Tendenze
la tendenza del 2021

Vacanze in ville di pregio: anche a Bergamo prenotazioni cresciute del 69%

Le prenotazioni da noi e a Brescia hanno rappresentato il 66 per cento del totale di quelle effettuate su Emma Villas per tutta la Lombardia

Vacanze in ville di pregio: anche a Bergamo prenotazioni cresciute del 69%
Tendenze Bergamo, 05 Ottobre 2021 ore 17:56

Il 2021 è stato l’anno in cui gli italiani hanno scelto di trascorrere le vacanze pernottando in ville e tenute di pregio. Nei primi nove mesi le prenotazioni registrate dall’Osservatorio Emma Villas, leader italiano nel settore degli affitti brevi di queste strutture, sono state 3.370 (corrispondenti a 4.553 settimane di soggiorno). Un dato che non solo supera l’anno precedente del 55 per cento, ma è più alto del 6,5 per cento anche rispetto al 2019.

Molto buona la performance delle province di Bergamo e Brescia, in cui si è verificato un aumento del 69 per cento rispetto allo stesso periodo degli ultimi due anni. Le prenotazioni in queste due province, da sole, hanno rappresentato il 66 per cento del totale di quelle effettuate su Emma Villas per tutta la Lombardia. A scegliere le ville di pregio, spesso affacciate sul lago di Garda, sono stati soprattutto i turisti stranieri, anche se non è mancata un 8 per cento circa di villeggianti italiani. Tra gli stranieri al primo posto (4 viaggiatori su 10) ci sono i tedeschi, seguiti dagli olandesi e dagli svizzeri.

4 foto Sfoglia la gallery

In queste due provincie il prezzo medio a settimana per gli affitti è stato di circa 3 mila euro, mentre la media degli ospiti per ogni villa, trattandosi di strutture molto grandi che quindi possono ospitare più di una famiglia, è stata di 8,2 persone.

L’Osservatorio Emma Villas ha invece registrato un prezzo medio di circa 11.800 per le sue strutture affacciate sul lago di Como. Qui un turista su tre è arrivato dagli Stati Uniti, forse attirato dall’effetto “George Clooney”, solo l’ultimo dei divi di Hollywood che ha fatto scoprire una delle meraviglie del nord Italia a tutti gli amanti del glamour.

I dati italiani

L’estate scorsa gli italiani hanno scelto soggiorni a “chilometro 0”, tanto che un abitante su tre ha trascorso le vacanze nella propria regione. Nei mesi di luglio e agosto sono stati 23 milioni gli italiani che hanno scelto di rimanere nei confini nazionali contro i 17 milioni del 2020 e i 18 milioni dell’anno precedente la pandemia. Il Belpaese è stato scelto anche da altri 6 milioni di vacanzieri stranieri, molti meno rispetto alle estati precedenti.

Le destinazioni più gettonate secondo i dati di Emma Villas sono state la Toscana, l’Umbria e le Marche. Ma se si considera solo la percentuale del prenotato sul totale delle ville disponibili in alta stagione il primato spetta all’Abruzzo, con il 100 per cento di strutture occupate durante l’estate.