Tra depliant e massaggi

Il cafonometro del centro estetico La lotta senza quartiere a ogni pelo

Il cafonometro del centro estetico La lotta senza quartiere a ogni pelo
14 Novembre 2019 ore 09:13

In questa società dove tutto è fatto per finire su Instagram, non può mancare una rassegna del centro estetico, dove tutto diventa migliore. Cafone, sì, ma depilato.

 

10) Il volantino

Il volantino del centro estetico è uno spettacolo di arte varia del meglio e del peggio della grafica, con foglie e fiori stilizzati, a volte il profilo di un corpo femminile levigato ma palesemente plastificato. L’estetica cafona del centro bellezza inizia dal depliant.

Livello cafonaggine: rosa cipria.

Piace perché: rassicurante.

 

9) Le sopracciglia

Nessuno è mai d’accordo. Troppo tonde, troppo squadrate, troppo spesse. Argomento spinoso più di quanto si possa pensare. Consiglio: difendere la propria scelta cafona, sempre e comunque.

Livello cafonaggine: ala di gabbiano.

Piace perché: «Le voglio come Liz Taylor».

 

8) Le unghie

Un mondo a parte, una vallata di cafonate di vario genere. Che siano ricostruite, finte, colorate, se non è smalto rosso sappiate che è cafone.

Livello cafonaggine: assicurato.

Piace perché: estremamente diffuso.

 

7) Il depilatissimo

Il cafone che dalla palestra al centro estetico sfida le donzelle a gara di morbidezza. La sua cafonaggine fa tenerezza, è un uomo che soffre: la ceretta a volte fa male come il cuore spezzato.

Livello cafonaggine: su cui puoi contare.

Piace perché: un pezzo di cuore.

 

6) I pacchetti

Le offerte convenienza. Non fatele. Il centro estetico inizierà a profumare di casa.

Livello cafonaggine: un secondo lavoro.

Piace perché: oggettivamente, conviene.

 

5) L’estetista sincera

Ti parla del tuo sedere con una sincerità perseguibile penalmente, etichettabile quale lesione, istigazione al suicidio, abuso delle credenze popolari. Ci vuole tatto, stiamo parlando di cose serie.

Livello cafonaggine: nessun poro dilatato sfuggirà.

Piace perché: a volte serve.

 

4) Le promesse di miglioramento

Dovremmo tutti avere l’autostima di quelli che si vedono più belli dopo la maschera.

Livello cafonaggine: anti-age.

Piace perché: la speranza è l’ultima a morire.

 

3) I massaggi

Che sia drenante, energizzante, curativo o solo imbarazzante, il listino medio dei massaggi è sempre più dettagliato. L’efficacia passiva che ne deriva è un perfetto equilibrio tra pigrizia e soddisfazione. Non c’è niente di meglio.

Livello cafonaggine: pur di non andare in palestra…

Piace perché: pur di non andare in palestra…

 

2) La depilazione laser

Nuovo (ma non troppo) baluardo della metrosessualità. A quanto pare, nessuno deve sopravvivere, siamo un popolo di glabri, dai bulbi depressi.

Livello cafonaggine: costa come l’affitto.

Piace perché: al limite dell’obbligatorio.

 

1) Chi non ci va

Nessuno.

Livello cafonaggine: nessuno.

Piace perché: nessuno.

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Video più visti
Foto più viste
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia