I cittadini illustri

Quelli che Bergamo ha premiato (e non è solo un elenco di nomi)

Quelli che Bergamo ha premiato (e non è solo un elenco di nomi)
20 Ottobre 2014 ore 19:00

Dal 1924, il Comune di Bergamo conferisce un premio di cittadinanza benemerita a coloro che si sono distinti nei loro campi tanto da dare lustro e prestigio alla città. Due i riconoscimenti civici: la medaglia d’oro e l’attestato di civica benemerenza. Annualmente non possono essere assegnate più di 5 medaglie d’oro e più di 10 attestati. Per motivi eccezionali, un cittadino italiano o straniero che abita fuori da Bergamo può ottenere la cittadinanza onoraria. Le onoreficenze possono essere conferite non solo ad individui, ma anche a enti o istituzioni. Ogni anno è possibile inviare al Comune segnalazioni (con gli elementi informativi necessari) di soggetti ritenuti degni di poter ottenere il riconoscimento; la scadenza annuale è entro e non oltre il 31 ottobre. La concessione dei premi è decisa dalla Giunta Comunale, con un parere favorevole di 2/3 dei componenti, dopodiché i riconoscimenti vengono conferiti solennemente dal Sindaco in una seduta straordinaria del Consiglio. Segue una cerimonia, solitamente in periodo natalizio.

Pubblichiamo, per categoria e anno dopo anno, i nomi dei vincitori dei premi dal 1924 al 2013. Tutti coloro che hanno una pagina su wikipedia o le cui biografie sono riportate da altri siti informativi sono segnalati in azzurro (cliccando sul nome uscirà la relativa pagina), gli altri in grassetto. I dati e le motivazioni del premio sono presi dal sito del Comune di Bergamo.

 

ARTE, MUSICA E ARCHITETTURA

Medaglie d’oro di benemerenza, al merito civico e alla memoria:

1958 – Giacomo Manzù. Scultore; Gianandrea Gavazzeni. Compositore e direttore d’orchestra

1959 – Arch. Ing. Sandro Angelini. Artista, studioso e scrittore.

1961 – Comm. Mauro Pellicioli. Artista e restauratore.

1962 – Arch. Giovanni Muzio. Artista e urbanista; Maestro Franco Abbiati. Attività letteraria in campo musicale.

1963 – Giuseppe Conca. Attività in campo musicale; prof. CarloTraini. Insegnante e scrittore.

1988 – Prof. Bindo Missiroli. Artista, musicista, creatore del “Teatro delle Novità”; Ermanno Olmi. Regista di fama internazionale.

1989 – Dott. Giambattista Bulla. Anima di Gioventù Musicale, promotore dell’Orchestra Stabile di Bergamo.

1995 – Dott. Giuseppe Fumagalli. Divulgazione della cultura musicale.

1996 – Comm. Nino Zucchelli. Organizzatore di manifestazioni artistiche e professionali di respiro internazionale; Maestro Agostino Orizio. Direttore d’orchestra, meriti organizzativi per il Festival Pianistico Internazionale di Bergamo e Brescia, di cui è stato Direttore Artistico.

1997 – Arch. Sandro Angelini. Impegno nella diffusione della cultura della città, impegno per la qualità urbana, produzione professionale ed artistica.

1999 – Prof. Trento Longaretti. Pittore, ha guidato per motli ani l’Accademia Carrara; Benedetto Ravasio. Burattinaio, pittore, scultore, drammaturgo, attore e regista, ha ricevuto riconoscimenti internazionali.

2000 – Benvenuto Cuminetti. Direttore artistico per un trentennio della stagione di prosa al Teatro Donizetti.

2001 – Guido Gambarini. Musicista e insegnante, insignito di vari riconoscimenti.

2003 – Piero Brolis. Artista di fama nazionale e internazionale, educatore; Bruno Bozzetto. Artista, giornalista, produttore di lungometraggi  collaboratore in trasmissione televisive di divulgazione scientifica.

2007 – Giulio Questi. Partigiano e combattente per la libertà, dopo aver contribuito ad animare la vita culturale bergamasca nell’immediato dopoguerra, è divenuto figura di spicco del cinema internazionale.

2009 – Maestro Mario Donizetti. Grande protagonista dell’arte figurativa e del dibattito artistico e filosofico contemporaneo. Sue opere sono presenti in numerosi musei, in Italia e nel mondo, e per lui hanno posato alcune delle più famose personalità della nostra epoca; Umberto Zanetti. Poeta dialettale e studioso di respiro nazionale, ha sempre operato per salvaguardare il prestigio e la dignità della cultura e della letteratura bergamasca.

 

Attestato di benemerenza civica:

1996 – Elia Ajolfi. Artista, alcune sue sculture sono esposte in luoghi pubblici di Bergamo.

1997 – Gianantonio Asperti. Scrittore di racconti didattici per i bambini, si è dedicato all’organizzazione di manifestazioni in ricordo dei Tasso e dei suoi corrieri postali.

1999 – Roby Facchinetti. Noto come uno dei fondatore del gruppo musicale dei Pooh, impegnato in campo sociale

2000 – Giulio Bosetti. Attore di levatura internazionale; Gianni Remuzzi. Scultore.

2001 – Lorenzo Boggi. Artista, impegno nella divulgazione dell’arte contemporanea e d’avanguardia.

2003 – Maestro Vittorio Fellegara. Compositore di fama internazionale, docente di Armonia e Composizione all’istituto Musicale Donizetti, ideatore e animatore della attività culturali dell’Associazione Musica Aperta.

2006 – Domenico Lucchetti. Fotografo tra i più acuti, ha recuperato, conservato e riproposto alla cittadinanza l’immagine e la storia di Bergamo.

2007 – Louis Frosio. La sua prodigiosa carriera di violinista nel genere d’intrattenimento lo ha portato ad esibirsi sui più importanti palcoscenici internazionali.

2010 – Associazione Nazionale Bersaglieri d’Italia “Gen. A. Scattini“. Un’Associazione musicale di assoluto valore che diffonde il nome dei Bersaglieri di Bergamo nel mondo; Prof.ssa Anna Bianconi Cortesi. Ha saputo diffondere l’amore per l’arte e la conoscenza del patrimonio culturale della Città; Ferruccio Guidotti. Scultore tra i più significativi nella vita culturale della Città; Tito Terzi. Grande fotografo e amico del mondo e della civiltà alpina.

2011 – Fanfara “Città dei Mille”. Grazie al suo repertorio musicale ha dato lustro e ha fatto conoscere la Città di Bergamo, in ambito nazionale ed internazionale.

2012 – Bergamo Film Meeting. Punto di eccellenza nella cultura cinematografica nazionale.

2013 – Centro Didattico produzione Musica – CDpM (proposto da Danilo Minuti, assessore all’Istruzione, Sport e Giovani); Festival Pianistico Internazionale di Brescia e Bergamo. (proposto da Claudia Sartirani, assessore alla Cultura).

 

VESCOVI E SACERDOTI

Medaglie d’oro di benemerenza, al merito civico e alla memoria:

1959 – Don Giuseppe Vavassori (don Bepo). Educatore, umanista e religioso.

1996 – Mons. Alberto Bellini. Teologo, ha partecipato al Concilio Ecumenico Vaticano II, Priore della Basilica di Santa Maria Maggiore; Mons. Antonio Locatelli. Impegno al servizio della Chiesa e della Comunità bergamasca.

1997 – Mons. Severo Bortolotti. Impegno pastorale e civico, Rettore del Seminario Vescovile della Diocesi, Vicario Generale e Vicario Episcopale, Arcidiacono e Presidente del Capitolo della Cattedrale.

2001 – Mons. Gaetano Bonicelli. Vescovo, impegno in ambito religioso e accademico.

2002 – Mons. Daniele Rota. Impegno in ambito ecclesiale, sociale, e scientifico-letterario; Mons. Giovanni Antonietti. Cappellano militare pluridecorato, fondatore della Casa dell’orfano.

2005 – Don Fausto Resmini. Impegno nei confronti degli emarginati.

2007 – Monsignor Vittorio Nozza. Una vita al servizio degli “ultimi”, come direttore della Caritas bergamasca e nazionale e come cappellano delle carceri.

2010 – Mons. Roberto Amadei. Vescovo di Bergamo, Educatore e Pastore sempre attento ai bisogni degli ultimi e dei sofferenti.

2013 – Don Sergio Colombo. Parroco di Redona. (Proposto dal Sindaco Franco Tentorio e dal Consigliere Roberto Bruni.

 

Attestato di benemerenza civica:

2000 – Don Serafino Minelli. Impegno a favore dei giovani        .

2003 – Mons. Achille Sana. Rettore del Collegio Vescovile Sant’ Alessandro, impegno in ambito educativo; Mons. Tarcisio Ferrari. Segretario di Monsignor Clemente Gaddi, parroco di Sant’Alessandro della Croce. Impegno nell’ambito culturale.

2004 – Mons. Arrigo Arrigoni. Impegno nel restauro e nella valorizzazione del patrimonio culturale della Chiesa di Bergamo, fondatore del Museo Diocesano “Adriano Bernareggi”.

2009 – Don Gianni Carminati. Per ventuno anni come Parroco di San Tomaso Apostolo in Bergamo ha contribuito, con un forte impegno personale, alla crescita spirituale e civile della propria Comunità.

2012 – Don Virgilio Balducchi. Cappellano ed educatore di profonda umanità presso il Carcere di Bergamo. È attualmente Ispettore generale dei Cappellani delle carceri d’Italia presso il Ministero della Giustizia; Mons. Lino Belotti. Sacerdote e Pastore tra gli emigrati italiani in Svizzera, già Vescovo Ausiliare di Bergamo.

 

MEDICINA, RICERCA E SALUTE

Medaglie d’oro di benemerenza, al merito civico e alla memoria:

1962 – Prof. G. Battista Bietti. Missione svolta nel campo della oftalmologia e nell’insegnamento universitario.

1988 – Prof. Luca Crispino. Impegno in campo dell’igiene della sanità pubblica e in campo educativo; Prof. Silvio Garattini ed Equipe Istituto Mario Negri. Ricercatore scientifico di statura internazionale; Prof. Lucio Parenzan ed Equipe Cardiochirurgica OO.RR. Protagonista della medicina e della ricerca scientifica.

1989 – Dott. Lucio Losapio Pantaleo e Gruppo di intervento medico chirurgico di protezione civile. Responsabile del Gruppo A.N.A. di Intervento Medico Chirurgo di Protezione Civile. Al gruppo è riconosciuto impegno civile e umanitario; Dott. Giuseppe Taino. Impegno amministrativo nello svolgimento dell’attività di medico e a favore delle persone più bisognose.

1996 – Prof. Franco Mandelli. Ordinario di Ematologia presso l’Università di Roma, La Sapienza, ha creato un moderno e attrezzato istituto di ematologia.

2004 – Prof. Ottavio Alfieri. Personalità di spicco nell’ambito medico. Cardiochirurgo, autore di oltre 500 publicazioni in riviste nazionali e internazionali; Prof. Giuseppe Remuzzi. Primario del Dipartimento di Medicina Specialistica dei Trapianti degli OO.RR. Di Bergamo. Coordinatore delle attività dell’Istituto Mario Negri. Autore di oltre 750 pubblicazioni scientifiche internazionali.

2006 – Bruno Minetti. Per l’impegno professionale, umano e sociale profuso nell’attività di medico e di volontario in numerose associazioni.

2008 – Giuseppe Locatelli. Illustre medico chirurgo specializzato in chirurgia per l’infanzia, ha saputo coniugare l’impegno civile con il servizio a favore dell’infanzia malata, per la quale ha creato l’Associazione Bambino in Ospedale.

2009 – Tiziano Barbui. Medico attento e sensibile ai rapporti con i pazienti, eccellente ricercatore scientifico, è stato per molti anni apprezzato e stimato Primario della Divisione di Ematologia degli Ospedali Riuniti di Bergamo.

2010 – Prof. Camillo Paganoni. Oculista. Professionista moderno, impegnato fortemente in campo sociale anche nei Paesi del Terzo Mondo.

2013 – Dott. Paolo Ferrazzi. Direttore del Centro per la Cardiomiopatia Ipertrofica e le Cardiopatie Valvolari presso il Policlinico di Monza; Direttore dell’International Heart School (IHS), Fondazione di Bergamo per la formazione continua. (Proposto da Gianfranco Ceci, vicesindaco e assessore alla Mobilità e Trasporti).

 

Attestato di benemerenza civica:

1996 – Dott. Andrea Galmozzi. Impegno nell’attività professionale medica; Dott. Enrico Radici. Medico, autore di pubblicazioni scientifiche, già consigliere regionale, si è distinto nel campo della solidarietà sociale; Dott.ssa Rita Gay. Psicologa, ha svolto la sua attività al Centro di Orientamento di Bergamo e al Centro di Igiene mentale, ha pubblicato molti studi e ricerche; Dott.ssa Emilia Strologo. Studiosa di psicologia dell’età evolutiva, e psico-terapeuta, è stata Vice Presidente nazionale della Sociaetà Italiana Assistenza-Medico-Psico-Pedagogica dell’età evolutiva e Giudice Onorario presso la Corte d’Appello per i minori di Brescia; Dott.ssa Loretta Brusa Donizetti. Primario nei reparti dell’Ospedale Psichiatrico, ha apportato innovazioni metodologiche nella cura. Impegnata nella cura degli anziani nella Casa di Cura di via Gleno; dott.ssa Carla Zilocchi. Pediatra presso l’Ospedale di Bergamo e l’Ospedale di Treviglio, primario dell’Ospedale di Seriate, ha curato il coordinamento materno-infantile e l’organizzazione dei consultori; Cav. Giorgio Brumat. Diede vita all’Associazione Donatori di Organi Bergamaschi, in seguito Associazione Italiana Donatori di Organi.

1999 – Dott. Enzo Crepaldi. Impegno medico all’Ospedale Maggiore e presso vari enti, iscritto nel dopoguerra all’Associazione Alpini di cui divenne Vice Presidente; Teresina Manella. Impegno nell’assistenza e nell’educazione dei bambini portatori di handicap.

2000 – Maria Grazia Mamoli. Presidente dell’Associazione Cure Palliative Onlus, impegno nei confronti dei malati oncologici non autosufficienti.

2001 – Emilia Bosis. Impegno sociale, fondatrice di una istituzione no-profit per la cura, l’assistenza e il recupero di coloro che soffrono di patologie psichiatriche.

2002 – Prof. Angelo Beretta. Studioso e ricercatore nel campo della psicologia applicata, impegno nell’inserimento di alunni handicappati nelle strutture scolastiche e formazione degli insegnanti.

2003 – Comitato per il Nuovo Dipartimento di Pediatria degli OO.RR. di Bergamo. Impegno all’interno degli OO.RR. Di Bergamo, con la realizzazione del Reparto di terapia intensiva e sub-intensiva pediatrica; Dott. Gianvito Martino. Medico chirurgo, ha ricevuto riconoscimenti scientifici internazionali; Dott. Alberto Paganoni. Medico chirurgo, insignito nel ’65 del titolo di Cavaliere della Repubblica per aver onorato il lavoro italiano all’estero.

2006 – Michele Colledan. Per l’altissimo livello professionale raggiunto nella professione medica, che pone l’Ospedale di Bergamo ai vertici in Italia e in Europa.

2007 – Associazione “Cuore Batticuore”. Per la generosa attività profusa nello sviluppo della riabilitazione cardiologica e nella prevenzione delle malattie cardiovascolari.

2008 – Corpo delle Infermiere Volontarie di Bergamo. In cent’anni di vita, con professionalità, competenza e dedizione si è prodigato nella cura delle ferite che colpiscono la società civile, in tempo di pace come in tempo di guerra; UILDM Unione Italiana Lotta alla Distrofia Muscolare Onlus – Sezione di Bergamo. Da quarant’anni si dedica al supporto alle persone affette da patologie neuromuscolari per ridurre l’impatto della malattia sulla qualità della loro vita e delle loro famiglie.

2011 – Dott.ssa Silvia Ferruzzi. Per essersi distinta per la sua totale dedizione a favore dei malati e delle persone più fragili; Lega Italiana per la Lotta contro i Tumori – L.I.L.T. sez. Bergamo. Fondata nel 1931, si è distinta per il suo costante impegno nei confronti della prevenzione dei tumori, rendendosi protagonista di un’ampia collaborazione con altre Associazioni operanti in abito oncologico e con gli Ospedali Riuniti; Fabio Gustavo Poli. Apprezzato disegnatore pubblicitario si è distinto per il suo forte impegno a favore delle persone disabili. Oltre al suo impegno politico, è stato Presidente Nazionale dell’Associazione Sclerosi Tuberosa e membro dell’Associazione Senz’Acca.

2012 – Dott. ssa Ariela Benigni. Ricercatrice di livello internazionale e Consulente dell’ Organizzazione Mondiale della Sanità. E’ inserita nei primi posti della classifica dei Top Italian Scientist; Cav. Leonida Pozzi. Presidente del Consiglio della Lombardia dell’A.I.D.O. Ha reso Bergamo un punto di riferimento a livello nazionale nel campo della donazione di Organi, Tessuti e Cellule.

2013 – Associazione volontari ospedalieri Bergamo. Proposto dagli assessori comunali: Leonio Callioni, Claudia Sartirani, Enrica Foppa Pedretti, e dai consiglieri comunali: Stefano Lorenzi, Claudio Crescini; Dott. Privato Fenaroli. Direttore della Chirurgia Generale II – senologica dell’Ospedale di Bergamo ed ideatore del Modello Bergamo. Proposto dai Consiglieri comunali: Guglielmo Redondi, Luisa Pecce, Maurizio Allegrini, Daniele Belotti, Alberto Ribolla, Luciana  Frosio Roncalli.

 

IMPRENDITORI E PROFESSIONISTI MERITEVOLI

Medaglie d’oro di benemerenza, al merito civico e alla memoria:

1988 – Mino Baracchi. Industriale, benemerito dello sport; Rag. Emilio Mazzoleni. Industriale e dirigente nazionale delle associazioni imprenditoriale.

1989 – Cav. Emilio Lombardini. Pioniere del commercio bergamasco, impegno sociale quale Presidente della Croce Rossa.

1999 – Dott. Nicola Trussardi. Noto stilista di fama mondiale; Ing. Sergio Capoferri. Promotore e fondatore dell’aereoporto di Valbrembo, professionista dell’edilizia, si è distinto in campo sportivo.

2001 – Romolo Lombardini. Imprenditore, impegno sociale e culturale.

2002 – Ezio Foppa Pedretti. Industriale impegnato in attività umanitarie e sportive. Nel 1998 nominato Commendatore al Merito della Repubblica.

2003 – Alberto Bombassei. Industriale, ha ricevuto riconoscimenti a livello mondiale. Impegno in ambito culturale e sociale.

2008 – Ilario Testa. Per la ricca e composita esperienza professionale in Italia e all’estero e la lungimirante managerialità spesa a servizio del territorio; Giovanni Pandini. Attivo componente dei più importanti enti ed associazioni cittadine, ha segnato una rilevante presenza a Bergamo sia sul versante dell’edilizia che su quello dell’impegno sociale e culturale.

2010 – Ing. Roberto Sestini. Imprenditore, Presidente dell’Unione Industriali, Presidente della Camera di Commercio di Bergamo e mecenate; Dott Willi Zavaritt. Imprenditore, Presidente del Consiglio di Amministrazione dell’Accademia Carrara; Conte Bonaventura Grumelli Pedrocca. Fondatore del Consorzio Tutela Valcalepio, co – fondatore della Cantina Sociale Bergamasca e Presidente di Confagricoltura Bergamo per diversi anni. Si è, inoltre, distinto per il suo impegno politico e culturale.

2013 – Avv. Mario Caffi. Proposto dal sindaco Franco Tentorio e dal Consigliere comunale Roberto Bruni; Cav. Emilio Zanetti. È stato Presidente di Banche Popolari Unite, Presidente del Consiglio di Gestione di UBI Banca e Presidente della Banca Popolare di Bergamo, nonché membro del Comitato Esecutivo dell’ABI. Proposto da “Claudia Sartirani, Assessore alla Cultura.

 

Attestato di benemerenza civica:

1996 – Ezio Foppa Pedretti.  Industriale, ha creato un’azienda leader. Impegnato in attività umanitarie e sportive, ha dato vita alla squadra di football americano e di pallavolo femminile.

2000 – Dott. Mario Pomesano. Commendatore dell’Ordine del Merito della Repubblica Italiana, Segretario Generale della CCIAA.

2004 – Giuliana D’Ambrosio. Impegno nell’ambito della ristorazione.

2006 – Demetrio Amaddeo “Mimmo”. Grande professionista, ha creato in Bergamo Alta un’attività di ristoro diventata proverbiale per la capacità d’accoglienza; Cristina Botta. Professionista dell’accoglienza, ha dedicato la sua vita per portare all’eccellenza l’Ostello della Gioventù di Bergamo, contribuendo alla promozione del territorio.

2007 – Enzo Catellani. Fondatore di Catellani & Smith, è esempio della capacità bergamasca di costruire un’attività solida e all’avanguardia, le cui creazioni di design della luce sono esposte e apprezzate in tutto il mondo.

2010 – Dott.ssa Daniela Guadalupi Gennaro. Imprenditrice, fondatrice e Presidente della Fondazione “Aiuti per la Ricerca sulle Malattie Rare”; Dott. Emilio Moreschi. Personalità multiforme di imprenditore, impegnato nella difesa della cultura e del mondo alpino di Bergamo.

2013 – Prof. Arch. Gianni Mezzanotte. Architetto. Proposto da Giulio Orazio Bravi, Rappresentante del Comune di Bergamo nell’Osservatorio Quarenghi, già Direttore della Biblioteca Angelo Mai.

 

SPORT

Medaglie d’oro di benemerenza, al merito civico e alla memoria:

1988 – Comm. Achille Bortolotti. Imprenditore e benemerito dello sport.

2003 – Achille e Cesare Bortolotti. Presidenti della più importante società sportiva cittadina, l’Atalanta Bergamasco Calcio. Impegno in ambito sociale.

2006 – Giacinto Facchetti. Protagonista assoluto del calcio, è stato un esempio non solo di valore agonistico, ma di correttezza e dedizione allo sport.

2007 – Club Alpino Italiano – Sezione di Bergamo. L’amore per la montagna e l’attenzione per chi la vive, diventano solidarietà concreta nell’accompagnamento dei disabili sui nostri sentieri, fulcro dell’attività della Commissione per l’Impegno Sociale.

2011 – Walter Bonatti. Grande alpinista, scrittore e giornalista.  È stato protagonista di importanti imprese sulle più alte cime del Mondo, tra cui il K2.

 

Attestato di benemerenza civica:

1924 – Mot.ti Bruno Falcinelli. Partecipazione alla spedizione transatlantica di Antonio Locatelli; Mot.ti Giovanni Braccini. Partecipazione alla spedizione transatlantica di Antonio Locatelli.

1997 – Prof. Alfredo Calligaris. Grande professionista nell’assistenza tecnica allo sport italiano; Dott. Mario Mangiarotti. Atleta olimpico, Presidente del Coni, si è distinto nella promozione dello sport.

2000 – Simone Moro. Grande alpinista, ha compiuto molte imprese solitarie.

2001 – Giovanni Vavassori. Allenatore dell’Atalanta Bergamasco Calcio, ha portato la squadra a livelli di eccellenza.

2002 – Società Fiorente Bergamo. Impegno sportivo, passaggio rapido dalla Seconda Categoria all’Eccellenza.

2003 – Rag. Giovanni Battista Cortinovis. Impegno nell’ alpinismo, guidò la realizzazione del “Sentiero delle Orobie”.

2004 – Agostino Da Polenza. Impegno nell’ambito dell’alpinismo internazionale.

2005 – Angelo Mainetti. Fondatore e Presidente Onorario dell’Aribi; Mino Favini. Impegno nell’attività sportiva locale e nazionale.

2006 – Giacomo Agostini. Con 15 titoli mondiali, è tuttora il motociclista che è salito più volte sul podio più alto e uno degli sportivi bergamaschi più famosi nel mondo.

2008 – Cristiano Doni. Migliore marcatore nella centenaria storia dell’Atalanta, calciatore, capitano e bandiera della squadra; Daniele Eynard. Storico presidente dell’Atletica Bergamo, atleta, allenatore e progettista di importanti impianti sportivi. In venticinque anni di impegno appassionato e totale ha saputo trovare formule nuove per dare vivacità al movimento atletico bergamasco.

2009 – Angelo Gamba. Significativa figura del C.A.I. di Bergamo e dell’alpinismo orobico, ha saputo diffondere sempre di più la conoscenza e l’amore per il paesaggio e per il mondo delle montagne bergamasche; Giovanni Licini. Presidente dell’Accademia del Tennis di Bergamo, organizza annualmente tornei che consentono una significativa raccolta di donazioni a favore delle associazioni impegnate nell’ambito della promozione sociale e socio-sanitaria.

2010 – Francesca Piccinini. Pallavolista di assoluto livello mondiale, che ha portato la Nazionale italiana e la squadra bergamasca Norda Foppapedretti Bergamo ai massimi successi.

2011 – Emiliano Mondonico. Figura sportiva di alto rilievo, ha saputo distinguersi come calciatore di serie A  e successivamente come allenatore dell’Atalanta e dell’Albino Leffe.

 

SCUOLA E CULTURA

Medaglie d’oro di benemerenza, al merito civico e alla memoria:

1962 – Prof.ssa Ermenegilda Crippa ved. Bosis. Attività svolta nel campo assistenziale, culturale ed educativo.

1988 – Prof. Tomaso Bortolo Sozzi. Docente di lettere nelle scuole e nell’università.

1989 – Prof. Piercarlo Masini. Impegno di studioso di rilevanti fatti storici, riconoscimenti nazionali e internazionali; Prof.ssa Nina Kancisvilli. Ex Preside della Facoltà di Lingue di Bergamo, ha promosso iniziative culturali per la promozione e la conoscenza della lingua e della cultura russa; Avv. Guido Tadini. Impegno nell’attività pubblica, in campo culturale e storico; Prof. Mario Tassoni. Uomo di cultura che ha operato a Bergamo, a Losanna, a Bruxelles e a Londra. Filosofo e animatore di iniziative culturali tra cui “La Cittadella”.

1995 – Prof. Ennio Draghicchio. Promozione e qualificazione del servizio scolastico.

1996 – Prof. Hyman P. Minsky. Economista, con studi e ricerche ha inserito l’Università degli Studi di Bergamo in contesto internazionale.

1997 – Giovanni Serughetti. Fondatore e Presidente della Fondazione Serughetti La Porta, promotore e sostenitore dell’Associazione Nazionale Partigiani d’Italia, sostenitore dell’Associazione Casa Amica per l’accoglienza di immigrati extracomunitari.

1998 – Arciconfraternita dei Bergamaschi in Roma. Impegno nel rappresentare Bergamo nella Capitale.

2005 – Prof. Letterio Di Mauro. Impegno per il miglioramento della scuola pubblica, della sua offerta formativa, dei contenuti e dell’azione educativa, amministratore pubblico.

2006 – Andrea Tosi. Architetto, urbanista, docente, studioso, pubblico amministratore: ha legato la sua vita alla cultura del territorio; Lelio Pagani. Acuto e appassionato studioso del territorio, ha contribuito con le sue ricerche a far conoscere e amare Bergamo.

2007 – Ateneo di Scienze, Lettere e Arti di Bergamo. Istituzione di altissimo prestigio, opera da 365 anni per dare radici alla cultura bergamasca.

2008 – Associazione BergamoScienza. Di anno in anno in misura crescente porta lustro e visibilità alla città grazie alla splendida intuizione di dedicare alla ricerca scientifica un festival che per le sue innovative modalità sa coinvolgere tutta la popolazione.

2011 – Centro di Studi Tassiani. Per aver reso onore alla Città di Bergamo attraverso la conservazione della più consistente e ricca raccolta bibliografica al mondo delle opere di Bernardo e Torquato Tasso; Prof. Carlo Passerini Tosi. È stato uno tra i massimi lessicografi italiani contemporanei, oltre che a distinguersi per il suo impegno in ambito umanitario, civile, culturale e politico.

2013 – Ermanno Comuzio. Giornalista, saggista, critico cinematografico e musicale. Proposto da Claudia Sartirani, Assessore alla Cultura.

 

Attestato di benemerenza civica:

1989 – Anna e Carla Invernizzi. Gestione di una scuola elementare, dedizione alla città espressa anche con il dono alla MIA dell’intero edificio di loro proprietà.

1996 – Raffaele Joppi. Dirigente scolastico ed educatore, ha contribuito all’organizzazione scolastica in Somalia; Prof. Vittorio Mora. Studioso della storia, della lingua e delle tradizioni bergamasche, animatore di iniziative culturali e sociali; Livia Giustozzi Cavalli. Dirigente Scolastica, si è impegnata nel rinnovamento della scuola; Dott.ssa Giulia Trovesi Cremaschi. Insegnante di educazione musicale, impegnata a favore dei bambini audiolesi, specializzata in musicoterapia, ha fondato l’Associazione Pedagogica musicale e musico-terapia e ha pubblicato varie opere; Dott.ssa Antonia Pizzigoni. Studiosa attenta alle problematiche riguardanti la conoscenza della città e del territorio, docente presso le Facoltà di Architettura di Milano e Torino.

1997 – Università degli Anziani. Impegno sociale e culturale a favore della Terza età; Mariana Frigeni Careddu. Impegno nella promozione di iniziative culturali; Dott. Claudio Ferrara. Presidente della Fidelitas, per l’impegno nella promozione di iniziative culturali.

1999 – Aldo Novi. Impegno in ambito scolastico-educativo, primo presidente dell’Associazione Italiana Maestri Cattolici.

2000 – Gianni Barachetti. Innovatore del Sisema Bibliotecario Urbano, membro dell’Associazione Itliana Biblioteche e rappresentante dell’Italia presso il Comitato Culturale dell’UNESCO.

2001 – Associazione Ducato di Piazza Pontida. Impegno nella difesa della lingua e delle tradizioni bergamasche; Andreina Moretti. Impegno culturale.

2002 – Cecilia Arnoldi. Fondatrice della scuola materna “Circolo dei bambini”, impegno in ambito educativo; Prof. Mario Traini. Docente di discipline umanistiche, fra gli anni ’60 e ’80 fu assessore all’istruzione, cultura, spettacolo, sport e turismo.

2005 – Dott. Franco Gatti. Dirigente scolastico, innovatore del servizio educativo; Dott. Giuseppe Capellini. Giornalista, scrittore, ideatore e realizzatore di mostre. Membro dell’Ateneo di Scienze Lettere ed Arti. Ispettore Onorario alla Sovraintendenza per i Beni Architettonici e Ambientali di Milano e Cavaliere della Repubblica; Arnaldo Gualandris. Presidente per 40 anni dell’associazione Circolo Culturale Greppi.

2006 – Luigi Biavia. Per il suo contributo nel tener vive nei quartieri periferici la conoscenza, la cultura e l’amore per la musica lirica; Felice Rizzi. Protagonista del dibattito e delle iniziative legate all’educazione, allo sviluppo, all’alfabetizzazione ed all’interculturalità.

2007 – Associazione Scout Agesci, Associazione Scout Cngei, Associazione Scout Masci. Per l’impegno continuo nel tenere vivi i valori tramandati dal fondatore Sir. Robert Baden Powell: la pace, la solidarietà, l’amicizia, l’amore e la difesa della natura; Conte Gian Paolo Agliardi. Amico delle arti, della cultura e della storia, ha sempre dimostrato generosa disponibilità nei riguardi delle istituzioni culturali cittadine e un forte impegno nella tutela del patrimonio storico-artistico di Bergamo; Giuseppina Cazzaniga Ravasio. A fianco del marito Benedetto Ravasio e poi con la Fondazione a lui dedicata, ha consolidato il ruolo di Bergamo come città simbolo del teatro di animazione e di figura.

2008 – Luigi Guidobono Cavalchini. Insigne zoologo e cinologo, grazie alla sua competenza e professionalità, insieme al padre Annibale ha recuperato, salvato e diffuso il cane da pastore bergamasco; Associazione Amici del Museo Archeologico. Attestato di civica benemerenza per la lodevole attività indirizzata alla promozione del patrimonio culturale della città di Bergamo e allo sviluppo della conoscenza e consapevolezza del suo valore e significato; Associazione Amici del Museo di Scienze Naturali e dell’Orto Botanico. Per la lodevole attività indirizzata alla promozione del patrimonio culturale della città di Bergamo e allo sviluppo della conoscenza e consapevolezza del suo valore e significato; Associazione Amici dell’Accademia Carrara. Per la lodevole attività indirizzata alla promozione del patrimonio culturale della città di Bergamo e allo sviluppo della conoscenza e consapevolezza del suo valore e significato; Club GAMeC. Per la lodevole attività indirizzata alla promozione del patrimonio culturale della città di Bergamo e allo sviluppo della conoscenza e consapevolezza del suo valore e significato; Associazione Amici della Biblioteca Civica Angelo Mai. Per la lodevole attività indirizzata alla promozione del patrimonio culturale della città di Bergamo e allo sviluppo della conoscenza e consapevolezza del suo valore e significato; Associazione Amici del Museo Storico. Per la lodevole attività indirizzata alla promozione del patrimonio culturale della città di Bergamo e allo sviluppo della conoscenza e consapevolezza del suo valore e significato; Associazione Amici della MIA. Per la lodevole attività indirizzata alla promozione del patrimonio culturale della città di Bergamo e allo sviluppo della conoscenza e consapevolezza del suo valore e significato.

2009 – Bruno Agazzi, Duca di Piazza Pontida. Come “Duca di Piazza Pontida“ è impegnato nella valorizzazione, nella diffusione della cultura bergamasca e nella promozione di incontri di reciproca conoscenza tra le genti; Santo Locatelli. Come fondatore e presidente dell’Ente Bergamaschi nel Mondo, ha contribuito al mantenimento ed al consolidamento dei rapporti dei Bergamaschi emigrati con la propria terra di origine; Angelo Marchesi. Accademico, saggista e storico della filosofia, ha svolto importanti incarichi nelle Istituzioni culturali cittadine. Come consigliere ed assessore comunale fu impegnato nell’ambito della politica di partecipazione sociale nella Città; Giovan Battista Paninforni. Da diciasette anni organizza un corso di Filosofia facendo incontrare i protagonisti del pensiero contemporaneo con un pubblico indifferenziato. La partecipazione oggi ha raggiunto livelli notevoli ed è appuntamento importante nella vita culturale della Città.

2010 – Gian Carlo Alborghetti. Esempio d’intenso e permanente amore per il proprio quartiere; Prof. Luigi Cortesi. Storico, giornalista e docente universitario di Storia Contemporanea.

2011 – A.Ri.Bi. – Associazione per il Rilancio della Bicicletta. Per la lodevole attività indirizzata alla promozione e al rilancio dell’uso della bicicletta come strumento di mobilità alternativa e di svago; Avv. Franco Malnati. Avvocato e Giudice di Pace, è un apprezzato studioso di Storia italiana contemporanea e moderna; Piercarlo Nolli. Nel 1959 fonda quello che successivamente diventerà un’ importante realtà culturale per la Città di Bergamo: Lab 80. Nel 1983 è tra i fondatori di Bergamo Film Meeting, Mostra Internazionale del Cinema D’Essai; Prof.ssa Giuseppina Schöpf Fadda. Insegnante presso il collegio Vescovile Sant’Alessandro, ha svolto un’intensa attività nel campo del volontariato, a favore degli immigrati e delle persone più deboli.

2012 – FAI Giovani Bergamo. Il FAI Giovani Bergamo, attenti custodi del nostro patrimonio storico – culturale, attraverso il Progetto “Bergamo! Save the globes” intende sensibilizzare ed impegnare i Bergamaschi ad occuparsi anche dei valori culturali, artistici ed ambientali presenti nella nostra Città; Scuola d’Arte Applicata “Andrea Fantoni”. Istituzione scolastica di eccellenza nel settore dei beni artistici e culturali.

2013 – Centro Didattico Culturale del Civico Museo Archeologico. Proposto da Stefania Casini, Direttrice del Civico Museo Archeologico, Nadia Ghisalberti, Presidente Amici del Muso Archeologico, Marco Brembilla, Consigliere comunale; Dott.ssa Silvia Gazzola. Insegnante, educatrice dell’Associazione Spazio Autismo Onlus. Proposta dai Consiglieri comunali: Guglielmo Redondi, Maria Carlina Marchesi, Nicola Eynard, Sergio Gandi, Fausto Amorino, Stefano Zenoni, Simone Paganoni, Giacomo Angeloni, Marco Brembilla, Nadia Ghisalberti, Marzia Marchesi, Claudio Crescini, Roberto Bruni, Giuseppe Mazzoleni, Vittorio Grossi; Unione ex Alunni del Seminario di Bergamo Alta. Proposti da Sergio Beretta, Presidente pro tempore Unione ex Alunni del Seminarino di Bergamo Alta e da Guglielmo Redondi, Presidente del Consiglio comunale; Volontari Piedibus. Proposti dai Consiglieri comunali: Marzia Marchesi, Giacomo Angeloni, Roberto Bruni, Nadia Ghisalberti, Nicola Eynard, Marco Brembilla, Sergio Gandi, On. Elena Carnevali, Deputato al Parlamento.

 

BENEFATTORI

Medaglie d’oro di benemerenza, al merito civico e alla memoria:

1925 – Comm. Giuseppe Bietti. Civico cassiere che pose a servizio della città il credito da lui goduto presso gli istituti bancari.

1988 – Fanny e Tito Legrenzi. Personalità distintasi per attività filantropiche e atti di liberalità nei confronti della città.

1989 – Comm. Aldo Perolari. Donazioni di altissimo valore culturale al Museo Caffi.

2000 – Dott. Gianfranco Spajani. Donazione di capolavori d’arte alla Galleria d’Arte Moderna e Contemporanea.

2010 – Conte Antonio Moroni. Proprietario del Palazzo Moroni che mise a disposizione della Comunità bergamasca, dimostrando che l’arte è un patrimonio di tutti.

 

Attestato di benemerenza civica:

1998 – Conte Enrico Benaglio. Impegno economico per attrezzare modernamente una sala del Museo di Scienze Naturali “Caffi”; Sergio Polillo. Manager editoriale, collezionista d’arte, amico di scrittori ed artisti, ha donato un’ingente somma di denaro alla Galleria d’Arte Moderna e Contemporanea.

2005 – Maddalena Scotti Guffanti. Donazioni per la fondazione del Museo Donizettiano, impegno costante nell’aumentre il patrimonio artistico-documentale.

 

EROI CIVILI

Medaglie d’oro di benemerenza, al merito civico e alla memoria:

1988 – Dott.ssa Lidia Curti. Partigiana.

1998 – Adriana Locatelli. Patriota e partigiana, simbolo della Guerra di Liberazione nel nostro territorio.

2000 – App.to Giuseppe Gurrieri. Per sventare una rapina fu protagonista di un atto eroico che pagò con la vita.

2009 – Giacomo Bartoli. Comandante partigiano, venne ferito ed arrestato e per poco scampò alla morte. Subito dopo la Liberazione si impegnò in un’attività di riconciliazione con i precedenti avversari politici.

 

Attestato di benemerenza civica:

1998 – Moto Club Bergamo. Partigiana, ha prestato aiuti concreti ai partigiani organizzando un campo sulla Maresana.

1999 – Dott. Salvatore Rosella. Combattente nelle campagne d’Africa e Albania, comandante durante la seconda guerra mondiale di una compagnia interamente costituita da bergamaschi. Pluridecorato al valore militare si è distinto per l’impegno professionale e sociale.

2000 – Ilario Garlini. Con un atto coraggioso ha salvato la città il 27 aprile 1945.

2008 – Vincenzo Barca. Profugo, combattente, prigioniero, invalido nella prima guerra mondiale, dedica la vita a mantenere viva la memoria della drammatica vicenda delle popolazioni giuliano-dalmate e quotidianamente si prodiga a favore delle persone mutilate ed invalide; Maresciallo Luigi D’Andrea e Renato Barborini. 6 febbraio 1977 vengono coinvolti in un violento conflitto a fuoco con i passeggeri di una automobile, tra i quali vi era il pregiudicato Renato Vallanzasca. Luigi d’Andrea e Renato Barborini venivano brutalmente uccisi: il fatto colpì e ferì l’intera Nazione e subito venne inteso come un luminoso esempio di assoluta dedizione al dovere, spinto sino all’estremo sacrificio. Medaglia d’Oro al Valor Civile.

 

POLITICA E PUBBLICA AMMINISTRAZIONE

Medaglie d’oro di benemerenza, al merito civico e alla memoria:

1958 – Grand. Uff. Dott. Prof. Ferruccio Galmozzi. Medico, umanista e Sindaco nel decennio seguito alla Liberazione.

1961 – On. Avv. Carlo Zilocchi. Amministratore, umanista e uomo politico.

1963 – On. Avv. Antonio Cavalli. Attività politica e amministrativa in campo nazionale e cittadino; Conte Dr. Dino Secco Suardo. Diplomatico in campo internazionale.

1988 – Sen. Giuseppe Belotti. Parlamentare costituente studioso di storia locale; Prof.ssa Lina Dasso. Amministratrice pubblica attenta alle problematiche sociali e dell’infanzia; Avv. Lorenzo Suardi. Presidente della Banca Popolare attento protagonista della vita sociale bergamasca.

1989 – Comm. Luigi Ciocca. Impegno nell’attività economica e bancaria, impegno civile nei confronti di persone e categorie disagiate e bisognose; Dott. Piero Pedroli. Impegno nella pubblica amministrazione, ha seguito l’affermarsi della professione del commercialista, coniugando le analisi delle situazioni aziendali con la conoscenza delle leggi civili e fiscali; Avv. Giacomo Pezzotta. Già Sindaco, si è adoperato per istituire l’Università a Bergamo e a fondare una società pubblica per lo sviluppo aereoportuale; Dott. Filippo Siebaneck. Impegno in ambito amministrativo e culturale, soprattutto in campo musicale, quali il Festival di Pianistico Internazionale e i concerti di musica barocca; Avv. Giambattista Scaglia. Studioso di storia e uomo politico, sei volte sottosegretario, cinque volte ministro, ha firmato il decreto di istituzione dell’Istituto Universitario di Bergamo. Autore di libri storici; Avv. Emilio Fuzier. Impegno nelle istituzioni civili.

1996 – On.le Giuseppe Brighenti. Impegno politico e nella lotta antifascista, consigliere comunale e deputato in Parlamento; On. Filippo Maria Pandolfi (che ha rinunciato). Deputato del Parlamento, Ministro del Governo italiano e Commissario Europeo, riferimento morale nell’attività politico-amministrativa.

1998 – Notaio Dott. Carlo Leidi. Impegno politico, culturale ed artistico.

1999 – Dott. Fernando Masone. Prefetto della Repubblica e capo della Polizia di Stato, impegnato per la collaborazione all’attività della Pubblica Amministrazione ha contribuito ad affrontare il problema della sicurezza.

2004 – Sen. Vincenzo Bombardieri. Impegno politico e sociale, in particolare per i diritti dei lavoratori e per l’emancipazione della classe lavoratrice.

2005 – Avv. Eugenio Bruni. Prestigioso Presidente del Comitato Antifascista e Consigliere comunale negli anni ’60; Ing. Salvo Parigi. Presidente dell’ANPI, consigliere comunale e assessore regionale negli anni ’60. Politico e professore.

2006 – Eliseo Milani. Per l’impegno politico e civile di tutta la vita, da operaio a dirigente di partito a parlamentare, nella difesa dei diritti dei lavoratori.

2008 – Giuseppe Canavotto. Funzionario ai più alti livelli della pubblica amministrazione, ha partecipato alla redazione e gestione degli ultimi piani regolatori della città ed alla stesura della normativa regionale in materia.

2009 – Mirko Tremaglia. Ministro per gli Italiani nel mondo ed attualmente decano della Camera dei Deputati. Per due volte ha ottenuto dal Parlamento la modifica della Costituzione per dare il voto agli Italiani all’estero.

 

Attestato di benemerenza civica:

1989 – Carlo Colleoni. Impegno per il consolidamento dei rapporti della comunità e dell’amministrazione con le associazioni d’arma e il presidio militare.

1996 – Luigi Marchi. Operaio impegnato nel sindacato e nell’attività politica.

1997 – Cleo Zolla Angeloni. Ex assessore del Comune di Bergamo, promotore della Fondazione Donizetti; Avv. Nicola Angelo. Legale delle organizzazioni sindacali dei lavoratori e membro del Comitato regionale di Controllo    .

1998 – Dott. Marcello Chiantoni. Impegno nello svolgimento dell’attività di pubblico dirigente, si è distinto nel compito di Capo Servizio di Vigilanza e dirigente Ispettorato del lavoro; Dott. Paolo Caccianiga. Attività svolta nel settore della sanità pubblica, in campo amministrativo e in campo sindacale.

1999 – Agostino Cardinali. Impegno civico e nell’attività socio-politico, fondatore e coordinatore del gruppo Amici di Colognola; Cav. Virgilio Saltalamacchia. Amministratore comunale per oltre vent’anni, impegnato nei confronti degli emarginati.

2000 – Giovanni Milani. Segretario della Camera del Lavoro, impegno per l’emancipazione e i diritti dei lavoratori; Zaira Cagnoni. Direttrice della Casa della Lavoratrice amministratrice comunale e assessore.

2001 – Vittorio Naldini. Senatore e amministratore locale; Ettore Tacchini. Avvocato, impegno per la risoluzione del problema del palazzo di giustizia.

2002 – Dott. Edoardo Pedone. Stimato perito presso il Tribunale di Bergamo. Impegno in ambito musicale, nella Società del Quartetto; Prof. Giuseppe Banfi Antonio. Consigliere di Amministrazione della Banca Popolare di Bergamo e presidente delle Società Assicurative del Gruppo. Impegno culturale, Presidente dell’Orchestra Stabile di Bergamo, incoraggiata e sostenuta.

2003 – Rag. Marcello Annoni. Maestro del Lavoro, Ufficiale della Repubblica e Presidente provinciale dell’Unione Nazionale Cavalieri d’Italia; Wallys Santocchi. Impegno culturale, nell’ambito sportivo e nelle relazioni della Pubblica Amministrazione locale.

2004 – Aldo Ghisleni. Impegno politico e nel volontariato, già assessore.

2005 – Roberto Minardi. Impegno politico e amministrativo; Mario Santini. Impegno politico, sindacale e sociale.

2008 – Arbace Mazzoleni. Per il servizio competente e appassionato a favore della pubblica amministrazione e di numerose associazioni impegnate in ambito sociale e culturale.

2009 – Valentina Lanfranchi. Parlamentare ed amministratore, è da molto tempo impegnata nel volontariato nell’ambito dell’attività dei trapianti di organi ed alla diffusione, sempre più ampia, di un’ adeguata cultura.

2011 – Arch. Vittorio Sonzogni. Architetto di fama nazionale ed internazionale è stato in passato Assessore all’Urbanistica della Regione Lombardia, ha avuto incarichi provinciali ed è stato membro della Commissione sull’impatto ambientale del Ministero dell’Ambiente       .

2012 – Maria Laura Baruffi. Impegnata professionalmente, culturalmente e politicamente, ha dimostrato particolare attenzione alle tematiche femminili ed a quelle delle pari opportunità.

 

GIORNALISMO

Medaglie d’oro di benemerenza, al merito civico e alla memoria:

1988 – Mons. Andrea Spada. Direttore de L’Eco di Bergamo, giornalista e scrittore.

2002 – Daniele Vimercati. Giornalista, apprezzato per le doti di imparzialità e autonomia di giudizio.

2004 – Luigi Veronelli. Eno-gastronomo, scrittore, pubblicista, attivista per i diritti dei consumatori e dei produttori.

 

Attestato di benemerenza civica:

2001 – Sandro Zambetti. Giornalista e critico cinematografico.

2005 – Dott. Franco Rho. Giornalista e personalità di spicco per la storia dell’alpinismo bergamasco.

2006 – Elio Corbani. Da oltre cinquant’anni appassionata voce delle imprese sportive dell’atalanta.

 

VOLONTARIATO, IMPEGNO NEL SOCIALE

Medaglie d’oro di benemerenza, al merito civico e alla memoria:

1961 – Cav. Betty Ambiveri. Altissimi meriti acquisiti nella attività educativa ed  assistenziale.

1989 – Dott.ssa Elsa Carissoni. Impegno presso il Centro Capitanio, assistenza e recupero dei tossicodipendenti.

1996 – Edvige Invernici. Animatrice della sezione di Bergamo dell’Unione Italiana Lotta alla Distrofia Muscolare.

1997 – Suore Piccole Serve del S.Cuore di Gesù. Assistenza a domicilio agli ammalati poveri e servizio di infermeria nei locali della loro casa in Città Alta; Associazione Nazionale Alpini. Per le continue manifestazioni di solidarietà e abnegazione nei confronti delle popolazioni coinvolte nelle calamità naturali.

1998 – Dott. Leonardo Caprioli. Presidente Nazionale A.N.A., per gli ampi riconoscimenti conseguiti e per le attività svolte a favore della collettività; Comando Provinciale dei Carabinieri. Impegno investigativo dimostrato soprattutto in occasione della restituzione alla città di opere sacre di inestimabile valore.

2000 – Luigi Galluzzi. Impegno nei confronti dei giovani portatori di handicap, membro della Polisportiva Handicappati Bergamo.

2001 – Giuliano Berizzi. Impegno umanitario, ha perso la vita nel corso della sua attività in un orfanotrofio in Rwanda; Silvano Manzoni. Impegno sociale a favore dei malati di leucemia e dei loro familiari, fondatore della Fondazione Paolo Belli.

2002 – Caritas Diocesana Bergamasca. Impegno nel sostegno morale e materiale ai più bisognosi, su tutto il territorio nazionale.

2003 – Arma dei Carabinieri. Impegno sul territorio e all’estero.

2004 – Giuseppe Peruta. Presidente onorario dell’Associazione Nazionale Famiglie e Fanciulli Subnormali, impegno per il miglioramento delle condizioni di vita dei disabili.

2011 – Cooperativa Città Alta. Per aver dato vita, nel corso di un trentennio, ad uno spazio accogliente nel quale i residenti, potessero ritrovarsi ancora in uno spirito di comunità solidale, riservando particolare attenzione ai problemi delle persone in difficoltà.

 

Attestato di benemerenza civica:

1989 – Rosetta Locatelli. Impegno per la memoria del fratello Antonio; Don Giovan Maria Pizzigalli e personale Albergo Popolare. Impegno e solidarietà nello svolgimento della loro attività a favore degli immigrati.

1996 – Ing. Italo Ricci. Impegno per la creazione e lo sviluppo di strutture formative in campo professionale, vice presidente del Consiglio Mondiale per la Formazione si adopera per il confronto e l’armonizzazione dei sistemi formativi mondiali; Attilia Marchesi ved. Carrara. Impegno nel servizio degli emarginati.

1997 – Rita Traini Romagnoli. Impegno sociale e nel volontariato, ideatrice della Bottega del Volontariato e direttrice dell’Albergo Popolare.

1998 – Round Table 39 Bergamo. In occasione del 10°anno di attività, per la promozione della Carta per i diritti dell’ infanzia, per l’impegno in questo campo; Gino Pecchi. Promotore dei Centri Anziani, impegno a favore degli anziani e dei bambini; Giuseppina Soloni (ha rinunciato al premio). Impegno nei confronti delle madri in difficoltà, contribuendo a diffondere la cultura della vita.

1999 – Cav. Uff. Gianni Civera. Impegnato nell’Associazione Volontari Italiani Donatori di Sangue, ha curato l’organizzazione della Casa del Donatore di Monterosso; Milena Tinaglia Curnis. Impegno sociale e nel volontariato, per il quale ha ricevuto il titolo di Cavaliere dell’ordine della Repubblica Italiana. Ispettrice Provinciale del Corpo delle Infermiere volontarie della Croce Rossa di Bergamo.

2001 – Comitato 30 ore per la vita. Impegno nella raccolta fondi per la realizzazione del nuovo Dipartimento di Pediatria negli Ospedali Riuniti di Bergamo; AIDO Associazione Italiana Donatori di organi. Impegno per rafforzare la solidarietà umana e sensibilizzare sulla necessità della donazione degli organi.

2002 – Associazione Disabili Bergamaschi. Impegno nel mettere a disposizione informazioni e servizi per coloro che si trovano a vivere su una sedia a rotelle; Rita Milesi. Volontaria impegnata in Africa; Associazione Sostenitrice Portatori di Handicap. Impegno a favore delle famiglie dei disabili.

2003 – Federazione delle Associazioni Nazionali Disabili (FAND). Impegno nei confronti di portatori di diversi tipi di disabilità.

2004 – Gruppo Comunale Volontari di Protezione Civile. Opera in collaborazione dell’Agenzia Protezione Civile per garantire la sicurezza dei cittadini.

2005 – Vittorio Cerea. Impegno nell’ambito della ristorazione e dell’aiuto a persone meno fortunate.

2006 – Giacomo Nicolini. Per il suo silenzioso, infaticabile e costante impegno di volontariato nella tutela dell’ambiente e del decoro della città; Associazione Aiuto Donna-Uscire dalla violenza. Da anni offre competenze di ascolto, consiglio, accompagnamento, assistenza e consulenza alle donne vittime di violenza.

2007 – Luciana Previtali Radici. Per l’impegno in numerosi ambiti umanitari e in lodevoli attività sociali ed assistenziali a favore dei più deboli.

2008 – Associazione Mici per Amici. Grazie alla pluriennale attività di volontariato nell’assistenza alle colonie feline della Città, ha regalato salute e benessere ai gatti e ha accresciuto l’attenzione dell’opinione pubblica sul tema; Associazione Volontari “Sempre Insieme”. Da venticinque anni regala calore e serenità agli anziani ospiti della Fondazione Santa Maria Ausiliatrice, contribuendo a mantenerli presenti nella realtà viva della città.

2009 – Attilio Campana. Ha sempre affrontato con grande impegno e passione i problemi dell’inclusione e dell’ integrazione delle persone più fragili e con disabilità, anche con la costituzione del Coordinamento bergamasco tra le associazioni che operano in questo ambito; Franco Pini. Missionario laico. Con un forte impegno personale è riuscito a realizzare tutte le strutture necessarie alla vita di una comunità in uno sperduto villaggio nelle foreste del Kenia.

2010 – Massimo Casari. Operatore umanitario in un’area disagiata della Bolivia.

2012 – Associazione Aiuto per l’Autonomia Onlus. Associazione Impegnata ad aiutare le persone anziane favorendone la permanenza nella famiglia; Associazione Mosaico. L’Associazione Mosaico nasce nel 2000 a Bergamo con l’intento di gestire in modo collettivo il servizio civile lasciato alla volontaria adesione dei singoli; Croce Bianca Città di Bergamo. Associazione di Volontari che  da 25 anni assiste ammalati ed infortunati.

 

AVIS/AIDO

Logo Avis

 

 

 

 

Logo Aido

 

 

 

 

 

 

Medaglie d’oro di benemerenza, al merito civico e alla memoria:

1988 – Dott. Guido Carminati. Tra i fondatori dell’Avis radicatissimo nel territorio.

1989 – Avv. Antonio RodariAIDO. Presidente dell’AIDO, associazione nata a Bergamo e avente a Bergamo il maggior numero di soci.

 

Attestato di benemerenza civica:

2004 – AVIS – Sezione di Bergamo. Attività pluridecennale, rappresenta una delle sezioni più importanti a livello nazionale.

2013 – Cav. Mario Rivola. Presidente dell’AVIS di Bergamo. Proposto da Roberto Guerini, Presidente AVIS Comunale Bergamo.

 

Medaglia d’oro e diploma di benemerenza, segnalati da AVIS per il numero di donazioni:

1995 – Milziade Damiani; G.Battista Mazzola; Mario Vanali; Auguasto Vietti

1996 – Luigi Avesini; Mario Pasta; Ignazio Vacis; Gianluigi Vedovati

1997 – Francesco Ambrosioni; Ferruccio Pasini; Romano Ripamonti; Enrico Santicoli

1998 – Francesco Bonomi; Carmen Fiorina; Mario Quadrilustri; Raffaele Vitali

1999 – Alessandro Arnoldi; Valerio Chionni; Piero Marcellini; Mario Martinelli

2000 – Bruno Cuter; Dario Longhi; Giancarlo Pelucchi; Mario Quinzanini

2001 – Ercolino Capoferri; Walter Castellan; Alberto Palazzi; Pietro Rossini

2002 – Giovanni Boninetti; Antonio Bugugnoli; Enzo Pellegris; Gianpaolo Turani

2003 – Giuseppe Cattaneo; Mario Limonta; Domenico Scaglia; Giovanni Vitali

2004 – Natale Agazzi; Dario Colnago; Franco Folzi; Lorenzo Vescovi

2005 – Giuseppe Invernicci; Claudio Lavagnini; Luigi Obbedio; Tarcisio Salamasio; Antonio Viviani

2006 – Giorgio Di Paola; Enrico Donizzetti; Marco Giovanni Facchinetti; M. Carla Fasolini; Maurizio Pressato; Gianfranco Rota

 

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Video più visti
Foto più viste
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia