«Stasira te fó i oselì scapàcc», ad esempio

Dieci frasi dei bergamaschi sul San Valentino appena passato

Dieci frasi dei bergamaschi sul San Valentino appena passato
17 Febbraio 2018 ore 06:00

Il tornado di cuori e frasi sdolcinate che si è abbattuto sulle persone nella giornata di ieri non può certo essere apprezzato dalla nostra indole riservata e poco incline all’espressione pubblica dei propri sentimenti. A onor del vero non siamo particolarmente versati nemmeno nella loro manifestazione privata. Come ci comportiamo allora in queste occasioni? Ecco un prontuario di frasi in cui, pur non rinunciando all’abituale ritrosia, comunichiamo a chi di dovere il nostro affetto.

 

1) Te me sé gnìt/gnida ‘n mét

Clamorosa ammissione della presenza altrui nei propri pensieri, è una manifestazione d’affetto di stupefacente intensità per i nostri standard, e come tale va apprezzata. [Trad. Mi sei venuto/a in mente]

 

 

2) T’ó crompàt öna stüpidada

L’enormità di avere acquistato un bene non indispensabile viene bilanciata dall’affermazione che si tratta di una cosa di poco conto. Paradossalmente, questo ne aumenta il valore. [Trad. Ti ho comprato una stupidata]

 

 

3) Passàe de lé e ó ést chi fiùr ché

L’innato pudore orobico deve necessariamente attribuire alla casualità un evento tanto raro da rasentare il miracolo. Il destinatario dovrà ovviamente accettare il regalo con la massima compostezza. [Trad. Passavo di lì e ho visto questi fiori qui]

 

 

4) T’ó stiràt töte i camise

Solo i cinici più incalliti non riescono a leggere dietro questo atto apparentemente normale il sentimento e la devozione verso la persona amata. Specialmente se il destinatario dell’omaggio è un consumatore seriale di colletti e polsini. [Trad. Ti ho stirato tutte le camicie]

 

 

5) Ó giöstàt ol cumudì

A volte le piccole riparazioni domestiche rimangono nel limbo degli atti incompiuti. Per questa ragione una frase come questa è l’equivalente verbale di un rustico abbraccio. [Trad. Ho aggiustato il comodino]

 

 

6) Stasira te fó i oselì scapàcc

Con gli odierni ritmi di vita non sempre chi si dedica alla cucina è in grado di preparare elaborati manicaretti. Per questo cucinare il piatto preferito dal consorte ha il gusto inimitabile dell’eccezione. [Trad. Stasera ti preparo gli oselì scapàcc]

 

 

7) Ó troàt chi scarpe ch’i te piasìa

Anche qui, un regalo mascherato da avvenimento casuale. In realtà è il frutto di un sapiente lavoro di relazioni, per capire prima di tutto i gusti del destinatario che si dovrebbe conoscere benissimo. [Trad. Ho trovato quelle scarpe che ti piacevano]

 

 

8) Incö l’sarèss San Valentino

Osservazione lasciata cadere come per caso, a sottolineare che tra le due persone che partecipano al discorso ci dovrebbe essere motivo di festeggiamenti. Che nei fatti non si celebri nulla, non è importante. [Trad. Oggi sarebbe San Valentino]

 

 

9) Só gnìt a cà ‘mpó prèst

Impegnati come siamo, il dono più prezioso che possiamo fare è il nostro tempo. Ecco perché un anticipo, nemmeno troppo consistente, ha un’importanza che non va sottovalutata. [Trad. Sono venuto a casa un po’ presto]

 

 

10) Pórte zó mé l’cà

La costruzione di un rapporto a volte è fatta da miriadi di piccoli gesti, quasi insignificanti. Così come possono contribuire al fallimento di una relazione, interpretati nel modo giusto la rafforzano. [Trad. Porto fuori io il cane]

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Video più visti
Foto più viste
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia