10 frasi in bergamasco

Finalmente torna a giocare l’Atalanta! Stó piö ‘n de pèl

Finalmente torna a giocare l’Atalanta! Stó piö ‘n de pèl
Bergamo, 17 Giugno 2020 ore 08:52

di Vecchio Daino

Insieme all’estate comincerà anche l’ultimo spezzone di campionato, decisivo per le aspirazioni di un’Atalanta capace di sorprendere sempre di più. Anche se tutto quello che è successo ci fa vivere la notizia con un certo distacco, c’è anche da dire che un po’ di distrazione fa bene all’umore. Essere positivi, in fondo, non ha solo un significato.

1. I gh’ìa mia de comensà

Il partito contro le partite aveva già emesso la propria sentenza, questo campionato non s’ha da fare, o da finire. Il fatto che sia stato deciso altrimenti convoglierà forse il malumore su altri argomenti. [Trad. Non dovevano cominciare]

2. L’è l’öltem laùr

Dopo tutto quello che abbiamo passato, è ragionevole pensare che la ripresa del campionato non sia stata proprio in cima alla lista dei desideri di tutti. Ma le priorità, si sa, sono diverse. [Trad. È l’ultima cosa]

3. A m’zöga ‘l prim dé d’estàt

Qualche romantico sottolinea la coincidenza tra la prima partita dell’Atalanta e il solstizio d’estate, magari auspicando che sia un auspicio favorevole per terminare, e insieme iniziare, una bella stagione. [Trad. Si gioca il primo giorno d’estate]

4. Me se regordàe gna piö

Travolti da numeri su contagi, dimessi, guariti, più o meno positivi e tamponi, alcuni di noi avevano semplicemente scordato l’esistenza di un campionato di calcio. Di certo non possiamo biasimarli. [Trad. Non me lo ricordavo]

5. Stó piö ‘n de pèl

Oltre tre mesi di mancanza delle partite della Dea ha provocato nei tifosi più accaniti veri e propri sintomi da astinenza. Anche se vedere all’opera i propri beniamini dalla TV assomiglia più a un palliativo che a una cura. [Trad. Non sto più nella pelle]

6. A l’ghe öl pò a l’balù

I più saggi commentano che non si può vivere di sole sciagure, e che rivolgere il pensiero a un campo verde dove corrono uomini vestiti di nerazzurro può essere un toccasana per il nostro spirito debilitato. [Trad. Ci vuole anche il pallone]

7. S’pöl mia ‘ndà a èdela

Alla gioia per la ripresa della competizione si somma la delusione delle partite a porte chiuse. Pensando a cosa è successo e a cosa potrà succedere, non è difficile però farsene una ragione. [Trad. Non si può andare a vederla]

8. A m’gh’à ‘n bal po’ a la Cèmpions

Naturalmente i seguaci della Dea non hanno dimenticato il doppio, clamoroso impegno che attende la squadra di casa. Non c’è male, nemmeno per la regina delle provinciali. [Trad. C’è l’impegno anche della Champions]

9. I a fà per i sólcc

Attenti come siamo al lato pratico dell’esistenza, non potevamo fare a meno di sottolineare gli interessi economici che presiedono alla ripresa del campionato. Ma tant’è, sappiamo bene che quelli ci sono sempre, e non solo nel calcio. [Trad. Lo fanno per i soldi]

10. Pòta i laura pò a lur

Un afflato di solidarietà spinge i lavoratori bergamaschi a comprendere le ragioni di colleghi che usano le gambe più delle braccia. C’è da dire, con buste paga di ben altra consistenza. [Trad. D’altra parte lavorano anche loro]

Food delivery
Top news
Glocal News
Video più visti
Foto più viste
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia