Fuori dai confini di Milano

Per la prima volta a Bergamo è arrivato l'Extrasalone, gran bella novità a Oriocenter

Collocati in singole postazioni, sono esposti oggetti di design di alcuni dei marchi più riconoscibili del mondo contemporaneo del settore

Per la prima volta a Bergamo è arrivato l'Extrasalone, gran bella novità a Oriocenter
Tendenze Bergamo, 14 Settembre 2021 ore 08:00

L’Extrasalone, con eleganza e discrezione, ha trasformato Oriocenter: lungo tutta la galleria, collocati in postazioni ben riconoscibili nei vari spazi tra le balconate o nelle “piazze” più ampie del mall, sono esposti interessanti oggetti di design provenienti da alcuni dei marchi più riconoscibili del mondo contemporaneo del settore. Ognuno di questi oggetti è accompagnato da un codice Qr che permette di accedere direttamente ai vari cataloghi del marchio esposto nello stand, con curiosità e informazioni dettagliate sulle vicende e sulle particolarità che lo caratterizzano.

Entrando dal parcheggio esterno, e approdando quindi al primo piano della nuova food court, balzano subito all’occhio, nel corridoio che separa Roadhouse e Dispensa Emilia, due piccole automobili e l’inconfondibile logo di Citroën: si tratta di due esemplari della recente Citroën Ami, uno dei fiori all’occhiello della casa automobilistica francese, tra le più recenti innovazioni nell’ambito della ricerca di nuove soluzioni di mobilità sostenibile. Oggetto di mobilità anticonformista, con la sua propulsione cento per cento elettrica, Ami risponde alla sfida lanciata dalla mobilità urbana e rivolta al rispetto dell’ambiente. Può essere guidata già a 14 anni con la patente AM e il suo design eccentrico ospita comodamente due persone, offre una guida silenziosa e fluida e un’autonomia di 75 km a zero emissioni. La batteria da 5,5 kWh si ricarica in sole tre ore da una presa elettrica standard da 220 V.

Ultracompatta, con i suoi 2,41 metri di lunghezza, propone una straordinaria maneggevolezza grazie al diametro di sterzata di appena 7,2 metri. Altra particolarità dell’automobile è che è facilmente collegabile all’applicazione “My Citroën”, che permette di essere informati in ogni momento sull’autonomia della propria Ami, lo stato di carica e tempo rimanente, segnalando anche le colonne di ricarica più vicine.

Proseguendo, non si possono non notare i due mobili decorati esposti lungo la parte di galleria che porta dalla food court alla zona di 7 Games Athletics: si tratta di due chicche firmate Myin, innovativo brand di design che riflette sull’estetica dei mobili ribaltandone completamente il punto di vista. Il risultato sono splendidi mobili iperminimalisti all’esterno, ma che sorprendono una volta aperti, con decorazioni sempre nuove e inconfondibili: «Oggetti d’arredo dalle linee minimaliste - spiega lo stesso brand - ma con un’anima esplosiva. Oltre il concetto dell’interior design, per arrivare a quello più profondo e inaspettato del design dell’interiorità, Myin è la sintesi di questa evoluzione: il nome significa allo stesso tempo “la mia interiorità” e “il mio interior design”».

Poco oltre, altrettanto inconfondibile è il calciobalilla di Fas Pendezza, eccellenza bergamasca nata nel 1964 a Villa d’Ogna per creare strumenti di gioco e divertimento per adulti e bambini. Materie prime di altissima qualità, lavorazione artigianale hanno portato alla nascita dei prodotti più iconici del brand: il calciobalilla, il tavolo da ping pong e il biliardo di Fas, sinonimo di eleganza e qualità, che negli anni hanno guadagnato anche diversi riconoscimenti a livello nazionale e internazionale.

Ma la galleria tutta di Oriocenter è un continuo avvicendarsi di oggetti sorprendenti e iconici. Per citarne altri, ci sono ad esempio i complementi d’arredo di Profilove, sculture ricavate da un’unica lastra di ferro prima sagomata grazie a una macchina da taglio ad acqua e successivamente spazzolata, ideate originariamente per l’allestimento del palco degli eventi del Festival delle Lettere, la prima manifestazione italiana dedicata alla scrittura epistolare, e successivamente serializzate «perché possano portare calore nelle case di tutti». Ovviamente, per l’Extrasalone è stato selezionato forse il più iconico dei complementi Profilove, ovvero il bambino con in mano la piccola lettera, realizzato in acciaio laserato e verniciato con polvere poliestere.

E poi, ancora: l’innovativo monopattino elettrico di To.Tem, le penne uniche di Penbyme, i mobili di Dehomechratic, le biciclette dal design vintage di Agnelli Bici (inconfondibili nei pressi di Mediaworld), le borse di Curioseo: i brand esposti sono tantissimi e, per gli appassionati di design o anche solo per chi ama il bello, tutti, ognuno a modo suo, davvero interessanti.