Spettacoli
Intervista

La bergamasca Giulia Sol nei panni di Demi Moore a teatro

Mercoledì 16 febbraio arriva al Creberg il musical “Ghost”. La cantante si è fatta conoscere al grande pubblico in “Tale e quale show” con le imitazioni di Giorgia, Whitney Houston ed Elodie

La bergamasca Giulia Sol nei panni di Demi Moore a teatro
Spettacoli Bergamo, 15 Febbraio 2022 ore 00:05

Dopo decenni in cui il genere musical ha faticato a conquistarsi platee di primo piano, da qualche anno il settore vive una vigorosa ripresa di consensi. Di questa risalita è protagonista anche una giovane bergamasca, in arte Giulia Sol (vero cognome Sola: è figlia dell’ex consigliere regionale e mental coach Gabriele), che ha debuttato in un ruolo importante nel 2018 al Teatro Nuovo di Milano nel musical “Hairspray”.

Ne è passata di acqua sotto i ponti, in questi 4 anni. Giulia non abita più a Treviolo ma a Mozzo. Si è fatta conoscere al grande pubblico del piccolo schermo in “Tale e quale show” con le applauditissime imitazioni di Giorgia, Whitney Houston e Elodie. Ha fatto passi da gigante nella carriera teatrale, infine, tant’è che mercoledì 16 febbraio arriva al Creberg come coprotagonista di “Ghost”, tratto del celebre film, nel ruolo iconicamente legato al volto di Demi Moore. «Il percorso di audizioni è stato molto lungo - racconta -, una gravidanza: nove mesi. Del resto non avevo avuto esperienze attoriali di questa caratura, quindi posso capire le cautele del regista. La tournée è partita due anni fa, ma si è subito interrotta a causa della pandemia».

52342801_D4S_8888
Foto 1 di 8
52342789_D3S_7709
Foto 2 di 8
52342804_D4S_9100
Foto 3 di 8
52342795_D4S_9251
Foto 4 di 8
52342783_ghost-3
Foto 5 di 8
52342786_D3S_7717
Foto 6 di 8
52342792_D4S_9281
Foto 7 di 8
52342798_D3S_7877
Foto 8 di 8

Il suo percorso di formazione parte da lontano. «Avevo quattro anni quando per la prima volta ho visto Notre Dame de Paris. Terminato lo spettacolo chiesi immediatamente ai miei genitori di regalarmi dei vestiti verdi, perché mi sentivo Esmeralda», racconta. Crescendo la passione per i musical «ha lasciato spazio ad altre attività, come la pallavolo, ma nel 2011 una vacanza a New York mi ha letteralmente riaperto un mondo. Avevamo l'hotel in Times Square, sull'incrocio fra la Settima Avenue e Broadway, luoghi simbolo per i musical. Lì decisi che dovevo seguire questa passione fino in fondo».

Terminati gli studi al liceo linguistico di Bergamo, Giulia ha deciso che quella passione doveva diventare la sua professione. «Dopo la maturità sono stata presa all'Sdm, la Scuola del Musical di Milano fondata da Saverio Marconi - celebre attore e regista, icona del musical in Italia - e nel 2016, dopo il diploma accademico, ho esordito come Jasmine in “Aladine”, lo spettacolo scritto dai Pooh, del quale io però portavo in scena la versione family show, cioè spettacoli ridotti pensati per i più piccoli».

Giulia Sol studia canto ininterrottamente da quando era piccola. E anche durante la pandemia si è tenuta attiva il più possibile, anche registrando un singolo con un amico. Su Raiuno ci è arrivata dopo la prima quarantena, ad autunno 2020, grazie al nome che si era fatta a teatro. «L'esperienza televisiva mi è servita molto per accrescere le mie competenze: sono finita anche a condurre un contest diretto da Roberto Cenci». Sui progetti futuri non si sbottona: «Proposte concrete ne ho, ma per scaramanzia sto in silenzio stampa», ride.

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter