Spettacoli
L'ipotesi

Un’altra estate di spettacoli al Lazzaretto. Con il sogno dei concerti per giovani

Il cantiere per il restyling dello stadio non interferirà con la “stagione” organizzata dal Comune di Bergamo

Un’altra estate di spettacoli al Lazzaretto. Con il sogno dei concerti per giovani
Spettacoli Bergamo, 05 Aprile 2021 ore 02:25

Anche la prossima estate il Lazzaretto ospiterà un fitto calendario di spettacoli, come la scorsa estate: il cantiere per il restyling dello stadio non interferirà con la “stagione” organizzata dal Comune di Bergamo con il coinvolgimento di tutte le realtà che si occupano di eventi e cultura in città. Sempre che la pandemia vada come ci si aspetti, permettendo un ritorno alla quasi normalità, grazie alla campagna di vaccinazione che ha ormai imboccato un buon binario.

Nel 2020 furono 300 gli spettatori ammessi a ogni evento, ben distanziati. Quest’anno si spera di poter fare qualcosa di più, come raccontato dall’assessore alla Cultura Nadia Ghisalberti al Corriere della Sera Bergamo, che in caso di indisponibilità del Lazzaretto era già pronta a cercare soluzioni diverse, come il Campo Utili. Anche se evidentemente non sarebbe stata la stessa cosa.

L’obbiettivo sarebbe quello di inserire nel cartellone anche dei concerti per i giovani, anche se bisogna vedere come si potrà gestire il pubblico. Dovrebbe tornare anche il drive-in, che l’estate scorsa sul piazzale della Celadina ha riscosso successo: serve uno sponsor, però. E qualcosa arriverà anche dall’apertura di una nuova, attesissima location: l’ex centrale di via Daste e Spalenga, con un’area spettacoli all’interno e due all’esterno, sulla piazza antistante la struttura e nell’arena ad hoc.

Per quanto riguarda le associazioni, Bergamo Jazz ha già optato per un’unica rassegna tra giugno e luglio: si sogna di poter tornare a teatro, magari al Donizetti, ma se non sarà possibile si potrebbe virare sul Lazzaretto (come lo scorso anno) o, appunto, all’ex centrale. Confermata a giugno l’edizione numero 33 di Danza Estate: si può appoggiare anche a spazi non convenzionali, quindi è più duttile di altre kermesse. L’Happening delle Cooperative sociali, che si svolge dai primi anni ’90 al Lazzaretto, quasi certamente salterà: servono mesi per organizzarlo, e di questi tempi fare previsioni a lungo termine non è per niente consigliato.

Sta alla finestra il Festival Pianistico di Brescia e Bergamo: si attende di capire quando si potrà entrare a teatro. Per il momento si è pensato a uno slittamento a metà giugno, ma l’ipotesi all’aperto, per ragioni di qualità del suono, è da escludere. Quindi si potrebbe andare a settembre/ottobre.