Notizie su Bergamo e provincia

Notizie su Bergamo e provincia (18-23 settembre 2017)

Notizie su Bergamo e provincia (18-23 settembre 2017)
Eventi 21 Settembre 2017 ore 09:00

23 SETTEMBRE

 

1 – Fontanella, profugo nega la violenza. Risposte sconclusionate di fronte al gip

Non ha avuto nessuna reazione di fronte alla foto dell’operatrice. E ha negato anche di aver baciato l’operatrice del centro di accoglienza, bloccandola contro il vetro della doccia, e di aver abusato sessualmente di lei dopo che l’aveva picchiata e che lei aveva perso conoscienza. Silvestro S., il 20enne della Sierra leone arrestato per la violenza sessuale al centro d’accoglienza di Fontanella ha ammesso, invece, di fronte al gip, in carcere, di averla spinta, anche colpita. Ma le sue risposte sono state parecchio sconclusionate, tant’è che non è esclusa una nuova perizia psichiatrica. L’8 settembre scorso, però, nel centro psicosociale di Romano di Lombardia che fa capo all’Asst Bergamo Ovest di Treviglio, erano state escluse patologie psichiatriche.

2 – Popolazione bergamasca in crescita ancora: perde l’hinterland, guadagna l’Isola

La Bergamasca ha 2.602 abitanti in più certificati dall’Istat nei 12 mesi dell’anno, per un totale di 1.109.933 abitanti. Lo scrive oggi L’Eco di Bergamo, che ha approfondito le cifre in relazione alle aree. Ne è risultato che fascia intorno alla città e provincia perdono abitanti, mentre è in buona ascesa l’Isola.

3 – Aruba inaugura il 5 ottobre a Ponte San Pietro. Con la Ducati

Aruba, leader nei servizi di web hosting, e-mail, Pec e registrazione domini, e tra le prime aziende al mondo per la crescita dei servizi di data center e cloud, inaugura il più grande data center campus d’Italia a Ponte San Pietro con un evento che si terrà nei giorni 5 e 6 ottobre. Il 6 ottobre, in particolare, ci sarà un evento aperto al pubblico al pomeriggio, dal titolo Rock e Racing. Si partirà con uno stunt game a cura di Emilio Zamora, Official Ducati Stunt Team (ore 15.00; 17.00 e 18.30). Seguiranno la dj session di Dj Ringo (Virgin Radio), interviste e sketch con i piloti, manager e team di Superbike e Superstock di Aruba, a cura di Giovanni Di Pillo, e la proiezione dei video più spettacolari della stagione 2017. Non mancheranno una sessione di autografi e foto opportunity con i piloti Marco Melandri, Chaz Davies, Michael Ruben Rinaldi e Mike Jones.

4 – Settimana della Moda, Gori e Parodi al gala AmfAr

La fine della riunione del Patto di Sindacato degli azionisti Sacbo, a cui il sindaco di Bergamo ha presenziato, poi uno smoking e via alla volta di Milano. Giorgio Gori più signora, ovvio, la nota giornalista Cristina Parodi. Erano attesi ieri sera al gala AmfAr, con fini benefici, all’interno della Settimana della Moda. La coppia ha posato per il photocall di rigore, tra un Luca Argentero e una Federica Panicucci, con rispettivi compagni.

5 – Valorizzazione della selvaggina: parte il progetto Selvatici ma buoni

Valorizzare il patrimonio faunistico bergamasco, rispettando l’ambiente e dando nuovo impulso al turismo enogastronomico attraverso la creazione di una filiera tracciata della carne di selvaggina. Sono queste le finalità del progetto Selvatici e Buoni, partito ieri presso la Comunità Montana di Clusone. Il progetto, curato dall’Università di Scienze Gastronomiche di Pollenzo, in collaborazione con il Dipartimento di Medicina Veterinaria dell’Università di Milano e la Società Italiana di Medicina Veterinaria Preventiva con il sostegno della Fondazione Una Onlus, punta a ridare valore ad un’eccellenza alimentare troppo spesso sottovalutata come la carne di selvaggina, che nel territorio bergamasco ha enormi potenzialità considerata la presenza di oltre 13mila ungulati selvatici tra cui cervo, camoscio, capriolo e cinghiale.

 

22 SETTEMBRE

 

1 - Trovato cadavere in via S. Bernardino nei pressi del rondò di Colognola

Gli agenti di polizia lo hanno ritrovato oggi pomeriggio in una vasca d’acqua, poi prosciugata grazie all’intervento dei vigili del fuoco. Il cadavere di un uomo, probabilmente un senzatetto, rivenuto nell’area dismessa dell’ex, Gres, via San Bernardino, poco prima del rondò di Colognola venendo dalla città. L’area è spesso battuta da vagabondi, tossicodipendenti ed extracomunitari senza dimora. Ancora incerte le cause del decesso e da quanto tempo l’uomo si trovasse lì: il corpo è stato portato all’ospedale «Papa Giovanni XXIII» dove verrà sottoposto ad un esame autoptico.

2 - Femì: un nuovo asilo nido per il quartiere di Redona

Presentato oggi pomeriggio Femì – in greco «io parlo» – il nuovo asilo nido del quartiere di Redona. La nuova struttura, aperta con l’inizio delle scuole una decina di giorni fa, si trova negli spazi ristrutturati della ex Filati Lastex, ed è gestita dalla Cooperativa Sociale La Fenice. Il nuovo nido è collocato in un’area particolarmente verde della città, in quanto gode della vicinanza del parco Turani: sarà un’importante apertura per i giochi e le avventure dei bimbi dai 3 ai 36 mesi che lo frequenteranno. La Cooperativa La Fenice e il Comune di Bergamo hanno stipulato una convenzione grazie alla quale 20 bambini potranno accedere al servizio alle tariffe comunali. «Da settembre, dopo oltre trent’anni di attesa, anche il quartiere di Redona a Bergamo ha un Nido: Femì. Il nuovo servizio è stato realizzato su richiesta del Comune di Bergamo dalla Cooperativa Sociale La Fenice, che ringrazio a nome di tutta l’Amministrazione», spiega l’Assessore all’Istruzione Loredana Poli, «Quello degli asili nido è un tema al quale l’Amministrazione è molto attenta: basti pensare al rifacimento del nido di Loreto, che sarà pronto entro l’anno con ambienti e impianti rifatti». «Credo sia doveroso un grazie a tutti quelli che negli anni hanno tenuto vive la volontà e la forza per avere un Nido nel quartiere di Redona” aggiunge Fabrizio Persico, Presidente della Cooperativa La Fenice “Un grazie particolare a monsignor Colombo, che oggi purtroppo non c’è più e non potrà vedere quel Nido che non sarebbe mai arrivato senza di lui. Come in ogni campo, le risorse economiche impegnate non bastano a garantire la qualità: serve passione e curiosità, elementi con i quali iniziamo questo nuovo progetto».

3 – Il litigio finisce a colpi di fucile. Vuol colpire la casa, prende il cane

Il povero volpino, che non c’entrava niente, si è preso una fucilata di striscio da 50 metri. Non c’entrava niente nella lite tra il suo padrone – ultrasettantenne - e un vicino di casa, in Val Brembilla. Il vicino, però, un 54enne, per aver l’ultima parola dopo un battibecco ha pensato bene di sparare all’abitazione del «nemico». Ha preso il cane, però. E poteva andare anche peggio. È stato denunciato dai carabinieri della Compagnia di Zogno per maltrattamento di animale, porto abusivo di armi e multato per esplosione in luogo pubblico.

4 – Ryanair, O’Leary si scusa. Ma non si escludono altre cancellazioni

O’Leary, Ceo di Ryanair, si è scusato con i 400mila clienti coinvolti, ammettendo che di fronte al caos sarebbe giusto chiamarlo «clown» e dichiarandosi fiducioso nella possibilità di trovare una soluzione per la gran parte dei clienti (95%) lasciati a terra, con rimborsi o protezione, entro fine settimana. Per evitare il disastro, la compagnia low cost sta cercando di convincere parte dei piloti a rivedere il piano ferie o ad accettare un bonus per rinunciarvi. Ma le notizie su questo fronte, stando alla stampa estera, sono tutt'altro che ottimistiche: le basi di Dublino, Barcellona e Shannon si sono unite ai colleghi di altre 40 basi nel rigettare le proposte di tregua dell'azienda.

5 – Aston Martin sequestrata in centro. È di un finanziere sotto inchiesta

Vanno avanti i sequestri nei confronti del finanziere Marco Sarti, arrestato per bancarotta fraudolenta e altri gravi reati fiscali. La Guardia di Finanza di Lecco, dopo averlo arrestato, ha messo in sigilli a un’Aston Martin di proprietà di una società elvetica riconducibile al professionista lecchese. La teneva in un box nel centro di Bergamo. L’Aston Martin sequestrata va ad aggiungersi al sequestro di beni mobili e immobili in Costa Smeralda, Lecco e Bergamo e a cinque autovetture e un motoveicolo, rintracciati in vari silos siti nelle provincie di Lecco, Bergamo e Sassari, tutti riconducibili al consulente. Si tratta di una autovettura Ferrari modello F430, di due Porsche (una modello Boxster ed una 911 Turbo), di una Mini Cooper e di una Jeep Wrangler, oltre a una moto Yamaha e a disponibilità finanziarie liquide per un valore complessivo di oltre due milioni di euro.

6 – I Mercatanti prestano i blocchi di cemento: via Maj il 29 ottobre

Inizialmente si era pensato a una cancellazione, perché la festa di via Maj è autogestita e senza grandi risorse, pur avendo grande storia e riscontro di pubblico: dover tirare fuori dei soldi per avere i blocchi di cemento, ormai irrinunciabili, come da normativa, era fuori luogo. I Mercatanti hanno però reso disponibili i plinti usati lo scorso weekend, quindi la manifestazioni di via Maj torna in calendario, anche se un po’ in ritardo rispetto al solito: si terrà il 29 ottobre.

7 – Riduzione in schiavitù: nigeriano 35enne arrestato a Dalmine

Arrestato a Dalmine e portato in carcere a Bergamo per espiare una pesante condanna, in concorso di colpa: riduzione di persone in schiavitù. Sono stati i Carabinieri della locale stazione ad eseguire il provvedimento restrittivo emesso dalla Procura della Repubblica di Napoli. In cella un nigeriano 35enne: deve scontare 9 anni di carcere. Il reato è stato commesso tra Napoli e Siracusa.

8 - Alessio e Mirko hanno coronato il loro sogno d’amore
Alessio e Mirko hanno coronato la loro storia d’amore scambiandosi gli anelli e pronunciando il fatidico «sì» di fronte a parenti e amici. Lo hanno fatto domenica nella splendida cornice del castello di Malpaga. Ad officiare la cerimonia il sindaco di Calvenzano Fabio Ferla. La loro è la prima unione civile celebrata a Calvenzano.

 

21 SETTEMBRE

 

1 - Violenza sessuale, c'è la conferma. La ragazza parla con i carabinieri

Il volto tumefatto e il collo livido, con i segni della presa dell’uomo. Voleva strangolarla e forse ci sarebbe riuscito, non fossero intervenuti i due altri migranti, allertati dalle urla. Parla con i carabinieri la ragazza violentata ieri a Fontanella. A raccogliere la testimonianza straziante della vittima è stata una donna: il maresciallo Annalisa Manfreda, della compagnia di Treviglio. Quattro lauree, specializzata nella gestione della violenza di genere, Manfreda ha parlato di un racconto lungo, durato diverse ore e conclusosi con un abbraccio, nelle lacrime. «Con una collega, in borghese, siamo andate in ospedale a parlare con la ragazza – ha spiegato – È stato un racconto difficile e faticoso. Non è facile fare determinate domande e precisazioni. Indubbiamente era molto provata». La violenza sessuale, confermata dagli esami, si è consumata nell’antibagno. Il 20enne teneva ferma la porta, mentre la giovane vittima – classe 1997, originaria di un’altra regione italiana ma residente da tempo nella Bassa – gridava a stento. Con le mani di lui alla gola. Poi l’intervento dei due altri migranti. Massimo riserbo per ora sulla loro identità: si tratta di due africani, non sierraleonesi, anche loro richiedenti asilo. Sono riusciti a fermare la furia del 20enne, e a liberare la ragazza. Intanto, è arrivata la chiamata al 112. Lui, sentendosi braccato, nel giro di qualche manciata di secondi ha cercato la fuga. Ha raggiunto il primo piano della cascina e si è lanciato nel vuoto della finestra, per poi fuggire nei campi. Troppo tardi: i carabinieri erano già sul posto e l’hanno circondato. A fermarlo, il maresciallo Murrone, della stazione di Calcio. L’accusa per ora è di violenza sessuale aggravata dalla minorata difesa e lesioni aggravate. Non è tecnicamente in arresto, ma in stato di fermo indiziario.

2 - Salvini a Fontanella: «Indegno e ingiusto che nessuno risponda…»

«Non mi rassegno agli undici stupri al giorno che si registrano in Italia”. Così Matteo Salvini ha aperto la sua visita a Fontanella. Un presidio organizzato ieri alla luce dei gravi fatti accaduti alla Cascina Fenatica, la struttura che ospita diversi richiedenti asilo e gestita dalla coop di padre Antonio Zanotti. “Deve far riflette che l’8% della popolazione compie il 40% dei reati – ha aggiunto – e con l’aumento degli sbarchi sono destinati ad aumentare anche i reati così come le malattie».

3 - Oriocenter domani apre alle 6: gente in coda per i nuovi prodotti

Oriocenter comunica che venerdì 22 settembre, in occasione del lancio al pubblico dei nuovi prodotti Apple, la galleria del mall orobico più grande d’Italia aprirà anticipatamente alle 6. L’accesso a Oriocenter avverrà dagli ingressi arancio e blu (consentendo l’utilizzo dei medesimi parcheggi durante la notte) al fine di permettere agli appassionati di disporsi in coda davanti all’Apple Store, la cui apertura è fissata alle 8. Tutti gli altri
punti vendita di Oriocenter, invece, apriranno regolarmente alle 9.

4 – Violenza a Fontanella, il procuratore: «Plauso ai due migranti intervenuti»

Dopo la vicenda di ieri, un’operatrice d 26 anni di un centro di accoglienza di Fontanella chiusa in bagno, picchiata e violentata da un profugo di 20 anni, poi arrestati, è intervenuto il procuratore. «Nel sottolineare la tempestività dell’intervento dei carabinieri che hanno bloccato l’aggressore – ha detto Walter Mapelli, come riportato da Bergamonews – , devo fare un plauso ai due richiedenti asilo che sono intervenuti, seppur tardivamente, e hanno evitato conseguenze più gravi alla vittima della violenza, che oltre a essere abusata era stata anche picchiata».

5 – Amazon si affida alle poste: 36 assunzioni a Bergamo

Dalla fine di questo mese fino a marzo 2018 sarà Poste Italiane a occuparsi della consegna di parte dei pacchi Amazon. La prossima settimana sarà definita l’organizzazione del lavoro anche nella Bergamasca. Questo dovrebbe portare a nuovi posti di lavoro: 36 solo in provincia.

6 – Le svaligia la casa, ma è gentile: restituisce le chiavi

Una donna è stata avvicinata da una sconosciuta che, con una scusa, è riuscita a rubarle le chiavi di casa e a farsi dire l’indirizzo. Poi, la donna era dal parrucchiere, la casa è stata svaligiata. Una piccola gentilezza, però, dopo il colpo: sono state restituite le chiavi alla signora. È successo in città, in via Sant’Antonino.

7 – Ryanair, in campo anche la procura di Bergamo: aperta un’inchiesta

La Procura della Repubblica di Bergamo, a seguito di formale esposto presentato dal Codacons, ha aperto un’inchiesta sulle cancellazioni dei voli da parte di Ryanair. È quanto comunica il Codacons in una nota.

8 - Prorogato al 1 ottobre il termine per la presentazione di proposte sulla riperimetrazione dei quartieri cittadini

Prorogato al 1 ottobre il termine per la presentazione di modifiche e proposte sulla riperimetrazione dei quartieri cittadini. È on line dall’inizio di agosto la mappa interattiva che consente a tutti i cittadini, in modo semplice e intuitivo, di inoltrare all’Amministrazione Comunale eventuali richieste di chiarimento per partecipare al piano per la ridefinizione dei confini dei quartieri. Il lavoro di ri-perimetrazione è stato avviato un anno e mezzo fa in quanto alcune Reti Sociali, gruppi e Comitati di quartiere evidenziavano la poca corrispondenza, in alcuni casi, tra la percezione collettiva e alcuni confini adottati dal PgT del 2009. Le proposte di modifica saranno successivamente verificate e valutate anche, se necessario, insieme alle Reti Sociali; a conclusione del processo partecipativo il piano, ormai definitivo, verrà ratificato in Consiglio Comunale. Le segnalazioni potranno essere effettuate anche attraverso la posta elettronica scrivendo all’indirizzo ass.innovazionesemplificazione@comune.bg.it.

 

20 SETTEMBRE

 

1 - Chiusa in bagno, picchiata, violentata. Arrestato un profugo a Fontanella

Un tentativo di violenza sessuale nei confronti di un’operatrice 26enne. Per questo indagano i carabinieri della Compagnia di Treviglio in relazione all’aggressione avvenuta stamani alla cascina Fenatica di Fontanella. L’allarme alla cascina, che ospita una comunità di richiedenti asilo, è scattato verso le 10.20. La ragazza è stata chiusa nel bagno da uno degli ospiti, un 20enne della Sierra Leone. Secondo le prime ricostruzioni lì il ragazzo l’avrebbe picchiata e violentata. È ancora in fase di accertamento, invece, se sia stato consumato o meno lo stupro. La 26enne, ricoverata in ospedale, è stata comunque giudicata guaribile in 30 giorni. «Una prognosi importante», come l’ha definita il procuratore di Bergamo Walter Mapelli che parlato di un «fatto tragico». Le urla della ragazza hanno attirato l’attenzione di altri due immigrati, ospiti della struttura. Quando l’hanno sentita chiedere aiuto hanno forzato la porta riuscendo a liberarla. Un intervento che il procuratore e il colonnello dei carabinieri Biagio Storniolo non hanno esitato a definire provvidenziale. Il 20enne, invece, è stato raggiunto e fermato poco dopo nei campi dai carabinieri di Calcio.

2 - Due arresti della Polizia Locale per spaccio in via Paglia

Due arresti nel tardo pomeriggio di ieri da parte della Polizia Locale del Comune di Bergamo nell’ambito del servizio di prevenzione e contrasto all'attività di consumo e spaccio di sostanze stupefacenti nella zona di via Paglia. L’intervento che ha condotto ai due arresti è scattato quando due individui, alla vista degli agenti, hanno cercato di allontanarsi verso via Bonomelli. Gli agenti hanno allora invitato i due uomini a fermarsi ed esibire un documento di identità. Alla richiesta degli agenti uno dei due, S.S., 18 anni, ha svuotato le tasche, lasciando cadere una dozzina di grammi di hashish a terra, ed è scappato. Uno degli agenti lo ha inseguito e immobilizzato a fatica, dopo una breve colluttazione che è gli costerà 5 giorni di prognosi. Per il giovane denunce per resistenza all’arresto, false generalità e detenzione di sostanze ai fini dello spaccio. L’altro ragazzo è invece T.M., 19 anni, residente a Bergamo: per lui denuncia a piede libero per detenzione di una decina di grammi di hashish. Gli sono stati sequestrati anche 85 euro in banconote di piccolo taglio e due telefoni cellulari.

3 - Spaccata allo Sweet Life di Brignano, rubate slot e cambiamonete

Ennesima spaccata al bar Sweet Life café di via Circonvallazione a Brignano. E’ successo nella notte tra domenica e lunedì. La banda di quattro malviventi è arrivata in paese a bordo di un fuoristrada e, giunta davanti al locale, ha utilizzato l’auto come ariete per strappare l’inferriata di ferro della finestra. Rotto poi il vetro, i quattro sono riusciti a penetrare nel locale. Nel mirino della banda c’erano le macchinette da gioco presenti all’interno del bar. I malviventi durante il blitz sono riusciti a portare fuori dal locale due slot machine e il cambiamonete. Caricate le macchinette sulla stessa auto utilizzata per compiere la spaccata, sono riusciti a fuggire indisturbati. Non è stato quantificato il bottino, tra monete e banconote contenute nelle macchinette da gioco, ma i danni al locale sì: riparare finestra e inferriata costerà almeno 500 euro alla titolare.

4 – Sosta a basso costo all’ex gasometro: 40 euro al mese per i pendolari

Buone notizie per i pendolari che si recano ogni mattina alla Malpensata in auto per andare a prendere il treno o l’autobus. I 292 posti auto che troveranno posto nell’ex gasomoetro – il parcheggio dovrebbe essere pronto per la primavera del 2018 – avranno una tariffa oraria di 1,40 euro. C’è però la possibilità di fare l’abbonamento mensile a 40 euro in convenzione con il trasporto pubblico locale. Parcheggio diurno, naturalmente. Senza la convenzione verrà 50 euro, mentre costerà 75 euro l’abbonamento notte e giorno.

5 – In Borgo Palazzo apre il primo supermercato Pam local di Bergamo

Non più solo via Camozzi. Sulla scorta dell’esperienza positiva dei Carrefour Express, un altro supermercato di dimensioni urbane apre in città, con un insegna storica.  Domani, giovedì 21 settembre, su la saracinesca per  il primo Pam local di Bergamo: lo store sorgerà nel quartiere di Via Borgo Palazzo, al civico 35. Il punto vendita sarà aperto 7 giorni su 7 con orario prolungato fino alle 22 per un servizio di prossimità dedicato a studenti e lavoratori, single e famiglie, anziani e turisti.

6 – Fermata banda di «ladri-Robin Hood». Reclutava nel Bergamasco

Dei nove arrestati uno scriveva su Facebook, alla vice professione, «Ladro». Altri: «Rubiamo ai ricchi per dare ai poveri». Sono nove le persone arrestate nell’operazione «Robin» (nome che nasce proprio dalla frase apparsa sul  profilo Facebook di uno dei ladri) coordinata dalla Procura e condotta dal Nucleo investigativo di Cuneo e Radiomobile della Compagnia di Saluzzo. L’indagine ha permesso di smantellare una banda di albanesi specializzata in furti con base nella Granda. Le persone arrestate, tra Cuneo e Milano, sono accusate, a vario titolo, di aver messo a segno 18 colpi tra l’inverno 2016 e la primavera 2017 a Farigliano, Vicoforte, Busca, Manta, Villafalletto, Lesegno, Mondovì, Verzuolo, Pianfei, Villanova Mondovì e San Michele Mondovì. Complessivamente è stata recuperata refurtiva per oltre 40 mila euro. La «sede» della banda era a Cuneo: da lì i ladri decidevano gli obiettivi e pianificavano i colpi. Poi, procurava alloggi sicuri e telefoni nuovi ai complici, che reclutava tra la malavita albanese di Milano e del Bergamasco.

7 – Dall’Australia pronti 300 milioni per finanziare l’autostrada Bergamo-Treviglio

La svolta per l’autostrada Bergamo-Treviglio sta per arrivare, forse. Dall’altra parte del mondo, per la precisione: dall’Australia. Il gruppo bancario Macquarie sarebbe disposto a investire 300 milioni di euro per la realizzazione dell’attesa infrastruttura. L’assessore regionale alle Infrastrutture e mobilità Alessandro Sorte ha avuto le garanzie dai rappresentanti dell’istituto di credito. Con Macquarie il Gruppo Vitali - di cui fa parte la società Vita che è il socio di maggioranza di Autostrade bergamasche -, ha già lavorato: da lì sono arrivati i finanziamenti per la costruzione di Porta Expo, la strada con struttura ad archi che permetteva l’accesso alla piastra dell’esposizione universale del 2015.

8 – Seriate, in sei scuole mense colorate con nuove luci, tavoli e armadi

Pranzare avrà un altro aspetto nelle mense scolastiche. In 6 scuole seriatesi le sale da pranzo hanno tavoli e muri colorati, bicchieri celesti e alle pareti fanno bella mostra disegni e dipinti variopinti. Nei mesi di luglio e agosto sono state apportate delle migliorie nei refettori e nelle cucine della scuola dell’infanzia Primavera, nella materna Lorenzini e nelle primarie Donizetti, Rodari, Cerioli e Battisti. Come dichiarato in sede di gara, SerCar ha apportato delle migliorie nelle mense scolastiche per accrescere la qualità abitativa degli ambienti.

 

19 SETTEMBRE

 

1 - Stracciatella inventata a Bergamo. Nasce un marchio per valorizzarla

Il gusto di gelato inventato a Bergamo da Enrico Panattoni, de La Mariana, negli anni '60 diventa oggi volano per nuove strategie di sviluppo del settore ed elemento di attrattività turistica su scala nazionale ed estera. Nel corso di una conferenza in programma lunedi 25 settembre alle ore 15 nella sala di Porta Sant'Agostino, verrà presentato alla stampa il progetto La stracciatella il gelato di Bergamo, strategie e iniziative per valorizzare e rilanciare l'eredità gastronomica della stracciatella. Promosso dai Gelatieri Bergamaschi, Ascom Bergamo e sostenuto dalla Camera di Commercio, La stracciatella il gelato di Bergamo si inserisce tra i progetti Lombardia Orientale 2017 East Lombardy – Regione Europea della Gastronomia per promuovere il territorio attraverso la promozione delle sue tradizioni enogastronomiche.

2 - Referendum autonomia, si cercano 800 assistenti digitali in provincia

Dopo la sottoscrizione del contratto da 23 milioni di euro per l'acquisto di 24mila tablet, è partita la ricerca di 7mila assistenti per il voto. La Regione Lombardia si è preparata anche così al referendum per l'autonomia del prossimo 22 ottobre. Ad assumere i 7mila digital assistant sarà la Diebold Nixdorf, attraverso Manpower. Solo in provincia sono 800 i giovani interessati.

3 - Scontri dopo Atalanta-Inter, assolto il decimo ultrà

Assolto per non aver commesso il fatto. Così il collegio presieduto dal giudice Antonella Bertoja si è pronunciato nei confronti di Giulio Bocchi, il decimo ultrà atalantino arrestato al termine di Atalanta-Inter del 16 gennaio 2016. Bocchi, 24 anni, di Crema, era accusato di concorso morale nei violenti scontri con le forze dell’ordine avvenuti in centro, tra la paura dei passanti.

4 – Cancellazioni, Codacons denuncia Ryanar. «Se si negano gli indennizzi, è truffa»

Il Codacons presenterà oggi un esposto anche alla Procura di Cagliari – insieme a quella di Roma e Bergamo – per denunciare la compagnia aerea Ryanair per il caos delle cancellazioni dei voli e chiedendo che, se ai passeggeri non saranno riconosciuti risarcimenti per i danni subiti, oltre ai rimborsi dei biglietti, si proceda per il reato di tuffa. «Abbiamo deciso di rivolgerci alla magistratura affinché sia fatta luce sul comportamento della compagnia aerea sotto il profilo penale, e perché siano pienamente tutelati i diritti dei passeggeri – spiega in una nota il presidente Carlo Rienzi -. Numerosi passeggeri stanno infatti contattando il Codacons denunciando disagi enormi e danni economici non indifferenti causati dalla cancellazione del proprio volo a ridosso delle date di partenza». C’è chi ha prenotato hotel o auto a noleggio e ha perso i soldi pagati non riuscendo a trovare voli alternativi per raggiungere la propria destinazione, ma anche cittadini in vacanza cui è stato cancellato il volo di rientro e che stanno sostenendo costi ingenti per alloggi e trasferimenti alternativi, oltre alla perdita di giorni di lavoro nei casi in cui non riescano a reperire un volo. «È evidente – sostiene il Codacons – che il solo rimborso del biglietto non è un indennizzo sufficiente: la normativa prevede espressamente una compensazione pecuniaria nei casi in cui la cancellazione non sia comunicata almeno due settimane prima della partenza, risarcimento che può arrivare a 600 euro a passeggero». «Proprio su tale aspetto il Codacons chiede alle Procure di fare luce, perché – conclude la nota – se saranno negati gli indennizzi accessori al rimborso del biglietto, previsti dalle norme vigenti, potrebbero determinarsi reati come quello di truffa».

5 - Velostazione a Piazzale Marconi, vinto un bando dal Comune

Una bella notizia per la città di Bergamo. È stato infatti pubblicato sul sito del Ministero dell'ambiente la graduatoria relativa allo schema di Decreto Ministeriale di ripartizione delle risorse e di individuazione degli enti beneficiari del Programma sperimentale nazionale di mobilità sostenibile casa-scuola e casa-lavoro. Il Comune di Bergamo si è aggiudicato il bando con il progetto Bergamo Bus & Bike, di un valore complessivo di 5 milioni e che porterà risorse al Comune di Bergamo per un totale di un milione. Il progetto del Comune di Bergamo si è classificato al nono posto su 114 proposte presentate. Tante le azioni previste dal progetto del Comune di Bergamo. La più rilevante è la progettazione e la realizzazione di una velostazione - e del connesso servizio di gestione - che ospiterà circa 100/120 biciclette con accesso automatizzato tramite tessere magnetiche, in piazzale Marconi nei pressi della stazione ferroviaria di Bergamo. Questa sarà a servizio dei lavoratori pendolari e degli studenti di numerosi istituti scolastici, al fine di rafforzare l’interscambio modale tra trasporto pubblico, mobilità pedonale e ciclistica negli spostamenti casa-scuola e casa-lavoro.

6 - Zingonia, nuova operazione anticrimine dei carabinieri

Zingonia, dalle prime ore dell’alba di oggi circa 100 militari sono impegnati nell’ennesima massiccia attività di polizia giudiziaria pianificata e in gestione alla Compagnia carabinieri di Treviglio, da un anno esatto comandata dal capitano Davide Onofrio Papasodaro. Alla vasta attività di polizia, denominata «Operazione Zingonia 6», che ha come precedenti ben 5 analoghi interventi svoltisi il 15 novembre 2016, il 26 gennaio 2017, il 9 marzo 2017, il 25 maggio 2017 e il 27 luglio 2017, stanno collaborando anche i Vigili del Fuoco del Comando Provinciale di Bergamo, per quanto riguarda in particolare le esigenze relative all’eventuale rimozione di ostacoli fissi, e alcuni agenti della Polizia locale di Ciserano per quanto attiene invece le attività di sicurezza secondaria e di viabilità. L’intera zona è stata completamente cinturata dai militari dell’Arma in assetto operativo. Entro la giornata verranno resi noti i risultati conseguiti nell’operazione.

7 – Arrivano bollette esorbitanti: «Per il gas anche 5mila euro»

Sorprese poco piacevoli nell’ultimo periodo abitano la cassetta della posta di molti consumatori, anche in provincia di Bergamo: accade sempre più spesso, infatti, che arrivino bollette esorbitanti per le fatture dell’energia (gas e elettricità). Nell’ufficio di Adiconsum a Bergamo sono state portate bollette da qualche migliaio di euro, anche fino ai 5mila, che a volte considerano anche periodi prescritti oltre i 5 anni. Non si tratta di uso sconsiderato delle risorse energetiche: semplicemente sono conguagli, alcuni relativi anche a parecchi anni addietro e spesso successivi a un cambiamento di fornitore. «In molti casi – spiega Mina Busi, presidente di Adiconsum Bergamo -, i conguagli ricevuti dagli utenti non sono altro che il frutto di anni di addebiti dovuti a conteggi di consumi meramente stimati, ma si sono presentati anche casi con letture effettive. Ciò accade con particolare frequenza perché le aziende erogatrici di tali servizi non tengono conto delle periodiche letture dei contatori, oppure agiscono in seguito ad errori di valutazione o, comunque, a causa di fatturazioni incongrue, certamente non imputabili agli utenti. D’altronde, per un consumatore comune è impossibile conoscere i parametri utilizzati per il ricalcolo di consumi effettuati anni prima. Così, non avendo gli strumenti idonei per difendersi e far valere i propri diritti o, più semplicemente, per non dover entrare nel complesso e oneroso meccanismo per l’accertamento della verità per via amministrativa o giudiziaria, rischiano di trovarsi di fatto costretti a pagare somme ingenti, anche di alcune migliaia di euro, per evitare il distacco dell’utenza domestica». Per evitare sorprese vanno sempre controllate le letture del contatore riportate sulla bolletta con quella presente sull’apparecchio dell’abitazione. Verificare sempre i consumi al contatore per rilevare eventuali anomalie che vanno subito segnalate e quando si cambia fornitore bisogna verificare con foto i consumi del contatore e controllare sul contratto la modalità di invio della lettura, non è la stessa per tutte le società. Cosa deve fare un consumatore che riceve una fatturazione anomala? Per prima cosa si deve fare reclamo alla società – questa ha 40 giorni di tempo obbligato per rispondere -, di solito rigetta il reclamo e all’utente non resta che denunciare all’Autority – Aeeg – il comportamento scorretto. Ricordiamo che l’Authority può solo sanzionare la società ma non ha titoli per risolvere il problema dell’utente. Si dovrà avviare la conciliazione, tra l’utente e la società per trovare un accordo e il tutto deve accadere entro 30 giorni dalla richiesta di conciliazione. Va anche detto che per importi inferiori ai 2.500 euro si può citare in giudizio il gestore direttamente dal giudice di pace richiedendo anche eventuali danni.

8 – Bergamo Bene Comune, manifestazione non solo contro il parcheggio alla Fara

«Per una gestione condivisa della città ogni giorno, non solo ogni 5 anni: se vuoi ascolto, coinvolgimento, trasparenza, partecipazione nei processi di trasformazione della città, se vuoi che siano i cittadini, in collaborazione con l'amministrazione, a definire le priorità della città futura se vuoi che l’Amministrazione sia tenuta ad attivare processi partecipativi strutturati su richiesta dei cittadini, se vuoi una gestione oculata e socialmente utile delle risorse pubbliche, a favore di tutti e soprattutto dei più bisognosi». Così i promotori - NoParkingFara, Legambiente Bergamo, Coordinamento delle Associazioni e Comitati di quartiere di Bergamo, Unione Inquilini, Rete Bergamasca per l'Alternativa al G7, Comitato di Lotta per la Casa Bergamo, Comitato No alla Vendita Ex Asilo Principe di Napoli – promuovono la manifestazione del 23 settembre, ore 15, con ritrovo davanti al municipio - Palazzo Frizzoni. Un corteo a salire in città alta fino a Piazza Vecchia «contro decisioni prese senza ascoltare la città». Al centro della protesta, soprattutto, il parcheggio all’ex parco faunistico della Fara, le politiche sulla mobilità, le politiche ambientali l’aeroporto, il suo piano di sviluppo, il suo impatto sulla città la vendita dell’ex asilo Principe di Napoli, le sue destinazioni sociali, le politiche sulla casa, i diritti elementari e la tutela dei più deboli.

 

18 SETTEMBRE

 

1 - Ancora violenza all'ospedale Bolognini di Seriate: un uomo aggredisce medico e tre infermiere

È ormai un caso la questione della sicurezza all'ospedale Bolognini di Seriate. I dipendenti della struttura, infatti, hanno lanciato una raccolta firme per chiedere che venga messo in funzione un sistema di vigilanza privata per tutelarli, visto che sono sempre più frequenti i casi di aggressioni fisiche o verbali nei loro confronti. E dopo che qualche settimana fa era scoppiata una vera e propria rissa tra diversi soggetti di cittadinanza indiana tra le corsie dell'ospedale, questa volta, la sera di domenica 17 settembre per la precisione, un medico e tre infermiere sono stati aggrediti da un uomo che si era recato nel pomeriggio al Pronto soccorso per essere visitato. L'aggressore, dimesso alle 20 circa, secondo quanto riferito da L'Eco di Bergamo ha dato in escandescenze perché il numero del Taxi che stava provando a contattare per tornare a casa, a Chiuduno, era sempre occupato. Dopo essersene andato, però, nella tarda serata l’uomo è tornato all'ospedale, questa volta in ambulanza, e ha iniziato a chiedere di essere visitato prima degli altri. Ai tentativi di calmarlo del personale medico, l'uomo ha reagito entrando di forza in una stanza e aggredendo un’infermiera; in soccorso della donna è giunto un medico, aggredito a sua volta a calci, pugni e morsi. Invece che calmarsi, l'ira dell'aggressore è ulteriormente cresciuta e ha iniziato a lanciare contro il medico, l'infermiera e altre due colleghe accorse sul posto, addirittura i computer. I quattro dipendenti dell'ospedale, alla fine, sono riusciti a chiuderlo in un angolo (letteralmente) utilizzando un lettino per le visite e attendendo l'intervento dei Carabinieri, i quali, dopo averlo bloccato, lo hanno portato ad Alzano, dove è stato sottoposto ad un Tso. In un comunicato stampa, la dirigenza dell'ospedale ha commentato: «L’Asst Bergamo Est, di concerto con le Istituzioni competenti, ha già individuato e sta realizzando una serie di interventi, organizzativi e strutturali, per meglio contenere il fenomeno tra i quali l’istituzione di un servizio di vigilanza h 24».

2 - Alla presenza di Gori e del ministro Martina, presentato il programma della "settimana dell'agricoltura" di preparazione al G7 del 14 e 15 ottobre

È stato presentato la mattina di lunedì 18 settembre, a Palazzo Frizzoni, dal ministro Maurizio Martina e dal sindaco Giorgio Gori, il programma della settimana dell'agricoltura che, tra eventi, laboratori e convegni, accompagnerà dal 7 ottobre il G7 dell'agricoltura a Bergamo (in programma il weekend del 14 e 15 ottobre). «Concentreremo la discussione su due temi cruciali: la cooperazione agricola correlata al fenomeno delle migrazioni e la protezione degli agricoltori, soprattutto piccoli, davanti alle crisi economiche e ambientali - ha dichiarato Martina in apertura -. Sfide che si possono vincere solo con il contributo di tutti, solo con una svolta educativa a partire dai più giovani e con un senso di cittadinanza più forte e consapevole da parte di ciascuno». «Bergamo ospita il G7 dell’agricoltura con il giusto grado di consapevolezza intorno ai temi che ne animeranno gli incontri, così da poter scommettere che l’evento del 14 e 15 ottobre lascerà il segno, e costituirà motivo – nei prossimi anni – per porre ancora più energia nell’affermazione dell’agricoltura sostenibile come leva di sviluppo economico, di qualificazione dei costumi alimentari e di valorizzazione del nostro territorio» ha invece detto Gori. Tantissimi gli ospiti attesi dunque in città per trattare i più svariati argomenti legati alla tematica dell'agricoltura. Tra i più noti, l'attivista politica e ambientalista Vandana Shiva, che parlerà l’11 ottobre all’Auditorium di piazza della Libertà dell’agricoltura sociale; il magistrato Gherardo Colombo e il comandante dei NAS di Brescia Simone Martanoil terranno invece una conferenza sul “Diritto al cibo”; venerdì 13 ottobre appuntamento al teatro Sociale di Bergamo con Giorgio Gori, il vescovo Francesco Beschi, il ministro Martina, il commissario europeo per l’agricoltura Phil Hogan e la sottosegreteria Maria Elena Boschi per ragionare sull’ “Indice globale della fame 2017”. Sempre il 13 ottobre sarà la volta del premio Nobel per la medicina Renato Capecchi, in collaborazione con l’Associazione BergamoScienza. All’interno del calendario, anche la rassegna “Astino nel Gusto”, quattro giorni di appuntamenti con ristoratori, cantine e produttori locali e internazionali per celebrare East Lombardy 2017. Cracco, Oldani, Cannavacciuolo, Beck, Klugmann, Carlin Petrinisi si alterneranno tra laboratori, workshop, convegni in collaborazione con Visit Bergamo, Fondazione MIA e Magenta Bureau. «La società civile bergamasca porti il proprio contributo positivo al G7 e non perda l’occasione di essere protagonista di questo percorso: il sistema cibo e il suo rapporto con la terra e la democrazia possono essere la leva per rifondare e alimentare una nuova politica» ha chiosato il presidente della Provincia Matteo Rossi durante la conferenza stampa.

3 - Ilaria Bonetti, 22enne di Sovere, morta per un malore

È stata trovata morta nella sua casa di Rimini, dove si era trasferita da qualche giorno. Ilenia Bonetti, originaria di Sellere, frazione di Sovere, aveva soltanto 22 anni e a portare al tragico evento, secondo le prime informazioni, sarebbe stato un malore improvviso. Il 118 è intervenuto, ma purtroppo non c'è stato nulla da fare. Numerosi, sui social, i ricordi degli amici e delle persone che l'hanno conosciuta e le hanno voluto bene.

4 – Auto piomba in mezzo alla festa. Un padre salva la figlia di 4 anni

Non era un terrorista, però poco ci mancava che scappasse il morto. Sabato pomeriggio nel parcheggio della stazione ferroviaria di Romano, chiusa alle auto perché si stava svolgendo il Clash Royale - Street Festival, promosso dai volontari del Pro.G. progetto giovani dell’amministrazione comunale, è piombata un’auto impazzita, condotta da un ubriaco (il suo tasso alcolemico, si saprà poi, era 5 volte oltre il limite). La vettura è stata fermata a pochi passi da una bambina di 4 anni: il papà della piccola si è lanciato contro il mezzo ed è riuscito a costringere il guidatore a frenare.

5 - Arrestato a Treviglio un 37enne per aver picchiato e tentato di rapinare una 16enne

La sera di domenica 17 settembre, in pieno centro a Treviglio, un uomo di 37 anni, già noto alle forze dell'ordine, ha prima tentato di rapinare una ragazza di soli 16 anni, e poi, non essendo riuscito a farsi consegnare il cellulare, l'ha aggredita afferrandola per il collo. La ragazza, di origine cilena ma residente in città, ha tentato di reagire, ma è stata buttata a terra dall'uomo, che si è poi dato alla fuga. Appena arrivata a casa, la 16enne, sebbene ancora scossa e dolorante, ha raccontato al padre quanto avvenuto e questo ha denunciato i fatti alle forze dell'ordine, che si sono messe subito in moto per trovare l'aggressore. L'arresto è avvenuto poco dopo, quando il 37enne è stato rintracciato (grazie alla descrizione fornita dalla ragazza) in evidente stato di ubriachezza. La giovane, invece, è stata ricoverata in ospedale per medicare le ferite e i medici le hanno diagnosticato contusioni varie con una prognosi di 15 giorni.

6 – Mercatanti e traffico, l’anno prossimo forse un’isola pedonale

Richiama migliaia di visitatori ogni anno e manda il traffico in tilt. Quest’anno si è pensato di chiudere in caso di grande afflusso di pedoni la passeggiata sul Sentierone nella sua interezza, impedendo quindi alle auto di passare in viale Roma tra via Tasca e Porta Nuova. Per l’anno prossimo si valuta di dar vita a una vera isola pedonale per i 4 giorni della manifestazioni, con la possibilità di posizionare ulteriori bancarelle proprio su viale Roma.

7 – Due auto in fiamme poco dopo mezzanotte in via Corridoni

Due auto in fiamme poco dopo la mezzanotte, ieri, in via Corridoni, nei pressi di alcuni condomini e quindi con il rischio che fossero coinvolte delle persone. Fortunatamente non è accaduto. Le alte fiamme hanno richiamato l’attenzione dei residenti, che hanno chiamato il 112. L’incendio è stato spenti da due squadre dei pompieri. Sul posto anche la polizia di Bergamo per le indagini del caso. Non si conoscono ancora le cause del rogo.

8 – Incidente mentre va al lavoro, grave 21enne di Riva di Solto

Di solito passava dalla Rivierasca, che però è chiusa nel tratto tra Taverno e Riva di Solto, da cui partiva. Il 21enne, invece, stamattina, è passato dall’altra riva del Sebino ed è rimasto coinvolto in un grave incidente a Marone, ieri all’alba. Lo scontro frontale è stato violentissimo e ha sbriciolato la parte frontale delle due vetture, che sono poi rimbalzate all’indietro. Il conducente dell’altra auto, un 35enne di Gianico, è stato portato all’ospedale «Papa Giovanni XXIII» di Bergamo dov’è ricoverato in prognosi riservata e sarebbe in pericolo di vita. Grave, ma non in pericolo di vita, il 21enne di Riva di Solto.

9 - Comune vince bando del Ministero dell'Ambiente: in arrivo un milione per una velostazione in piazzale Marconi

Proprio nel giorno in cui prende il via la Settimana della Mobilità di Bergamo, ecco una bella notizia: Palazzo Frizzoni s'è aggiudicato un bando indetto dal Ministero dell'Ambiente e porta così a casa un milione di euro per realizzare una velostazione in piazzale Marconi. Il progetto è denominato "Bergamo Bus & Bike" e ha un valore complessivo di cinque milioni; si è classificato al nono posto su 114 proposte presentate. Molto soddisfatto l'assessore alla Mobilità, Stefano Zenoni: «Il progetto presentato è il risultato del lavoro trasversale di diversi uffici del Comune che si sono impegnati nella messa a sistema di una serie di azioni coordinate per la costruzione di un progetto complessivo importante: in primis il servizio mobilità e trasporti e il servizio ecologia e ambiente, che si sono dedicati alla progettazione tecnica ed alle specifiche relative ai dati sulle misurazioni dei benefici ambientali derivanti dal progetto; i servizi educativi per l’istruzione, che hanno collocato nell’ambito del progetto azioni di sensibilizzazione verso studenti di scuole di vario ordine e grado; il progetto sicurezza e la polizia locale, per l’educazione stradale nelle scuole; i lavori pubblici, che hanno predisposto i progetti di fattibilità tecnico-economica relativi ad interventi stradali; e l’ufficio Progettazione Europea, che ha coordinato e gestito l’intero progetto al fine di presentare una proposta di successo. Colgo l’occasione per ringraziarli tutti». L'Amministrazione ora prevede la progettazione e la realizzazione di una velostazione - e del connesso servizio di gestione - che ospiterà oltre cento biciclette con accesso automatizzato tramite tessere magnetiche in piazzale Marconi, nei pressi della stazione ferroviaria. Questa sarà a servizio dei lavoratori pendolari e degli studenti. È previsto inoltre l’acquisto e l’installazione, all’interno del deposito di Atb, di sei colonnine per la ricarica degli autobus elettrici. Il Comune realizzerà due nuove stazioni di bike sharing da collocare alla scuola primaria di secondo grado Mazzi in via Calvi e alla succursale del liceo Falcone in via Paglia, oltre a potenziare l’esistente stazione di bike sharing al campus dell’Università di Bergamo in largo Tironi

10 – Mille fan per Caparezza ieri al centro Le Due Torri di Stezzano

La sua inconfondibile chioma spunta sul palco del centro commerciale Le Due Torri alle 17 in punto. Ad attendere Caparezza ieri con il suo nuovo album Prisoner 709 c’erano un migliaio di fans che urlavano il suo nome e sventolavano il cd da farsi autografare grazie all’instore organizzato da Media World. L’età di chi segue il rapper di Molfetta è molto variegata: adolescenti, giovani, adulti, tanti i bambini accompagnati dai loro genitori che si fanno scattare una foto di famiglia. Perché Capa piace a tutti. Affabile, gentile, profondo, accoglie tutti con un sorriso e firma le copie del cd in piedi, snobbando il tavolino che il centro mette solitamente a disposizione degli artisti durante gli instore. Il video di Prisoner 709 Caparezza lo ha girato nel carcere di Sant’Agata, in Città Alta: «La location l’hanno scelta gli autori. Volevamo dare l’idea di un carcere del futuro, di un luogo angusto, angosciante. Lo abbiamo trovato in questo edificio abbandonato e pieno di fascino».