Menu
Cerca
M’è zelàt mès órt

10 frasi in bergamasco sul gelo improvviso

10 frasi in bergamasco sul gelo improvviso
Viva Bèrghem 07 Aprile 2021 ore 09:56

di Vecchio Daino

Ci eravamo già abituati a temperature più che piacevoli, perfette per le lunghe passeggiate all’aperto che per ovvie ragioni hanno sostituito le gite fuoriporta in auto. Ma l’inverno ha voluto salutarci con un colpo di coda che ci ha costretti a reindossare in fretta e furia giacche e soprabiti. La nostra genetica lungimiranza ci fa pensare però che sarà per poco, e così accendiamo con intima e moderata letizia il fuoco del camino.

1. M’è zelàt mès órt


Molti di noi dedicano una cura amorevole ai pochi o tanti metri quadri in cui coltivano le verdure destinate alla tavola o agli amici. Le gelate tardive sono tra i loro peggiori nemici. [Trad.: Mi è gelato mezzo orto]

2. Ìe zamò smorsàt i calorìfer


La nostra indole parsimoniosa era rimasta appagata dal manifestarsi dei primi caldi, che ci aveva permesso di spegnere anzitempo il costoso riscaldamento, Adesso ci toccherà riaccenderlo. [Trad.: Sono già spenti i caloriferi]

3. L’à fiocàt bas


Le sferzate di aria gelida hanno una ragione, e basta alzare un po’ lo sguardo per rendersene conto. Ma dovrebbe essere l’ultimo sussulto dell’inverno, o almeno così speriamo. [Trad.: Ha nevicato a basse quote]

4. De nòcc l’è ndàcc amò sóta zéro


Il precipitare verso il basso delle temperature notturne desta preoccupazione in chi, come noi, vive come una festa il risveglio della natura ed è in asia per la sorte dei böcc, le prime timide gemme. [Trad.: Di notte è andato ancora sotto zero]

5. La matina prèst l’è sténca


Siccome ci alziamo molto presto, possiamo apprezzare in tutto il suo rigore la corroborante e frizzante aria del mattino. Specialmente se siamo ben coperti. [Trad.: La mattina presto è rigida]

6. La sira ghe dó dét öna fiamada


I possessori di camini o stufe non rinunciano al focherello serale, anche solo per togliere un po’ di umidità, dalle pareti e dalle ossa. Il calore poi, fa bene anche all’anima, si dice. [Trad.: La sera do una fiammata]

7. Sperém che l’indaghe mia inàcc tat


Pur non essendo amanti delle temperature torride, non ci dispiacerebbe goderci il clima di una vera primavera, che finora abbiamo solo assaggiato. Per fortuna sembra che il meteo abbia ascoltato le nostre invocazioni. [Trad.: Speriamo che non vada avanti tanto]

8. Ó tiràt fò amò la prepónta


Oggetto del contendere tra coniugi, la trapunta o il piumino sono tornati bruscamente al loro posto, dopo che abbiamo rilevato l’inconsistenza della copertina contro il freddo glaciale di questi giorni. [Trad.: Ho tolto ancora la trapunta]

9. Mèi stà al sul


L’unico modo per sopportare questa recrudescenza della brutta stagione è semplicemente stare al sole, un atteggiamento che ci viene naturale, perché è lì che trascorrevamo un tempo tutte le ore di luce. [Trad.: Meglio stare al sole]

10. Avrìl avrilèt, ü dé cóld, ü dè frècc


L’infinita saggezza popolare non poteva mancare di sottolineare che in questo mese quello che sta capitando non solo è normale, ma è diventato addirittura proverbiale. Non che questo ci consoli più di tanto. [Trad.: Aprile, apriletto,  un giorno caldo, uno freddo]

Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Idee & Consigli