Menu
Cerca
Materia, forme, colori

Il Claylab di via Pignolo Dove l’argilla si fa arte e bellezza

Il Claylab di via Pignolo Dove l’argilla si fa arte e bellezza
Viva Bèrghem 07 Novembre 2014 ore 13:15

Claylab-Foto-Devid-Rotasperti-Fotografo (36)

 

Nel piccolo laboratorio di oggetti realizzati a mano, posati su mensole di legno semplice, fanno bella mostra di sè vasi colorati, ciotole, ciotoline, piatti e bicchieri, uno differente dall’altro. Ci sono teiere, robuste brocche per l’acqua e vasi cilindrici decorati con giochi geometrici, perfetti per arredare casa. Qui, da Claylab in via Pignolo 47, la regina incontrastata è l’argilla che, lavorata con grande capacità artigianale, si impreziosisce trasformandosi in ceramica.

Artefice di queste ceramiche funzionali è Luca Pedone, un quarantenne iscritto all’Ordine degli Architetti, ed ora artista a tutto tondo. «Per dodici anni ho esercitato la professione di architetto, affiancata ad un’attività di comunicazione – racconta Luca, sguardo vivo incorniciato da capelli scuri e una folta barba nera –. Sono stato tutor a Milano, e poi ho conseguito un master in design e management. Ma la mia passione era un’altra, e lo sapevo bene. Nonostante ciò, non mi decidevo a lasciar la strada vecchia per quella nuova, fino a quando, due anni e mezzo fa, ho deciso che non potevo più tentennare».

8 foto Sfoglia la gallery

Così, nel 2012 l’architetto decide che è venuto il momento di sporcarsi le mani, trasformando la tenera argilla nella più sofisticata ceramica. Si iscrive ad un corso, poi ad un altro, e un altro ancora. Frequenta laboratori a Firenze, Varese e molte altre città italiane. Da alunno diventa presto insegnante, per affiancare un artista inglese che tiene un corso di tornio. È dedizione allo stato puro. L’argilla lo conquista, lo appassiona, lo appaga. Dalle sue mani nascono così forme funzionali, come una brocca per versare il vino agli amici, pentole, ciotole, vasi bianchi e colorati, anche in ceramica raku. Il suo passato da architetto lo spinge verso le forme geometriche. Così le superfici lucide di alcuni vasi riproducono una piegatura geometrica della carta, altri invece hanno la forma di sfere perfette.

Oggi. insegnante di architettura, discipline progettuali e disegno geometrico alla Scuola d’Arte A. Fantoni, Luca passa il suo tempo fuori orario scolastico a modellare, dipingere, cuocere l’argilla trasformata in manufatti artigianali, per una soddisfazione concreta, che nasce dalla fisicità stessa degli oggetti. Una necessità diventata vitale, dopo anni passati a progettare architetture su asettici computer. Nello spazio di Claylab, laboratorio di ceramica e pottery workshop, l’artista trascorre le sue ore più intense, dividendosi tra varie attività: nei pomeriggi di martedì, giovedì e sabato, Luca tiene corsi privati per chi vuole avvicinarsi all’arte della ceramica e innamorarsene perdutamente. Perché, come recita un proverbio cinese, «Nella casa di una famiglia felice, semplici stoviglie di ceramica risplendono più della giada». [Per informazioni scrivere a info@claylab.it]

24 foto Sfoglia la gallery