Viva Bèrghem
Sperém de rià ‘n fónd

10 frasi in bergamasco sugli Europei di calcio

10 frasi in bergamasco sugli Europei di calcio
Viva Bèrghem 09 Giugno 2021 ore 11:48

di Vecchio Daino

Tra poco l’Italia del pallone verrà calamitata da un evento che ci farà riscoprire l’amor patrio, almeno per i novanta minuti delle partite. Vergognosamente orfani dell’ultimo Mondiale, attendiamo con una dose più o meno massiccia di ansia le prestazioni della Nazionale sul palcoscenico internazionale. Però abbiamo anche il nostro carattere, e c’è qualcuno che nemmeno sa che tra pochissimo di disputeranno gli Europei.

1. A m’ghe n’à dét du


Campanilisti quel tanto che basta, non possiamo esimerci dal tifare per i due giocatori in maglia azzurra che rappresentano l’Atalanta. Toloi e Pessina sono un po’ i nostri ambasciatori e sarà bello incitarli, anche solo davanti alla TV. [Trad.: Ne abbiamo dentro due]

2. Ghe arde gna per sògn


I numerosi concittadini che esercitano con disinvoltura l’arte del bastian contrario mettono già le mani avanti, ed escludono categoricamente di assistere alla manifestazione. Ma avevano detto così anche di Sanremo. [Trad.: Non guardo nemmeno per sogno]

3. Per mé m’tira ‘nsèma negót


Non si può dire che l’ottimismo dionisiaco sia uno dei nostri pregi, ma forse è solo scaramanzia. Se le aspettative sono nulle, è facile che i risultati le superino. [Trad.: Per me non otteniamo niente]

4. Sperém de rià ‘n fónd


C’è invece chi manifesta il desiderio di rivedere in finale la nostra squadra, sperando di assistere a un congruo numero di incontri. Per arrivare almeno a vedere l’Italia giocare nel mitico stadio di Wembley. [Trad.: Speriamo di arrivare in fondo]

5. L’è del ’68 che m’vèns mia


Dopo più di mezzo secolo, sarebbe forse giunto il momento di dare seguito a un trionfo che ricordiamo anche per la monetina vincente del nostro Giacinto Facchetti. [Trad.: È dal '68 che non vinciamo]

6. Ghe arde dóma a la Déa


La passione nutrita dai suoi tifosi nei confronti dell’Atalanta in alcuni casi è davvero esclusiva, e impedisce di accalorarsi per l’azzurro, quando è separato dal nero. [Trad.: Guardo solo la Dea]

7. Ol mé òm a l’sarà tecàt a la televisiù


Le nostre regiure, almeno quelle che non amano il calcio, vivranno la temporanea assenza del consorte. Non si sa se la vivranno come mancanza o come liberazione. [Trad.: Mio marito sarà incollato al televisore]

8. Per impó s’parlerà dóma de balù


C’è chi paventa una comunicazione a senso unico, dove si potrà parlare solo di fuorigioco, tattiche e schemi. Ma alla fine si tratta solo di una parentesi, e tra un mese si tornerà a discutere del tempo. [Trad.: Per un po' si parlerà solo di pallone]

9. A m’gh’à dét nissü ‘n del girù


Forse Svizzera, Turchia e Galles non sono proprio delle corazzate, ma ultimamente le competizioni internazionali non sono state molto generose con la nostra Nazionale. È opportuno predicare prudenza, un atteggiamento che ci viene naturale. [Trad.: Non abbiamo nessuno di forte nel girone]

10. A l’sìe gnach che i ghéra


Alcuni di noi vivono in un mondo a parte, dove la disputa di un Campionato Europeo è meno influente di una pioggia fuori stagione. Chissà che non abbiano ragione loro. [Trad.: Non sapevo nemmeno ci fossero]