Viva Bèrghem
Da «Sére a ü» a...

10 frasi dei bergamaschi tra tombola, lotto e schedine

10 frasi dei bergamaschi tra tombola, lotto e schedine
Viva Bèrghem 24 Luglio 2015 ore 20:00

Per noi, così morigerati, il gioco d’azzardo non è un vizio, ma un mezzo per intrattenere rapporti sociali, persino con chi non è più tra noi. Almeno è stato così fino all’introduzione di nuovi e più diabolici metodi per perdere denaro. In ogni caso, sotto sotto sappiamo bene che, se c’è un vincitore, non è certo chi gioca. Se continuiamo a farlo, è solo per spirito di contraddizione.

 

LOTTO

1) Ó metìt la data del mé póer Piero

2230-Vedove_allegre-Foto_Maurizio_BalzariniDSC_2483

Indispensabile sostegno in vita, il consorte continua a esserlo dopo la dipartita. Vincere giocando la sua data di nascita è qualcosa di simile alla reversibilità della pensione. [Trad: Ho messo la data del mio povero Piero]

 

2) Se möre te dó mia i nömer del lòt

yuuvvdj5tsbzpjhtdgfe935brqe

Fornire i numeri vincenti del lotto sembra essere una delle incombenze più urgenti per un defunto. Minacciare di non darli è una formidabile arma di ricatto. [Trad: Se muoio non ti do i numeri del lotto]

 

3) Ó sbagliat a fà zó la schedina

WCENTER 0ANCAHAPRZ -  gioco lotto

Frase che si sente ogni giorno al bar, forse per la difficoltà di maneggiare i pennarelli. Se però l’errore porta a una vincita, di solito la protesta non avviene. [Trad: Ho sbagliato a compilare la schedina]

 

MACCHINETTE

4) Per fórsa gh’ó de ‘ndà a robà

0WFIBGSHJB  -  ( Luca Toni - furto ladro.jpg )

Curiosa espressione, sentita durante un corpo a corpo con una slot machine, che mette in diretta relazione l’impossibilità di ricavare denaro da una macchina con la necessità di procurarselo in altro modo. [Trad: Per forza devo andare a rubare]

 

BINGO/TOMBOLA

5) Mès-cia chèle baline!

kelly-brook-fortuna

Com’è noto l’uscita dei numeri nella tombola o nel bingo è governata da forze sconosciute. Una di queste è la velocità esatta di mescolamento dei bussolotti. [Trad: Mischia bene quelle palline]

 

6) Te se gnà bù de tègn dò cartèle

BINGO

Il paziente marito, strappato alla contemplazione pomeridiana del cantiere, viene così apostrofato dalla moglie che, al contrario, governa senza problemi anche dieci cartelle. [Trad:  Non sei neanche capace di gestire due cartelle]

 

7) Sére a ü

tombola 2

Urlo disperato che segue la proclamazione di una vincita. Giungere così vicini al traguardo e perdere è terribile, soprattutto se il fatto tende a ripetersi spesso. [Trad: Me ne mancava solo uno]

 

GRATTA E VINCI

8) Con chi növ te ènzet de piö

gratta_e_vinci_sassari

L’atteggiamento magico applicato al gioco trova espressione in leggende metropolitane come questa, che attribuisce ai nuovi giochi un potenziale vincente superiore. [Trad: Con quelli nuovi si vince di più]

 

GENERALE

9) Se ènze ghe l’ dighe a nissü

silenzio

La nostra proverbiale riservatezza emerge anche in questa circostanza, dove il pudore e il desiderio di non ferire l’altrui sensibilità ci impediscono di comunicare un evento a noi favorevole. [Trad: Se vinco non lo dico a nessuno]

 

10) I ghe guadègna nóma lur

governo d'azzardo

Nei non rari momenti di lucidità sappiamo perfettamente che c’è chi ci guadagna sempre, nel gioco. Possono essere entità diverse, più o meno misteriose, ma di certo non siamo noi. [Trad: Ci guadagnano solo loro]

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter