«Al sul s’istà amò bé»

10 frasi in bergamasco sui primi freddi

10 frasi in bergamasco sui primi freddi
01 Ottobre 2020 ore 00:30

di Vecchio Daino 

È vero che ci piace il fresco, ma il drastico calo delle temperature degli ultimi giorni ha spiazzato anche noi. Così c’è chi corre ai ripari riscoprendo il caro e vecchio riscaldamento a legna, chi aggiunge il piumone e chi invece ritiene che, tutto sommato, il clima sia tiepido, se non proprio caldo. Su tutto, la sgradevole sensazione di avere saltato a piè pari l’autunno.

1. A la matina l’è sténca

Mattinieri di natura, ci càpita spesso che ci alziamo all’alba, se non prima. E a quell’ora la colonnina del mercurio è davvero bassa. Ma abbiamo un rimedio antichissimo: mettersi subito al lavoro. [Trad. Alla mattina (la temperatura) è stinca]

2. Gh’ó dàcc öna fiamadina a la stüa

Molti di noi hanno ancora una vecchia stufa a legna, o una nuova a pellet, e in questi giorni hanno ceduto all’irresistibile tentazione del focherello acceso. Ci sarebbe anche il camino, ma forse non è più così diffuso. [Trad. Ho dato una fiammatina alla stufa]

3. Ó ‘mpiàt i calurìfer

Qualcuno ha compiuto quella che per il nostro spirito parsimonioso è una vera e propria empietà, accendendo l’impianto di riscaldamento prima del tempo. Unanime, in questo caso, il giudizio negativo. [Trad. Ho acceso i caloriferi]

4. La à bé issé

Così dicono i più dotati della virtù dell’adattamento. Del resto, assecondare le vicende naturali è segno di saggezza, perché, come recita un antico detto, ol tép e ‘l cül i fà chèl ch’i völ. [Trad. Va bene così]

5. L’è ‘mpó tròp prèst

Attenti osservatori delle stagioni, ritroviamo il nostro animo contadino quando il normale alternarsi delle stagioni sembra soggetto a un brusco cambiamento. Al quale, peraltro, ci adattiamo rapidamente. [Trad. È un po’ troppo presto]

6. Mèi tirà fò la prepónta

Almeno nel linguaggio recuperiamo la tradizionale, pesante e spessa coltre sotto la quale si rannicchiavano anche i nostri nonni. Per il resto, ci dotiamo del più leggero e pratico piumone. [Trad. Meglio tirar fuori (dall’armadio) la trapunta]

7. S’gh’à frècc a fà negót

Severo monito dei genitori ai figli, invitati a fa ‘ndà i mà per riattivare la circolazione e recuperare un po’ di calore. Esiste anche l’alternativa della grappa, ma non è edificante suggerire il suo utilizzo terapeutico. [Trad. Si ha fretto a far niente]

8. Érel mia dré a scoldàs ol mónd?

Non può mancare chi evoca lo spettro della nuova Era Glaciale, in piena contraddizione con la teoria del surriscaldamento globale. Ma è solo questione di punti di vista, di solito piuttosto parziali. [Trad. Ma non si stava scaldando il mondo?]

9. E l’è apéna comensàt otùer

I catastrofisti prevedono un inverno abbondantemente sotto lo zero, facendo la felicità di quelli che lamentano sempre che i ghè piö i ‘nvèregn de öna ólta. Chissà se manterrebbero l’allegria dopo qualche mese di clima siberiano. [Trad. Ed è appena cominciato ottobre]

10. Al sul s’istà amò bé

Gli inguaribili ottimisti osservano che in fondo, nelle ore più calde del giorno, è ancora possibile godersi i raggi del sole. C’è da dire che la loro convinzione, oltre a non essere sbagliata, esclude alla radice ogni forma di lamentazione. [Trad. Al sole si sta ancora bene]

Top news
Glocal News
Video più visti
Foto più viste
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia