Altro che fast food

Tappa Da30Polenta a Oriocenter Dove c’è anche il Berghem Burger

Tappa Da30Polenta a Oriocenter Dove c’è anche il Berghem Burger
12 Dicembre 2014 ore 15:50

La polenta che diventa regina della tavola, atteggiandosi a signora, passando dal ruolo di Margì a vera pop star. Berghem Burger, toast di polenta con pancetta o prosciutto cotto, spaghetti di polenta e la «bella, irriverente, gigante» insalata BIG con stick di polenta. Da30Polenta, ad Orio Center, c’è quello che non ci si aspetta: una struttura inusuale, un chiosco di cinquanta metri quadri, per stupire italiani e stranieri con il sapore più tipico della terra orobica. Polenta nera, gialla e integrale si rivestono di nuove forme e sapori accompagnati a formaggi di altissima qualità, come il gorgonzola dolce DOP, lo strachitunt DOP o i bocconcini di Fassona IGP. Tutto, dal taglio delle materie prime all’elaborazione del piatto, è preparato dallo staff di quest’azienda giovane e dinamica, che nel fine settimana serve fino a 800 clienti.

Un discorso di originalità e di qualità, ad un prezzo competitivo, per offrire il meglio della tradizione bergamasca rivisitata in chiave contemporanea. La filosofia alla base di Da30Polenta è un misto di ricerca e tradizione, che intende proporre piatti sempre nuovi che stupiscano anche i palati più sopraffini. Arriverà il pizzocchero di polenta, e alcune tra le più famose ricette italiane sposeranno questo nuovo ingrediente, per portare la cultura della polenta anche dove ancora non c’è. Tutti i prodotti inoltre sono take-away, ed hanno un packaging perfetto sia per il forno che per il microonde.

8 foto Sfoglia la gallery

«All’inizio andava per la maggiore la polenta integrale con il formaggio – racconta Donato Cacciavillani, amministratore delegato di Food Management Srl, una delle ultime società, in ordine di fondazione, gestite dalla business company Percassi – ma ora il piatto più richiesto è sicuramente il Berghem Burger, un cilindro di polenta taragna con un hamburger di salamella e formaggio branzi, guarniti con insalata mista e chips di polenta. Tutto qui, dallo spaghetto di polenta abbinato al sugo partenopeo e amatriciana, al minestrone di verdure con crostini di polenta, è preparato al momento per garantire la freschezza dei nostri prodotti».

Tredici persone al lavoro, quotidianamente, per tagliare gli stick di polenta, uno ad uno, preparare sughi, cucinare moscardini e baccalà. Le ricette sono elaborate internamente dal direttore creativo Marco Rossi, che nel menù ha inserito dolci come il Tiramisù adottato – dove la sbrisolona con farina di mais sostituisce il savoiardo – e le crepe dolci di polenta con nutella. «I risultati sono un continuo crescendo, anche perché Orio Center ospita moltissimi stranieri – conclude Donato Cacciavillani –. Quello per cui veniamo apprezzati è indubbiamente la qualità dei prodotti e la preparazione interna. Questo infatti è un ristorante a tutti gli effetti, che lavora però come un fast food. La grande sfida è stata proprio questa: avere delle cucine speculari abbinate, a seconda della tipologia del piatto, a degli specifici registratori di cassa, per una preparazione veloce, ma di grande qualità». Nei progetti futuri non manca il sushi di polenta, che siamo sicuri sorprenderà anche i palati più esigenti, visto che Da30Polenta ha già ricevuto grandi apprezzamenti, piazzandosi primo nella classifica Trip Advisor dei ristoranti di Orio al Serio.

24 foto Sfoglia la gallery

 

Top news
Glocal News
Video più visti
Foto più viste
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia