Fiere e manifestazioni
Tradizioni

Corna Imagna capitale della castagna: torna la sagra con le sue iniziative e ricette

Gli appuntamenti il 3, 17 e 30 ottobre, tutti dedicati al frutto autunnale simbolo del Comune montano

Corna Imagna capitale della castagna: torna la sagra con le sue iniziative e ricette
Fiere e manifestazioni Val Brembana e Imagna, 27 Settembre 2021 ore 12:38

Quest'anno a Corna Imagna torna la sagra della Castagna, che è arrivata alla sua settima edizione: tre gli appuntamenti – domenica 3 ottobre, domenica 17 ottobre e sabato 30 ottobre –, tutti dedicati al frutto autunnale simbolo del Comune della Valle Imagna. Una manifestazione molto attesa e costellata di eventi per grandi e piccoli.

«Il processo che abbiamo avviato in questi anni, ha visto il coinvolgimento di sempre più realtà del territorio, dalle aziende agricole alle associazioni come il gruppo Alpini, la Biblioteca e la Ludoteca, in una manifestazione storica e significativa per il paese – ha spiegato Giacomo Invernizzi, sindaco di Corna Imagna –. Fra le tante attività, quella che va per la maggiore è sicuramente la raccolta delle castagne: ci teniamo a sottolineare che la nostra è una delle poche Sagre in Bergamasca che vive con i propri prodotti».

La kermesse si aprirà domenica 3 ottobre in Piazza della Rinascita con “Sapori in Valle”, un pranzo con tante proposte di cibo a base di castagne, preparato direttamente dalle aziende agricole. La Sagra proseguirà domenica 17 ottobre, dalle 10 alle 18, presso il Parco degli Alpini, con il mercato dei produttori locali, visite guidate lungo il Sentiero del Castagno, raccolta guidata delle castagne, laboratori per bambini, musica folk e ristorazione. Ultimo appuntamento, di carattere più culturale, sabato 30 ottobre con la presentazione della ricerca “Sono sostenibili le aziende agricole di montagna?”.

La Sagra della Castagna fa parte di un progetto più ampio di valorizzazione del territorio, che l'Amministrazione comunale sta portando avanti insieme alla cittadinanza da diverso tempo. «La manifestazione è il momento che possiamo definire 'clou' del nostro impegno, ma non è altro che uno dei tanti fili conduttori che portano al recupero dell'identità del nostro paese e della montagna – conclude il primo cittadino –. Il recupero delle piante, le potature, l'intervento sul Sentiero del Castagno: sono tutti elementi che si sono aggiunti man mano e costituiscono una filiera attorno a cui ruotano eventi a tema».

La prenotazione è obbligatoria per il pranzo e i laboratori. Per info e prenotazioni si può chiamare il numero 334.5743963, mentre per accedere agli eventi è obbligatorio il Green Pass.