Dai documenti a...

Sei dritte per trasferirsi all’estero

Sei dritte per trasferirsi all’estero
22 Marzo 2017 ore 10:00

Trasferirsi all’estero? In passato questa operazione avrebbe spaventato persino i più coraggiosi, ma oggi è un momento molto semplice da affrontare, anche se ovviamente foriero di stress e di altre emozioni legate all’abbandono della propria casa, delle abitudini quotidiane, della famiglia e degli amici. Ma, da un punto di vista prettamente organizzativo, basta semplicemente conoscere questi sei consigli d’oro per traslocare oltre confine con successo e senza complicarvi inutilmente la vita.

 

1) Affidate il trasloco a una società di esperti

I traslochi internazionali possono essere molto impegnativi e le eventuali pratiche doganali possono causare ansia, stress e inutile spreco tempo. Per trasferirvi all’estero senza problemi, il consiglio è di rivolgervi ad una ditta di trasporti internazionali come Blissmoving: in questo modo potrete dedicare le vostre energie alle altre componenti del trasferimento, lasciando la parte più faticosa del lavoro agli esperti del settore.

 

2) Accertatevi della validità dei documenti

I documenti sono una parte fondamentale del vostro trasferimento: in caso di problemi, infatti, potreste perdere del tempo prezioso, accavallare gli altri impegni e ritardare dunque il vostro trasloco all’estero. Come fare per pararsi le spalle? Meglio controllare sempre la validità della vostra carta d’identità o del passaporto, nel caso doveste trasferirvi in un paese extra-UE. Inoltre, in alcuni casi (come ad esempio gli USA o l’Australia) l’accesso vi verrà consentito solo se in possesso di un regolare permesso di lavoro: cercate dunque di informarvi con le ambasciate.

 

3) Organizzatevi per tempo

Un trasferimento all’estero può nascondere mille insidie, sia a livello di documenti che di impegni last-minute o imprevisti inimmaginabili. Per questo motivo, il consiglio è di organizzarvi per tempo, pianificandolo con diverse settimane di anticipo e portando a termine tutti gli aspetti del trasferimento che possono essere svolti nell’immediato: la procrastinazione, infatti, non si sposa granché bene con un trasloco.

 

4) Siate flessibili e di mentalità aperta

L’impatto con una realtà estera può alle volte causare confusione e paura: ma solo perché siete ancora mentalmente ed emotivamente legati alla vostra precedente vita. Liberatevi dunque dei vostri ricordi, apritevi a nuove esperienze e siate dinamici e flessibili: ogni volta che potete, visitate un nuovo angolo della città e imparate a prendere confidenza con ciò che vi circonda. E non abbiate paura di uscire la sera andando da soli all’avventura, perché così facendo vi farete tanti nuovi amici.

 

5) Portate con voi solo lo stretto indispensabile

Quando vi trasferite all’estero, la tentazione è di portarvi dietro l’intera casa: un errore che vi complicherà enormemente il trasloco, e che vi impedirà di vivere un’avventura quanto più possibile slegata dalla precedente. Per questo motivo, cercate di portare con voi solo lo stretto indispensabile: il resto potrete acquistarlo o farvelo spedire in seguito.

 

6) Informatevi prima di partire

Anche se il trasloco vi sta portando via del tempo, cercate di dedicare sempre qualche minuto al web: qui potrete, infatti, studiare la città che diventerà la vostra nuova casa, informandovi anche sui servizi e sui locali che si trovano nel vostro quartiere. In questo modo avrete sin da subito delle certezze alle quali aggrapparvi.

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Video più visti
Foto più viste
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia