22esima edizione

Festa Bikers più viva che mai C’è anche il muro della morte

Festa Bikers più viva che mai C’è anche il muro della morte
23 Agosto 2019 ore 04:00

Ci si sente un po’ sulla mitica Route 66 del New Mexico, a Cologno, per il 22esimo anno di fila. Nella zona industriale del paese si presenta, dal 21 al 25 agosto la Festa Bikers, uno dei motoraduni più grandi d’Italia. Che, a discapito dell’aspetto amabilmente truce di molti centauri che vi partecipano, ha uno scopo squisitamente benefico. Obiettivo primo della manifestazione – che ha rischiato di scomparire per carenza di volontari, ma che invece per fortuna va avanti – è infatti quello di supportare le attività di diverse realtà umanitarie del territorio, tra cui, in primis, l’Hospice, Associazione Cure Palliative di Bergamo.

Cinque giornate. L’evento pullula di arte e cultura, metal narket, artigiani costruttori di moto, stand gastronomici, tatuatori e spettacoli di stuntmen. Attrattiva principale è il Kustom Lab, un laboratorio dinamico che diventa mostra d’arte, dove si realizzano opere di grande espressione artistica. Per i più piccini sarà attivo il servizio di custodia ed intrattenimento dei B.A.C.A. (Bikers Against Children Abuse) dove i bambini potranno divertirsi in piena sicurezza. L’iscrizione al motoraduno è di 10 euro e comprende i gadget della manifestazione e un biglietto della lotteria valida per vincere una Harley Davidson 883 RR. I partecipanti alla festa che non muniti di moto avranno invece ingresso libero.

4 foto Sfoglia la gallery

Le attrazioni. Da vedere di cose particolari ce ne sono a bizzeffe, perché le custom più matte non possono mancare, così come i sidecar degli anni ’20 e ’40. Ci sono anche i combattimenti di arti marziali, l’area tattoo e il barber shop per curare barba e capelli come si deve. Da non perdere “The wall of death”, un muro della morte che somiglia a un’enorme botte di legno, alta cinque metri e dal diametro di dieci: costruito in Olanda nel 1937, è l’unico esistente in Italia, mentre ne esistono 18 al mondo: a correre sulle pareti sulle moto Indian del 1926 saranno i Russian Devils.

La musica. La Festa Bikers inizia mercoledì 21 agosto con un dj set di intrattenimento country, accompagnato dalla line dance. Il palco centrale sarà dedicato totalmente a musicisti Italiani. Si comincia giovedì 22 con i Rhapsody Of Fire di Alex Staropoli, col virtuoso Giacomo Voli alla voce, supportati dagli emergenti Heros Of Forgotten Kingdoms. Venerdi 23 agosto sarà dedicato al death e thrash Metal con un tris d’assi capitanato dai Necrodeath, forti dell’ottimo riscontro tra il pubblico e stampa del loro nuovo lavoro “Defragment Of Insanity”. Prima di loro i Node di Gary D’Eramo nella nuova quanto efficace veste di bassista. La serata verrà aperta dai Mortado, nuovo progetto del former Extrema Gl Perotti, freschi della pubblicazioni del full length “Rupert The King”. Sabato 24 agosto sarà il turno di Rezophonic, che a breve rilasceranno il nuovo singolo “L’ultimo fiore del mondo”, primo brano di un concept album il cui tema sarà il rispetto nei confronti del pianeta. Prima di loro sarà il turno di The Price, ultimo progetto di Marco Barusso (produttore, arrangiatore, chitarrista e sound engineer di fama internazionale), che in questi giorni imperversa sulle radio nazionali con il pezzo “On the edge of madness” featuring Enrico Ruggeri.

Cosa si mangia. La ristorazione ricopre un ruolo importante alla Festa: con un ristorante, una pizzeria, una struttura dedicata agli hot dog, una agli hamburger, una grossa birreria e i 4 bar, il servizio è costante per tutta la durata della manifestazione senza sforzi ne lunghe attese.

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Video più visti
Foto più viste
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia