Il 29 giugno si ripete a Palermo

Che bello il concerto di Radio Italia andato in scena in Piazza Duomo

Che bello il concerto di Radio Italia andato in scena in Piazza Duomo
29 Maggio 2019 ore 09:07

La giornata, a livello climatico, non poteva essere peggiore: una pioggia incessante e copiosa è scesa dalla mattina fino al tardo pomeriggio. Ha concesso soltanto una piccola tregua a inizio concerto, alle 19.30 di lunedì 27 maggio, per poi ricominciare a scendere poco dopo. Ma la piazza era gremita e l’entusiasmo ha incendiato i cuori e gli animi degli spettatori che non hanno rinunciato all’appuntamento musicale live gratuito organizzato da Radio Italia. L’edizione è stata l’ottava e a presentarla c’era la ormai collaudata coppia Luca Bizzarri-Paolo Kessisoglu, con in più la presenza della Mediterranean Orchestra diretta dal Maestro Bruno Santori, pilastro per la splendida riuscita dello spettacolo. E c’era anche un hashtag ufficiale, #Rilive, che ha ottenuto quasi 22 mila post in poco più di tre ore. Sabato 29 giugno, poi, si replicherà al Foro Italico di Palermo. L’evento è stato trasmesso in diretta su Radio Italia, Radio Italia Tv e in streaming audio/video su radioitalia.it, sulla app gratuita “iRadioItalia”, in tv in contemporanea su Real Time e Nove e in streaming sul servizio OTT gratuito Dplay.

 

 

Ad aprire la kermesse è stato Guè Pequeno, che ha trascinato il pubblico direttamente nel cuore del rap catturando le emozioni di tutti i presenti durante l’esibizione Bling Bling (Oro), un omaggio a Mango. Per me è importante, fin dalle prime note, fa sognare il pubblico che applaude i Tiromancino e Federico Zampaglione. Durante il ritornello della canzone, tutto il pubblico è in delirio e canta all’unisono. È poi la volta di Francesco Gabbani che con la sua Occidentali’s Karma e Pachidermi e pappagalli regala al pubblico la solita, arguta ironia trascinante. «Il nuovo album – dichiara il cantante – uscirà entro la fine del 2019». E ancora, l’attesissima Loredana Bertè con l’incantevole brano Cosa ti aspetti da me, già presentato al Festival di Sanremo. E un’emozione impossibile da trattenere è scoppiata quando ha cantato Non sono una signora. Lo show continua quando l’esuberante artista intona O mia bela Madunina con Luca e Paolo.

 

 

Marco Mengoni, invece, affascina il pubblico con Muhammad Ali e Ti ho voluto bene veramente. E subito dopo è la volta del grande ospite internazionale: Sting. Esibisce un italiano perfetto quando saluta la piazza con un «Buonasera a tutti». Col solito savoir faire conclude l’esibizione con un «I love Italy». E ancora grandi nomi come Ultimo, Alessandra Amoroso, Rocco Hunt, Ermal Meta. A chiudere e a mandare definitivamente in delirio il pubblico, Luciano Ligabue che ha anche regalato una anticipazione del suo Tour 2019: «Abbiamo fame di quella fame che il vostro urlo ci regalerà…». A chiudere e ringraziare è l’editore di Radio Italia, Mario Volanti, che con la sua raffinatezza e la voce emozionata ha dichiarato: «Penso che raramente capiti di assistere a quattro ore di musica dal vivo, così, con l’orchestra. Grazie a tutti quelli che hanno lavorato a questo evento, ai nostri speaker e al sindaco Beppe Sala. Noi ci vedremo sicuramente anche l’anno prossimo, quest’anno terremo questo spettacolo anche al Foro Italico di Palermo il 29 giugno».

Praticamente perfetta anche l’organizzazione attorno a questo spettacolo, che è ormai diventato uno degli appuntamenti più attesi e graditi della musica italiana. Non ci resta che replicare a Palermo e ringraziare gli organizzatori e i cantanti che hanno dato vita a un evento veramente spettacolare. Quattro ore di puro spettacolo e di virtuosismi canori.

Food delivery
Top news
Glocal News
Video più visti
Foto più viste
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia