Tendenze
Le mete più scelte

Anche voi andate in vacanza a Cuba, Ibiza, Londra o Bangkok?

Anche voi andate in vacanza a Cuba, Ibiza, Londra o Bangkok?
Tendenze 12 Agosto 2015 ore 12:35

Una volta sarebbe servito un lavoro immane, migliaia di dati analizzati e poi incrociati, tutto per scoprire semplicemente dove gli italiani hanno deciso di viaggiare nell’estate in corso. Oggi, nell’era di Internet, è tutto più semplice. Merito di siti come Skyscanner, leader mondiale tra i portali di viaggi che offrono un servizio gratuito di ricerca voli, hotel e noleggio auto, che oltre a offrire un servizio agli utenti offrono anche utili informazioni ai giornalisti, diffondendo statistiche e dati. Attraverso l’analisi dell’andamento delle ricerche dei voli per le partenze dagli aeroporti italiani nei mesi estivi, possiamo così scoprire dove e quando i nostri connazionali hanno deciso di volare in ferie. Sul perché, invece, non possiamo pretendere risposta da Skyscanner.

 

Londra

Bangkok_at_NightIbiza

 

Luglio. Sebbene anche giugno abbia offerto bel tempo e un clima da vacanza, come da tradizione gli italiani hanno iniziato a fare le valigie e salutare le città nel mese di luglio. Il portale di viaggi ha riscontrato che tra gennaio e giugno 2015, la meta più ricercata per le vacanze di luglio è stata Londra, sebbene in leggero calo rispetto a dodici mesi prima. Il fatto che molti internauti abbiano cercato informazioni sulla capitale inglese, però, non significa anche che poi ci siano andati. Questo dato è confermato dal fatto che la seconda meta più ricercata per luglio è stata la isla de la fiesta per eccellenza, Ibiza; allo stesso tempo, però, l'isola delle Baleari non è tra le destinazioni che poi gli italiani hanno concretamente scelto per le vacanze. In questo senso spicca a sorpresa Bangkok, capitale della meravigliosa Thailandia. Un successo vacanziero che ha addirittura anticipato quello musicale della canzone Roma-Bangkok della strana coppia Baby K-Giusy Ferreri, da poco nelle radio e già disco di platino (50mila copie vendute). In generale, però, l’analisi delle partenze italiane di luglio ha messo in luce come gli abitanti del Belpaese, in quel mese, preferiscano non allontanarsi troppo da casa puntando soprattutto su mete mediterranee o comunque europee.

 

New York Times SquareCuba

 

Agosto e settembre. La musica cambia quando ci spostiamo nel presente e nel futuro. È vero, i dati ufficiali delle effettive partenze non li possiamo ancora avere per agosto e settembre, ma il numero di prenotazioni effettuate parla chiaro: gli italiani hanno deciso di andare alla conquista del mondo. Domina, incontrastata, la Grande Mela, New York, che in entrambi i mesi in questione vola in testa alle preferenze nostrane, inseguita però a grandi falcate da Bangkok. Rispetto al passato, la meta che è cresciuta di più risulta invece essere Cuba, precisamente L’Avana, che ha incrementato addirittura del 23 percento il numero di prenotazioni rispetto a dodici mesi fa. Un fenomeno di cui vi abbiamo già parlato e figlio di un sentimento contrastante: da una parte la sensazione di maggior sicurezza figlia della fine dell’embargo Usa; dall’altra anche la paura che, adesso che Cuba s’è nuovamente aperta al mondo dopo decenni di isolamento, possa perdere quella sua anima unica e inconfondibile, che l’ha resa un vero mito negli anni scorsi.

In agosto, a differenza che in luglio, cala l’interesse nostrano per il Vecchio Continente: l’ottavo mese dell’anno è quello prescelto dagli italiani per dedicarsi a viaggi più lunghi e impegnativi, forse perché è anche il mese in cui, tradizionalmente, si hanno più giorni di ferie dal lavoro. L’Europa torna ad essere ricercata e apprezzata per settembre, il colpo di coda delle vacanze, con molti italiani che ricercano destinazioni marinare e non, ma per un periodo indicativo di tempo più corto rispetto che a luglio, sintomo che si tratta soprattutto di persone intenzionate, probabilmente, a volersi godere gli ultimi giorni d’estate prima di tornare al lavoro e di dover aspettare altri 12 lunghissimi mesi prima di rivedere città lontane e luoghi esotici.

 

fotografo

 

Viaggiare low cost. Nonostante tutto questo, prima di poter tirare definitivamente le somme dell’estate 2015 dovremo attendere inizio ottobre, quando anche i dati relativi ad agosto e settembre saranno completi di tutte le partenze. A differenza che in luglio, infatti, in questi due mesi non sono stati ancora presi in considerazione, per cause di forza maggiore, gli italiani che opteranno per viaggi low cost, e cioè un numero sempre più elevati di nostri connazionali. Puntare al risparmio è uno dei requisiti principali presi in considerazione dai viaggiatori tricolori, che però questa estate non possono certamente lamentarsi: in base alle analisi del triennio 2012-2014, i prezzi di andata e ritorno e di voli da e per l'Italia verso destinazioni come New York o Ibiza, quest'anno sono i più bassi di sempre. Non vi resta che partire dunque. O, se siete già tornati, di ripartire.

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter