Staffetta record per l'igiene delle mani

Quindici volte BergamoScienza I primi 5 eventi da non perdere

Quindici volte BergamoScienza I primi 5 eventi da non perdere
Viva Bèrghem 02 Ottobre 2017 ore 07:00

Più di 190 eventi tutti gratuiti – conferenze, laboratori interattivi, spettacoli, mostre – con protagonisti scienziati di fama internazionale, tra cui il Premio Nobel per la Medicina 2007 Mario Renato Capecchi (il 13 ottobre). BergamoScienza (qui il programma completo) compie 15 anni. Intreccia, dal 30 settembre al 15 ottobre, sapere e spettacolo, diffonde cultura in un pubblico ampio e variegato, usa un linguaggio accessibile a tutti. Quest’anno nel BergamoScienzaCenter alla stazione autolinee è anche ospitata la futuristica Bmw Next 100 Vision, presentata giovedì scorso in anteprima italiana alla presenza di Julia de Bono, Head of Brandvision Design del marchio di Stoccarda (Bmw Italia è sponsor della kermesse dal 2010). Un mezzo elettrico dalla console centrale priva di fronzoli, su cui compaiono le principali informazioni che servono al guidatore. Chiaramente - ha detto la de Bono - c’è l’opzione per la guida autonoma. In questo caso il volante scompare, la luce dell’abitacolo cambia colore e questo serve a far capire che il veicolo è in modalità self-driveless. Il guidatore si trasforma in passeggero e può occuparsi altro. «Questa è la nostra visione per il futuro - ha concluso Julia de Bono - e la sua realizzazione per noi è stata una delle sfide più avvincenti degli ultimi anni».

4 foto Sfoglia la gallery

Ma veniamo al programma. Ecco cinque eventi della prima settimana che secondo noi vale la pena seguire.

L’inaugurazione al Donizetti. Il sipario si alza sulla kermesse sabato 30  alle 17 nel teatro in attesa di essere sottoposto a restauro. Sul palco due pilastri della scienza italiana: Silvio Garattini, direttore dell'Istituto di Ricerche Farmacologiche Mario Negri, e il fisico Renato Angelo Ricci, professore emerito all’Università di Padova. In occasione dei 70 anni della loro carriera racconteranno le loro vite straordinarie. A seguire il giovane astrofisico Luca Perri, diventato star dei social network grazie a un post che spiegava in modo molto divertente la scoperta delle onde gravitazionali, condurrà un quiz scientifico a squadre che impegnerà il pubblico nella rivisitazione di Giochi senza frontiere. Gran finale in musica con Emanuele Fasano, il giovane pianista che ha conquistato la rete grazie ad un video virale in cui suonava nel bel mezzo della Stazione Centrale di Milano (ed è arrivato poi al palco di Sanremo) e Raphael Gualazzi, pianista e compositore jazz tra i più attivi della musica italiana (ma non disdegna le incursioni più poppeggianti).

La scuola in piazza. Mostre, esperimenti scientifici e attività interattive sabato 30 e domenica 1 sul Sentierone per scoprire quanto è interessante e stimolante fare scienza a scuola. Trentotto istituti scolastici propongono degli esperimenti scientifici con i quali fare interagire i visitatori. Attività coinvolgenti e veloci, per non annoiare e permettere di partecipare a più persone possibili. Ci sono anche le forze dell’ordine, per condividere le tecnologie e l’innovazione scientifica applicata alle loro attività.

Il futuro della neurochirurgia. Prima è venuta la Dbs: elettrodi impiantati nel cervello dei malati di Parkinson, capaci di ridurre i tremori attraverso piccoli impulsi elettrici. Oggi la nuova frontiera della stimolazione cerebrale è la luce infrarossa, mentre si studiano i primi sistemi di interfaccia cervello-macchina, che grazie alla robotica potranno un giorno aiutare chi ha problemi motori. La neurochirurgia del futuro è sostanzialmen te già qui: ne parlano Alim Louis Benabid e Giancarlo Comi domenica 1° ottobre alle 11 al Donizetti.

Staffetta per l'igiene delle mani. Domenica 1° ottobre va in scena un’iniziativa che aderisce alla campagna promossa dall’Organizzazione Mondiale della Sanità per sensibilizzare l’opinione pubblica sull’importanza di lavarsi bene le mani. Meno semplice di quello che sembri: ci vuole tecnica.  Dalle 10 alle 18 tutti, dagli operatori sanitari ai semplici cittadini, possono contribuire a battere il record realizzato dall’Università di Manipal in India il 16 ottobre 2016 (3.422 partecipanti). Appuntamento al BergamoScienceCenter in viale Papa Giovanni XXIII o all’Infopoint del Festival in piazza della Libertà.

Alimentazione e «fake news». Le notizie false sull’alimentazione che circolano in rete rischiano di influenzare non solo i comportamenti e le scelte a tavola, ma anche la salute. Una conferenza per scoprire come difendersi riconoscendo le «bufale» e le informazioni false su questo tema, veicolate dai media e in particolare dai social. Giovedì 5 alle 11 all’auditorium di Piazza della Libertà.