Tendenze
Dall'iphone al Mac

Tutto quello che Apple presenterà al grande evento del 21 marzo

Tutto quello che Apple presenterà al grande evento del 21 marzo
Tendenze 21 Marzo 2016 ore 11:00

La società di Cupertino ha già inviato da diversi giorni gli inviti ufficiali alla stampa e ai pochi fortunati che potranno assistere all'evento del 21 Marzo, divenuto in questi anni - come tutti i meeting Apple - un vero e proprio show, anche grazie a Steve Jobs.

Il titolo. Ogni appuntamento Apple è stato negli ultimi anni introdotto da un titolo che funziona anche da slogan, sempre molto d'effetto e scelto con cura, per aumentare l'attesa già febbrile dei milioni di appassionati del settore. Quest'anno è Let Us Loop You In (Lasciatevi coinvolgere). Si tratta di uno slogan meno rappresentativo di altre occasioni, che lascia spazio a tantissime speculazioni, senza dare troppi indizi. Anche negli anni passati questi eventi erano avvolti da una nube di mistero fittissima, che lasciava trapelare solo pochissimi dettagli e che spesso ha indotto anche le riviste specializzate a previsioni totalmente errate. Le occasioni più recenti, però, sono state meno oscure e quasi sempre nelle settimane precedenti si è potuto immaginare il quadro generale che l'azienda di Cupertino aveva in mente.

 

apple event

 

Il nuovo iPhone. Da quando Apple ha compiuto una leggera deviazione sul progetto iPhone, aumentandone le dimensioni fino ai 5,5" del modello plus, fan e critici chiedono la produzione di un modello dalle dimensioni più modeste. Il motto di iPhone, almeno fino a qualche modello fa, puntava proprio sulla possibilità di utilizzare il dispositivo con una sola mano, riuscendo a raggiungere con il pollice ogni angolo dello schermo. Il mercato degli smartphone però si è dimostrato molto più florido nei segmenti superiori, tanto che il mercato tablet ha subito una brusca frenata, perché alcuni modelli di grande successo, rinominati "Phablet", hanno fornito un ottimo compromesso tra due oggetti in origine molto distanti.

A differenza dei concorrenti che sfornano molti modelli coprendo ogni dimensione richiesta dal pubblico, Apple ha così perso una parte della clientela, che continua a preferire le dimensioni dei vecchi iPhone. La prossima settimana, ci sarà una piccola marcia indietro, con la presentazione di quello che - si pensa - si chiamerà iPhone SE, di cui sono comparse in questi giorni informazioni e anche qualche immagine. Non si tratterà di un modello rivoluzionario e probabilmente non avrà nuove funzioni - riservate per il prossimo iPhone 7 in autunno - ma sarà una sorta di versione aggiornata dell'iPhone 5S con componenti attuali.

 

02  01

 

Secondo il sito specializzato 9to5Mac, il design potrebbe essere leggermente riadattato per somigliare maggiormente all'iPhone 6, rendendolo anche più sottile e leggero. Lo schermo sarà di 4 pollici, proprio come l'iPhone 5S, e i colori disponibili dovrebbero essere oro rosa, oro, space grey e bianco, gli stessi degli iPhone in vendita attualmente. Ci si aspetta che abbia una fotocamera da 12 megapixel, un processore A9, supporto per Apple Pay e Siri, attivabile in qualsiasi momento con le parole «Ehy Siri».

iPad Pro. È ormai noto che la maggior parte del successo di Apple dipenda dalla vendita di iPhone ed è quindi normale che l'attenzione si concentri soprattutto sul nuovo modello in arrivo, ma durante l'evento della prossima settimana potrebbero esserci anche altri interessanti annunci. Uno riguarda un possibile aggiornamento dell'iPad Pro, un modello nato da poco ma che sembra essere stato molto apprezzato, soprattutto dalla clientela business, che utilizza questi dispositivi in ambienti lavorativi.

 

https://youtu.be/WlYC8gDvutc

 

iPad Pro è stato il primo tablet Apple da 12,9 pollici ma soprattutto è stato il primo tablet fornito di un hardware davvero di tutto rispetto, in grado in molti casi di sostituire i comuni notebook se affiancato ad una tastiera smart come quella venduta dalla stessa Apple. L'introduzione poi della Apple Pencil ha reso molto più profondo l'utilizzo dell'ampio schermo, sfruttando la tecnologia del 3D-Touch e rendendo la tavolozza virtuale sempre più simile ad un vero foglio di carta. Il nuovo modello di iPad che si pensa sarà presentato dovrebbe compiere una sorta di fusione tra l'ormai noto iPad Air e il suo fratello maggiore Pro. Si potrebbe trattare nei fatti di una sorta di iPad Pro mini o di un iPad Air più potente, le dimensioni infatti saranno di 9,7" (come l'Air) ma le componenti saranno molto simili a quelle del modello Pro. E' molto probabile anche la compatibilità con Apple Pencil.

Il mondo Mac. Anche se a volte capita di scordarlo, Apple era ed è tutt'ora uno dei principali produttori di computer al mondo e i suoi modelli sono ormai veri e propri oggetti di design. Durante la presentazione di lunedì è probabile che ci sarà l'annuncio del nuovo Macbook, il notebook super-leggero presentato lo scorso anno, dal display di 12 pollici e uno spessore minimo da record.

 

https://youtu.be/5-e7NFINJas

 

C'è chi ha previsto un aggiornamento hardware, aspetto criticato al momento del lancio lo scorso anno, perché considerato troppo povero per un computer venduto al prezzo base di 1500 euro. La sorpresa però potrebbe essere anche una versione più grande dello stesso Macbook, un notebook da 14 pollici che però mantenga tutte le caratteristiche base del suo predecessore, ovvero la leggerezza e la portabilità estreme.

Altre sorprese. Qualcuno spera in una seconda versione di Apple Watch, ma secondo le indiscrezioni le possibilità sono davvero poche. Le uniche novità  che pare siano probabili riguardano un nuovo set di cinturini per l'orologio della Mela, ma nessun aggiornamento hardware vero e proprio. I nuovi cinturini potrebbero però avere nuove funzioni, come la possibilità di inserire nuovi sensori che comunichino con l'orologio.

È possibile poi che Apple decida invece di rendere disponibile la nuova versione di iOS, giunta alla numero 9.3, ma anche che presenti i dati di vendita di Apple Music con la probabile aggiunta di nuove funzionalità. Non bisogna dimenticare infine che il contenzioso tra l'azienda di Cupertino e l'FBI in materia di privacy è ancora oggi in atto e vista la grande attenzione mediatica, Tim Cook potrebbe decidere di approfittarne per rivolgersi ancora una volta alle autorità americane e per cercare ulteriore consenso.

Seguici sui nostri canali