Tendenze
La nuova trovata

Big Mac su stivali e lenzuola Se pure McDonald's si dà alla moda

Big Mac su stivali e lenzuola Se pure McDonald's si dà alla moda
Tendenze 31 Marzo 2015 ore 11:17

McDonald’s, dopo il recente restyle della sua immagine aziendale con nuovi packaging, divise e cartelloni pubblicitari (ne avevamo parlato qui), sceglie ufficialmente di lanciarsi nel mondo della moda. O meglio, nel fast fashion. La limited edition presentata qualche giorno fa in Svezia prende ispirazione dal più famoso dei suoi panini ed è stato quindi chiamata Big Mac Lifestyle Collection. La motivazione alla base di questa nuova scelta di marketing non è stata ancora ben compresa, anche se sembra l’ennesimo tentativo di rafforzare l’immagine di un marchio che non se la sta passando proprio bene. Nel 2014, infatti, l’utile netto di McDonald’s è calato del 15 percento, toccando i 4,76 miliardi di dollari, e la crisi di vendite degli ultimi due anni, oltre a far registrare perdite nei bilanci, ha fatto saltare anche la poltrona dell’Ad Don Thompson, sostituito dal primo marzo da Steve Easterbrook.

4 foto Sfoglia la gallery

La collezione. In questa nuova collezione è possibile trovare veramente di tutto, si va dai vestiti fino alla carta da parati. Ma ci sono anche lenzuola, stivaletti antipioggia in gomma o il cappotto per cani. Tutti i prodotti sono rivolti al gusto del grande pubblico e non a un settore di esperti che hanno la possibilità di spendere grandi cifre. Infatti, i prezzi di questi accessori sono low cost, allineandosi così alla filosofia che da sempre ha contraddistinto le hamburgherie del brand sparse in giro per il mondo.

Non ce ne vogliano gli appassionati di questa catena, ma la nuova collezione è disponibile, al momento è così, solo per i cittadini svedesi, dove McDonald’s ha aperto un apposito negozio online in cui poter acquistare questi prodotti.  Tutti i profitti derivanti dalla vendita di questi oggetti saranno interamente devoluti alla Ronald McDonald House Charities. Il lancio di questa collezione è avvenuto durante un fashion show a Stoccolma, nel contesto di I'm lovin'it 24, la campagna di marketing globale che è arrivata anche in Italia offrendo la colazione gratis per 24 giorni consecutivi a tutti coloro che si fossero presentati in negozio in pigiama.

Anche in Italia. Nel nostro Paese, invece, McDonald’s ha lanciato la sua prima collezione (sempre in edizione limitata) proprio nei mesi appena passati, dal 24 febbraio al 30 marzo 2015. I prodotti sono stati esclusiva di 20 punti vendita Coin (compreso quello di Bergamo città in via Zambonate) con il colosso americano dei panini che aveva firmato una collezione fatta di felpe, cover, cuffie, agende, t-shirt, skate, borse, orologi, spillette, cappellini e tanti altri gadget.

 

https://youtu.be/A4SdshkUySk

 

E  cosa c’entra Moschino. Era il gennaio 2014 quando l'inconfondibile "M" gialla su fondo rosso era riuscita a raggiungere i piani più alti della moda. Ma, in questo caso, pur essendoci evidenti ed espliciti riferimenti alla nota azienda di fast food, la “M” che troneggiava su accessori e capi d’abbigliamento si riferiva al marchio Moschino. Si trattava della prima collezione disegnata da Jeremy Scott per la nota casa di moda italiana. Il logo inarcato dell’azienda è stato apposto su magliette e borse con una curvatura diversa dall’originale, facendo a tutti ricordare l’immagine di un cuore. Secondo molti, inoltre, l’idea di prendere ispirazione da un marchio così lontano dal mondo della moda è stato un vero e proprio inno al consumismo e al mondo americano fatto di tanti simboli e slogan.

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter