Notizie su Bergamo e provincia

Notizie su Bergamo e provincia (21-26 agosto 2017)

Notizie su Bergamo e provincia (21-26 agosto 2017)
Eventi 25 Agosto 2017 ore 09:00

25 AGOSTO

 

1 - «Un bicchiere d'acqua? 5 euro». Famiglia indignata lascia il bar

Un aperitivo all’aperto in un frequentato locale del centro, una sera d'agosto. Due adulti, con una bambina al seguito, ordinano due spritz (14 euro) e in un secondo momento anche un bicchiere d’acqua. La cameriera arriva, con una bottiglietta d’acqua da 20 cl e presenta il secondo scontrino: 5 euro. «In un primo momento ho pensato ad un errore - racconta la mamma al Giornale di Brescia, che riporta la notizia - ma dopo la richiesta di spiegazioni ho capito che l’importo era corretto. A dire la verità, la cameriera ha avuto qualche esitazione e ha dovuto chiedere delucidazioni al responsabile, ma la conferma è arrivata poco dopo: nessuno sbaglio». All'aperitivo tutte le consumazioni sono a 5 euro. A nulla valgono le spiegazioni: l’acqua (la richiesta era di un bicchiere), infatti, è per la bambina che non ha consumato altro, ma i dipendenti del locale sono inflessibili. Alla mamma, dunque, non resta altro da fare se non chiedere di portare indietro l’acqua e andarsene sconsolata.

2 - Dimentica di tirare il freno a mano, l'auto si schianta a Clusone

L'auto andava a gran velocità, in retro, ma senza nessuno alla guida. È quello che hanno visto alcuni passanti a Clusone, in via San Defendente: una Fiat Cubo di colore grigio scuro si è schiantata così, perché il  proprietario si è dimenticato di tirare il freno a mano. L’auto ha percorso circa una settantina di metri in una delle vie principali del paese, fortunatamente senza travolgere nessuno. La corsa del mezzo è finita contro due fioriere.

3 - Truffa dello specchietto, ma il tentativo va a vuoto

Truffa dello specchietto in via Colombo a Treviglio, ma la «vittima» designata non cade nel tranello e il malvivente si dilegua facendo perdere le tracce. È successo stamattina proprio a un nostro collega del Giornale di Treviglio, che fortunatamente è riuscito a mantenere la calma. Il collega si era appena recato in via Marco Polo per una commissione quando ha sentito un colpo alla sua vettura, come se qualcuno gli avesse tirato un sasso. «Non ho dato molto peso alla cosa – ha detto – Poi, però, un automobilista ha cominciato a suonarmi il clacson insistentemente. E così dopo qualche secondo ho accostato per capire cosa volesse da me». Il truffatore, sulla cui auto c’erano anche una donna e un bambino, è sceso dall’auto si è avvicinato al nostro collega e gli ha detto «Ti sei accorto di avermi urtato lo specchietto?». «Ovviamente aveva capito che c’era qualcosa di strano sotto – ha raccontato il collega – Gli ho spiegato di non essermi accorto, ma che comunque ero disponibile a compilare la constatazione amichevole di incidente». Il truffatore, a quel punto, ha messo in atto il suo piano. «Ma non ne vale la pena – ha detto quasi amichevolmente – sarà un danno da 100 euro, dammi i soldi e la chiudiamo qua». «L’assicurazione la pago apposta per coprire i danni- ha replicato il giornalista – Non c’è alcun problema». A quel punto il collega si è recato in auto per prendere i moduli della constatazione da compilare. Ma quando ha alzato lo sguardo si è accorto che l’automobilista era risalito sul suo veicolo e se ne stava andando.

4 - Cinque blocchi di cemento anti attentato per proteggere le bancarelle sul Sentierone

Il rischio attentati non va sottovalutato, neppure a Bergamo. Ecci perché oggi sono stati posizionati cinque cubi in cemento armato, di un metro per un metro e pesanti ciascuno 25 quintali, sul Sentierone, a protezione della passeggiata con le bancarelle di Sant'Alessandro. Non è una novità, come ha fatto notare il vicesindaco e assessore alla Sicurezza Sergio Gandi: era una misura già presa in occasione dello scorso Capodanno. La stessa cosa è avvenuta per la cena in Borgo Santa Caterina di dieci giorni fa.

5 - Capotreno rapinato e preso a pugni. Treviglio, ennesima aggressione

Una violenta aggressione giovedì sera su un treno giunto alla stazione Centrale di Treviglio. Ad avere la peggio è stato direttamente il capotreno di 42 anni. Preso a pugni da due giovani che volevano rapinarlo, è finito in ospedale, ma le sue condizioni fortunatamente non sono gravi.

6 - L'hub Ryanair fa bene all'occupazione: altre cento assunzioni

La creazione del primo hub di Ryanair del continente, a Orio, fa decisamente bene all’occupazione. È partita infatti la maxi campagna di reclutamento per 100 posizioni lavorative come personale di bordo, avviata anche grazie ai voli in connessione sempre più numerosi a Bergamo. La organizza come sempre Crewlink, che da anni si occupa per Ryanair del reclutamento e della formazione del personale.

7 - Il divorzio breve in Comune ha successo e costa solo 16 euro

Nel 2015 ci furono 23 separazioni e 72 divorzi, nel 2016 le separazioni furono 32 e 80 i divorzi e a metà giugno di quest’anno si arriva già a 11 separazioni e 52 divorzi. Il servizio offerto dal Comune di Bergamo da inizio 2015 è utilizzato, anche perché questo che si chiama «divorzio breve» è molto economico: 16 euro. L’amministrazione comunale di Bergamo è stata una delle prime in Italia ad aprire questo servizio ai cittadini.

8 - Spacciatore di cocaina e clandestino, arrestato a Cologno

Spacciatore di cocaina in manette stanotte a Cologno al Serio. I carabinieri della Compagnia di Treviglio hanno arrestato per spaccio di sostanze stupefacenti un marocchino 35enne, risultato irregolare sul territorio nazionale. In particolare, i militari della stazione di Urgnano, dopo un mirato controllo antidroga eseguito lungo la Strada Provinciale 591, hanno fermato un’utilitaria con a bordo due marocchini, tra cui anche il 35enne, il quale, alla vista dei carabinieri, ha cercato di disfarsi di una dose di cocaina. La successiva ispezione eseguita in un’area di sosta consentiva di recuperare anche un ulteriore pacchetto contenente a sua volta altre quattro dosi di cocaina, anch’esse sottoposte a sequestro dai carabinieri.

 

24 AGOSTO

 

1 - Paolo Messa rintracciato al Garda. Sano, ma in stato confusionale

È stato notato dai carabinieri a Limone del Garda Paolo Messa, 53 anni, di Ponte Nossa, che da ieri mattina non dava più notizie di sé. Diceva di voler andare a Premolo dal medico perché aveva dei forti mal di testa. Ma dal medico non ci è mai arrivato. Avrebbe preso un pullman per Bergamo e sarebbe sceso ad Albino. I militari l'hanno trovato in buono stato di salute ma in stato confusionale: afferma di non ricordare nulla. Ora, dopo tutti gli accertamenti, sarà riportato a casa a Ponte Nossa.

2 - Scattati oggi i lavori al nodo di Pontesecco, al confine con Ponteranica

Scattati oggi i tanto attesi lavori al nodo di Pontesecco, punto cruciale per il traffico da e per la valle Brembana. Un primo intervento di sistemazione e riordino della viabilità di carattere provvisorio in attesa di un intervento sistematico da valutarsi anche alla luce della futura Teb2, la tranvia della val Brembana. I lavori dureranno il meno possibile data l’importanza del traffico nella zona, e si tenterà comunque di completare il grosso dei lavori prima dell’inizio delle scuole.

3 - Inseguimento con mezzi rubati, recuperati un suv e una moto

Inseguimento nella notte, i carabinieri recuperano un suv e una moto che erano stati trafugati a Stezzano e Fara d’Adda. E’ stata una nottata “agitata” quella trascorsa nella Bassa. I militari della stazione di Fara d’Adda hanno infatti ingaggiato alle 4 di stanotte un duplice inseguimento nei confronti di due mezzi risultati poi rubati.

4 - RadiciGroup in Europa con l’Atalanta

È stato siglato nella giornata di oggi nel prestigioso Grimaldi Forum del Principato di Monaco (dove domani, venerdì 25 agosto, verranno effettuati i sorteggi di Europa League 2017-2018) l’accordo ufficiale tra Atalanta Bergamasca Calcio e RadiciGroup per la Uuefa Europa League e la Coppa Italia-Tim Cup. RadiciGroup, guidata dai tre fratelli Angelo, Maurizio e Paolo Radici, è una multinazionale “made in Bergamo” presente in 16 Paesi, tra Europa, Asia e America, con 33 sedi tra unità produttive e uffici commerciali, conta oltre 3000 dipendenti e opera nei business della chimica, delle materie plastiche e delle fibre sintetiche.

5 - Oggi apre il nuovo Carrefour Express in via Tasso

La politica della Carrefour è sempre più a misura di centro urbano: piccoli supermercati in centro città, oppure strutture di medie dimensione in periferia, ma aperte 24 ore su 24. E anche i piccoli esercizi, denominati Express, hanno una scelta e un'orario d'apertura che i normali negozi di vicinato non possono permettersi. Oggi di queste strutture il colosso della distribuzione francese ne apre una nuova, in via Tasso. Una decina i dipendenti, tutti giovani.

6 - Pennarello bomba sul volo per Orio, 18 anni di cella

Dura condanna per il pachistano che si stava imbarcando sul volo da Manchester per Bergamo con una bomba nascosta in un pennarello. Nadeem Muhammad, 43 anni, pachistano, fino a un anno lavorava e abitava nella nostra provincia. Il tribunale inglese ha deciso che deve stare in carcere per 18 anni. La pericolosità di quella bomba era emersa solo dopo che l’uomo era arrivato in Italia. Al rientro a Manchester, l’arresto.

7 - Spopola il video che invita a tenere pulito il Serio

Roberto Picinali, meglio noto come Cato, cantautore originario di Gazzaniga, ha girato un video-denuncia di pochi minuti per invitare la gente a tenere pulito il Serio. E la gente l'ha guardato, condiviso, commentato. Ha collezionato ben 18mila visualizzazioni. Non c'è che dire, i social non sono solo portatori di rabbia livida ed esibizionismo.

8 - Bambini si allontanano dal campeggio a Valbondione, ritrovati in breve tempo

Lo spavento dei genitori è stato notevole, tant'è che sono stati allertati il Soccorso alpino e i vigili del fuoco, ieri, nel tardo pomeriggio, in Alta Valle Seriana, nei pressi del campeggio di Valbondione. Tre bambini si erano allontanati nel bosco e non avevano più fatto ritorno. Ma in breve tempo i soccorritori li hanno trovati e riportati a valle, dove sono stati riconsegnati ai genitori.

 

23 AGOSTO

 

1 - Escursionista bergamasco in Trentino rianimato dal barista di un rifugio

A Predazzo, in Trentino Alto Adige, l'escursionista bergamasco Luciano Rigamonti, 54 anni, di Brusaporto, è stato salvato dal barista di un rifugio Passo Feudo, dove era salito in funivia. La camminata che aveva programmato per la giornata di lunedì 14 agosto si è interrotta subito: non sentendosi bene, è tornato al rifugio, dove è caduto a terra, perdendo i sensi. Decisivo l'intervento di Luca Boninsegna, maestro di salto con gli sci, che gli ha praticato il massaggio cardiaco, togliendolo dal pericolo. «Abbiamo chiamato immediatamente il pronto intervento che è giunto sul posto dopo una decina di minuti con un elisoccorso – racconta la moglie a Bergamonews -, ma se oggi mio marito può lasciare finalmente l’ospedale di Trento è grazie al massaggio cardiaco del barista».

2 - Investe due ciclisti e scappa a Clusone, si cerca l'automobilista pirata

Ha cozzato contro due ciclisti e non si è fermato a prestare soccorso. Anzi, è fuggito il prima possibile, l'automobilista pirata. L’incidente è avvenuto in prossimità della rotonda delle Fiorine a Clusone, mercoledì 23 agosto verso le 10.40. In bicicletta c'era due turisti olandesi. Sono stati soccorsi e trasferiti all’ospedale di Piario. Sembra che qualche testimone sia riuscito a prendere nota della targa. Ora le ricerche sono in corso, si tratterebbe di una Lancia di colore scuro.

3 - Agli arresti domiciliari, evade dalla comunità e finisce in carcere

È stato arrestato ieri dai carabinieri della stazione di Romano un uomo fuggito dai domiciliari in una comunità di Fara. L’uomo, con alle spalle già diversi precedenti penali per reati in materia di stupefacenti e contro la persona, stava scontando la propria pena attraverso la misura alternativa della detenzione domiciliare nella Comunità dove ultimamente domiciliava. Sorpreso all’esterno, è stato arrestato in flagranza di reato dall’Ufficio di Sorveglianza di Brescia e dopo l’arresto gli è stata revocata la misura cautelare alternativa.

4 - Ricercato per la sparatoria di Trescore arrestato stamattina dai carabinieri

Stamattina i carabinieri di Bergamo hanno arrestato Giorgio Nicolini, latitante ricercato dal giorno della sparatoria nella piazza del mercato di Trescore dell'8 agosto, dove si erano affrontati gli esponenti di due famiglie rom della provincia. È accusato di tentato omicidio. Si tratta del quinto arresto: gli altri quattro - tre dei quali di etnia Rom e uno di nazionalità italiana - erano finiti in manette in flagranza di reato, ritenuti responsabili di aver dato luogo e partecipato a vario titolo alla violenta rissa, nonché di essere responsabili dell’esplosione di numerosi colpi di armi da fuoco.

5 - Brindano in stazione versando vino su una tartaruga da due chili

Due sbandati sono stati fermati ieri mentre brindavano verso vino rosso su una tartaruga di terra da due chili. Non si capisce se fosse capitata sul luogo spontaneamente oppure fosse stata trafugata dai due balordi. Una volta sorpresi dagli agenti della Sorveglianza Italiana, coadiuvati dall'Associazione Rangers d'Italia, i due si sono dati alla fuga. L'animale, ferito e spaventato, sarà trasferito all'Oasi Wwf di Valpredina per le cure del caso.

6 - Prostituta e amico arrestati per tentata estorsione nei confronti del cliente innamorato

Se il cliente si innamora della prostituta possono sorgere dei problemi. Soprattutto se la prostituta se ne approfitta, e alla fine pretende altro denaro e minaccia di uccidere lo spasimante con un amico marocchino. E pensare che il cliente, un operaio, era arrivato a pagarle casa e auto, accendendo anche un mutuo in banca per pagare l’abitazione. Ma la brasiliana non si era fermata. L’uomo si è quindi deciso a rivolgersi ai carabinieri, che hanno fermato lucciola e complice sotto casa sua con un coltello da 15 centimetri.

7 - Incidente in A4, nulla di grave ma code tra Bergamo e Dalmine

Incidente in autostrada A4 oggi verso le 10. Dalle prime informazioni pervenute sembra sia stata coinvolta solo un’auto il cui occupante si è ferito. Nulla di grave, a quanto sembra, ma l'incidente ha provocato code e rallentamenti tra Bergamo e Dalmine in direzione Milano.

8 - Scompare per un giorno, scoppia l’allarme

Scompare per molte ore da casa e fa temere per il peggio ai suoi famigliari. Ma fortunatamente si è trattato di un falso allarme. Temevano infatti che fosse stata male in casa. Invece aveva deciso di allontanarsi per qualche ora. Protagonista una 40enne che vive in via Cellini, a Treviglio. Sono stati anche allertati i soccorsi, lunedì. Sul posto sono giunte un’ambulanza e una squadra dei Vigili del fuoco volontari. I pompieri hanno forzato la porta d’ingresso e, a sorpresa, all’interno dell’alloggio non c’era nessuno. Pochi minuti dopo, infine, la telefonata che ha fatto tirare un sospiro di sollievo al fratello.

 

22 AGOSTO

 

1 - Zingonia, spacciatori come ninja. Sequestrate cinque stelle shuriken

Stamattina i carabinieri della Stazione di Zingonia hanno effettuato un nuovo blitz in piazza Affari a Verdellino e hanno sequestrato alcune armi improprie a due giovani marocchini di 25 e 24 anni. Nascosti in un tombino nei pressi di dove i due sono stati notati in atteggiamento sospetto, è stato recuperato infatti un sacco con all’interno alcuni capi di abbigliamento del 24enne e una pistola giocattolo priva di tappo rosso. C’era poi un coltello della lunghezza di oltre 20 centimetri, nonché cinque stelle metalliche con punte acuminate (gli shuriken, armi bianche rese famose dai film di arti marziali), di cui una con un diametro di ben 10 centimetri. I due stranieri sono stati quindi denunciati a piede libero alla Procura di Bergamo per la posizione di irregolarità sul territorio nazionale ed è stata avviata la procedura di espulsione dal territorio nazionale. Il 24enne è stato inoltre denunciato per possesso e porto illegale di armi improprie, e queste ultime ovviamente sequestrate. Approfondimenti sono in corso per capire a cosa servissero le armi: probabilmente, avrebbero dovuto essere utilizzate nel contesto di una serie di regolamenti di conti tra bande rivali per il controllo dello spaccio.

2 - Medico 32enne del carcere ritrovata senza vita a Gorle

Una 32enne originaria di Robbio, in provincia di Pavia, è stata ritrovata senza vita stamattina nel letto di un appartamento di Gorle. Si tratta di Giulia Odette Pozzato, lavoratrice in trasferta in quanto medico del carcere di Bergamo. A stroncarle la vita è stato un malore, ma accanto al corpo sarebbero state trovate delle fiale di insulina vuote, elemento che ha insospettito gli inquirenti. Non si esclude l'ipotesi del suicidio.

3 - Auto contro moto ad Albino, condizioni gravi per una 19enne

Un grave incidente si è verificato stamattina ad Albino, sulla provinciale della Valle Seriana. Nello scontro tra un’auto e una moto ha avuto la peggio la centaura, una ragazza 19enne, stata trasportata in codice rosso in ospedale. Sul posto si sono create code e rallentamenti, poi risolti quando i mezzi sono stati spostati.

4 - Fara, il platano dell'«abbraccino» non sarà tagliato: lo dice il Comune

«Dopo ben quattro giorni di presidio continuo a protezione abbiamo avuto oggi conferma ufficiale dagli uffici del Comune di Bergamo che il platano non verrà tagliato». Il gruppo No Parking Fara, che protesta contro la realizzazione del parcheggio multipiano in Città Alta, aveva fatto della difesa dell'albero storico un punto focale, tanto da metterlo al centro di un «abbraccino» (facendo il verso all'Abbraccio delle Mura e della Presolana).Doveva essere abbattuto per facilitare i lavori nel cantiere, e pare fosse malato... Ora è arrivato il dietrofront di Palazzo Frizzoni, e il gruppo di protesta esulta.

5 - Lavoro, record di avviamenti al lavoro: più 7.820 unità

Buone notizie sul fronte dell’occupazione nella Bergamasca. Nei primi sei mesi dell’anno nella nostra provincia gli avviamenti al lavoro hanno superato le cessazioni. Siamo a 65.970 avviamenti contro 58.150 cessazioni. Lo dice Il quadrante lavoro di Regione Lombardia. Il saldo è positivo per 7.820 unità, ed era dal 2012 che non si raggiungevano risultati tanto brillanti. Il posto fisso però rappresenta solo il 21,6% del totale degli avviamenti. E anche il lavoro interinale supera ormai quello a tempo indeterminato.

6 - Muoversi a piedi è pericoloso: Bergamo, in un anno travolti 262 pedoni

Bergamo resta ancora una città pericolosa per i pedoni. Secondo i dati pubblicati dal Comune di Bergamo, nel 2016 i feriti sono stati 125, due i morti, mentre in 135 casi fortunatamente l’incidente non ha avuto conseguenze per il pedone. Complessivamente sono stati 262 pedoni coinvolti in disavventure stradali. Nel 2013 le persone coinvolte erano meno della metà. Complice di questi sinistri è la distrazione sia di chi è alla guida, sia di chi cammina, magari guardando il cellulare.

7 - Dice che la moglie l'ha picchiato. In realtà è successo il contrario

Ai carabinieri ha raccontato di essere stato preso a botte dalla moglie, invece lei era già ricoverata al Bolognini di Seriate. E in Rianimazione, con tanto di trauma cranico, setto nasale rotto e trauma toracico. Un codice rosso addirittura, fortunatamente risoltosi nel migliore dei modi. Le lesioni della donna, un’indiana di 28 anni, regolare in Italia e residente col marito a Calcinate in via Ogliese, sono risultate compatibili con un pestaggio. E il marito indiano di 38 anni, già noto alle forze dell’ordine, è finito in carcere.

8 - Attiva la nuova procedura per richiedere il rimborso per i danni del nubifragio giugno 2016

In seguito agli eventi metereologici accaduti il 26 giugno 2016 il Comune di Bergamo ha richiesto a Regione Lombardia il riconoscimento dello stato di calamità naturale; la Regione ha inoltrato al Governo la richiesta di dichiarazione di stato di emergenza nazionale. Il 24 maggio 2017 il Consiglio dei Ministri ha deliberato la dichiarazione dello stato di emergenza, provvedendo allo stanziamento di 3milioni e 100mila euro per l’attuazione dei primi interventi finalizzati al superamento della situazione emergenziale. Il mese scorso Regione Lombardia ha comunicato ai Comuni interessati le procedure vigenti per provvedere alla ricognizione dei fabbisogni relativi al patrimonio pubblico, privato e alle attività economiche e produttive interessati dagli eventi calamitosi. Pertanto, il Comune di Bergamo ha avviato ricognizione relativa ai fabbisogni necessari per il ripristino delle strutture ed infrastrutture danneggiate, nonché dei danni subiti dalle attività economiche. Diversamente da quanto precedentemente detto, Regione Lombardia ha avviato una procedura differente: le segnalazioni per le richieste di risarcimento dovranno essere effettuate direttamente dai cittadini, e le segnalazioni verranno prese in carico dal Comune di Bergamo e inoltrate alla Regione. La segnalazione va effettuata entro lunedì 4 settembre autenticandosi al link http://webmail2.comune.bg.it/pratiche/sportello/sportello.nsf/tuttopercodice/ISTRGEN, e compilando la scheda appropriata: patrimonio pubblico - scheda A: http://webmail2.comune.bergamo.it/pratiche/sportello/sportello.nsf/tuttopercodice/ISRIFRPPSA; patrimonio edilizio privato - scheda B: http://webmail2.comune.bergamo.it/pratiche/sportello/sportello.nsf/tuttopercodice/ISRIFARPEPSB; attività economiche e produttive - scheda C: http://webmail2.comune.bergamo.it/pratiche/sportello/sportello.nsf/tuttopercodice/ISRIDAATECPRSC. Ogni altra segnalazione, predisposta con modulistica differente da quella sopraindicata e/o già inoltrata al Comune di Bergamo, non è da considerarsi valida.

 

21 AGOSTO

 

1 - Ristorante fa pagare l'uso del bagno. «Non erano clienti, sono state scortesi»

Molto interessante il caso portato alla luce da Bergamonews di un ristorante che ha presentato una ricevuta da due euro a due donne che erano andate in bagno senza consumare. «Se non consumi e chiedi gentilmente di usare il bagno - ha spiegato il cameriere del locale di via Solata, in Città Alta - non ti facciamo pagare. Questione di educazione». Secondo il suo racconto, le donne sarebbero entrate direttamente in bagno e all'uscita, alla domanda se volessero mangiare qualcosa, avrebbero risposto: «No, siamo entrate solo per andare in bagno». Da cui la ricevuta, regolarmente pagata.

2 - Sette auto di grossa cilindrata nascoste da un allevatore di Scanzo

Sette auto di grossa cilindrata erano sparite una settimana fa da una concessionaria del Mantovano. Sono state trovate a Scanzo, occultate da un allevatore di 38 anni, pluripregiudicato con precedenti di polizia specifici per riciclaggio, ricettazione e appropriazione indebita. Le aveva comprate per poi rivenderle. Il valore commerciale complessivo delle vetture supera i 300mila euro.

3 - Quando la gara comincia i ladri rubano le bici da corsa

Furto di biciclette al via della gara ciclistica di Malpaga. I ladri hanno caricato sulla loro macchina tre bici da professionisti e si sono dati alla fuga. Tutto questo è successo in mezzo alla folla che assisteva alla partenza. Sono stati proprio gli spettatori a dare l’allarme. I carabinieri di Calcinate si sono messi sulle tracce del veicolo, ma il mezzo si è dileguato. La refurtiva che si sono portati via ha un grande valore, essendo tre biciclette da corsa in carbonio di professionisti, una delle quali si aggira sui tre mila euro.

4 - Rischio attentati, Bergamo si prepara. Barriere antisfondamento in arrivo

Verranno posti occasionalmente anche a Bergamo, in occasione di manifestazione che richiamano molte persone in aree pedonalizzate, i jersey di cemento antisfondamento, utili per evitare stragi con mezzi lanciati sulla folla come a Barcellona. Una misura antiterrorismo di cui si è parlato sabato, durante l’ultima riunione in Prefettura con i sindaci dei Comuni più grandi della Bergamasca, la Provincia e i rappresentanti delle forze dell’ordine.

5 - La jeep cade nel dirupo per 300 metri, bimbo salvo per miracolo

Il fuoristrada ha cominciato a muoversi e ad andare verso il dirupo. Dentro non c'era nessuno, a parte un bambino di due anni che poco prima che il veicolo facesse un volo di trecento metri, è stato sbalzato fuori dall'abitacolo ed è finito su un cespuglio, salvandosi. È successo nel tardo pomeriggio di ieri lungo una mulattiera in alta Val Brembana. Un miracolo. Il bimbo sembra non aver riportato nessuna conseguenza preoccupante.
Per sicurezza è stato trasportato al Pronto soccorso del Papa Giovanni con l'eliccottero.

6 - Alpini di Bergamo al lavoro sul Monte Bianco per un polo di formazione al soccorso

Gli alpini non stanno mai con le mani in mano. Quelli bergamaschi, poi. Ora sono al lavoro alle pendici del Monte Bianco: l’ex Caserma Fior di Roccia in Val Veny, di proprietà dell’Esercito e gestita da un paio di anni dall’Ana Bergamo, vedrà raddoppiata la superficie. L'obiettivo è fare della ex Caserma un polo di formazione italiano del soccorso. Fondamentale il contributo dei volontari della Croce Rossa: le Penne nere seguono le opere murarie, la Cri gli impianti.

7 - Nuove asfaltature in quattro vie cittadine

Nuovi cantieri stradali a partire da lunedì prossimo: il 28 agosto si avvieranno i lavori per la nuova asfaltatura nelle vie Fratelli Bronzetti, SS Maurizio e Fermo, Corridoni. I lavori, che rientrano nel piano delle nuove asfaltature di vie cittadine, avranno la durata di una settimana e si concluderanno sabato 2 settembre. I lavori comporteranno le seguenti modifiche alla viabilità per tutta la settimana: in via Fratelli Bronzetti (tratto tra via SS Maurizio e Fermo e via Corridoni), via SS Maurizio e Fermo (tratto tra via Serassi e via Fratelli Bronzetti) e via Corridoni (tratto tra via Fratelli Bronzetti e il civico 11/E) vigeranno il divieto di transito (ad eccezione dei residenti, compatibilmente con l’andamento del cantiere), il senso unico alternato per il restringimento della carreggiata, il divieto di sosta 0-24 negli stalli di sosta ricadenti nell’area oggetto dei lavori, il divieto di transito pedonale con deviazione dei pedoni al marciapiedi opposto mediante gli attraversamenti pedonali più prossimi. Si interverrà anche per riasfaltare il parcheggio per residenti nella parte finale di via Pelabrocco, nel tratto che collega la parte storica della via con via Vittorio Emanuele.

8 - Tanti a salutare Mimmo nella camera ardente: oggi i funerali

Moltissime le persone che tra ieri e sabato si sono affacciate alla camera ardente allestita nell'abitazione affacciata sulla Corsarola. Lì riposa la salma del ristoratore Mimmo, spentosi nella mattina di sabato all’età di 92 anni. Oggi, alle 14,30 nella chiesa di Sant’Agata del Carmine, Bergamo darà l’ultimo saluto all'uomo che ha ha fatto la storia della ristorazione in città: la sua pizza è stata per anni la più ambita in provincia.