Spettacoli
Televisione

Due bergamaschi (che fanno i veneti) nella nuova fiction di Raiuno “La sposa”

Giorgio Marchesi interpreta un marito per procura, Maurizio Donadoni è suo zio, agricoltore rude. La serie è in onda da domenica 16 gennaio. La protagonista è Serena Rossi

Due bergamaschi (che fanno i veneti) nella nuova fiction di Raiuno “La sposa”
Spettacoli 14 Gennaio 2022 ore 09:17

Due attori bergamaschi di successo al centro della nuova fiction in onda su Raiuno da domenica 16 gennaio. Sono Giorgio Marchesi e Maurizio Donadoni, e la serie si intitola “La Sposa”. La protagonista è Maria, una donna tosta (interpretata da Serena Rossi) che non si lascia scoraggiare dalle difficoltà e costruisce per sé e per quelli che la circondano un lieto fine incoraggiante e, perché no, anche consolatorio.

Maria è giovane e calabrese. Per garantire un futuro migliore alla sua famiglia, decide di accettare il matrimonio per procura con un agricoltore vicentino e trasferirsi al Nord. All’epoca, alle soglie del boom economico, quella di sposarsi per procura è una pratica ancora in uso nel Sud Italia e Maria vi si adegua per saldare i debiti della sua famiglia, far studiare il fratello e assicurare alla sorella minore un futuro sereno con il fidanzato. Arrivata in Veneto, trova una situazione a dir poco scoraggiante: l’uomo che ha sposato –Italo, interpretato da Marchesi, ma il contratto di matrimonio l’ha stipulato lo zio Vittorio, cioè Donadoni - è ancora disperato per la scomparsa della prima moglie e non vuole saperne né di lei né tanto meno del figlio che ha avuto dal primo matrimonio. «Maria farà molta fatica. Sopporterà con grande dignità razzismo e maschilismo e lo farà in silenzio non perché sia debole ma perché, al contrario, è più forte e riesce a rendere migliori le persone che incontra – racconta Serena Rossi – “La Sposa” è una serie che parla del passato ma anche del nostro futuro. Se oggi abbiamo tante cose è anche grazie al sacrificio di chi ci è stato prima di noi. Mi sono rivista in Maria e ci ho rivisto mia nonna che è scomparsa proprio mentre giravamo e alla quale è dedicata questa serie».

«Maria è una donna che sa gestire le cose di cui di solito si occupano gli uomini ma non perde mai la sua femminilità. Ha dolcezza e determinazione  racconta Marchesi -. Italo è un personaggio senza luce che non riesce nemmeno a vedere sé stesso. Si trascina in vita ma è perso e considera un’usurpazione l’arrivo in casa di questa donna, scelta da suo zio, mentre lui sta ancora cercando la moglie scomparsa». Con Maria, Italo ritroverà anche il rapporto con suo figlio Paolino (Antonio Nicolai), un bambino molto intelligente che soffre di crisi epilettiche e che, traumatizzato dalla scomparsa della madre, si è chiuso in sé stesso, ha smesso di andare a scuola e passa il suo tempo nella stalla con gli animali: «Antonio ha un viso espressivo e una bellezza molto vera. È stato scelto apposta un bambino senza esperienze precedenti per lasciargli la naturalezza – racconta Marchesi – Sul set giocavamo molto anche perché spesso era l’unico bambino sul set e non era facile per lui. È stato anche il nostro coach per il dialetto padovano perché lui è davvero veneto».