Da quella aperta a...

Il cafonometro delle coppie Dieci tipi di unioni insopportabili

Il cafonometro delle coppie Dieci tipi di unioni insopportabili
Tendenze 21 Settembre 2018 ore 05:30

Impossibile non conoscerne qualcuna. Sono gli altri, siamo noi. La tendenza degli uomini è viaggiare due a due. E la cafonaggine, così, può solo raddoppiare.

 

10) Coppia aperta

I grandi ingannati dal 2010. Per motivi sociali e antropologici molto cafoni, costoro credono nella favola (troppo, veramente troppo bella, per essere vera) che il nucleo familiare sia sopravvalutato, che la coppia sia un artificio culturale. Pascolano in giro millantando convinzioni progressiste – formalmente – evitando di rispondere alla domanda «sei single?». In realtà il porto sicuro c’è eccome, ma una nuotatina rigenerante dove l’acqua è più blu, niente di più, la fanno volentieri. Itaca è sempre più bella e nessuno, dall’Età del Bronzo al 2018, può farci nulla.

Livello cafonaggine: molto basso.

Piace perché: trattasi di piccola minoranza.

 

9) Coppia di fatto

Altro prodotto del 2018: la deformalizzazione dei sentimenti. L’occhio corre all’anulare sinistro, ma l’assenza di monili non può dare certezze. Costoro imbastiscono convivenze decennali, ma l’impressione di ripercorrere la strada dei genitori li getta in un panico indescrivibile e dunque evitano di fare il grande passo. Chiamateli moderni, chiamateli Peter Pan, sono una percentuale di coppie in costante crescita. Utilizzano il termine “compagno/compagna” senza accezioni politiche, ma oltre i 45 anni e al terzo figlio il lemma striderà all’udito dell’interlocutore. Al netto pratici, innamorati, figli del loro tempo, molto poco cafoni.

Livello cafonaggine: basso.

Piace perché: ottimo compromesso fra modernità e tradizione.

 

8) Coppia inconsapevole

Sono il mistero degli amici comuni. Si sentono, si frequentano, si vedono, si atteggiano come una coppietta di innamorati. Vivono in simbiosi, si conoscono a memoria, ridono alle stesse battute, si completano le frasi a vicenda, si deridono con affetto facendo vergognare i più appiccicosi piccioncini. Gioiscono con sincerità dei successi dell’altro. Tuttavia, non sono una coppia. Se uno dei due o entrambi ha un partner ufficiale, dovrà fare buon viso a cattivo gioco, mentre la gelosia insinuerà dei dubbi tanto fondati quanto immotivati. Le storie andranno avanti mentre un affetto ideale e collaterale accompagnerà le loro vite. Tra i più famosi, Kate Winslet e Leonardo DiCaprio.

Livello cafonaggine: medio.

Piace perché: l’amore come dovrebbe essere e come, purtroppo, non è.

 

7) Coppia simpatica

Più che una coppia, sono un duo comico. Il punzecchiarsi, reciproco e costante, è la loro forza, il loro collante. Chi li vede assisterà al magico spettacolo della complicità nel suo aspetto migliore: ridere dell’altro e di se stessi per stare insieme. Una goduria per gli occhi e una punta di invidia, inevitabile. Tra le coppie più riuscite, Sandra e Raimondo.

Livello cafonaggine: che noia che barba (non è vero!).

Piace perché: qualcuno riesce a immaginare qualcosa di più romantico?

 

6) Coppia a distanza

Esperimento poco riuscito, soluzione temporanea, Skype, Facetime, trasferte, weekend, fughe, ponti. Illusione dei nostri giorni, la riduzione delle distanze. Basta uno smartphone, una connessione e immaginiamo progetti e piani con il partner a distanza. I componenti di questa coppia gireranno con il telefono legato al polso, ogni serata sarà trascorsa in collegamento. La realtà dei fatti è diversa: altissimo livello di litigiosità e ricatti all’ordine del giorno, nella maggior parte dei casi. Pochi ce la fanno. Eroi.

Livello cafonaggine: da Trenitalia ad Alitalia.

Piace perché: fa rivalutare la situazione di single.

 

5) Coppia litigiosa

Eterna lamentela, infinito contrasto, disaccordo perenne, reciproca disapprovazione cronica, fraintendimento regolare. I componenti della coppia litigiosa non sono d’accordo su niente. Viene il dubbio che, nel profondo, si stiano antipatici. La loro dinamica di coppia è un costante massacro finalizzato alla reciproca distruzione. Tutto bene, se non fosse per le sedute psicoanalitiche alle quali gli amici di costoro sono sottoposti. Non vogliono ascoltare, solo autoconvincersi. Continueranno a distruggersi fino al definitivo scontro: il matrimonio.

Livello cafonaggine: molto alto.

Piace perché: fa rivalutare la condizione di eremiti.

 

4) Coppia che scoppia

Ogni settimana, una pausa. Ogni lasciata è quella definitiva. Blocchi sui social intermittenti. Dispetti infiniti. Rotture definitive? Zero. Durata della pausa: pochi minuti. Chi li conosce, sa che infinita fatica sia prendere sul serio la confidenze dei componenti della “coppia che scoppia” senza alzare gli occhi al cielo. «Stavolta è per sempre» lo scriveranno nelle bomboniere.

Livello cafonaggine: alto.

Piace perché: danno sicurezze.

 

3) Coppia colla

Un unico respiro. Un solo essere. Una sola mente. Al limite della dipendenza, poco prima dello stalking, tra l’osceno e il siamese. Loro. I limonatori. Gli effusori per ambienti. I piccioncini. I nomignoli. I versetti. Le vocine. Le vocine. Le vocine (Dio mio!). Oltre l’umiliazione, in piena demenza. Una schifezzina rosa. Una disgrazia per la vista e per l’udito. Gli imbecilli. Gente che non parla più nemmeno articolando parole definite. Il partner ha le proprietà di linguaggio di un neonato, credono, altrimenti non si spiega. Una maledizione.

Livello cafonaggine: estremo.

Piace perché: dura poco, rinfacciare è possibile.

 

2) Coppia sposata

La complicità estrema. Il team. L’amore che ce l’ha fatta nonostante il matrimonio. Il matrimonio che ce l’ha fatta nonostante l’amore. Forse un retaggio di altri tempi, sono il lieto presente dopo il lieto fine, la trama di due vite che diventa un solo intreccio. Guardarli fa stringere il cuore, ma ascoltarli è un bagno di realismo.

Livello cafonaggine: sacramento.

Piace perché: ogni coppia è “quasi perfetta” a modo suo.

 

1) Coppia felice

Che sia a distanza, coppia colla o coppia simpatica, coppia sposata o coppia non sposata, l’importante è il lieto fine.

Livello cafonaggine: Disney.

Piace perché: Pretty Woman piace a tutti.

Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Curiosità