Da «Madóna se l'è gnìt zó ècc» a...

10 frasi in dialetto bergamasco sulle rimpatriate con vecchi amici

10 frasi in dialetto bergamasco sulle rimpatriate con vecchi amici
20 Luglio 2019 ore 06:30

Quando all’orizzonte si profilano le ferie, le scuole sono chiuse e il tempo invoglia alle uscite serali, è facile che si organizzino serate tra amici che le circostanze della vita hanno separato per lungo tempo. Insieme all’affiorare di ricordi condivisi, spesso si fa strada nei più l’idea che la scarsa frequentazione non sia poi così immotivata. Del resto, non siamo celebri per la nostra socialità.

 

1. Madóna se l’è gnìt zó ècc

Confidenza che ciascuno scambia con il proprio vicino, ravvisando negli altri l’invecchiamento che inevitabilmente riguarda anche lui. Il mal comune non suscita però alcun gaudio. [Trad: Madonna come è diventato vecchio]

 

2. L’è ‘mpó che m’se edìa piö

È la prima frase di circostanza che si pronuncia in queste occasioni. La quantità di tempo trascorsa racchiusa nell’impó è variabile, ma di solito si tratta di anni.  [Trad: È un po’ che non ci vediamo]

 

3. A m’se èd dóma ai fönerài

 

Mesta constatazione di chi, travolto dalle mille incombenze esistenziali, per lungo tempo ha trascurato i propri rapporti di amicizia. Naturalmente l’osservazione viene ripetuta a ogni cerimonia funebre. [Trad: Ci vediamo soltanto ai funerali]

 

4. A l’s’è mai spusàt

Non si sa se c’è più pena o invidia nel rilevare che non tutti hanno seguito il canonico percorso che porta i più al matrimonio e alla paternità. C’è senz’altro, però, un pizzico di disapprovazione. [Trad: Non si è mai sposato]

 

5. Gh’ét ü s-cèt o öna s-cèta?

Il turbine della vita ci allontana a volte anche da quelli che ritenevamo gli amici più cari, e perdiamo informazioni essenziali. Oppure, più semplicemente, siamo troppo concentrati su noi stessi. [Trad: Hai un figlio o una figlia?]

 

6. A m’fà sö öna biìda

Non servono particolari cerimonie quando ci si ritrova dopo anni. Esiste però un rituale che avvicina immediatamente gli animi, predispone alla discussione e abbatte le barriere del tempo. [Trad: Facciamoci una bevuta]

 

7. Ol tép a l’passa per töcc

Saggia considerazione che emerge dopo un rapido sguardo a tutti i presenti, non nasconde una punta di soddisfazione che deriva dal notare i segni del tempo sulle facce altrui. [Trad: Il tempo passa per tutti]

 

8. A chèla lé i ghe curìa dré töcc

Inevitabili i ricordi dei bei tempi andati, e con essi tornano a galla anche passioni che non riusciamo più a riconoscere, o a giustificare. Anche perché la memoria non è più quella di una volta. [Trad: A quella lì facevano il filo tutti]

 

9. Sét in pensiù?

Inevitabile domanda che si pone quando si nota una certa serenità d’animo e rilassatezza d’atteggiamento, tipica di chi non deve più fare i conti con l’attività quotidiana. [Trad: Sei in pensione?]

 

10. A m’gh’à de èdes piö de spèss

 

L’immancabile congedo, pronunciato da tutti con grande convinzione e accompagnato da vigorose strette di mano e pacche sulle spalle. Inutile dire che nessuno crede veramente a quello che dice. [Trad: Dovremmo vederci più spesso]

 

Food delivery
Top news
Glocal News
Video più visti
Foto più viste
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia