Breve guida agli eventi di Ferragosto in Bergamasca

Breve guida agli eventi di Ferragosto in Bergamasca
Viva Bèrghem 12 Agosto 2018 ore 11:58

La sua nascita risale addirittura (o almeno così pare) ai tempi di Augusto. Sono passati più di duemila anni dunque, ma Ferragosto rimane la festa del riposo per antonomasia, quella in cui anche chi solitamente lavora nella stagione più calda dell’anno si ferma a tirare il fiato. Fortunatamente non tutti, però. Perché per albergatori e ristoratori la prossima sarà invece la settimana di lavoro più intensa dell’anno (o quasi). Per il resto, calma piatta. E relax. Questo è un bene, naturalmente. Ma la tranquillità assoluta non aiuta chi invece vorrebbe approfittare della giornata di festa per fare qualcosa di diverso dal solito. Paradossalmente, infatti, a Ferragosto tutto si ferma e quindi diventa difficile anche trovare attività diverse dal solito da suggerire. Difficile, ma non impossibile.

Se in città tutto pare addormentarsi e una delle poche opzioni alternative arriva alla sera, quando il Museo delle Storie di Bergamo, a partire dalle 21, proporrà un’esclusiva visita serale al Campanone di Piazza Vecchia con anche attività ludiche per i più piccoli (prenotazione obbligatoria: 035247116. Sopra i 18 anni il prezzo è di cinque euro), uscendo dai confini cittadini, in realtà, di occasioni per giornate fuori dal comune se ne trovano.

 

 

Ad Ardesio, ad esempio, alle 14, nell’ambito della manifestazione “10 e lode”, si terrà l’oramai tradizionale corsa di carriole a coppie nel centro storico. Una buona opportunità per visitare il bel borgo seriano e divertirsi tra folklore e tradizione. Spostandosi a Parre, invece, è prevista l’apertura straordinaria (dalle 15 alle 18) del museo archeologico, dell’Antiquarium e dello scavo dell’antica Parra, centro fortificato della popolazione degli Orobi fondata 3.200 anni fa e abitata fino all’epoca Romana. Una bella occasione per scoprire un po’ di storia della nostra terra. Per informazioni: 3317740890 o info@oppidumparre.it.

Se alle visite preferite invece le feste della tradizione, a Cenate Sotto, il 15 agosto, gli “Amici di Loreto” organizzano il pranzo al Santuario della Madonna di Loreto, uno splendido scenario artistico e naturale della Bergamasca poco noto ai più. È consigliabile la prenotazione (0354250781). Immancabile Festa degli Alpini, invece, alle Piane di Lizzola, tra natura, tradizione e buon cibo.

 

 

Spostandosi in Val Brembana, a Zogno è prevista l’apertura serale delle Grotte delle Meraviglie (dalle 20 alle 22, info sul sito). Scoperto nel 1932, questo complesso sotterraneo è composto da coralli che riflettono la luce creando stupefacenti giochi di colore. Aperte da maggio a settembre due domeniche al mese, ormai da diversi anni il 15 agosto sono visitabili eccezionalmente la sera. Restando in Val Brembana e in tema di meraviglie sotterranee, perché non visitare la Grotta del Sogno a San Pellegrino? Scoperta nel 1931 dal Cavalier Ermenegildo Zanchi, sono state le prime grotte valorizzate turisticamente della Lombardia. Le visite guidate si tengono ogni mezz’ora dalle 10 alle 11.30 e dalle 14.30 alle 17.30; il costo è di quattro euro sopra i 12 anni, due euro tra i 7 e i 12 anni e gratis fino ai 7 anni. Se vi organizzate bene la giornata, inoltre, San Pellegrino potrebbe essere un’ottima meta per il vostro Ferragosto fuori porta. Oltre alla Grotta del Sogno, infatti, il 15 agosto, dalle 10 alle 18, è anche possibile visitare lo storico e bellissimo Casinò, inaugurato il 20 luglio 1907 e opera dell’architetto milanese Romolo Squadrelli. Un vero monumento all’architettura liberty oggi solitamente aperto soltanto per eventi eccezionali. E dopo aver cenato in qualche ristorantino della zona, tutti in centro per il tradizionale “Spettacolo Piromusicale”, con fuochi d’artificio accompagnati da un tripudio di musica, luci e colori. Uno show che illuminerà le acque del fiume Brembo e la facciata del Grand Hotel, oggi non certo al massimo del suo splendore ma sempre affascinante.

 

 

Se alle valli preferite le placide acque del Sebino, allora il posto che fa per voi è l’incantevole borgo di Lovere . Sempre bello da visitare, la sera di Ferragosto, alle 21.30, è inoltre teatro dell’inaugurazione del weekend musicale “Back to Jazz”, che porta sulle rive del lago d’Iseo alcuni dei più grandi jazzisti della scena contemporanea internazionale. Si parte con il Luca Ciarla Quartet, che ha da poco concluso il tour in Giappone, Australia, Nuova Zelanda e Taiwan. Previsto in Piazza Tredici Martiri, in caso di maltempo l’evento si terrà invece all’interno della bellissima Accademia Tadini. Naturalmente questa è soltanto una selezione effettuata sugli eventi che possono coinvolgere maggiormente eventuali visitatori. Ma la nostra provincia è ricchissima di posti che attendono solo di essere scoperti.

Cornello dei Tasso, ad esempio, esercita sempre un grande fascino, così come la bellissima Rotonda di San Tomè ad Almenno San Bartolomeo o il villaggio operaio (e patrimonio Unesco) di Crespi d’Adda . Pranzo al sacco e via, alla (ri)scoperta di piccoli angoli di bellezza della Bergamasca. Perché anche questo, in fondo, è un modo per riposarsi.

Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Curiosità