Si può mangiare solo lì

Presto, c’è la Spalla di Schilpario! (Alla sua sagra bisogna prenotare)

Presto, c’è la Spalla di Schilpario! (Alla sua sagra bisogna prenotare)
28 Giugno 2019 ore 09:20
Foto Atiesse

 

Ai confini delle nostre montagne si nascondono i tesori migliori. Anche dal punto di vista culinario. In alta Val di Scalve, tra i profumi e i pascoli di un luogo incontaminato, possiamo ancora deliziarci con i prodotti tipici del nostro territorio. Parliamo di qualcosa di unico e speciale, un piatto che bandisce le tavole degli scalvini da decenni e che possiamo assaggiare, proprio come ricetta vuole, sabato 29 giugno. Questa prelibatezza nostrana è garantita dalla quarta edizione della Sagra della Spalla di Schilpario, evento che vede al centro dell’attenzione il famoso insaccato di carne di maiale. Un’occasione unica per gustare questa prelibatezza, cucinata seguendo quell’antica tradizione che l’ha resa famosa.

 

 

La parola agli organizzatori. «Un appuntamento imperdibile, che porta in scena i sapori della valle e la partecipazione dei migliori chef della zona – commenta Gian Battista Duci, presidente di Atiesse Schilpario -. La Sagra della Spalla si svolge nella via centrale del paese. I tavoli vengono posizionati in fila indiana, dalla chiesa fino a Piazza dell’Orso, nel centro di Schilpario. Un lungo serpentone, che crea tra gli ospiti un’atmosfera cordiale e amichevole. Grande aiuto ci viene dato dagli albergatori e dai ristoratori del posto, che per l’occasione cucinano il famoso insaccato scalvino, preparano la polenta e fanno bollire le patate. Un vero lavoro di squadra, che coinvolge tutto il paese. Essendo un evento su prenotazione, i partecipanti possono prendere direttamente posto al tavolo. Gli addetti pensano al resto, presentendosi direttamente con i vassoi che sono composti dalla spalla, dall’immancabile polenta, dai formaggi, dalle patate lesse e dal dolce. Un piatto completo, quindi».

Segreto tutto scalvino. Una prelibatezza che possiamo assaggiare, ma che purtroppo non riusciremo mai a ripetere nelle nostre cucine. La ricetta è gelosamente custodita dal macellaio di Schilpario che da anni porta avanti questa tradizione. «È un prodotto unico, la cui ricetta è stata inventata dal mio bisnonno nella seconda metà del 1800 dopo aver lavorato come macellaio in America e in Argentina. Da allora è stata tramandata in famiglia – racconta Alberto Pizio, proprietario della storica macelleria posta nel centro del paese -. Oggi in negozio siamo alla quinta generazione e la spalla di Schilpario è ancora cosi, come nonno l’ha fatta. La tradizione è rimasta inalterata negli anni. A fare la differenza sono i prodotti genuini delle nostre montagne, l’aria buona e poi… l’ingrediente segreto!».

16 foto Sfoglia la gallery

Offerte per tutti i gusti. In occasione dell’evento, sono previsti dei pacchetti perfetti per chi volesse fermarsi a Schilpario e visitare le bellezze del luogo. La prima opzione prevede il pernottamento in formula B&B in una delle strutture convenzionate, con un costo di 47 euro a persona, compresa la cena alla Sagra e la prima colazione. Il secondo pacchetto prevede un costo di 68 euro e comprende cena con pernottamento e noleggio e-bike valevole per tre ore (di mattina o nel pomeriggio) del giorno successivo. La terza e ultima opzione prevede un costo di 75 euro e comprende cena con pernottamento, noleggio e-bike e ingresso al parco minerario Andrea Bonicelli (il giorno stesso o quello successivo).

Informazioni utili. La manifestazione si apre alle ore 19 con un’unica, grande tavolata con seicento posti a sedere che sarà imbandita lungo la via principale del paese. Il servizio terminerà alle ore 21, lasciando spazio alla musica. In caso di maltempo è prevista un’alternativa al coperto. Le iscrizioni sono aperte fino a esaurimento posti. Per partecipare è sufficiente recarsi presso l’ufficio Atiesse in piazza a Schilpario o scrivere una email all’indirizzo schilpario@valdiscalve.it indicando il proprio nome e cognome, numero di telefono cellulare e per quante persone si vuole prenotare. L’iscrizione si conclude con il pagamento, che può essere effettuato direttamente presso l’ufficio Atiesse a Schilpario o tramite bonifico bancario. Per tutte le informazioni è possibile contattare il numero: 034655059.

Food delivery
Top news
Glocal News
Video più visti
Foto più viste
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia