L’è öna röda che gira

10 frasi in bergamasco sul ritorno a scuola

10 frasi in bergamasco sul ritorno a scuola
Viva Bèrghem 15 Settembre 2021 ore 09:33

di Vecchio Daino

Come tutte le cose che si ripetono ogni anno, il ritorno a scuola ha la cadenza inesorabile e ciclica dell’esistenza stessa. Certo, quest’anno le circostanze esterne sono diverse, purtroppo, dal solito. Questo non ci impedisce di rivivere con una punta di nostalgia le nostre ansie da primo giorno, o più prosaicamente di inveire contro l’immediato e prevedibile aumento del traffico.

1. L’éra ura


È vero che i figli sono le gioie della famiglia, ma dopo i mesi di vacanza qualche madre ha accolto l’inizio delle lezioni con un certo sollievo. E con un pensiero grato rivolto alla classe docente. [Trad.: Era ora]

2. A s’vèd ol tràfech


Chi è abituato a misurare il proprio grado di irritazione con le ore passate in colonna, ha iniziato la settimana con il piede sbagliato. Quello pigiato sul freno e non sull’acceleratore. [Trad.: Si vede il traffico]

3. Öle èd ol Grinpas


Le polemiche e le dubbie regole sul Green Pass hanno disorientato parecchi genitori, e cominciano a provocare casistiche di una certa complessità. Del resto, che la vita sia complicata lo sappiamo da sempre. [Trad.: Voglio vedere il Green Pass]

4. Gh’è zamò pié i pulman


Si lamentano già casi di sovraffollamento, anche se più volte sono stati lanciati proclami sulla frequenza teorica delle corse, senz’altro da aumentare. Forse il potenziamento non è stato così potente. [Trad.: I pullman sono già pieni]

5. Sperém ch’i ‘ndàghe inàcc


Il timore di un’altra sospensione delle lezioni serpeggia tra genitori e alunni. Ma la ripresa della scuola in presenza è vista da quasi tutti come una liberazione. [Trad.: Speriamo che continuino]

6. I lassa töt vèrt


Le nuove normative non stupiscono più di tanto, anche perché l’abitudine di arieggiare abbondantemente le stanze ci è connaturata, e al freddo si può sempre rimediare con il golfì. [Trad.: Lasciano tutto aperto]

7. Che mia òia töt ol dé la mascherina


Indubbiamente indossare per tutte le ore della presenza in classe la mascherina è fastidioso, ma sembra proprio una necessità. C’è da augurarsi che finisca anche questa emergenza, che ha davvero stancato. [Trad.: Che noia (indossare) tutto il giorno la mascherina]

8. L’è öna röda che gira


Il ritorno alle aule scatena sempre un’ondata di ricordi, e in molti tornano con la memoria ai loro fatidici primi giorni. E per un momento si identificano con la massa di studenti che sciama verso il futuro. [Trad.: È una ruota che gira]

9. Ó spendìt öna misada de lìber


Ovviamente non mancano le considerazioni di tipo economico, tra le più sentite nelle nostre contrade. Ogni voce che incide sul bilancio familiare, del resto, è per sua natura riprovevole. [Trad.: Ho speso lo stipendio di un mese per i libri]

10. A la so età ‘ndàe a laurà


C’è sempre chi rivendica la precocità del suo ingresso nel mondo del lavoro. Resta solo da capire se l’affermazione sia più carica di orgoglio o di rammarico. [Trad.: Alla loro età andavo a lavorare]