Notizie su Bergamo e provincia

Notizie su Bergamo e provincia (20-25 agosto 2018)

Notizie su Bergamo e provincia (20-25 agosto 2018)
Eventi 24 Agosto 2018 ore 09:00

25 AGOSTO

 

1 – Niente fuochi artificiali stasera. Rinviati a domenica 26 (alle 22)

I fuochi artificiali di Sant’Alessandro previsti per stasera, sabato 25 agosto, a Bergamo, sparati dagli spalti di San Giacomo, sono stati rinviati a domani, domenica 26 agosto, alle 22. Sempre per via del meteo avverso, la prevista apertura di stasera della Torre di Gombito è annullata.

2 – Schilpario, muore escursionista di 56 anni per un malore

Un uomo di 56 anni è morto oggi a Schilpario, stroncato da un malore. Si trovava su un sentiero nella zona del pizzo Camino. Era in cerca di funghi insieme al fratello, quando si è sentito male.

3 - Infarto alla Festa Bikers, centauro salvato da una motociclista

Si è defilata quasi senza farsi notare, tanto che alla Festa Bikers di Cologno la stanno ancora cercando, se non altro per dirle grazie. È infatti probabilmente anche grazie a lei, una motociclista dal sangue freddo ma ancora senza nome, che un “collega” biker 54enne colto da infarto, è ancora vivo. È la bella storia di un salvataggio, quella che si è intrecciata ieri sera all’ingresso della popolarissima kermesse motoristica di Cologno, in viale Padania. L’allarme è scattato poco dopo le 21. Il 54enne, motociclista colognese, era fermo in coda all’ingresso della festa, in attesa di fare il biglietto ed entrare. Il malore, forse un infarto, è stato violento e improvviso. L’uomo ha perso i sensi ed è stramazzato al suolo, con la pesante moto che gli è caduta addosso. Sulle prime, sembrava non ci fosse più nulla da fare. In pochi secondi è però intervenuta la ragazza. Ha subito urlato per attirare l’attenzione dei presenti e per allertare il servizio sanitario interno, ad opera della Croce bianca. E ha cominciato a praticargli il massaggio cardiaco. Nel giro letteralmente di una manciata di secondi, gli operatori della Croce bianca di Boltiere hanno quindi preso in mano la situazione. Per l’uomo sono state necessarie quattro scariche di defibrillatore, ma alla fine il cuore ha ripreso a battere. È stato portato d’urgenza al Papa Giovanni XXIII di Bergamo. Grave, ma vivo.

4 – BoPo di Ponteranica, i gestori lasciano. Ma i clienti insorgono su Facebook

«Voglio avvisare che a 10 giorni dal termine della nostra gestione è uscito il nuovo bando per la gestione del Bopocoffee e purtroppo per le nuove condizioni introdotte nello stesso abbiamo deciso di non partecipare e non facciamo nessuna proroga in linea con la nostra decisione di non accettare le nuove condizioni». La famiglia Carulli ha trasformato il bocciodromo in uno spazio per famiglie e musica dal vivo molto apprezzato, con tanto di idee culinarie come «ciareghì del Bopo», «Bopo Burger con polenta taragna» e gonfiabili sempre disponibili per i bambini. I clienti, quindi, al messaggio del gestore su Facebook hanno reagito con tanti commenti dispiaciuti: «vi seguiremo dovunque andrete». Nel nuovo bando l’Amministrazione vuole riservarsi l’uso di alcune sale per attività per famiglie (ludoteca), riunioni e altre attività, ma secondo i Carulli non ci sono «i margini economici per poter continuare».

5 – Sequestrato mezzo etto di droga a Martinengo

Tra ieri sera e stanotte si è tenuto ad opera dei carabinieri di Treviglio una grande operazione per la prevenzione dello spaccio di droga a Martinengo. Sequestrato oltre mezzo etto di marijuana e cocaina e un centinaio le persone identificate. Anche un 45enne italiano residente nella Bassa  è finito nei guai: fermato alla guida della propria autovettura, è risultato infatti ieri sera in stato di ebbrezza. L’uomo si è rifiutato di sottoporsi all’alcoltest ed è stato per tale motivo denunciato a piede libero. Gli sono stati decurtati venti punti. È stato denunciato a piede libero per evasione anche un italiano ultrasessantenne, scappato da una comunità dove stava scontando una pena ai domiciliari. Aveva con sé una bicicletta rubata.

6 – Nel Cremasco trovata donna morta di Arzago

Donna morta nelle acque della roggia a Cascine Capri, Palazzo Pignano, nel Cremasco. La salma è stata notata intorno alle 16. Sul posto sono giunti i soccorritori del 118, i vigili del fuoco di Crema e i carabinieri della stazione di Pandino. La donna, 82 anni, aveva addosso un pigiama. Trasportata all’ospedale Maggiore di Crema, è stata riconosciuta dai parenti in serata. Viveva ad Arzago.

7 – L’appello del chirurgo: «Usate il caso integrale»

Antonino Cassisi, direttore della Chirurgia maxillo-facciale dell’Asst Papa Giovanni XXIII di Bergamo, non ha dubbi: troppi traumi da operare in seguito a incidenti in cui sono coinvolte moto e scooter. Quindi ha lanciato un appello: il casco jet salva la vita, ma non impedisce che i centuari si procurino gravi traumi a livello mascellare e non solo. Con conseguenze serie e invalidanti, anche se non mortali.

8 – Auto ribaltata ad Algua, ferita ragazza di 19 anni

Auto ribaltata ad Algua, una 19enne è rimasta ferita. L’incidente è avvenuto sulla strada provinciale 28 della Val Serina intorno alle 8.30 di oggi. Immediati i soccorsi: la ragazza non è in pericolo di vita.

 

24 AGOSTO

 

1 – «Aspettiamo il rogito da mesi». Litigio in agenzia immobiliare

Momenti di grande tensione questa mattina a Urgnano, in via Piave, per un alterco scoppiato all’interno di un’agenzia immobiliare e che secondo una della parti è arrivata anche alle mani. Coinvolti, una coppia di clienti che hanno recentemente acquistato una casa e un operatore immobiliare, collaboratore saltuario dell’agenzia che in quel momento si trovava in ufficio. Stando a quanto riferito dai due clienti, un uomo e una donna di Urgnano e di Zanica, stamattina si erano recati nell’agenzia immobiliare che ha mediato la loro compravendita per sollecitare la redazione del rogito. Un atto che la coppia starebbe aspettando “da marzo” ma che per varie vicissitudini sarebbe stato rimandato diverse volte. L’agenzia ha specificato tuttavia che la responsabilità del ritardo non è da imputare all’ufficio. Esasperati dall’attesa, stamattina la coppia  ha quindi deciso di tornare a protestare. Secondo il personale dell’agenzia, tutto sarebbe cominciato quando la coppia, già molto agitata, è entrata in agenzia pretendendo di parlare con il direttore, in quel momento assente. La segretaria l’ha quindi contattato telefonicamente, e passato alla coppia. Ma ogni tentativo di conciliazione è fallito. È volato quindi un telefonino, lanciato contro una segretaria. Da qui l’intervento dell’operatore immobiliare, che ha cercato di riportare la calma. Ne sarebbe quindi nata una breve colluttazione, secondo la coppia. Circostanza invece smentita dall’agenzia. «Non abbiamo nemmeno fatto  in tempo a parlare della pratica: i due sono entrati in ufficio già molto alterati e c’è stato un acceso diverbio, con toni abbastanza pesanti», spiega il direttore.  «Peraltro, i due ci imputano la colpa di un ritardo che invece non è nostra», ha aggiunto. Alla fine, complice forse il caldo e la tensione, i due clienti sarebbero stati entrambi e contemporaneamente colpiti da un leggero malore e hanno chiamato  ambulanza e forze dell’ordine. Sul posto la Polizia locale e i sanitari, che hanno visitato i due clienti senza ritenere necessario il trasporto in ospedale. Sono quindi tornati a casa in auto.

2 – Incendio al distributore a Grassobbio: pompa e auto in fiamme

I vigili del fuoco sono intervenuti sull’asse interurbano, in corrispondenza dell’uscita di Grassobbio in direzione di Seriate, alle 17 per spegnere un incendio scoppiato al distributore Esso. Sembra che sia rimasta ferita una persona. L’intervento dei pompieri ha imposto la chiusura dell’asse interurbano per mezz’ora. In fiamme un’auto e una pompa di benzina.

3 - Incidente tra un’auto e una moto a Levate, ferito 41enne

Incidente stradale in codice rosso in via Kennedy, a Levate, oggi alle 14. Coinvolte un’auto e una moto. Ferito un 41enne. Sul posto si sono portate un’automedica e la Croce bianca di Bergamo. L’uomo è stato trasportato all’ospedale Papa Giovanni XXIII in codice giallo.

4 – Due auto si scontrano a Rogno. Condizioni gravi per un 58enne

Scontro tra due auto questa mattina a Rogno, in via Rondinera. Gravi le condizioni di una delle due persone coinvolte nell’incidente, un 58enne: per trasportarlo in ospedale si è alzato un elisoccorso da Bergamo. Sul posto anche un’ambulanza della Croce Blu di Lovere.

5 – Domani a San Paolo i funerali della donna morta al Pollino

Il corpo di Paola Romagnoli verrà portato in chiesa a Bergamo direttamente da Cosenza. Domani sarà il giorno del lutto per il quartiere di San Paolo e per tutta la città: alle 15, nella parrocchiale, saranno infatti celebrati i funerali della biologa di 55 anni morta nella tragedia del Parco del Pollino.

6 – E-commerce, raddoppiate le imprese bergamasche in 5 anni

Il commercio online è in costante crescita. Per comodità, prezzi, scelta. Le imprese bergamasche attive del settore sono ora 290: 23 in più dello scorso anno e 137 rispetto al 2013. Una crescita che sfiora il 90% in soli cinque anni. I dati sono stati ricavati da uno studio della Camera di commercio di Milano Monza Brianza Lodi basandosi sul registro delle imprese.

7 – Stretta Ryanair: si pagherà anche il bagaglio a mano

Stretta Ryanair sul bagaglio a mano da 10 chilogrammi. La compagnia irlandese ha annunciato la sua nuova policy: chi non ha la priorità d’imbarco dovrà pagare un «ticket» da 8 euro. Ai gate aeroportuali la novità partirà dal 1° novembre, ma per le prenotazioni online già dal 1° settembre.

8 – Mondo, elastico, morra saltata al Parco Codussi

Al Parco Codussi il Comune di Bergamo è al lavoro in questi giorni per riqualificare l'area verde. Ma vi sono anche delle novità, con la realizzazione dei «giochi di una volta», come il Mondo e la Morra saltata.

 

23 AGOSTO

 

1 – Romano, tenta di rubare un’auto. Segnalazione ai carabinieri: arrestato

È stato arrestato in flagranza di reato per tentato furto aggravato il marocchino 25enne pregiudicato, domiciliato nella Bassa Bergamasca, catturato in nottata dai carabinieri della Compagnia di Treviglio mentre stava rubando una Polo lasciata parcheggiata dal proprietario in via Cucchi, Romano di Lombardia. I militari sono intervenuti in seguito a una segnalazione al 112 di un cittadino. Nonostante un primo tentativo di fuga, il giovane è stato comunque bloccato e così ammanettato.

2 - Capra macellata appesa sul balcone di casa a Cividate

 

Una visione abbastanza agghiacciante quella che gli abitanti di via don Luigi Sturzo si sono trovati a pochi metri dalle loro case. La sera scorsa infatti è comparsa una capra, con le zampe legate, in bella vista appesa al soffitto del balcone, a Cividate. La segnalazione è partita da una residente appena tornata dalle vacanze che ha scattato la foto, con la capretta a darle il bentornato. La foto è stata immediatamente postata sui social e i cittadini l’hanno presa soprattutto con ironia. C’è chi propone di accendere il forno per un bel pranzetto, chi suggerisce di farsi invitare cena e chi, da buon allevatore, sostiene sia una pratica abituale appendere gli animali per far gocciolare il sangue. Certo di solito in ambiente rurale, più che in un appartamento. Ma pratiche simili sono tuttora prassi quotidiana in diversa cascine della zona.

3 – La salma di Paola Romagnoli può tornare a casa

Il magistrato ha dato il nulla osta per la sepoltura della bergamasca Paola Romagnoli, 55 anni, morta nella tragedia del Pollino. Non verrà effettuata nessuna autopsia. Non è ancorfa stato possibile ricostruire con precisione quanto successo, anche perché il marito, illeso, non ricorda niente di significativo. I funerali forse sabato nel quartiere San Paolo.

4 – Furto al bar, poi tornano: messi in fuga dal papà del titolare

Hanno portato via un bottino del valore di diverse migliaia di euro. Dopo qualche ora, però, sono tornati al «Rondò Caffè» di via Fratelli Bandiera 2, a Curnasco di Treviolo, cercando di rubare ancora. Ma i genitori del titolare erano rimasti a dormire in auto fuori dal bar tabacchi e li hanno messi in fuga. Ci sono anche delle telecamere, all’interno: verranno esaminati i filmati.

5 - Evade per andare a giocare in sala scommesse

Sarebbe dovuto rimanere nella sua abitazione, visti i suoi precedenti per spaccio di stupefacenti. Invece martedì sera ha pensato bene di concedersi una «uscita di piacere». Dove? In una ricevitoria non lontana dalla sua casa di Brembate. E per questo ai suoi polsi sono scattate le manette. Ad arrestarlo sono stati i Carabinieri della Stazione di Brembate, che in occasione di un controllo domiciliare non lo hanno trovato in casa. Il nordafricano (che in passato era già finito nei guai non solo per spaccio) non è stato trovato dai militari dell’Arma durante uno dei tanti controlli che giornalmente vengono eseguiti per verificare il rispetto delle prescrizioni derivanti dalle misure cautelari o detentive a cui sono sottoposti i soggetti condannati o in attesa di giudizio, in alternativa appunto alla custodia o alla detenzione in carcere. Una volta rintracciato dai Carabinieri sempre nel Comune di Brembate, il 37enne non ha voluto spiegare il motivo della sua “fuga”. A parlare, però, ci hanno pensato le schedine trovate nelle sue tasche, giocate poco prima che i militari lo intercettassero.

 

22 AGOSTO

 

1 – Europei paralimpici, ori e record per Oney Tapia e Martina Caironi

Erano i campioni uscenti, quindi nessuna sorpresa sul fatto che abbiamo vinto l’oro agli Europei paralimpici di Berlino. Ma si sono superati, battendo i record del mondo. In particolare, Martina Caironi, nella prova di salto in lungo è riuscita a ottenere la misura di 4 metri e 91 centimetri. Oney Tapia ha tirato il disco a 46,07 metri.

2 – Bocconi avvelenati in Maresana, muore il cane soccorritore Buddy

Una corsa nel bosco della Maresana tra Torre Boldone e Ranica si è trasformata in tragedia. Buddy, il cane soccorritore adottato da Alessandra e Marco, è tornato con la bava alla bocca. Buddy è morto solo un’ora dopo. Faceva parte dell’unità cinofila degli alpini di Fiorano al Serio, ed era promettente.

3 – Bergamo, tempo indeterminato per 50 portalettere

Dopo anni di attesa e migliaia di assunzioni di giovani precari finalmente, grazie all’accordo nazionale sottoscritto il 13 giugno 2018 sulle politiche attive/occupazionali, la provincia Bergamasca potrà contare su 50 vere assunzioni di portalettere con contratto a tempo indeterminato. Contro ogni previsione, spesso passando per visionari e in totale controtendenza alle politiche occupazionali del paese, la Slc Cgil è riuscita a distanza di due anni a ottenere un primo risultato a garanzia di tutti quei ragazzi che da mesi lavorano per Poste Italiane, spesso in deficit di “diritti”. Non andranno a coprire tutte le vere carenze dei postini nella provincia, ma è passato un principio: se si vuol garantire qualità nel servizio nel rispetto del cittadino, non si può e non si deve andare avanti con personale “precario”.

4 - Pedaggi truffa verso Reggio Emilia. Belotti porta il caso in Parlamento

La notizia è emersa nei giorni scorsi a seguito dell'ennesimo esodo di tifosi atalantini verso il Mapei Stadium per le partite di Europa League dei nerazzurri: per il tragitto verso Reggio Emilia utilizzare il casello di Bergamo rispetto a quello di Seriate comporta un aumento del pedaggio di ben 5,10 euro per neanche 7 km di differenza (180,3 km da Bergamo, 173,7 km da Seriate). Infatti, mentre la tratta Bergamo-Seriate ha un costo di 0,60 euro, nel tragitto da Reggio Emilia (ma lo stesso discorso vale anche per le uscite Terre di Canossa e Parma) verso la bergamasca se si utilizza il casello cittadino si pagano 17,70 euro, mentre se si timbra a Seriate la tariffa scende a 12,60 euro. «Stiamo parlando di ben 5,10 euro in più del pedaggio per soli 6,6 km - dichiara il deputato Daniele Belotti che al riguardo ha presentato un'interrogazione parlamentare al ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti Danilo Toninelli -; si tratta di una differenza addirittura del 40 per cento. È una vera e propria truffa, perché viene calcolato il costo come se si percorresse la Tangenziale Est Esterna di Milano (Teem), che ha pedaggi più elevati, anche nel caso venga utilizzata la A21 (Brescia-Cremona-Fiorenzuola). Se non è un inganno questo?». «Prendiamo ad esempio i 70.000 atalantini che si sono recati a Reggio Emilia per le quattro partite di coppa della scorsa stagione e per le due recenti eliminatorie - spiega Belotti -; la maggior parte dei circa 12/13.000 veicoli che hanno portato i bergamaschi al Mapei Stadium ha utilizzato il casello di Bergamo spendendo quindi 35,40 euro anziché i 25,20 euro previsti da Seriate. Un inganno che continua quotidianamente verso tutti quegli automobilisti che dal capoluogo orobico si dirigono a Parma o Reggio Emilia (e viceversa) ignari che per i 6,6 km tra Seriate e Bergamo vengono addebitati oltre 5 euro anzichè i normali 60 centesimi; neanche fossimo nel tunnel del Frejus». Belotti nell'interrogazione chiede al ministro Toninelli, oltre «a verificare se vi sono altre tratte che registrano pesanti diversità di pedaggi tra due caselli a distanza limitata tra loro», nel frattempo che il Governo valuta le modalità di revoca delle concessioni dopo i tragici fatti di Genova, «di intervenire nei confronti dei concessionari autostradali affinchè vengano eliminate fin da subito queste anomalie che sono considerate delle beffe per gli utenti».

5 – Lampadina rotta, cancellato il volo Tui per Tenerife

Ha dell’assurdo quanto capitato ai passeggeri in partenza da Orio per Tenerife con un volo della Tui. L’aereo doveva decollare dall’aeroporto di Orio al Serio lunedì alle 17.55. In attesa dell’arrivo di un tecnico la partenza è stata rimandata più volte e solo poco prima delle 2 di notte ai viaggiatori è stata comunicata la cancellazione del volo e la sistemazione in tre hotel. Con la possibilità di ripartire due giorni dopo, ma nel frattempo molti passeggeri hanno preferito annullare il viaggio alle Canarie (magari per rivolgersi a un’altra compagnia).

6 - Furti a Ghisalba di notte, periferia sotto attacco

Furti Ghisalba, colpita una villetta e aperti quattro box prima che i vicini dessero l’allarme. Due episodi in quattro giorni. Entrambi sono avvenuti in due vie molto piccole, entrambe a fondo chiuso e di notte. In una laterale di via Portico Nuovo dove, nella notte tra venerdì e sabato, i malviventi hanno rubato una borsa passando dalla finestra e in via Piemonte, nella notte tra lunedì e martedì dove hanno aperto quattro box prima di essere messi in fuga dai vicini.

7 - Mutui: a Bergamo chiesti in media 129mila euro

Nel primo semestre 2018 il taglio medio dei mutui richiesti a Bergamo e provincia è stato pari a 129.302 euro e nel 76,6% dei casi le domande erano legate al tasso fisso, sintomo che i bergamaschi cercano di garantirsi per tutta la durata del mutuo le attuali favorevolissime condizioni di mercato. I dati arrivano dall’osservatorio congiunto Facile.it e Mutui.it che, questa volta a livello regionale, ha evidenziato come nei primi sei mesi del 2018 la richiesta media presentata dagli aspiranti mutuatari lombardi, pari a 138.862 euro, sia diminuita dell’1,8% rispetto al primo semestre 2017 mentre, nello stesso periodo, l’importo medio erogato dalle banche è aumentato del 3,63%, arrivando a 135.800 euro.

8 - La Daminelli si trasferisce a Ponte: per i dipendenti entrate e uscite flessibili

Alla Daminelli di Val Brembilla è tempo di novità: è in corso infatti il trasloco della struttura a Ponte San Pietro, una scelta effettuata per trovare nuove soluzioni logistiche e per sviluppare ulteriormente il mercato dell’azienda, produttrice di componenti meccanici di precisione, e che da lavoro a 82 persone, oggi tutte residenti a Val Brembilla o nelle vicinanze. Proprio l’imminente «esodo» (30 kilometri tra andata e ritorno) è alla base dell’accordo che Fim Cisl ha stretto con la proprietà e che è fruttato l’avvio di un regime di flessibilità oraria di 30 o 60 minuti proprio per andare incontro alle esigenze dei lavoratori. «Non è stato facile introdurre la novità – dice Vincenzo Zammito, operatore Fim Cisl -: dal 2015 in azienda manca il premio di risultato, nonostante l’azienda abbia proseguito a lavorare e produrre anche durante tutta la crisi». La trattativa per arrivare a questo risultato è stata comunque difficile, ma con blocchi di straordinari e altri strumenti di “lotta sindacale” sindacato e Rsu sono riusciti a strappare l’accordo sulla flessibilità oraria, l’introduzione di un benefit di 100 euro per ogni dipendente e l’impegno a trattare per un Premio di Risultato nel 2019, a trasloco completato e attività riavviata. «Un accordo importante per la storia dell’azienda – continua Zammito - e, soprattutto, per i lavoratori, che troveranno un’apertura di disponibilità in vista di eventuali disagi nel trasferimento del posto di lavoro, ma soprattutto una svolta nella gestione del welfare e della qualità nel rapporto tra tempi di vita e lavoro, condizione non sempre possibile in aziende di queste dimensioni. Poi, siamo comunque fiduciosi sullo sviluppo dell’azienda e quindi sull’avvio di una contrattazione di secondo livello fruttuosa e più ampia».

 

21 AGOSTO

 

1 – Incidente a Romano, muore 33enne. Schianto forse causato da un malore

Tragico incidente questo pomeriggio sulla Soncinese, all’altezza del distributore di benzina, a Romano.  Un uomo di 33 anniè morto, mentre una donna di Romano è stata trasportata in condizioni abbastanza serie all’ospedale di Bergamo. È successo pochi minuti dopo le 5. Due i veicoli coinvolti: una Wolksvagen Lupo guidata dal 33enne e una Peugeot 206, con a bordo la donna di Romano. L’uomo sulla Lupo, un ragazzo pakistano residente in provincia di Roma, I.Z, viaggiava in direzione di Martinengo. Sarebbe stato colpito da un malore che gli ha fatto perdere il controllo del mezzo e invadere la corsia opposta dalla quale proveniva la donna di Romano.

2 – Incendio di Cortenuova, fiamme in un fienile di Santa Maria

Ancora fiamme nella Bassa orientale, dopo il devastante incendio di venerdì notte a Romano e dopo quello che settimana scorsa ha devastato un’azienda agricola a Camisano. Un rogo è divampato infatti in un’azienda agricola di Cortenuova. A prendere fuoco è stato un fienile. Le cause sono ancora da accertare. Sul posto i vigili del fuoco volontari di Romano, che hanno già spento le fiamme. Da quantificare i danni, che sarebbero tuttavia relativamente contenuti. La colonna di fumo era visibile a diversi chilometri di distanza.

3 – Soccorso alpino, due interventi a Roncobello e Carona

Due interventi anche oggi per la VI Delegazione Orobica del Soccorso alpino. Stamattina a Roncobello, la Soreu ha chiamato i tecnici per un’operazione in zona boschiva, appena sopra la frazione di Caprini, una zona frequentata da cercatori d funghi, a 1300 metri di quota. Un uomo di 58 anni di Cernusco sul Naviglio è scivolato in una piccola scarpata e aveva difficoltà a risalire. Le squadre territoriali della Valle Brembana sono andate in supporto all’elisoccorso decollato da Bergamo. Con una calata lo hanno recuperato, immobilizzato nella barella e portato fino alla strada carrabile. Poi con il verricello è stato portato a bordo e trasferito in ospedale. Nel pomeriggio, supporto all’elicottero per un ciclista caduto nella zona di Carona, a circa 1.700 metri, lungo la carrabile che porta al rifugio Longo dalla località Prato di Lago. Il bosco, anche a quote relativamente basse, può presentare delle insidie e quindi è molto importante avere le scarpe giuste, che mantengano una buona presa sull’erba, nel sottobosco e nelle zone umide per evitare cadute. L’attrezzatura adeguata all’ambiente e alle proprie capacità spesso fa la differenza.

4 – Escursionisti Pollino, 10 vittime: anche una bergamasca residente in Francia

Un gruppo di escursionistri ieri è stato sorpreso da una piena nelle gole del Raganello, in Calabria, nel parco nazionale del Pollino. Sono 1o le vittime accertate fino ad ora. Ritrovati vivi tutti i dispersi. Gli escursionisti si trovavano in un’area fatta di gole e canyon. Alcuni sono riusciti a rifugiarsi su alcuni scogli, mentre altri non sono riusciti a salvarsi. Le ricerche sono andate avanti per tutta la notte. Tra le vittime c'è Paola Romagnoli, bergamasca ma residente in Francia con il marito olandese.

5 – Treni, un giugno di maxi ritardi. A settembre bonus per i pendolari

Treni, un giugno di maxi ritardi, a settembre bonus per (quasi) tutti gli abbonati mensili o annuali. Giugno è stato infatti un mese da dimenticare per le ferrovie, addirittura peggiore di gennaio quando si verificò la tragedia di Pioltello, con conseguenti ritardi e soppressioni. Nessuna tragedia, ma ritardi endemici e tante cancellazioni che hanno portato alla «bocciatura» di 29 delle 38 linee che percorrono la Lombardia. 29 direttrici su 38 non hanno rispettato gli standard previsti e i pendolari hanno dovuto sopportare ritardi e cancellazioni oltre la norma. Emblematico il caso dei pendolari di Morengo che su 20 giorni lavorativi in un mese hanno potuto prendere il treno solamente due volte.  Quasi tutte, le linee bocciate che attraversano le province di Bergamo e Cremona. Eccole, con rispettivo indice di affidabilità. Indice di affidabilità che, ricordiamo, per rispettare lo standard minimo non deve superare il 5%: Bergamo – Carnate - Milano 11,55%; Novara – Milano – Treviglio 6,56%; Lecco – Bergamo – Brescia 10,63%; Bergamo – Treviglio 6,69%; Bergamo – Pioltello – Milano 7,08%; Cremona – Treviglio 5,39%; Verona – Brescia – Treviglio – Milano 8,26%; Brescia – Cremona 7,20%; Treviglio – Milano Passante – Varese [S5] 4,62% (in questo caso lo standard minimo è del 3% e il rimborso è pari al 25% del costo dell’abbonamento).

6 – Nove furti in abitazione al giorno quest’estate

I furti in abitazione hanno rialzato la testa quest’estate in provincia. Negli ultimi 51 giorni, dal 1° luglio al 20 agosto, in Procura sono stati iscritti 477 procedimenti, cioè nove colpi al giorno. Solo in 19 casi sono stati individuati i presunti responsabili. Nei restanti 458 casi si procede contro ignoti.

7 – Al semaforo di Ponteranica sono tornati i birilli

Sembrava una banalità, la prima volta. Invece i birilli per facilitare il doppio incolonnamento al nodo di Pontesecco, al confine con Ponteranica, tra la città e la Val Brembana. Permette di far scorrere molto meglio il traffico. Ecco perché lo stop di agosto al provvedimento è stato chiuso in anticipo: da ieri i birilli sono tornati al loro posto la mattina, e a un altro la sera. Gli automobilisti ringraziano.

8 - Terremoto al Nord: scosse avvertite anche in Lombardia

La terra ha tremato stanotte: registrate due scosse di terremoto in provincia di Reggio Emilia. La prima di magnitudo 3,9 alle 2,33, l’ipocentro sarebbe a nove chilometri di profondità mentre l’epicentro, secondo l’Istituto nazionale di geofisica, sui troverebbe a tre chilometri da nord di Bagnolo di Piano. La scossa è stata avvertita in maniera molto chiara e, nonostante non si segnalino danni a persone o cose, il panico ha iniziato a serpeggiare fra le persone alle quali torna alla memoria la terribile esperienza del 2012. La scossa è stata avvertita anche nella Bergamasca. Alle 3.07, un nuovo episodio, di intensità minore (2.2 la magnitudo), a 2 km da Bagnolo in Piano, ma dopo la scossa d’assestamento, nessun ulteriore sciame sismico (almeno per ora).

 

20 AGOSTO

 

1 – Precipita dal tetto della fiera. In ospedale un bergamasco

Un operaio che stava lavorando sul tetto del Centro Fiera di Montichiari, Brescia, è precipitato nel vuoto questa mattina,  facendo un volo di più di 6 metri.  Immediata la chiamata ai soccorsi. Sul posto è arrivato il personale medico, i carabinieri di Desenzano e i tecnici di Ats. L’uomo è stato portato in Poliambulanza in codice rosso. Non sarebbe in pericolo di vita.

2 - Assicurazione scaduta, ma la copertura è falsa: auto sequestrata

Intenso fine settimana di controlli per la polizia locale di Jesolo, impegnata in vari servizi di pattugliamento del territorio, contrasto allo spaccio e alla contraffazione. Nella giornata di sabato, nello specifico, gli agenti hanno fermato un'auto, una Honda Jazz di colore grigio, segnalata dal sistema «targa system» attivo all’ingresso della città. Il veicolo, condotto da una donna di 45 anni residente nel Bergamasco, era provvista di assicurazione Rc scaduta nel mese di aprile e con ulteriore certificato con validità fino a novembre 2018. A un più approfondito controllo tramite banca dati Ania, il mezzo è risultato sprovvisto di copertura Rc di terzi, con il sospetto che il certificato potesse essere frutto di falso o truffa. Lo stesso aveva come contraente un cittadino italiano residente nel Torinese, il quale risulta intestatario di altre 15 coperture assicurative per altrettante automobili a suo carico. Non essendo l'uomo iscritto all’albo degli intermediari assicurativi, si è consolidata l’ipotesi di copertura falsa, confermata da ulteriori accertamenti tramite banca dati che hanno evidenziato numerosi precedenti penali a suo carico. A fronte degli elementi raccolti, gli agenti hanno quindi provveduto a verbalizzare la violazione alla conducente dell’auto, raggiunti nel mentre da un uomo di 49 anni residente nel Brianzolo, che ha dichiarato di essere un conoscente della donna. I due sono stati quindi sottoposti agli accertamenti di rito e l’auto posta sotto sequestro.

3 - Palosco piange il piccolo Fabio Gobbo, aveva solo 9 anni

Intera comunità in lutto per la scomparsa del piccolo Fabio Gobbo. Si è spento a soli 9 anni. «Era un bambino solare, che amava stare con gli altri e ha sempre partecipato ai giochi in cortile». Lo ricorda così una vicina di casa del condominio di via Santa Maria Elisabetta. «Fabio è nato e cresciuto qui, in questo condominio – ha detto – nonostante non parlasse riusciva comunque a comunicare con adulti e bambini. Ha sempre amato la compagnia, giocava sempre con gli altri a nascondino o con le bolle di sapone. Non è mai stato in casa. È anche per questo che tutti noi vicini abbiamo imparato a conoscerlo e gli volevamo bene». Sconvolta dal dolore la famiglia del piccolo Fabio, la mamma Erika, il papà Federico e la sorella Azzurra. Dolore che però non ha impedito loro di compiere un gesto di grande solidarietà. Anzichè i consueti fiori la famiglia ha chiesto a parenti e amici di fare donazioni in favore dei progetti dedicati ai disabili della scuola primaria di Palosco. A questo scopo sono anche state posizionate, durante la veglia di ieri sera, alcune cassettine per raccogliere il denaro.

4 – Rissa a colpi di casco in Liguria. Bergamasco ferito gravemente

È stato rintracciato e denunciato dai carabinieri il giovane che, la sera di Ferragosto, ha aggredito a colpi di casco un altro ragazzo sul lungomare Bado a Pietra Ligure. Per ragioni non meglio chiarite, tra i due è scaturita una discussione dai toni molto accesi al culmine della quale uno dei contendenti ha colpito l’altro al volto con un casco da motociclista. La vittima, un giovane proveniente dalla provincia di Bergamo, è stato trasportato d’urgenza al Santa Corona di Pietra Ligure. Qui è stato sottoposto ad intervento maxillo-facciale a mascella e occhio: soprattutto quest’ultimo è rimasto lesionato in maniera particolarmente grave. L’aggressore, un 17enne di Pietra Ligure, è stato rintracciato e denunciato dai carabinieri per lesioni gravissime. I militari si stanno occupando anche di ricostruire con precisione la dinamica della vicenda.

5 – Parte questa settimana la bonifica del Palaghiaccio

Parte finalmente questa settimana l’attesa operazione di bonifica dall’ammonica del Palaghiaccio della Malpensata. A ottobre, poi, la struttura sarà demolita. Nei mesi successivi, quindi, verrà edificata una nuova struttura polivalente principalmente dedicata al pattinaggio a rotelle, ma anche al calcetto e ad altri sport, e ci sarà la possibilità di organizzarci all’interno eventi e manifestazioni.

6 – Imbrattata di nuovo la sede della Lega di Bergamo

«Cani», «La vita non è in vendita», «Rispetto per Genova», «Salvini uomo senza cuore»: sono queste alcune delle scritte apparse la notte scorsa sulle vetrate della sede provinciale della Lega a Bergamo. Le scritte sono state fatte con della vernice rossa. Del caso si sta occupando la questura di Bergamo. È il secondo atto vandalico da inizio anno ai danni della sede bergamasca della Lega. «Queste scritte arrivano pochi giorni dopo l'esplosione di un ordigno davanti alla sede della Lega a Villorba, in provincia di Treviso. Un escalation di minacce e attentati che preoccupa e richiama il buio di tempi che pensavamo lontani, come gli anni di piombo», ha commentato Roberto Calderoli, vicepresidente leghista del Senato.

7 - Tragedia in Stazione Centrale a Treviglio: un morto

Tragedia in stazione centrale a Treviglio ieri sera, domenica. Una donna è morta sotto un treno notte di passaggio in stazione  centrale al binario  3. Sul posto i Vigili del fuoco, Carabinieri e Polizia. Le generalità della vittima non sono state rese note. Il passante per Gallarate è stato soppresso. L’accesso al binario è stato chiuso per consentire le operazioni di rimozione della salma.

8 – Ritrovati 800 chili di rame rubato a Treviolo

Diciassette bobine di rame per un peso complessivo di 8 quintali, arnesi da scasso, una luce votiva. Li hanno ritrovati i «Rangers d’Italia» sabato, con gli agenti della polizia locale di Treviolo, alla Roncola. Ora si sta cercando di capire da dove sono stati trafugati.