Viva Bèrghem
L’è mancàt mia tat

10 frasi in bergamasco sull’annata dell’Atalanta

Potremmo liquidare la questione con un laconico "L’è mia sèmper fèsta"

10 frasi in bergamasco sull’annata dell’Atalanta
Viva Bèrghem 25 Maggio 2022 ore 19:35

di Vecchio Daino

Dopo anni in cui la Dea sembrava arrivata a occupare stabilmente uno dei posti che danno diritto alla Champions League, in questo campionato non è riuscita a entrare nel giro europeo. Fedeli al detto tace có tate crape, i pareri dei tifosi si dividono tra la soddisfazione e la delusione, con le argomentazioni più varie. Sullo sfondo, resta comunque una certezza: la passione senza riserve per la nostra squadra.

1. M’à facc fin’a tròp bèl


Alcuni tifosi ben ricordano gli anni di stenti, in cui la salvezza anticipata era già un traguardo. Memori di questo, valutano positivamente anche questa stagione. [Trad.: Abbiamo fatto fin troppo bello]

2. L’è mia sèmper fèsta


Sappiamo bene che nella vita si alternano periodi positivi e negativi, come ben sintetizza il nostro detto öna cólda, öna frègia. Una filosofia di vita che ci spinge all’accettazione degli eventi. [Trad.: Non è sempre festa]

3. L’è ura de cambià


Forse un poco irriconoscenti verso una squadra che negli ultimi anni ha fatto sognare, alcuni invocano un drastico cambiamento. Ma altri convengono che è meglio continuare un progetto che ha raggiunto risultati un tempo impensabili. [Trad.: È ora di cambiare]

4. La sarà per l’an che é


Il tifoso vero non perde mai la fiducia, e semmai rimanda la speranza al futuro. Ma quale risultato ci si attende? I sogni non hanno limiti, ma ovviamente è meglio non dichiarare obiettivi. Si sa che non porta bene. [Trad.: Sarà per l'anno prossimo]

5. M’l’à perdìt in cà


Purtroppo il rendimento casalingo della Dea spesso non è stato all’altezza, mentre una volta il nostro stadio era una roccaforte. Le analisi è meglio lasciarle ai tecnici, ma indubbiamente un po’ di perplessità rimane. [Trad.: L'abbiamo perso in casa]

6. L’è sèmper l’Atalanta


La maglia si deve amare, sempre e senza condizioni. Secondo alcuni è questo il principio che deve ispirare tutti i sostenitori, nella buona e nella cattiva sorte. [Trad.: È sempre l'Atalanta]

7. I ghe öl mia


In un periodo in cui i complotti sono all’ordine del giorno, anche nel calcio si immaginano trame che vorrebbero escludere una provinciale dall’élite del pallone. Non sembrano, però, corroborate dai fatti. [Trad.: Non ci vogliono]

8. A m’sé montàcc ol có


Per gente come noi, che ha l’umiltà tra le sue virtù preferite, è imperdonabile il peccato di superbia. In questi casi, sappiamo che è necessario tornare rapidamente con i piedi per terra. [Trad.: Ci siamo montati la testa]

9. Méno mal che m’fà mia ol dèrby


Il fatto che l’anno prossimo non si potrà disputare l’incontro con le rondinelle sembra non rattristare il supporter orobico medio. Anzi, in certi casi viene letta come piccola e parziale soddisfazione. [Trad.: Meno male che non facciamo il derby]

10. L’è mancàt mia tat


Alla fine la squadra ha mancato l’Europa League per tre punti, e in altri tempi sarebbe stato un risultato straordinario. Oggi invece l’ottavo posto ha quasi il sapore della sconfitta. [Trad.: È mancato poco]

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter