. Giampietro Donadoni, titolare dell'azienda, spiega a Bergamonews: «Mercoledì sera, verso le 21.40, è scattato l'allarme della nostra azienda e in pochi minuti, circa cinque, mi precipito qui in via Spino e trovo il portone di accesso disarticolato e mezzo aperto. I vicini del condominio adiacente mi vengono incontro informandomi che sei uomini mascherati, che parlavano e urlavano in lingua straniera con 2 furgoni, uno Scudo blu e un Doblò bianco, hanno sfondato il portone ed hanno caricato quattro affettatrici a volano rosse di marca Berkel del valore di 30mila euro con relativi piedestalli di appoggio».

5 - Allerta a Bergamo per un possibile raduno segreto per provare "l'allucinogeno degli sciamani"

Da diversi giorni, su Facebook, circola un preoccupante invito a un evento organizzato in città. Il luogo e la data precisa sono ancora segreti, ma tra venerdì e domenica si terrebbe in città un incontro per provare l'Ayahuasca, un allucinogeno ricavato da una pianta che cresce nella foresta dell’Amazzonia in Brasile e più noto come "l'allucinogeno degli sciamani". Come ricorda L'Eco di Bergamo, ai suoi effetti era stata attribuita la morte di Nicola Fumagalli, il quarantenne fisioterapista di Città Alta precipitato dal decimo piano di un albergo a Brasilia alla fine del gennaio del 2013.

6 - A Iseo 73enne muore dissanguato dopo essere stato attaccato da un cinghiale

Severo Zatti, 73enne residente a Iseo, è morto dissanguato dopo essere stato attaccato da un cinghiale nel terreno di sua proprietà, la cascina di via Zatti. L'anziano era esasperato dalle continue incursioni dell'animale nella sua proprietà e aveva deciso di ucciderlo. Così, la scorsa sera, aveva atteso, fucile alla mano, l'animale e quando l'ha visto ha sparato un colpo. Il cinghiale, però, è rimasto in piedi ed è passato al contrattacco, caricando Zatti. A causa delle profonde ferite riportate alla coscia sinistra, l'uomo non è riuscito a chiedere aiuto e sarebbe morto dissanguato. A dare l’allarme, ben due ore dopo, la moglie, insospettita dal ritardo del marito. I carabinieri di Chiari, che stanno indagando sui fatti, hanno rinvenuto a poca distanza dalla cascina anche il corpo del cinghiale senza vita.

7 - Maroni assicura: «La Pedemontana sarà completata». Il modello da seguire è la Teem

Nel corso di una conferenza stampa in seguito alla Giunta, il governatore lombardo Roberto Maroni ha dedicato parte della discussione alla realizzazione della lungamente attesa strada Pedemontana: «Verrà completata - ha assicurato Maroni -. Sabato scorso abbiamo messo in esercizio la Teem, che è un modello, perché è stata realizzata nei tempi previsti e nei costi previsti, sabato prossimo metteremo in esercizio la Tangenziale di Como e, nei giorni scorsi, ho consegnato al ministro Delrio un lungo elenco di opere che devono essere fatte in Lombardia, sia infrastrutture stradali che ferroviarie, sia per la navigabilità del fiume Po, perché penso che l’investimento in infrastrutture sia importante e utile a condizione che ci sia il coinvolgimento e l’assenso del territorio».

8 - Novità Ryanair: ok ai gruppi di viaggiatori

Il 21 maggio è stata inaugurata un'importante novità da Ryanair, che sarà certamente accolta con piacere anche dai tanti utenti di Orio: la compagnia aerea irlandese ha aperto anche ai gruppi di viaggiatori. E così, aziende o utenti privati che necessitano di prenotazioni di gruppo, otterranno tariffe scontate. Il servizio «Gruppi» fa seguito al lancio del servizio Business Plus di Ryanair, pensato specificatamente per chi viaggia per affari, con biglietti flessibili, imbarco prioritario e bagaglio da stiva. Ryanair offre ai suoi clienti oltre 360 importanti rotte da 25 aeroporti italiani e trasporterà 27 milioni di clienti da e per l’Italia quest’anno.

9 - Il vescovo di Bergamo, Francesco Beschi, eletto nuovo presidente della Commissione episcopale per l’evangelizzazione

l vescovo di Bergamo, Francesco Beschi, è stato eletto dall’assemblea della Cei nuovo presidente della Commissione episcopale per l’evangelizzazione dei popoli e la cooperazione tra le Chiese della Cei. Insieme a lui sono stati nominati i nuovi presidenti di tutte le commissioni scadute dopo cinque anni di mandato.

10 - Dal 23 al 28 giugno, le piscine Italcementi ospiteranno le finali di World League di pallanuoto

In Regione Lombardia è stato presentato il programma delle Water Polo World League Super Final, ovvero la finalissima tra le migliori 8 squadre della World League di pallanuoto, che si affronteranno tra il 23 e il 28 giugno prossimo a Bergamo, nel complesso delle piscine Italcementi. La nazionali maschili partecipanti saranno Italia, Australia, Croazia, Ungheria, Brasile, Cina, Serbia e Stati Uniti. Gli azzurri affronteranno (sempre alle 20, con diretta televisiva), rispettivamente il 23, il 24 e il 25, Australia, Serbia e Usa.

11 - Non solo la Lo Bianco: alla Foppa torna anche la Barun. Ora gli obiettivi sono Cardullo e Aelbrecht

È decisamente entrato nel vivo il mercato della Foppapedretti Bergamo. L'annuncio della sponsorizzazione firmata Percassi nella squadra di pallavolo femminile ha dato nuova spinta alla dirigenza. Dopo la firma di Leo Lo Bianco, che torna a Bergamo, un altro ritorno è vicino: quello dell'opposta croata Barun, che ha vestito rossoblu nel 2006-2007 e che ora milita a Novara. Da Piacenza, invece, è vicinissimo l'arrivo a Bergamo della Cardullo, uno dei migliori liberi del volley rosa degli ultimi anni. Suggestive, ma decisamente difficili, gli acquisti della Piccinini e della Arrighetti. Meno improbabile, invece, l'arrivo della belga Freya Aelbrecht, reduce da un brutto infortunio che ha rovinato la sua stagione a Busto Arsizio, ma completamente recuperata.

 

21 MAGGIO

 

1 - Mister RyanAir agli studenti di Seriate: «Non abbandonate i vostri sogni»

Il ciclone Michael O’Leary arriva all’Istituto superiore Majorana di Seriate, dove il fondatore di RyanAir era atteso dai ragazzi dell’indirizzo Logistico-trasporti. Una lezione spigliata e diretta, trascorsa tra battute, domande e inviti alla giovane platea: «Non abbandonate gli studi, e dopo le superiori andate all’università. Continuate a studiare, perché vi permetterà di fare altro nella vita. Sognate. E quando un sogno vi piace non abbandonatelo: con pazienza e umiltà lo realizzerete». L’imprenditore irlandese, vulcanico e frizzante, ha proseguito: «Se io volessi alzare la testa, inorgoglito del successo, quando torno a casa i miei quattro figli mi fanno subito mettere i piedi per terra con le loro esigenze, i loro capricci, le loro domande. Loro vogliono un papà, non mister O’Leary». Il fondatore di RyanAir ha anche risposto ad alcune domande su Orio al Serio, diventata punto di riferimento della sua compagnia aerea in Italia: «Sono venuto a Bergamo 15 anni fa e ho incontrato il presidente di Sacbo Ilario Testa. Ci siamo subito capiti. Ero andato a Linate e Malpensa ma non mi avevano neanche ascoltato; dicevano di non essere interessati al low cost. Ho detto a Sacbo che avrei portato a Orio 150mila passeggeri all’anno. Hanno detto sì. L’anno dopo erano 300mila. A Bergamo ho avuto la fortuna di trovare mentalità aperte e persone disposte all’innovazione».

2 - La salma di Abati stasera in Italia

Sono stati giorni di grande sofferenza per la famiglia Abati. Il dolore per la morte di Alessandro, consulente 47enne di Alzano Lombardo ucciso una settimana fa a Kabul in un’azione terroristica, non si è ancora placato, ma almeno stasera la salma dell’uomo sarà finalmente in Italia. «Dobbiamo ringraziare l’ambasciata italiana a Kabul e la Farnesina, perché ci stanno aiutando molto e sono riusciti ad accorciare i tempi del rimpatrio. Per noi era importante riportare a casa Alessandro il più presto possibile», spiega la sorella Anna all’Eco, aggiungendo che il feretro è atteso per le 22.45 a Malpensa. Una volta arrivato, verrà sottoposto ad un’autopsia, procedura che rallenterà ancora i tempi di ritorno nella bergamasca e, di conseguenza, quelli per il funerale: «Noi vorremmo celebrare i funerali sabato, ma non sappiamo se sarà possibile. Siamo comunque sollevati perché finalmente potremo riaverlo qui».

3 - Val Imagna, auto fuori di strada: tragedia sfiorata

Tragedia sfiorata a Strozza, in Val Imagna, dove questa mattina una donna di 32 anni è uscita di strada con la sua auto, abbattendo la recinzione di una casa e cadendo nell’orto sottostante, con un volo di due metri. Il mezzo della giovane, una Smart, si è distrutto, ma lei è riuscita ad uscirne fortunatamente illesa. Ancora da ricostruire nel dettaglio la dinamica: erano le 6 del mattino e, probabilmente, a far uscire di strada l’auto sarebbe stato l’asfalto ancora umido per le piogge della notte.

4 - Effetto Teem: cresce il traffico sulla Brebemi

Effetto Teem sulla Brebemi, strada inaugurata mesi fa e, da allora, povera di traffico, peculiarità che, invece, negli ultimi giorni ha iniziato a materializzarsi. Niente code ancora, né congestionamenti. Tuttavia, l’apertura della Tangenziale est esterna milanese (che corre in parallelo alla vecchia tangenziale est, collegando l’A4 all’A1 e intersecando appunto la Brebemi) ha portato un maggior numero di auto, furgoni e camion sullo snodo aperto a luglio 2014. La nuova tangenziale, infatti, ha permesso all’autostrada di non essere più isolata, almeno dal lato milanese, favorendo l’arrivo di auto e mezzi e iniziando a rendere la Brebemi un’alternativa interessante all’A4. «L’aumento si vede a occhio nudo, ma siamo in attesa dei dati dei flussi di traffico», ha commentato al Corriere Francesco Bettoni, presidente di Brebemi. Ora si attende il collegamento dall’altro lato, quello di Brescia: la bretella della Mandolossa dovrebbe essere pronta a giugno, per la fine del 2016 invece dovrebbe essere pronta la terza corsia della tangenziale sud, col nodo di Brescia Ovest.

5 - Domenica riapre la Torre dei Caduti

Riaprirà domenica, ma già il giorno prima sarà visitabile dalla stampa la torre dei caduti di Bergamo, dopo i restauri di questi mesi. Un monumento molto caro ai bergamaschi, che sorge all’inizio del Sentierone e offrirà una vista su tutta la città dai suoi 36,33 metri d’altezza (se si esclude la cuspide). Diventerà infatti una sorta di “osservatorio” permanente sulla città, gradevole per la sua esposizione a 360 gradi che aprirà un panorama rotondo su Bergamo e il circondario. 188 gradini, sei piani, un itinerario tra storia, memoria e cultura all’interno della città orobica. I lavori di restauro sono stati sostenuti dalla Fondazione Bergamo nella storia Onlus, il Comune di Bergamo e la Fondazione Banca Popolare di Bergamo Onlus.

20 MAGGIO

 

1 - Percassi sarà sponsor della Foppa per salvare il volley a Bergamo. Intanto la Lo Bianco firma per un anno

Se ne parlava da settimane, ma ora, ad esporsi, è anche Percassi: il presidente dell'Atalanta è pronto a intervenire a sostegno della Foppapedretti Bergamo. La trattativa è in dirittura d'arrivo e la prossima settimana è previsto un incontro tra Antonio Percassi e il presidente della squadra di pallavolo femminile bergamasca, Luciano Bonetti, che da mesi aveva lanciato l'appello per trovare nuovi investitori disposti ad aiutarlo nella gestione della squadra, diventata per lui solo insostenibile. Nei fatti mancherebbe solo la firma e a confermarlo sono anche le parole di Luca Percassi, figlio di Antonio e amministratore delegato dell'Atalanta: «La nostra sarà una sponsorizzazione in punta di piedi. Abbiamo deciso di intervenire a salvaguardia di un patrimonio sportivo straordinario, garantendo continuità a una realtà che a Bergamo è andata in difficoltà ma che non si può in nessun modo perdere». Intanto è già il mercato a farla da padrone: Eleonora Lo Bianco, palleggiatrice azzurra, dopo aver militato nei turchi del Fenerbahçe Spor Kulübü, l'anno prossimo giocherà a Bergamo. La 36enne ha firmato un contratto di un anno, che verrà ufficializzato nelle prossime ore. La Lo Bianco, con la Foppa, ha già militato per 6 stagioni, tra il 2005 e il 2011, mettendo in bacheca 2 Campionati Italiani, 2 Coppe Italia e ben 3 Champions League. A Bergamo, nel 2010, le venne diagnosticato un tumore al seno, che riuscì a sconfiggere. È lei il primo tassello della Foppa del futuro.

2 - Oriocenter aperto anche a Ferragosto, i sindacati non ci stanno

La direzione di Oriocenter ha comunicato domenica 17 maggio che il centro commerciale bergamasco resterà aperto sia il 2 giugno che, soprattutto, il 15 agosto. Una scelta che però non piace a Mario Colleoni, segretario generale della Filcams-Cgil di Bergamo, che ha voluto dire la sua sulle aperture festive (ed estive) di Oriocenter. Il 20 maggio ha così diffuso una nota che recita: «Le liberalizzazioni incontrollate sono sbagliate, non aiutano la crescita economica, creano dumping tra piccola e grande distribuzione, minano il principio delle pari opportunità, svendono le nostre feste, spesso svuotano i centri storici delle città a favore delle cittadelle del consumo, sviliscono la qualità del lavoro spezzettando la prestazione lavorativa e costringendo i dipendenti ad orari improbi ben poco concilianti con le necessità di riposo. Invitiamo, dunque, gli amministratori locali a prendere posizione, anche fattiva, differenziando chi rispetta i valori del lavoro e della nostra storia da chi li calpesta». Intanto, però, la politica delle aperture domenicali del centro commerciale ha dato i suoi frutti, numeri alla mano.

3 - Atalanta-Comune, trovato l'accordo per lo stadio?

Nessuna certezza ancora, ma secondo quanto riportato da L'Eco di Bergamo, Atalanta e Palazzo Frizzoni avrebbero finalmente trovato un accordo sulla gestione e l'affitto del Comunale. Al riguardo le novità sarebbero due: la prima è che prima dell'avvio della prossima stagione di Serie A i lavori di miglioramento e ammodernamento dell'impianto saranno stati portati a termine; la seconda, conseguentemente, è il rinnovo del contratto d'affitto dello stadio, con la possibile esclusione dell'Albinoleffe, retrocessa tra i Dilettanti. La decisione sarebbe maturata solo ed esclusivamente al fine di consentire il completamento del cantiere entro le scadenze imposte dal calendario dell’Atalanta. In tutto questo sarebbe stato superato lo scoglio del contenzioso da 1 milione e 571mila euro legato agli interventi di manutenzione realizzati durante la gestione Percassi con relativa richiesta di risarcimento a Palazzo Frizzoni. I dettagli sono ancora segreti.

4 - Morto per una grave malattia Matteo Vitali, il pirata della strada che investì Francesco Pavone, l'assessore di Grassobbio

Lunedì 18 maggio è morto in un letto dell'ospedale Papa Giovanni XXIII di Bergamo Matteo Vitali, il 43enne di Zanica che il 16 aprile scorso investì e uccise con il suo furgone l'assessore all'Urbanistica di Grassobbio, Francesco Pavone, che a bordo del suo scooter si stava recando all'Aler di Bergamo, dove lavorava. Vitali era affetto da una grave malattia e per questo motivo aveva ottenuto dal gip gli arresti domiciliari in ospedale. L'accusa nei suoi confronti era di omicidio colposo, omissione di soccorso e fuga. Nonostante il ricorso fatto dai suoi legali, il Riesame aveva negato a Vitali la scarcerazione. Solo le gravi condizioni di salute del 43enne hanno convinto il gip a concedergli i domiciliari, tra l'altro passati in un letto d'ospedale. I funerali si terranno giovedì 21 maggio, alle 15, nella parrocchiale di Zanica, mentre il pm Gianluigi Dettori chiederà l’archiviazione del caso per estinzione del reo.

5 - L'interporto di Montello rimasto su carta è costato ben 11 milioni di euro

La Sibem, società comunale nata con lo scopo di portare a termine la realizzazione dell'interporto di Montello, si trova oggi in liquidazione da due anni, mentre l'opera è rimasta solo su carta. Nonostante ciò, il progetto è costato ben 11 milioni di euro di finanziamenti pubblici e privati, andati in fumo. Come da previsione, questo rosso si ripercuote anche sugli enti che sono azionisti della Sibem: il Comune attraverso un'altra società, la Cobe; la Provincia; la Camera di commercio; Trenitalia; la Stilo immobiliare, società della business company Percassi.

6 - Nella notte inseguimento tra Polizia e tre giovani di origine moldava lungo la A4

Intorno alle 4.30 di mercoledì 20 maggio, una volante della Polizia Stradale ha dato vita a un folle inseguimento lunga la A4 a una Fiat Punto, che zigzagava pericolosamente tra le varie corsie. Gli agenti hanno intimato l'alt alla vettura, che non si è però fermata e, a Seriate, l'auto è uscita a tutta velocità dal casello. È a questo punto che gli agenti hanno deciso di speronare il mezzo mandandolo contro un guard-rail. A bordo tre giovani di origine moldava, che hanno tentato la fuga a piedi. Due sono stati però bloccati, mentre uno è riuscito a scappare. Si è scoperto che l'auto risultava rubata a Parabiago, nel Milanese.

7 - Meridiana annuncia nuovi voli estivi da Orio

Con un comunicato stampa diffuso nella mattinata di mercoledì 20 maggio, la compagnia aerea Meridiana ha annunciato i nuovi voli estivi dallo scalo di Orio al Serio. La stagione si aprirà con il volo per Sharm el Sheik, previsto il prossimo 24 maggio e operativo fino al mese di ottobre ogni domenica. Il 5 giugno si parte invece per la Grecia con il diretto per Kos (operato tutti i venerdì) e segue il 7 giugno Ibiza, che prevede un volo diretto con Bergamo ogni Domenica. Sempre il 5 giugno torna lo storico collegamento di linea con Olbia Costa Smeralda, operativo 3 volte alla settimana (venerdì, sabato e domenica) fatta eccezione per il mese di luglio quando i voli settimanali passano a 5 e per il periodo compreso tra il 27 luglio e il 2 settembre, quando si potrà decollare per la Sardegna ogni giorno. Il collegamento resterà operativo fino al 29 settembre. Chiude l’inaugurazione della stagione estiva 2015 il collegamento per Mykonos, con il primo volo in partenza il prossimo 12 giugno, che prevede un frequenza settimanale il venerdì.

8 - Unioni civili, oggi la prima firma di una coppia omosessuale

I primi ad apporre la loro firma sul nuovo registro delle Unioni civili istituito dalla Giunta Gori a Palazzo Frizzoni sono stati l'assessore all'Ambiente Layla Ciagà e il suo compagno, l'avvocato Roberto Mazzetti. Mercoledì 20 maggio, però, arriveranno nuove firme che segneranno un passo avanti importantissimo per Bergamo: l'Arcigay Bergamo ha infatti annunciato che ci sarà la firma della prima coppia omosessuale. L'Arcigay commenta: «Saremo accanto ai due ragazzi che compiranno questo passo importante per loro e per la nostra città, in attesa di poter festeggiare, il prima possibile il loro matrimonio egualitario».

9 - Blitz anti inquinamento della Forestale a Viadanica, tre denunce

Nei giorni scorsi, la Forestale ha compiuto una imponente seri di controlli in quel di Viadanica, perquisendo 9 aziende. Nel complesso sono stati impiegati 35 agenti e alcuni tecnici dell'Arpa. In seguito ai controlli, sono state denunciate tre persone: la responsabile della ditta D.B.S. Srl, che si occupa di vernici e prodotti chimici per carrozzeria, industria e nautica, il titolare della Origom Spa e quello della Hoefert Italia, che producono guarnizioni. L'accusa mossa è di inquinamento. Nello specifico sono state sequestrate vernici e stucchi ed è stato riscontrato uno smaltimento irregolare delle latte nel caso della D.B.S., mentre nelle altre due aziende non sono stati operati sequestri ma sono stati rilevati scarichi non autorizzati di acque reflue industriali e documentazione irregolare circa lo smaltimento dei rifiuti.

10 - Galleria ciclabile tra San Giovanni Bianco e Camerata Cornello al buio: donna in bici contro il muro

Il 10 maggio (la notizia è stata resa nota solo oggi) è avvenuto un nuovo incidente lungo la pista ciclabile della Val Brembana che collega San Giovanni Bianco e Camerata Cornello: in una della gallerie, a causa del buio, una donna che stava pedalando con il marito è andata a sbattere contro il muro. La donna ha riportato un trauma facciale, trauma cranico e abrasioni diffuse. Sono ancora tre le gallerie del percorso che si trovano al buio: la Sotto Cornello e le due in zona Parina.

11 - Mozione dei 5 Stelle orobici: «Serve un piano per eliminare le barriere architettoniche»

I consiglieri Fabio Gregorelli e Marcello Zenoni, del Movimento 5 Stelle, hanno presentato una mozione alla presidente del Consiglio comunale Marzia Marchesi e al sindaco Giorgio Gori il cui tema è l'eliminazione delle barriere architettoniche presenti in città. Nella mozione si legge: «Già nei mesi precedenti avevamo presentato un’interrogazione riguardante l’accessibilità del Teatro Donizetti e ci sono pervenute numerose segnalazioni riguardanti altri punti della città che presentano barriere architettoniche». L'ultima riguarda l'Auditorium di piazza Libertà: «Ci siamo recati sul posto per verificare personalmente la situazione e, con nostro grande rammarico, abbiamo constatato con l’addetto preposto il malfunzionamento del servoscala. Da qui la richiesta a sindaco e Giunta di avviare immediatamente ogni attività necessaria a giungere all’adozione del Piano di eliminazione delle barriere architettate, considerato anche che l’esigenza di accessibilità è percepita anche dal comparto turistico».

12 - Continua l'operazione Fondali Puliti nel lago d'Iseo

Seconda giornata dell'iniziativa Fondali Puliti sul lago d'Iseo. I volontari sono all'opera per ripulire i fondali del lago dai rifiuti. In questi giorni sono stati già recuperati bicchieri, bottigliette, utensili da cantiere e addirittura un triciclo.  Prossimo appuntamento con la Manifestazione Fondali Puliti sarà domenica 24 maggio sul lungolago di Pisogne (Brescia) con il Gruppo Sub Vallecamonica.

 

19 MAGGIO

 

1 - Deraglia il Tram delle Valli tra Torre Boldone e Ranica. Nessun ferito, in azione bus sostitutivi

Intorno alle 17 di martedì 19 maggio è deragliato il Tram delle Valli, nel tratto che collega Torre Boldone a Ranica. Fortunatamente nessun ferito: il convoglio s'è bloccato e i passeggeri, alcuni spaventati, sono stati fatti scendere. La tratta resta in questo momento bloccata in entrambe le direzioni e solo delle navette sostitutive allestite dalla Atb ha permesso la presenza dei collegamenti. La Teb ha spiegato che sono in corso accertamenti per comprendere i motivi dell'incidente.

2 - Amedeo Amadeo si dimette dal ruolo di direttore generale dell'ospedale di Seriate

Nella tarda mattinata di martedì 19 maggio, Amedeo Amadeo s'è dimesso dal ruolo di direttore generale dell'ospedale di Seriate. La decisione è arrivata dopo che, a fine aprile, Amadeo è stato rinviato a giudizio con l'accusa di peculato nel processo legato a presunti viaggi con l’auto aziendale dell’ospedale compiuti nelle estati del 2011 e 2012.

3 - Marco Pagnoncelli lascia Forza Italia e segue Raffaele Fitto

Martedì 19 maggio, Marco Pagnoncelli ha annunciato il suo inatteso addio a Forza Italia, il partito per cui ha anche rivestito la carica di coordinatore nella Provincia di Bergamo. Pagnoncelli ha annunciato che confluirà nel nuovo gruppo di Raffaele Fitto. Una scelta presa certamente non a cuor leggero dal senatore orobico, che da tempo non nascondeva le proprie perplessità sulle ultime mosse compiute dagli azzurri. Pagnoncelli motiva così la sua scelta: «Ho partecipato alla fondazione di Forza Italia nel 1994 ma ormai è irriconoscibile. Non c’è discussione, nel vertice nessuno vuole interessarsi della democrazia interna, elettoralmente è in affanno, in due anni ha perso metà dei parlamentari eletti, si è tradito l’elettorato sposando il patto del Nazareno. L’unica cosa che conta è il cerchio magico del presidente fatto di nani e ballerine».

4 - Sequestrati 360 chilogrammi di hashish destinati al territorio di Bergamo

La Squadra Mobile di Bergamo ha compiuto un blitz, mercoledì 14 maggio, che ha portato al sequestro di ben 360 chilogrammi di hashish per un valore di 400mila euro. La droga sarebbe arrivata a Cividate al Piano per essere poi venduta a Bergamo e in tutta la Provincia. Al centro delle indagini un marocchino, che è stato tenuto sotto controllo dalle forze dell'ordine, fino a quando si è deciso di intervenire: l'uomo è stato pedinato fino a Segrate, dove ha incontrato un connazionale. Da qui si sono diretti a Milano e, tra via Porpora e via Teodosio, hanno incontrato tre uomini di origine spagnola ai quali hanno consegnato un borsello. Successivamente i due marocchini sono tornati a Segrate dove si sono diretti in un box. È allora che è scattato il blitz: nell’auto e nel furgone dei due extracomunitari gli agenti hanno trovato 6 cartoni di hashish per ogni mezzo, ciascuno con 15 chili. In tutto 180 chili. Lo stesso quantitativo è stato rinvenuto anche nel garage, per un totale di 360 chili. I due marocchini e i tre spagnoli sono stati arrestati e si trovano ora nel carcere di San Vittore. Sequestrati anche 21.150 euro in contanti.

5 - Bambina di 11 anni cade dal balcone di casa. Volo di 8 metri a S. Pellegrino, ma sta bene

Molta paura nel pomeriggio di lunedì 18 maggio a Ca’ de Rizzi, zona Nord di San Pellegrino. Intorno alle 17.30, una bambina di 11 anni è caduta dal secondo piano della propria casa. Secondo una prima ricostruzione, la bambina aveva litigato in casa e avrebbe quindi tentato di scappare di casa calandosi dal balcone della sua camera, senza calcolare gli 8 metri di altezza. Essendo quel lato dell'abitazione rivolto verso la pista ciclabile, qualcuno ha visto cadere nel vuoto la piccola e ha dato immediatamente l'allarme. Prima ancora dei soccorsi, a intervenire è stata un'infermiera della zona. Poco dopo è intervenuto anche l'elisoccorso. È stato così appurato che, fortunatamente, la bambina stava bene, era cosciente, nonostante diversi traumi riscontrati a causa della caduta. Per ulteriori esami di accertamento, la piccola è stata trasportata all'ospedale Papa Giovanni XXIII di Bergamo.

6 - Federconsumatori sulla questione del verde cittadino: «Va rivista l'organizzazione»

Federconsumatori ha deciso di dire la sua sul tema della gestione del verde in città, che tanto ha fatto discutere nei giorni scorsi la politica bergamasca. L'associazione spiega che il tema «ha dei costi a carico dei cittadini» e per questo sarebbe giusto che venisse spiegata l'organizzazione con cui si gestisce il verde pubblico e il motivo per cui, nonostante tutti i soldi impiegati, i risultati siano questi. Federconsumatori continua: «Dalla pista ciclopedonale nel tratto tra le vie David / Borgo Palazzo e via Baioni. Caso diverso al Parcheggio di Via Serassi. Nel primo esempio c’è l’erba tagliata e non raccolta, nel secondo non è ancora stato fatto il primo taglio. A nostro parere qualcosa nell’organizzazione dei lavori andrebbe rivisto».

7 - I conti della società comunale Cobe sono in rosso, colpa dell'interporto. Che non c'è

Lunedì 18 maggio sono stati presentati i conti della Cobe, la società comunale che si è occupata anche della riapertura dell’Accademia Carrara. E sono conti decisamente in rosso: il bilancio 2014 s'è chiuso con una perdita di quasi 93mila euro, che sale a 564mila euro se sommata alle perdite degli esercizi precedenti, pari a  471.171 euro. A spiegare bene la situazione è il sindaco Giorgio Gori: «Il conto economico del 2014 in realtà segna più 18mila euro, con ricavi per 880mila euro. Si chiude però in passivo per la svalutazione della partecipazione in Sibem». E il primo cittadino non esita a definire la Sibem «una zavorra». Questa società è nata nel 1991 con l’obiettivo di creare l’interporto di Montello, ma è finita in liquidazione nel 2013 con un nulla di fatto. Il Comune vi era entrato con la Cobe all’epoca della Giunta Galizzi, acquisendo il 4,81 percento del capitale sociale. Gori continua: «Allora la partecipazione in Sibem poteva essere strategica, ma con la società in liquidazione ovviamente non più. Il bilancio di Cobe ha pagato le continue svalutazioni della partecipazione in Sibem, una parte nel 2013, altri 100mila euro nel 2014 che però sommati alle perdite precedenti, fin dal 2007, salgono a oltre 564mila euro. Una perdita superiore ad un terzo del capitale sociale. Per legge si deve quindi ripianare il debito».

8 - Ponte di Monterosso, domani il collaudo, traffico deviato dalle 9 alle 21

La riapertura del nuovo ponte di Monterosso è vicina e dovrebbe avvenire per la fine del mese. Intanto mercoledì 20 maggio si terrà il fondamentale collaudo. Per questo motivo il traffico verrà deviato dalle 9 alle 21. Verrà istituito il divieto di transito nel tratto compreso tra la rotonda Goisis e l’intersezione con via Buttaro lungo entrambe le carreggiate di marcia e il divieto di transito sulla circonvallazione Fabriciano nel tratto compreso tra la rotonda Goisis e l’innesto della bretella che adduce alla rotonda stessa.

9 - San Paolo d'Argon, muore Antonio De Fazio, 47 anni. Il suo cuore non ha retto il trapianto di fegato

È morto improvvisamente Antonio De Fazio, 47enne padre di due figli (Andrea, 23 anni, e Alessandra, 19) e residente a San Paolo d'Argon. De Fazio è deceduto nella sera di domenica 17 maggio all'ospedale Papa Giovanni di Bergamo, dove era stato operato nel primo pomeriggio per un trapianto di fegato. Purtroppo il suo cuore non ha retto all'operazione. Da alcuni anni il 47enne, ex ristoratore e commesso in una catena di supermercati, stava lottando contro una grave forma di epatite. De Fazio era molto attivo nella vita comunitaria, soprattutto per le attività di volontariato svolte in oratorio.

10 - Tratta ferroviaria Bergamo-Lecco, servono lavori di manutenzione: «Stop in estate e via a bus sostitutivi»

La linea ferroviaria Bergamo-Lecco è lunga 33 chilometri ed è vecchia e con non pochi problemi. In particolare i passaggi a livello: dove rotaie e asfalto si incrociano, chiunque passi in auto, moto, bici o a piedi, anche a sbarre alzate, si ferma e si accerta che non stia per arrivare un convoglio. L'ultimo caso di cronaca risale al 15 maggio, quando a Pontida, al passaggio a livello di Ca' de Rizzi, le sbarre sono andate nuovamente in tilt, urtando un furgone in coda e rischiando di ferire un motociclista. È stata la tipica goccia che ha fatto traboccare il vaso e ora i sindaci attraversati dalla tratta chiedono a Rfi e Trenord che si faccia qualcosa. La Bergamo-Lecco ha bisogno di importanti lavori di manutenzione, sempre più necessari. A farsi portavoce delle richieste dei primi cittadini, il sindaco di Pontida, Luigi Carozzi: «La prossima settimana mi incontrerò con i primi cittadini di Cisano e Ambivere. Il nostro intento è chiedere a Rfi e Trenord la chiusura della linea durante il periodo estivo, a scuole ferme, mantenendo il servizio di trasporto con bus sostitutivi. In questo modo si potrebbe procedere a una manutenzione straordinaria dei passaggi a livello, visto che quella ordinaria non ha portato alla soluzione dei problemi».

11 - Tutti i Comuni della Provincia aderiscono alla colletta per evitare la riduzione delle corse della Atb

Su 27, ben 24 Comuni dell'area urbana di Bergamo hanno deciso di aderire alla "colletta" necessaria per evitare che Atb tagli le proprie corse nell'area dell'hinterland bergamasco. Si è così arrivati alla fatidica quota di 120mila euro necessaria. I tre Comuni che ancora non hanno aderito (Osio Sopra, Stezzano e Torre Boldone) non hanno comunque risposto con un "no" secco, ma hanno preso tempo. La necessità di ricorrere a una raccolta fondi tra i Comuni dell’hinterland risale a inizio 2015, quando la Regione, si era trovata costretta ad annunciare tagli sul trasporto pubblico orobico, di cui 335mila euro in capo ad Atb. E così, per evitare la riduzione delle corse, Palazzo Frizzoni e gli altri Comuni hanno deciso di mettere mano al portafogli.

12 - Manca un mese ai Mondiali di enduro e si accende la polemica

Manca un mese preciso alla 42esima edizione della "Valli Bergamasche", tappa orobica del Mondiale di enduro che scorrerà, dal 19 al 21 giugno, tra Rovetta e Bossico passando per la Val Borlezza e l’alto Sebino. Ma le polemiche si sono accese ben prima dei motori dei partecipanti alla corsa. In prima line il Wwf Bergamo, che ha scritto ai sindaci dei Comuni attraversati chiedendo copia della documentazione depositata dagli organizzatori sulla valutazione delle conseguenze naturalistiche e idrogeologiche, la cartografia dei tracciati e il piano delle manutenzioni per il ripristino dei tracciati nel post gara. Basta una piccola incongruità per il Wwf perché i Comuni si trovino costretti a dire "no" al Mondiale. Ma le Amministrazioni, chiaramente, non ci stanno e rispondono anche colpo su colpo alle accuse e alle critiche delle opposizioni. Il gruppo di minoranza "Lovere di Tutti", ad esempio, ha depositato due interpellanze per chiedere se gli impegni presi dagli organizzatori del Mondiale del 2010 siano stati rispettati e quali azioni siano state intraprese dal Comune per tutelare il territorio.

 

18 MAGGIO

 

1 - Incidente a Brignano Gera d'Adda: auto va contro un albero, morto 45enne di Cologno

Nella mattina di lunedì 18 maggio c'è stato un tragico incidente a Brignano Gera d'Adda: un uomo di 45 anni, di Cologno ma che lavorava a Treviglio, si è schiantato con la sua auto (una Polo) contro un albero che costeggiava la strada provincia 121 che va da Lurano a Brignano, perdendo la vita. Ancora da comprendere le ragioni dell'incidente. Ad accorgersi dell'auto, che era finita in un fosso, un ciclista che passava da quel tratto stradale intorno alle 10. È stato necessario l'intervento dei vigili del fuoco per estrarre il corpo senza vita dell'uomo dalle lamiere dell'auto distrutta.

2 - Infiltrazioni mafiose in 11 aziende bergamasche operanti sulle grandi opere

La Direzione Investigativa Antimafia (Dia) ha emesso, negli ultimi 3 anni, 64 provvedimenti d’interdizione per imprese che hanno lavorato, a vario titolo, su grandi opere italiane, tra cui Expo e Brebemi. A comunicarlo il procuratore generale di Brescia, Pier Luigi Maria Dell’Osso. Delle 64 aziende, 31 hanno sede nel distretto della Procura di Brescia. Precisamente 15 a Brescia, 11 a Bergamo, 4 a Mantova e una a Cremona. «Si tratta - ha spiegato Dell’Osso - di aziende che avevano infiltrazioni ’ndranghetiste».

3 - Schianto tra trattore e moto a Cene. Morto motociclista 27enne di Clusone

Tragedia, nella tarda mattinata di domenica 17 maggio, a Cene, in via Valle Rossa. Una moto e un trattore si sono scontrati intorno alle 12.30 e ad avere la peggio è stato il centauro, un 27enne di Clusone, Mirko Benzoni, che ha perso la vita in seguito all'incidente. Il giovane stava percorrendo la strada in discesa, un tratto molto stretto e pieno di curve, con la sua Bmw. All'altezza di una curva, per motivi ancora da accertare, la moto ha urtato il trattore che giungeva dal lato opposto. L'impatto, molto violento, ha visto Benzoni perdere il controllo del mezzo. Le sue condizioni sono apparse subito molto critiche. Coinvolto nell'incidente anche un amico del ragazzo, che lo stava seguendo a bordo della sua motocicletta Yamaha. Comprensibile il dolore che sta vivendo tutta la comunità di Clusone in seguito alla morte del 27enne. Benzoni lavorava come tecnico alla ML Engraving di Onore, azienda specializzata nell’incisione e fotoincisione laser.

4 - Villa di Serio, 75enne aggredito da due giovani in Ferrari

Intorno alle 21.30 di domenica 17 maggio, in via Alcide De Gasperi a Villa di Serio, un anziano di 75 anni è stato aggredito da due giovani in Ferrari. Il 75enne stava percorrendo la via a piedi, camminando a bordo carreggiata. All'improvviso gli si è accostata una Ferrari grigia con a bordo due persone, che avrebbero volutamente sfiorato l'anziano mentre passavano sgommando. Pochi metri dopo, l'auto da corsa si sarebbe fermata. Dal lato del passeggero è sceso uno dei due giovani a bordo e ne sarebbe nato un diverbio abbastanza acceso con l'anziano. È a quel punto che uno dei due giovani, un 30enne di nazionalità apparentemente italiana, avrebbe aggredito il 75enne. Dopo l'aggressione i giovani si sono dileguati a bordo della loro Ferrari. L'anziano è stato soccorso dai volontari della Croce Rossa di Alzano e le sue condizioni non sarebbero preoccupanti. I Carabinieri stanno invece tentando di rintracciare gli aggressori.

5 - Fermata coppia a Castelli Calepio con 6,5 kg di cocaina

Intorno alle 19 di domenica 17 maggio, la Polizia Stradale di Seriate, all'altezza di Castelli Calepio, si sono lanciati all'inseguimento di due auto che procedevano a breve distanza in direzione di Milano. Sulla Punto c'era un uomo, mentre sulla Skoda Fabia a breve distanza una donna. Quest'ultima è stata presto raggiunta, mentre la Punto è riuscita a procedere e a uscire a Palazzolo. È stata però raggiunta e fermata a Villongo. Sulla Skoda si trovava una prostituta moldava di 27 anni, mentre sulla Punto il compagno della donna, un albanese di 25 anni residente a Piacenza. Le forze dell'ordine hanno perquisito le auto rinvenendo, nel complesso, ben 6,5 chilogrammi di cocaina per un valore di circa 300mila euro. I due sono stati arrestati con l’accusa di detenzione di droga ai fini di spaccio.

6 - Nuovi spazi per i documenti dal Tribunale: da Roma ancora tutto tace

Il 12 settembre 2013 sono stati "chiusi" i tribunali di Clusone, Grumello del Monte e Treviglio, accorpati in quello centrale di Bergamo. L'obiettivo era razionalizzare i costi. Il problema è che il tribunale di via Borfuro non ha a disposizione abbastanza spazio per archiviare tutti i fascicoli provenienti dalle precedenti sedi distaccate. Come spiega l'edizione locale del Corriere della Sera, da tempo c'è un accordo con il Collegio Sant’Alessandro, disposto a mettere a disposizione 2mila metri quadrati con un canone d’affitto di 180mila euro annui, bollette e vigilanza escluse. Niente però è stato ancora fatto, perché manca il via libera ufficiale da Roma. Nel settembre 2014 è arrivato l'ok, ma manca ancora il decreto legislativa che sblocchi la situazione. E Palazzo Frizzoni rischia di doversi sobbarcare i costi. A gennaio il vicesindaco Sergio Gandi aveva sottoposto la questione al ministro della Giustizia Andrea Orlando, in città per un convegno alla Borsa Merci. Nulla s’è mosso. Ora si sta avvicinando anche la scadenza di settembre 2015, quando tutte le spese della Giustizia passeranno in carico al Ministero. Il rischio è di un nuovo slittamento della "pratica Bergamo".

7 - Paura per la squadra di tamburello femminile del San Paolo d’Argon: si ribalta il furgoncino. Nessun ferito grave

È stata sfiorata la tragedia nella tarda mattinata di domenica 17 maggio, lungo l'autostrada Milano-Genova, quando il pulmino che trasportava la squadra di tamburello femminile del San Paolo d’Argon a Monale (Asti) per disputare la quinta giornata del campionato di serie A, s’è ribaltato più volte in seguito a un problema tecnico ancora in fase d'accertamento. Tutte le giocatrici, i tecnici e i dirigenti a bordo del mezzo sono stati ricoverati agli ospedali di Pavia e Voghera, ma le loro condizioni, fortunatamente, non preoccupano: nessuno pare essere ferito grave e nessuno è certamente in pericolo di vita. Solo una giocatrice e un accompagnatore sono stati trattenuti per ulteriori accertamenti.

8 - Fino a venerdì non si paga la merenda: in 52 gelateria bergamasche gelato gratis ai bambini della scuole primarie

A partire da lunedì 18 maggio, fino a venerdì 22, in 52 gelaterie bergamasche il gelato sarà offerto gratuitamente ai bambini delle scuole primarie. Ha dunque preso il via in mattinata l’iniziativa “La Merenda non si paga”, promossa dal Comitato gelatieri di Ascom Bergamo nell’ambito dell’annuale Campagna di valorizzazione e promozione per il consumo del gelato artigianale che quest’anno ha per titolo “È ora di Mielgòt. Il gusto di Bergamo per Expo 2015”. Protagonista dell’iniziativa è il gusto Mielgòt, ideato lo scorso anno dai gelatieri bergamaschi grazie alla collaborazione con tre importanti realtà del settore agroalimentare: Consorzio Artigiani Pasticcieri bergamaschi, Associazione produttori Apistici della Provincia di Bergamo e Comunità del Mais Spinato di Gandino. Per ricevere un cono di gelato gratis è necessario presentare uno degli oltre 20mila buoni distribuiti dagli stessi gelatieri nelle scuole primarie dei comuni in cui le gelaterie sono presenti. In città le gelaterie partecipanti sono: Cherubino (via Colleoni 40/b); Golosia (via Broseta 57/b); Pasticceria San Francesco (via IV Novembre 2); Safarà Soft (via Gombito 34/c); Lekka Lekka (via San Bernardino 67). In provincia: Il Dolce Freddo - Albano S. Alessandro; Fiordipanna - Almenno S. Bartolomeo; Petite Fleur - Almenno S. Salvatore; Il Vero Gusto - Antegnate; Rosa - Arcene; Bogni -Arcene; Artigel - Azzano San Paolo; La Gabbia - Capriate San Gervasio; Bar Alpino - Casirate d'Adda; Il Gelato da Gio' - Chiuduno; Caffé del Cioccolato Il Gelato di Ubaldo dal 1934 - Chiuduno; Selz Café - Clusone; Da Claudio - Clusone; Brina - Cologno al Serio; Pezzotta - Costa di Mezzate; Biffi - Credaro; Blitz - Curno; Oasi - Fara Gera d'Adda; Valcalepio - Gorlago; N-Ice - Grumello del Monte; Bar Centrale - Lovere; Pirata - Lurano; Pasticceria Melograno - Madone; Arizzi - Olmo al Brembo; La Fonte - Oltre il Colle; Bar Commercio - Osio Sotto; Bonazzi - Ponte Nossa; Taverna del Caio - Ponteranica; Mento - Roncola; Arlecchina - San Paolo d'Argon; Pasticceria Giuliano - San Pellegrino Terme; La Gelateria - San Pellegrino Terme; Mary's - Selvino; Sweet Cream -Seriate; Bar Roma - Sovere; Centopercento Gusto - Stezzano; Rubis - Torre Boldone; Bollicine - Trescore Balneario; Essenza - Trescore Balneario; Centopercentogusto - Treviglio; Gelatiamo – Treviolo; La Cream - Vertova; L'Oasi – Villongo; Il Gioppino - Zanica; La Voglia Matta - Zanica; Fiori d'Arancio - Zogno.

9 - Confermato il raduno della Lega a Pontida. Sarà forse il 21 giugno

La segreteria federale della Lega Nord, dopo molti dubbio e qualche tentennamento, ha confermato che lo storico raduno verde di Pontida si farà. Probabilmente il 21 giugno, anche se ancora non c'è l'ufficialità. La scelta di una data così "in avanti" è legata al fatto che a fine maggio si terranno le elezioni regionali e amministrative, in cui il Carroccio punta a fare il pieno grazie al consenso ritrovato sotto la guida di Matteo Salvini. Pontida è, da sempre, un vero e proprio test per lo stato di salute della Lega: più il prato è pieno, più lo stato di salute della Lega è positivo; più il prato è vuoto, più anche alle urne scarseggiano i risultati. Salvini ha dato l'ok alla prova del nove con il "suo" popolo.

10 - Bitto Storico della Val Brembana battuto all'asta per 163 euro al chilo

Mercoledì 13 maggio la storica casa d'aste Bolaffi di Torino, accanto a grandi vini italiani e francesi, ha per la prima volta proposto la vendita di formaggi d’eccellenza. E, tra questi, ha brillato una forma di Bitto Storico della Val Brembana, prodotta nel 2000 dal casaro valtellinese Carlo Duca all’Alpe Ancogno Soliva di Mezzoldo. Pesante 17,1 chili, la forma è stata venduta al prezzo di 2.800 euro, ovvero 163 euro al chilo. Non un record, visto che lo stesso formaggio era stato quotato 200 euro al chilo poco tempo fa a un'asta di Slow Food, ma certamente un successo. Erano 21 le forme di Bitto presenti, nove quelle vendute, tra cui quella di Carlo Duca.

Seguici sui nostri canali