Viva Bèrghem
Da «L'è piö förba che bèla» a...

Gentil sesso bergamasco 10 frasi (acide) sulle altre donne

Gentil sesso bergamasco 10 frasi (acide) sulle altre donne
Viva Bèrghem 07 Giugno 2015 ore 16:30

Se il gentil sesso gentile non lo è più, per le nostre donne forse non lo è stato mai. Abituate a curare senza fare una piega campi e figli nella scorsa generazione, oggi sono manager, mamme e donne di casa, sempre senza farlo pesare. Quelle che invece non perdonano sono le altre donne, soprattutto se si dedicano più all'apparenza che alla sostanza. E questo, chiaramente, per noi è intollerabile.

 

1) Bisognerès èdela quando la lèa sö

01

Serena osservazione che invita a considerare la bellezza di un'amica o di una conoscente in un altro momento della giornata. Probabilmente a lei meno favorevole. [Trad: bisognerebbe vederla quando si sveglia]

 

2) L'è piö förba che bèla

Uomini-e-Donne-Maria-De-Filippi

Apparente lode all'astuzia, rivela in realtà una scarsa considerazione sia dell'aspetto estetico sia del comportamento morale della persona in oggetto. [Trad: È più furba che bella]

 

3) De dré liceo denàcc museo

glutei-cameron-diaz-jennifer-lopez_650x478
Sapida rivisitazione bergamasca che attribuisce alla donna due età diverse, è generalmente scambiata tra due amiche al passaggio di una terza, vista da dietro. [Trad: dietro liceo, davanti museo]

 

4) La pórta lé i braghe

viprp3_zps6c27e05b

Secco commento dopo una visita in casa di una coppia di amici, non è un segno di ammirazione per il carattere della donna, ma un giudizio negativo su quello dell'uomo. [Trad: i pantaloni li porta lei]

 

5) L'è nóna e la fà la s-cetina

Per meritarsi questa frase non è necessario essere anagraficamente nonna. Basta avere poco più di 30 anni e vestirsi vagamente alla moda. [Trad: È una nonna e fa la bambina]

 

6) La spènd de piö de cheèi che de fornér

dal parrucchiere

Data l'importanza del pane quotidiano, è imperdonabile dedicare più risorse del necessario a frivolezze come l'aspetto personale. La frase si sente frequentemente all'uscita della parrucchiera. [Trad: Spende più dalla parrucchiera che dal fornaio]

 

7) La m'è fórta

HB8dfb26ca_1

Confidenza sussurrata dopo che si è appena allontanata l'amica bella, brava, buona, intelligente, ricca, spiritosa ed elegante. Un po' troppo di tutto, insomma. [Trad: Mi sta antipatica]

 

8) L'è bèla, ma faga mia dèrv la bóca

bionde-stupide

La rara ammissione di una bellezza altrui viene immediatamente vanificata da un crudele giudizio sulle facoltà verbali e intellettuali dell'interessata. A meno che, ancor peggio, si parli di alito. [Trad: È bella ma non farle aprire bocca]

 

9) L'è nassida col cűl in del bötér

silvio-berlusconis-tochter-barbara-dementiert-die-verkausf-geruchte-um-den-ac-milan_1t85hiqil0kne16hyqnpsw1xpm

Dopo essersi complimentate con l'amica che vive, fortunatamente, senza problemi economici, si sente il bisogno di sottolineare che non è merito suo. [Trad: È nata col culo nel burro]

 

 

10) L'à troàt l'Amèrica

Elisabetta-Canalis-Brian-Perri_980x571

Considerazione scambiata durante un ricevimento nuziale, tra damigelle della sposa, tende a mettere in rilievo la fortuna di chi si accasa con un coniuge facoltoso. [Trad: Ha trovato l'America]

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter