Un posto un po' vintage

Bergamo Dischi in via S. Bernardino Un amore spassionato per il vinile

Bergamo Dischi in via S. Bernardino Un amore spassionato per il vinile
04 Dicembre 2014 ore 11:56

Ruben Crotti ama la musica e ha una passione irrefrenabile per il vinile. Ex insegnante delle scuole elementari, organizzava mercatini per incontrare appassionati ed acquistare i dischi che più amava. Uno, cento, mille. Ad un tratto, si è accorto di possederne così tanti da poter aprire un negozio. Nel 2003, inaugura, in via San Bernardino 21, Bergamo Dischi, un luogo che è un must per chi cerca dischi in vinile con musica dagli anni Cinquanta fino agli anni Novanta.

«Sono tutti dischi originali, di qualsiasi genere musicale – racconta Ruben, con fare spigliato -. Dal Metal alla New Wave, dai Gipsy King agli U2, dalla musica melodica a quella alternativa. In negozio ho più di 20.000 titoli, venduti nelle copertine originali». I suoi dischi, ci tiene a precisarlo, non vengono acquistati per mera estetica, ma per il piacere di ascoltare il suono puro della musica trasmessa da un giradischi. «Acquistare un disco oggi è una questione di fascino sensoriale, un’esperienza che non esiste quando si parla di musica liquida, come i files  – continua Ruben –. Vedere le copertine, ammirarne la grafica, conoscerne la storia, è un’avventura che non ha mai fine».

Infinita la lista dei titoli: da Frank Sinatra allo Zecchino d’Oro, dagli AC/DC ai Beatles, dai Bee Gees a Eric Clapton. I dischi stanno lì, infilati in ordine alfabetico in contenitori di legno, riempiendo le pareti del negozio e i lunghi tavoli centrali. Appese al muro, ci sono alcune tra le più importanti copertine che hanno segnato la storia della musica, tra cui un disco raro degli Iron Maiden e una copertina di prima stampa, in condizioni perfette, del disco Electric Ladyland di Jimmy Hendrix. Tra i titoli di maggior successo ci sono quelli degli Area, del Banco del Mutuo Soccorso, della Premiata Forneria Marconi e di tutto il Rock progressivo italiano, che fu la base di partenza per le sperimentazioni degli anni Novanta.

La vendita dei dischi è anche online, e tocca Paesi lontani come il Giappone. In negozio sono inoltre esposti CD di seconda mano che, non essendo più stati ristampati, hanno acquistato valore. L’ottima notizia è che l’età media dei clienti di Bergamo Dischi è sempre più in calo. Qui, infatti, non arrivano solo appassionati di mezza età, ma giovani e adolescenti. «I dischi in vinile stanno riscuotendo un grande e rinnovato interesse tra i giovanissimi – conclude il titolare dell’attività -. Ragazzi che vogliono scoprire la musica attraverso il suono del giradischi. Mi capita spesso di avere tra i clienti dei ragazzi di quindici anni accompagnati dal padre, e giovani appassionati di svariati generi musicali». Un’esperienza che conquista le generazioni, e unisce padri e figli in un’unica passione.

20 foto Sfoglia la gallery
Top news
Glocal News
Video più visti
Foto più viste
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia