Notizie su Bergamo e provincia

Notizie su Bergamo e provincia (27 agosto-1 settembre 2018)

Notizie su Bergamo e provincia (27 agosto-1 settembre 2018)
Eventi 31 Agosto 2018 ore 09:00

1 SETTEMBRE

 

1 – Lallio, padre e figlio investiti mentre attraversano: morto il 24enne, grave l’uomo

Nella mattinata di sabato 1 settembre, a Lallio, un ragazzo e suo padre di Almenno San Salvatore, rispettivamente di 24 e 64 anni, sono stati investiti mentre attraversavano la provinciale da un’auto che viaggiava in direzione di Dalmine. Tragico il bilancio: il 24enne è morto mentre il 64enne si trova invece in condizioni gravissime. Diverse persone hanno assistito, inermi, all’accaduto e hanno dato l’allarme. I soccorritori giunti sul posto hanno dato le prime cure ai due uomini, le cui condizioni si sono rivelate subito preoccupanti. Una volta giunto in ospedale, però, per il 24enne non c’è stato purtroppo più nulla da fare. Le forze dell’ordine stanno indagando sull’accaduto e, dalle prime informazioni, pare che l’automobilista che ha investito i due sia risultato negativo all’alcoltest.

2 – Bergamasca di 80 anni muore in mare a Villasimius per colpa di un malore

La mattina di sabato 1 settembre, a Villasimius, località di villeggiatura della Sardegna, un donna di 80 anni residente nella provincia bergamasca è stata colta da malore mentre faceva un bagno ed è morta. Alcuni bagnanti hanno subito capito che qualcosa non andava e hanno contattato il 118, ma purtroppo non c’è stato nulla da fare. Sembra cha a causare la morta sia stato un infarto.

3 – Trescore, autoscuola chiusa per un mese a causa di «gravi irregolarità»

Gli agenti della Polizia stradale e i funzionari della Provincia hanno, nel mese di giugno, effettuato alcuni controlli su una autoscuola di Trescore Balneario, venendo così a scoprire gravi irregolarità nelle procedure di rinnovo di alcuni tipi di patenti. Il titolare dell’attività, un 52enne, non rispettava le prescrizioni imposte dall’autorizzazione ministeriale che consente di effettuare dei corsi al fine del rinnovo dell’abilitazione in disamina (corso per il quale è necessaria solo la presenza e non è previsto un esame finale). Per questo è ora accusato di falso ideologico. L’ufficio Trasporti della Provincia, visti gli atti della Polizia e compiuti i propri accertamenti, ha disposto la chiusura temporanea per un mese della scuola guida a partire dall’1 settembre.

4 – Controlli sulle strade nella notte: ritirate patenti per alcol e droga

Nella notte tra venerdì 31 agosto e sabato 1 settembre, a Dalmine la Stradale ha compiuto diversi controlli su più auto di passaggio. Quattro conducenti sono stati trovati alla guida sotto l’effetto di sostanze stupefacenti: un 35enne e una 47enne per assunzione di cocaina, un 21enne per cannabis e un altro 21enne per anfetamine. Particolare il caso della 47enne: risultata avere un tasso alcolemico al limite della compatibilità con la guida, ha esultato baciando il medico presente, ma poi, sottoposta a screening di valutazione psico-fisica, è risultata positiva all’assunzione di cocaina. Due persone sono state invece trovate con un tasso alcolemico superiore al limite, cioè un 22enne e una 21enne. In totale, sono stati decurtati 69 punti, ritirate cinque patenti di guida e una carta di circolazione.

5 – Rapine ad anziane e supermarket. Arrestata una 33enne di Barbata

Svolta nelle indagini nei confronti della rapinatrice seriale che quest’estate è diventata l’incubo di molte donne, soprattutto anziane. I carabinieri hanno arrestato una 33enne, italiana con precedenti. Nei prossimi giorni l’interrogatorio di garanzia in carcere. Il primo episodio risale ai primi giorni di giugno quando, in pieno giorno, a Romano di Lombardia, la 33enne aggredì un’anziana mentre si trovava in sella della propria bicicletta. In quella circostanza la vittima venne bloccata dall’autrice della tentata rapina, minacciata e percossa per convincerla a consegnare il borsello. Soltanto la sua pronta reazione ha evitato che riuscisse a mettere a segno la rapina. La vittima riportò però un grosso ematoma al braccio. Un secondo episodio, sempre a Romano di Lombardia, si verificò con le stesse modalità del primo. Avvicinata la vittima, anche questa volta in bicicletta, la 33enne percosse violentemente la donna, dopo averla bloccata con forza, sottraendole così la borsa e procurandole lesioni personali per 7 giorni. Sempre a giugno, la 33enne rapinò un supermercato di Calcio, riuscendo a farsi consegnare diverse centinaia di euro e utilizzando un coltello multiuso per minacciare la cassiera. Anche in quella circostanza l’autrice della rapina si diede poi alla fuga, facendo così perdere le proprie tracce. Il quarto episodio riguardò invece la rapina ai danni di un altro supermercato, questa volta però a Cortenuova. Qui la 33enne riuscì a farsi consegnare ben mille euro delle casse del negozio, dandosi poi alla fuga, in questo caso grazie all’aiuto di un complice, anch’esso già identificato e deferito dagli investigatori dell’Arma. Il quinto e ultimo episodio, infine, riguarda uno scippo violento ai danni di un’altra anziana sempre a Romano di Lombardia. Anche in questo caso la 33enne si è impossessata della borsa della vittima, un’anziana quasi 80enne, anch’essa bloccata mentre si trovava in sella alla propria bicicletta.

6 – Boom di nuovi nati all’ospedale di Piario

Negli ultimi due giorni il reparto neonatale dell’ospedale di Piario, destinato alla chiusura per il piano di riorganizzazione regionale, ha quasi fatto segnare un record: sono nati nelle ultime ore 12 bambini. «È un peccato che l’azienda non si sia impegnata a tener aperto il punto nascita fino a fine anno - dice Francesca Giacometti, presidente del Comitato “Piario non si tocca” - e stia consigliando alle famiglie di spostarsi altrove per il parto».

7 – Incidente questa mattina a Villa d’Almé, coinvolti 8 giovani

Pauroso incidente questa mattina all’alba a Villa d’Almè, dove a restare coinvolti sono stati 8 ragazzi, tra i 20 e i 30 anni, che si trovavano a bordo delle due auto che si sono scontrate per motivi ancora da chiarire. Sul posto sono intervenute tre ambulanze che hanno poi trasportato tre feriti: due in codice giallo all’ospedale Papa Giovanni XXIII di Bergamo e alla Clinica Gavazzeni di Bergamo. Il terzo, invece, in codice verde all’ospedale di Ponte San Pietro. Sul posto anche le Forze dell’ordine per ricostruire l’accaduto.

8 - Il ciclismo giovanile bergamasco piange Santo Orlandi

Addio a Santo Orlandi: se ne va una delle colonne dello sport bergamasco. «Grandissimo appassionato di ciclismo, stimato imprenditore, bergamasco di Stezzano, per decenni è stato impegnato in prima persona assumendo anche la presidenze di diverse società giovanili che hanno fatto la storia del ciclismo bergamasco e non solo», spiega in una nota il Team Colpack, società nata dalle ceneri di una delle sue “creature” sportive: For3. Aveva 79 anni. La morte a causa di un malore.

9 – Passerella di big per gli ultimi giorni della Gerundium Fest

L’edizione numero 20 della Gerundium Fest di Casirate d’Adda verso lo sprint finale. E negli ultimi giorni tanti gli ospiti big che si alterneranno sul palco. Domenica 2 settembre Cristina D’Avena, mercoledì 5 Jerry Calà e sabato 8 Platinette. Sul palco anche musicisti di caratura nazionale: lunedì 3 settembre Max Cottafavi, chitarrista di Ligabue, suonerà con la “Bandaliga”; venerdì 7 poi sarà la volta di Maurizio Solieri, storico bassista di Vasco Rossi, salire sul palco insieme alla “Blascover”.

 

31 AGOSTO

 

1 – Apecar contro furgone a Onore. Gravi padre e figlio di 16 anni

Un altro incidente con un furgone, l’ennesimo di questi giorni. Oggi, alle 14.10, teatro dello scontro è stata la zona industriale di Onore, in Val Seriana. L’altro mezzo coinvolto è un Apecar, sulla quale viaggiavano padre e figlio, quest’ultimo di 16 anni. Sono stati sbalzati a diversi metri di distanza e versano in gravi condizioni. Il padre è stato trasportato al Papa Givoanni di Bergamo con l’elisoccorso.

2 – Un 13enne si sente male a Fino del Monte: interviene l’elisoccorso

Un ragazzo di 13 anni sentito male nel campo di calcio di Fino del Monte, probabilmente a causa di un arresto cardiaco. Sono stati chiamati subito i soccorsi.  Alla fine è dovuto intervenire l’elisoccorso, atterrato direttamente all’interno del campo da gioco. Il 13enne è stato trasportato all’ospedale Papa Giovanni.

3 - Prosegue spedito il progetto «Io non sto in panchina»

470: è questo il numero di panchine rinnovate dai richiedenti asilo ospitati all’interno dell’ex Gleno e che aderiscono al programma “Io non sto in panchina”, iniziativa di volontariato civico avviata in collaborazione con il Comune di Bergamo da Caritas Bergamo e Cooperativa Ruah. L’obiettivo del 2018 è quello di rinnovare, riverniciare e restaurare oltre 1000 panchine della città di Bergamo, secondo lotto e prosecuzione del lavoro iniziato nel 2017 su altrettante sedute in luoghi pubblici cittadini.

4 – Furgone del parroco contro trattore. Una 19enne scaraventata nel prato

Insieme alla sorella e ai genitori, titolari dell’azienda agricola Rota Giacomo di Roncola San Bernardo, stava mungendo le mucche e riponendo il latte sul rimorchio di un trattorino. Il mezzo però, parcheggiato a fianco del guardrail, ieri alle 20.30 è stato tamponato da un furgone guidato dal parroco del paese, che andava in direzione Costa Imagna. Nell’ urto la ragazza è stata scaraventata nel prato per qualche metro e una cisterna d’ acqua vuota, in quel momento sul trattore, le è finita addosso, schiacciandola. È stata trasportata in codice rosso all’ospedale Papa Giovanni XXIII di Bergamo.

