Dieci frasi in bergamasco sulle ipotesi per le ferie

È quasi tempo di vacanze finalmente, ma mé me se möe mia

È quasi tempo di vacanze finalmente, ma mé me se möe mia
03 Giugno 2020 ore 21:42

di Vecchio Daino

Dopo la violenta ondata che si è abbattuta sulla nostra provincia stiamo timidamente ricominciando a tornare alla normalità, per esempio programmando le prossime ferie. Ovviamente non possiamo dire che sarà tutto come prima, perché anche le condizioni economiche mutate hanno il loro peso. Come sempre, però, affronteremo le difficoltà con il nostro spirito combattivo, secondo l’ormai celebre imperativo mòla mia.

1. A l’sarà mèi tègn a mà

Anche se la fase più virulenta dell’epidemia sembra alle spalle, gli strascichi economici per molte famiglie sono pesanti. Per questo conviene rispolverare la nostra genetica attitudine al risparmio. [Trad. Sarà meglio risparmiare]

2. Mé me se möe mia

C’è chi, forse con un eccesso di prudenza, ha deciso di prolungare anche per quest’estate la sua personale quarantena. L’allenamento a restare in casa non gli manca di certo. [Trad. Io non mi muovo]

3. Al mar co la plàstica ‘ndó mia

Le ipotesi sulle soluzioni per evitare gli assembramenti sulla spiaggia hanno fatto perdere la poesia a parecchi irriducibili della tintarella. Ripiegheranno forse sui nostri laghi. [Trad. Al mare con la plastica non vado]

4. Gh’è di paìs ch’i völ mia i bergamàsch

Ci sono state anche polemiche sulla decisione di alcuni paesi, in Italia e all’estero, di non accettare ospiti provenienti dalla nostra regione. Per fortuna non sembra siano la maggioranza. [Trad. Ci sono località che non vogliono i bergamaschi]

5. L’è pié de pòs-cc bèi ché de nóter

Da sempre amiamo trascorrere le vacanze anche nelle immediate vicinanze, perché abbiamo la fortuna di vivere in un territorio che offre tutto, laghi, fiumi, montagne, luoghi storici. Quest’anno forse lo apprezzeremo ancora di più. [Trad. È pieno di posti belli qui da noi]

6. Mè che tróe ergót per i s-cècc

Le infinite vacanze degli scolari e studenti hanno messo a dura prova i nervi dei genitori, e adesso sarebbe il loro turno di godere del meritato riposo. Si spera nell’àncora di salvezza dei CRE.  [Trad. Devo trovare qualcosa per i ragazzi]

7. Ìe prenotàt ma l’è saltàt töt

Chi si era mosso in anticipo si è spesso trovato di fronte a brutte sorprese. Adesso si trova a dover fare i conti da capo, in una situazione in cui le incognite sono più delle certezze. [Trad. Avevo prenotato ma è saltato tutto]

8. Spére de troà ol laurà

Non si può fare a meno di pensare a chi ha perso il lavoro e si trova nella condizione di dover assolutamente cercare un’occupazione, in controtendenza con il comune intento di staccare la spina, almeno per un po’. A loro va tutta la nostra solidarietà. [Trad. Spero di trovare il lavoro]

9. Laure, só restàt indré

Parecchi dei nostri instancabili artigiani hanno accumulato una notevole mole di lavoro arretrato e, conoscendoli, non perderanno l’occasione di recuperare il tempo perduto. [Trad. Lavoro, sono rimasto indietro]

10. L’è l’öltem di mé pensér

È indiscutibile che questo periodo ci abbia profondamente segnato, e per qualcuno anche solo pensare alle ferie sembra un’idea frivola e fuori luogo. Ma supereremo anche questa fase, speriamo presto. [Trad. È l’ultimo dei miei pensieri]

Top news
Glocal News
Video più visti
Foto più viste
Il mondo che vorrei
Curiosità
ANCI Lombardia