5 – Le famiglie sono in netta crescita, ma sempre più piccole

Interessante la fotografia delle famiglie nella Bergamasca, comune per comune, dalla fine del 1993 al 31 dicembre 2017, ricavata dai dati dell’Istat e approfondita oggi su L’Eco di Bergamo. I nuclei sono ora 465mila, con una crescita del 38% in 25 anni. A far la parte del leone i centri dell’hinterland e della fascia Sud-Ovest. Però sono famiglie sempre più piccole: molte composte da anziani, single o coppie senza figli.

6 – Cinque gli indagato per l’incidente mortale sull’asse

Ci sono altri tre indagati per il terribile incidente di martedì scorso sull’Asse interurbano, in zona Seriate. Non solo il conducente del furgone sul quale viaggiava il papà 30enne deceduto, e l’autista del camion di una ditta di recupero rottami di Rovetta tamponato dal furgone, ma anche il conducente del trattore tagliaerba che stava lavorando su alcuni arbusti a fianco della carreggiata, l’autista del furgone della Provincia a protezione dal trattore, e il dipendente del Servizio viabilità della Provincia segnalava il cantiere in movimento. Ipotesi di reati: omicidio stradale in cooperazione.

7 – Lavori al Donizetti nei tempi previsti (più o meno)

Non ci sono ritardi, se non poco significativi, solo qualche giorno, come riportato dai quotidiani locali. Il sopralluogo periodico del sindaco Gori (accompagnato dagli assessori Marco Brembilla e Nadia Ghisalberti e dal presidente della Fondazione Teatro Donizetti Giorgio Berta) ieri al cantiere Teatro Donizetti, dove si stanno svolgendo i lavori di restauro e di riqualificazione della più importante struttura teatrale di Bergamo, ha fornito questo aggiornamento. Avanti così.

8 - Ragazza investita sulle strisce pedonali ieri a Treviglio

Ragazza investita sulle strisce pedonali ieri in via Michelangelo Buonarroti, sulla circonvallazione esterna di Treviglio. Il guidatore della Peugeot 206 targata La Spezia, di origini straniere, si è fermato a prestarle soccorso. Fortunatamente nessuna grave conseguenza per la giovane, trasportata in ospedale per i controlli di rito ma in codice verde. Sul posto anche la Polizia locale di Treviglio.

 

30 AGOSTO

 

1 – Molestava le persone per strada. Marocchino arrestato ed espulso

Da settimane ormai, in tutta l’area di Zingonia ma non solo, molestava persone in strada. Ma finalmente i carabinieri lo hanno arrestato ed espulso coattivamente. Si tratta di un marocchino di 36 anni, clandestino sul territorio nazionale. L’uomo in diverse occasioni aveva creato non pochi problemi con i suoi atteggiamenti molesti. Se la prendeva con chiunque incontrasse nei negozi o per strada, concentrandosi soprattutto in piazza Affari a Verdellino. Da diverse settimane sui social network giravano video realizzati da privati cittadini che riprendevano l’extracomunitario in preda ad un vero e proprio delirio. Se la prendeva anche con i mezzi parcheggiati per strada e addirittura con il contenitore per la raccolta dei vestiti della Caritas. In più circostanze l’uomo era stato fatto anche ricoverare in Ospedale, sia a Treviglio che in altre strutture sanitarie del territorio e, quasi sempre, era scappato prima ancora di terminare di ricevere le relative cure. Così al 112 erano arrivate decine e decine di chiamate di segnalazione. Per questo i carabinieri avevano aumentato i controlli sul territorio con numerose pattuglie coinvolte. Rintracciato a Brembate dopo aver molestato per l’ennesima volta gli avventori di una paninoteca, lo straniero era stato sedato e poi portato in Ospedale a Treviglio. Qui, successivamente, era stato poi accompagnato dai militari dell’Arma in Questura. Proprio davanti all’ufficio immigrazione l’uomo ha aggredito due carabinieri ferendoli lievemente. I due militari hanno riportato lesioni personali guaribili in 5 e 10 giorni. Dopo la convalida dell’espulsione tenutasi davanti al Giudice di Pace, l’accompagnamento coattivo alla Frontiera aeroportuale di Malpensa dove, oggi pomeriggio, un volo per il Marocco lo ha riaccompagnato in Patria.

2 – Approvato il piano di potenziamento arboreo: in arrivo 400 alberi

150mila euro per piantare quasi 400 alberi lungo i viali della città: la Giunta del Comune di Bergamo ha approvato poco fa l’annunciato piano di potenziamento delle piantumazioni lungo le strade, individuando luoghi in cui piantare nuovi alberi e in cui sostituire alcune piante malate da tempo. Il progetto fa parte del piano dell’Amministrazione comunale sul verde pubblico cittadino, piano che porterà alla piantumazione, entro gennaio 2019, di ben 1300 alberi tra strade, parchi e giardini pubblici di Bergamo. Gli interventi più consistenti del progetto approvato oggi dalla Giunta si concentreranno sulla via Briantea (26 nuovi alberi della varietà Fraxinus Ornus), in via Carducci (12 aceri), al parco dell’Azzanella (36 alberi da frutto, tra cui vite americana e fichi), in via Porta Dipinta (13 Fraxinus Ornus), al parcheggio di via Crocefisso (10 Fraxinus Ornus), in via Caprera (12 pini), in via Paglia (17 cercis siliquastrum) e in via Legionari di Polonia (con 85 Ilex Acquifolium).

3 - Arrestati due cittadini rumeni per furto aggravato in concorso

Nel pomeriggio di oggi, i carabinieri di Alzano Lombardo hanno arrestato in flagranza di reato E.N.E. e S.M.S., cittadini rumeni rispettivamente di  30 e 31 anni, nullafacenti, pregiudicati e senza fissa dimora, per furto aggravato in concorso all’Iper dell’Oriocenter. I soggetti, dopo aver privato delle placche antitaccheggio diverse bottiglie di alcolici, per un valore di circa 500 euro, tentavano di guadagnare la fuga verso l’uscita del supermercato attraverso una cassa che era al momento priva della cassiera. Immediatamente notati dalla vigilanza, i due soggetti venivano bloccati e consegnati alla pattuglia dei carabinieri appena giunta sul posto.

4 – La demolizione del ponte di Genova nelle mire della bergamasca Despe

Sono due le aziende in lizza per la demolizione dei monconi residui del ponte Morandi di Genova. La bergamasca Despe, di Torre de’ Roveri, propone l’utilizzo di pinze idrauliche che, attraverso un’opera di indebolimento delle basi portanti, finirebbero per far crollare le strutture di ponente e di levante. L’emiliana Siag punta invece sull’utilizzo di esplosivi, settore in cui vanta una lunga esperienza e un proprio metodo specifico.

5 – Schianto a Osio Sotto, motociclista ferito gravemente

Schianto a Osio Sotto, c’è un ferito grave. L’incidente è avvenuto intorno alle 7.40 in via Dante Alighieri. Coinvolte un’auto e un motociclo. Sul posto sono subito intervenuti i soccorritori della Croce bianca di Boltiere hanno proceduto al trasporto, in codice rosso, di un ferito grave in ospedale. Sul posto anche le Forze dell’ordine per i rilievi del caso. Il traffico su via Dante, già normalmente affollatissima, è andato in tilt.

6 - Nuovo marciapiede e semaforo a chiamata in via Bersaglieri

Si è concluso ieri pomeriggio il cantiere di via dei Bersaglieri, la strada che collega la rotonda di via delle Valli a Gorle: da sempre la via è impraticabile per i pedoni sul lato destro in uscita dalla città, tanto che i residenti del civico 28 non possono nemmeno raggiungere la fermata Atb della via. Grazie all’intervento del Comune di Bergamo sono stati finalmente realizzati un marciapiede proprio a partire dal civico 28 verso il confine comunale di Gorle, e un attraversamento pedonale semaforizzato (il semaforo sarà installato a breve) proprio all’altezza della fermata Atb, non lontano del civico 12 della via. L’Amministrazione risponde così a un’altra delle richieste storiche degli abitanti dell’area.

7 – Continuano i lavori di asfaltatura sulle strade cittadine

Continuano i lavori di asfaltatura in città: il 2018 è l’anno del massimo sforzo dell’Amministrazione sul tema. Con un piano di cantieri per un valore di 1 milione e 850 mila euro. Più di tre volte quello che veniva investito dalle precedenti Amministrazioni (600mila euro l’anno) e più del doppio degli anni passati. In totale saranno 117mila i metri quadrati d’asfalto rimessi a nuovo, dei quali più di 10 mila di marciapiedi. Si tratta di quasi 60 strade. Entro sabato 22 settembre partono una serie di lavori serali e notturni in diverse vie cittadine, come viale delle Mura, via Bono, via Angelo Mai, via Martiri di Cefalonia, via Zambonate, viale Pirovano, via Gastoldi e via Serassi, etc. Lavori imminenti anche in viale Giulio Cesare nel quartiere di Monterosso e in via Monte Gleno, tra via pizzo Redorta e via Monte Tesoro a Celadina. Molti interventi sono già stati portati a termine, come in viale Giulio Cesare, in via Camozzi, in via Talamone e via Ferruccio dell’Orto, un tratto di via Pelabrocco, nelle vie Torni e Sudorno, in via Broseta e così via.

8 - Lavori in corso in via Cavalli: si sistema la confluenza tra due rogge

Iniziati proprio in queste ore i lavori in prossimità dell’incrocio tra via Martin Luther King e Via Cavalli, l’intervento forse più importante di un progetto più ampio di riqualificazione del sistema di raccolta e convogliamento delle portate di acqua in 4 punti diversi della città. Negli anni scorsi si sono registrati frequenti allagamenti durante fenomeni di pioggia intensa poiché la roggia di via Cavalli si immette ad angolo retto nella roggia di via King, provocandone il reflusso e lo straripamento. L’intervento consiste nel modificare l’angolo di immissione portandolo a 45°, in modo che le acque entrino con più agio nella roggia. In via Cavalli gli operai saranno al lavoro per circa 15 giorni, ma l’intervento complessivo prevede un costo di 700mila euro per una durata complessiva di quattro mesi. Gli altri interventi riguardano la via Fontana e Pavione, la via Castello Presati, la via Castagneta, tutte vie che sono state soggette, in occasione di temporali, ad allagamenti e a conseguenti disagi per coloro che vi abitano. Il piano dell’Amministrazione consente un miglior deflusso delle acque di piena, riducendo la possibilità di fenomeni di allagamento che caratterizzano le aree in questione.

9 - Coltivava marijuana in casa a Zogno, 37enne nei guai

Ieri mattina i militari della Compagnia di Zogno, in collaborazione con gli agenti della Polizia locale, hanno eseguito un blitz all’interno dell’abitazione di un 37enne, disoccupato, dove hanno trovato e  sequestrato trenta piante di marjuana coltivate in vasi e in una serra appositamente creata, oltre a diverse “infiorescenze” e 40 grammi circa di sostanza, pronti all’uso, oltre a tabacco misto marjuana. Per questo il 37enne è stato arrestato con l’accusa di coltivazione ai fini di spaccio di stupefacenti. Il giudizio per direttissima dell’arrestato, è fissato per questa mattina davanti al Tribunale di Bergamo.

 

29 AGOSTO

 

1 – Puzze a Spirano, scovati i colpevoli. Gestione non autorizzata di rifiuti

Gli uomini della stazione Carabinieri Forestale di Curno, in collaborazione con gli agenti della Polizia Locale di Spirano, nell’ambito di una serrata attività di controllo del territorio, hanno posto sotto sequestro preventivo un capannone industriale per gestione non autorizzata di rifiuti. L’operazione, riguardante un’attività di recupero rifiuti plastici non pericolosi, si è svolta nella mattinata di oggi, dalle 9 alle 13, nei pressi della zona industriale di Spirano. «A seguito di numerose segnalazioni riguardanti fastidiosi miasmi – dichiara il vicesindaco reggente Yuri Grasselli – l’amministrazione comunale si è subito attivata per risalire alle cause dello spiacevole fenomeno. Nel corso delle indagini, gli uomini della forestale e i nostri agenti hanno provveduto a sequestrare penalmente questa area e diverso materiale plastico non pericoloso per la salute pubblica. Ringrazio le forze dell’ordine per questa operazione e tutti i cittadini per le diverse segnalazioni».

2 – Sfonda la vetrina con la testa, macellaio in ospedale

Un momento di distrazione, un passo falso o forse un capogiro. Stava pulendo la vetrina del proprio negozio in via Chiesa a Pagazzano quando è caduto dalla scala. Un incidente che poteva essere fatale per il macellaio 67enne che ha sfondato il vetro con la testa cadendo rovinosamente a terra. Sul posto sono subito intervenuti i soccorritori della Croce Rossa di Treviglio in codice rosso. Quasi miracolosamente però l’uomo non ha riportato lesioni gravi. Qualche ferita al volto e al collo. Poca roba se si pensa a come sarebbe potuta andare a finire. Il macellaio è stato trasportato in ospedale in codice verde. Fortunatamente per lui poco più di un grande spavento.

3 - Schiacciato dal muletto in un’azienda che lavora il cemento

Un uomo di 51 anni, M.E., un autotrasportatore, è stato trasportato d’urgenza in ospedale dopo aver subito un infortunio sul lavoro alla Manu Cem di via Romanino, Cavernago, che produce manufatti di cemento, la Manu Cem. L’uomo, stando a quanto emerso, sarebbe stato investito da un muletto. Sul posto sono intervenuti i soccorritori da Bergamo ed è arrivato anche l’elisoccorso. Le condizioni dell’operaio, che inizialmente sembravano molto gravi, sembrano essersi stabilizzate. È stato portato in ospedale.

4 - Ladri senza scrupoli: assaltata la sede della Protezione civile

Ladri senza scrupoli: assaltata la sede della Protezione civile. L’increscioso episodio è avvenuto nella notte tra lunedì e martedì a Chignolo d’Isola. I malviventi hanno scassinato due porte dello stabile che ospita la sede del sodalizio mentre una terza porta è stata letteralmente divelta. Una volta dentro i ladri sono riusciti ad arraffare alcuni dei mezzi che i volontari utilizzano per i loro preziosi interventi di messa in sicurezza e manutenzione del territorio. In particolare hanno rubato una idropulitrice, un generatore di corrente elettrica e persino una macchina spazzaneve, oltre ad altri strumenti meno ingombranti. Tutto materiale che era stato comprato con i contributi di Comune e Regione. Oltre al danno quindi la feroce rabbia per una azione che va a colpire tutta la comunità. Sul posto sono intervenuti gli agenti della Polizia Locale. Il furto è stato poi denunciato ai carabinieri che hanno già avviato le indagini. Il raid purtroppo non è isolato. È stata rilevata una intrusione anche in un magazzino comunale.

5 – Valbrembo, scoperta macellazione abusiva di ovini

I Carabinieri Forestali della Stazione di Curno sono intervenuti a seguito di indagini relative a un caso di presunta macellazione abusiva di ovini nella zona di Valbrembo. Giunti sul posto hanno sorpreso A.G. di 56 anni, intento a macellare un capo ovino presso locali in proprietà, privi di qualsiasi requisito di sicurezza, igiene e salute e, dalla successiva ispezione, rinvenivano 3 carcasse macellate secondo rito islamico ma senza preventivo stordimento degli animali al fine di non infliggere loro inutili sofferenze. Oltre a ciò sono state rinvenute 9 pelli di ovino e una notevole quantità di resti di ovini precedentemente macellati e posti in cassoni privi di qualsiasi requisito igienico sanitario. L’autore non risulta titolare di macello riconosciuto e, tantomeno, di autorizzazione all’attività di macellazione secondo il rito islamico, e quindi i Carabinieri Forestali hanno proceduto al sequestro delle carcasse, dei contenitori dei resti degli ovini e dei locali sede dell’attività. Sono stati posti sotto sequestro anche 42 capi vivi, privi di documentazione e note di accompagnamento al trasporto, procedendo al successivo invio all’allevamento di origine in Piemonte, nelle province di Torino e Cuneo. L’ipotesi di reato a carico del titolare, denunciato alla Procura della Repubblica di Bergamo, è quella di macellazione abusiva, prevista dal Decreto Legislativo 193 del 2007 articolo 6 che indica la pena dell’arresto da 6 mesi ad 1 anno o un’ammenda fino a 150mila euro. L’operazione rientra nella attività di controllo dei macelli disposta in occasione della festa islamica del sacrificio 2018, al fine di prevenire attività non conformi ai requisiti di sicurezza e salute del consumatore finale. Accanto a strutture idonee e certificate, inserite in apposito elenco, coesistono spesso attività improvvisate e assolutamente fuori legge.

6 – ConGiulia, la scuola estiva in ospedale diventa realtà

ConGiulia, la scuola estiva in ospedale diventa realtà. È stata riconosciuta ufficialmente la valenza del percorso con docenti volontari grazie a una convenzione fra Asst, Associazione ConGiulia e Ufficio scolastico provinciale (Usp). L’annuncio nel corso della visita all’ospedale di Bergamo della dirigente dell’Usp Patrizia Graziani. La scuola nasce dal desiderio di Giulia Gabrieli, 14 anni, che ha lasciato un segno in ospedale durante la lunga battaglia contro un tumore, condotta con il sorriso e grande determinazione fino alla fine. Dal 2013 sono circa mille gli studenti che hanno visto concretizzarsi il sogno di Giulia, che le lezioni ordinarie della scuola statale al Papa Giovanni, affettuosamente chiamata “scuola in pigiama” dai ragazzi ricoverati, potessero continuare anche nel periodo delle vacanze. Una parentesi di normalità, uno stimolo per prepararsi al futuro, per non restare indietro rispetto ai compagni: per chi sta a lungo in ospedale serve anche questo per non perdere la voglia di combattere. Mancava solo il riconoscimento ufficiale ed ora è arrivato.

7 - Partiti i lavori per la sistemazione della copertura dei campi sportivi di Colognola

Sono partiti in questi giorni in città i lavori voluti dal Comune di Bergamo per il rifacimento della copertura dell’impianto sportivo di Piazzale delle Scienze nel quartiere Colognola. L’impianto è composto da un campo di calcio a 11 in erba naturale all’aperto, mentre al coperto vi sono un campo da tennis, un campo polivalente e un’area squash, spogliatoi e segreteria; la gestione è affidata all’Asd Polisportiva Colognola 2012. Il progetto dell’Amministrazione mira alla sistemazione delle coperture, con un progetto da 380 mila euro per quello che riguarda il primo lotto di intervento. L’impianto coperto è composto da due cosiddetti “palloni”, strutture con copertura in Pvc. Il progetto, con questo primo lotto, prevede l’intervento su una delle due strutture: si sostituisce il Pvc con una copertura in lamiera coibentata e contemporaneamente si rinforza la struttura portante, dato il peso maggiore della lamiera rispetto al vecchio telo in Pvc. La struttura risulterà in questo modo più isolata dal punto di vista termico, consentendo un risparmio energetico consistente e aumentando il comfort di utilizzo. Si amplierà inoltre il periodo di utilizzo.

8 - Spacciatore tunisino arrestato a Seriate

Nella tarda serata di ieri, i carabinieri di Bergamo hanno arrestato E.A.K., tunisino di 43 anni pluripregiudicato, per detenzione e spaccio di sostanze stupefacenti. I militari lo hanno osservato e pedinato per tenere sotto controllo tutti i suoi spostamenti e alla fine lo hanno fermato mentre si trovava in sella al suo motorino a Seriate. Perquisito sul posto, il tunisino è stato trovato in possesso di 600 euro in contanti, ritenuti provento dell’attività illecita. La successiva perquisizione domiciliare in Bergamo, estesa anche a un garage nella pertinenza dell’abitazione, ha permesso ai militari di rinvenire, nascosti in un sacchetto dei rifiuti, due bilancini di precisione. Poco distanti dal sacchetto, all’interno di alcuni contenitori solitamente utilizzati per contenere le sorprese delle uova di cioccolato ed all’interno di due tubetti medicinali, venivano trovati quasi 25 grammi di cocaina già divisa in dosi e pronte per essere vendute agli acquirenti. E.A.K. è stato arrestato ed è ora in attesa del giudizio direttissimo di questa mattina.

 

28 AGOSTO

 

1 – Camion contro un furgone sull’asse. Morto un uomo di 30 anni a Seriate

Tragico incidente oggi alle 14.10 sull’asse interurbano a Seriate, nel tratto che va dall’uscita per il Polo Fieristico verso Bergamo. Nel tamponamento a catena che ha coinvolto un mezzo pesante e due furgoni è morta una persona e ci sono altri sette feriti. Ad avere la peggio il passeggero di un furgone bianco schiacciato violentemente: si tratta di un 30enne egiziano che abitava nel Cremonese. Sul posto sono accorse due auto mediche e due ambulanze.

2 - In circonvallazione a oltre 115 km/h: 14 patenti ritirate

Molti viaggiavano oltre i 115 km/h, uno era al volante in stato di ebbrezza nonostante gli fosse stata revocata la patente e così via. Risultato: tra le 19 e le 24 di ieri sono state ritirate 14 patenti sulla circonvallazione cittadina nell’ambito di un servizio di sicurezza stradale svolto dalla Polizia Locale e dai Carabinieri di Bergamo. In cinque ore, grazie all’utilizzo del telelaser, gli agenti hanno elevato 23 verbali, di cui 20 per eccesso di velocità. Il caso più eclatante quello di un automobilista che viaggiava a 120 km/h, in stato di ebbrezza e con la patente di guida revocata. Le violazioni del limite sono state tali che nessun automobilista ha contestato le sanzioni da parte della Polizia Locale. Due sanzioni sono state addirittura pagate in loco, attraverso il pos in dotazione alla Polizia Locale. «C’è molto lavoro da fare sulle nostre strade – sottolineano il vicesindaco Sergio Gandi e la Comandante della Polizia Locale Gabriella Messina – se vogliamo ridurre il numero di incidenti sul nostro territorio. Chi viaggia a 40-60 km/h sopra il limite di velocità, indipendentemente dall’abilità al volante, mette a repentaglio la propria vita e quella di tutti coloro che incrociano sulla strada. Il fatto che vengano ritirate 14 patenti in poche ore, con automobilisti che viaggiano a 150km/h con il limite a 70 dimostra che servizi di prevenzione come quello di ieri sono necessari per migliorare la sicurezza sulle nostre strade».

3 - A Pontirolo pensionato scippato davanti a casa da due rom

Appena uscito dal bar, un pensionato è stato scippato da due rom, poi fuggiti in auto. L’uomo ha riportato ecchimosi al braccio. È accaduto alle 12.40 di venerdì scorso, sul posto i carabinieri. L’uomo era appena riuscito dal bar “Il Dollaro”, dove erano seduto a un tavolino anche i due malfattori, che poi lo hanno seguito mentre andava a casa.

4 – Adamello fatale per Pino Magistri. Era maestro della banda di Sarnico

Addio a Giuseppe «Pino» Magistri. Il maestro di musica di Pisogne, Brescia, al timone della banda di Sarnico, è morto ieri mattina travolto da uno sperone di roccia mentre risaliva il sentiero che porta alla cima Salimmo, sopra Ponte di Legno, Adamello. È morto sul colpo. Con lui c’erano quattro amici che sono rimasti illesi e che hanno allertato il 118. Magistri aveva 63 anni, una vita dedicata alla musica e alla famiglia e una grande passione per la montagna. Magistri lascia la moglie Marcella e la figlia Marta.

5 – Morto un cercatori di funghi 74enne a Mezzoldo

Un uomo di 74 anni di Vimodrone (Milano) ha perso la vita ieri pomeriggio nei boschi sopra Mezzoldo. Era uscito con un’altra persona in cerca di funghi ma ha perso l’equilibrio, è scivolato ed è finito in un torrente. Per caso in zona era presente un medico che ha portato le prime cure, ma non c’è stato nulla da fare. Le ferite riportate non gli hanno lasciato scampo. Sul posto i tecnici della VI Delegazione Orobica, l’elisoccorso da Bergamo, i Vigili del fuoco e la Croce rossa. Altro intervento stanotte per un altro uomo, cercatore di funghi, bloccato sul greto del torrente Bondione, a quota 1300 metri. Dopo l'allertamento le squadre lo hanno raggiunto e messo in sicurezza, illeso.

6 – Si rompe una giostra, paura per una famiglia bergamasca

Paura per una famiglia bergamasca dopo la rottura di una giostra domenica 26 agosto in Sardegna. In totale sono stati 10 i feriti, fortunamente non gravi. Il racconto su Facebook del barista Maurizio Valli, proprietario di alcuni locali in città, a Pula con moglie, figlio di 2 anni, i nipoti e la madre (che ha avuto le conseguenze peggiori: una brutta ferita a una gamba e 10 giorni di prognosi).

7 – Nuovo brand di moda e oggettistica by Bosatelli (Gewiss)

Oggetti di design e anche una linea di moda. Una produzione negli ex stabilimenti Triumph di Trescore portata avanti da Domenico Bosatelli. Una linea che sarà presentata a settembre a Milano e che mira a fare da corredo al nuovo quartiere ipertecnologico Chorus Life, a Bergamo, al cui interno troverà posto anche il Palazzetto dello Sport. Bosatelli, patron della Gewiss, ha promosso la rinascita dell’area ex Ote con l’impresa edilizia di sua proprietà, la Groupedil.

8 – Poltrone e Sofà, nuova collezione con nomi bergamaschi

Tutti in vendita da Poltrone e Sofà. Sorpresa e stupore, miste a un pizzico di orgoglio, tra i bergamaschi e non solo. La catena di arredamento specializzata in divani ha lanciato sul mercato la sua nuova collezione. Tutti i modelli hanno nomi ispirati a paesi della Lombardia. Tanti i bergamaschi. In ordine alfabetico ci sono Arzago, Aviatico, Brignano, Calepio, Capriate, Carvico, Cerete, Ciserano, Dalmine, Foppolo, Mapello, Morengo, Sedrina, Treviolo, Verdellino, Vertova e Zanica. Ma anche la Provinciale Bergamina, che passa da Treviglio verso Lodi passando per Casirate e Arzago. Nel catalogo delle poltrone figurano invece Brembate, Cologno, Gandosso, Ghisalba, Selvino, Geromina, Seriate e Telgate.

 

27 AGOSTO

 

1 – Zingonia, le torri bruciano ancora. È l’ottava volta in soli due mesi

Dopo il violento rogo divampato ieri sera, domenica 26 agosto, nella torre Anna 3, Zingonia, anche oggi è scoppiato un incendio. È l’ottava volta nel giro di pochissime settimane che un appartamento delle torri va a fuoco. Il rogo di oggi è al sesto piano di uno dei palazzoni di via Monaco a Ciserano. Si tratta della torre Athena 2, vicino al supermercato Famila. Sul posto i vigili del fuoco e le forze dell’ordine.

2 – Incidente oggi sulla Villa d’Almè-Dalmine: sei feriti

Un incidente fortunatamente senza gravi condizioni, ma con molte ripercussioni sul traffico, oggi sulla Dalmine-Villa d’Almé. Si è trattato di un tamponamento tra Treviolo e Mozzo. Sei le persone ferite: non sono in gravi condizioni. Sul posto tre ambulanze inviate dal 118.

3 - Ladri di biciclette colpiscono i ciclisti in sosta a Piacenza

Brutta avventura settimana scorsa per i ciclisti paloschesi durante una sosta alla città di Piacenza. Neanche il tempo di godersi la piazza che la bici bianca di un compagno, attrezzata con tutti gli accessori ed appoggiata ad un dissuasore che delimita la piazza, è sparita. «Eravamo arrivati a Piacenza, destinazione del nostro percorso attraverso la ciclopedonale che parte a Cremona – raccontano i compagni che fanno parte del gruppo – ci siamo fermati in piazza a vedere i monumenti, appoggiando le bici ai paletti. Dopo dieci minuti la bici non c’era più, rubata sotto il naso del nostro amico che stava facendo la guardia e che forse si è distratto». Così il ladro non ha perso l’attimo per passare indiscreto e portarla via con sé. Attoniti i ciclisti che, tornati alle loro bici per ripartire, hanno notato l’assenza del mezzo. «A quel punto – continuano i ciclisti – abbiamo cercato un negozio dove comprare una bici usata per poter far tornare a casa il nostro amico insieme a noi. Con tutte le uscite che facciamo questa la prima volta che ci capita un fatto simile».

4 – Tre morti sulle strade nel weekend. Un 26enne, un 40enne, una 81enne

Un fine settimana di sangue sulle strade. Tra sabato e domenica sono tre le persone che hanno perso la vita (41 da gennai). Poco prima dell’una di notte, vicino al ponte di Botta di Sedrina ma in territorio di Villa d’Almè, Federico Soffientini, 26 anni, alla guida della sua auto, s’è schiantato contro un camion. Il giovane, di Pregnana Milanese, diplomato in oboe, tornava a casa dopo aver partecipato a un masterclass in Val Brembana. Sabato sera Daniele Sangalli, 40enne originario di Bergamo, è morto a Torbole Casaglia, in provincia di Brescia, dove da anni abitava, in un frontale tra due auto. Investita a morte Giovanna Giorgia, 81 anni, mentre stava attraversando la strada a Dalmine.

5 – Gatto preso di mira: colpito da piombini a Seriate

Un gatto è stato ferito domenica mattina a Seriate con un piombino proveniente da un’arma ad aria compressa. Il veterinario gli ha fatto le lastre, visto che sanguinava dal torace, e ha scoperto che di piombini ce n’erano altri. Insomma, non era la prima volta.

6 – Regionali Miss Italia, ci sono tre bergamasche tra le finaliste

Miss Lombardia è la splendida Maddalena Capuzzi. Si è aggiudicata il titolo sabato 25 agosto, alla finalissima regionale del concorso nazionale Miss Italia edizione 2018. Anche tre bergamasche tra le fasce assegnate durante la serata in Franciacorta: Silvia Surini è Miss Cinema Lombardia, 22 anni di Rogno; Patrizia Bendotti è Miss Sorriso Lombardia, 19 anni di Lovere; Emma Reina, Miss Bellezza Rocchetta, 18 anni, di Bergamo.

7 – Alto il numero degli infortuni in casa: tremila l’anno

Oltre tremila incidenti domestici all’anno, decisamente sopra la media regionale. Nella nostra provincia ci si fa male in casa, e molto, secondo i dati statistici elaborati dall’Ats di BergamoLa fascia d’età con il bilancio più pesante è quella delle persone over 75, con gli uomini a 8,2 per mille abitanti mentre per le donne il dato è più del doppio con 17,8, ovvero il 42% in più rispetto alla media regionale.

8 - Mondiale Giornalisti: Italia argento nello Sprint a squadre con Aresi, Bernardi e Merli

Nella seconda giornata dei Campionati del Mondo di Ciclismo per Giornalisti a Roeselare in Belgio è arrivata la prima medaglia per l’Italia. L’ha conquistata la formazione Old Italy, Rinaldo Bernardi, il bergamasco Paolo Aresi e Mauro Merli, che si è piazzata seconda nella gara Sprint a squadre. Un argento che lascia un po’ l’amaro in bocca perché l’oro è sfuggito per l’inezia di 34 centesimi ma che ha dato morale a tutta la formazione che domani sarà impegnata nella gara su strada.