Viva Bèrghem
Dal sottofondo ai giocolieri

GC Musica e Ricevimenti in città Per creare indimenticabili magie

GC Musica e Ricevimenti in città Per creare indimenticabili magie
Viva Bèrghem 29 Luglio 2015 ore 10:27

Quanto conta la musica nella vita di ognuno di noi? Una canzone può provocare un sorriso, può ricordare un momento felice o far scendere una lacrima: è il potere dell'evocazione nascosto dietro una manciata di note ben eseguite, uno dei pochi che riesce a pizzicare le corde dell'anima senza tanti fronzoli. Ecco perché c'è chi ha scelto la musica come lavoro. E le emozioni come prodotto finito, già bello impacchettato da regalare a chi ha di fronte.

8 foto Sfoglia la gallery

È il caso di Giovanna Cividini, violoncellista di Bergamo di quasi 50 anni (li compie a ottobre), che ha fatto della musica la sua vocazione, il suo passato, il presente e il futuro. «Sono entrata in conservatorio all'età di 9 anni – racconta col groppo in gola – all'epoca non ero che una bambina. Undici anni dopo ero una violoncellista professionista». Dopo aver dato tutta se stessa al pentagramma, Giovanna ha deciso di prestare la sua arte al pubblico: è stata il primo violoncello in tournée con Franco Battiato, si è esibita al suo fianco in Sala Nervi nel 1989 alla presenza di papa Giovanni Paolo II, ha suonato al Teatro alla Scala di Milano ed è stata direttore di palcoscenico del Teatro Donizetti di Bergamo, finché nel 2002 ha deciso di affiancare alla musica un'altra sua grande passione: l'organizzazione di eventi. Nasce così la GC Musica e Ricevimenti, agenzia di musica e spettacolo per eventi, con sede in centro a Bergamo.

Oggi Giovanna Cividini non è considerata solo una musicista di alto livello, ma anche (anzi, soprattutto) organizzatrice e creatrice di progetti musicali e di spettacolo per feste e ricevimenti, concerti e manifestazioni. «Fino al 2008 ho vissuto un periodo di boom lavorativo: sono arrivata a organizzare anche 120 eventi all'anno, di cui per il 70 percento matrimoni. Dopo il cosiddetto periodo di crisi economica di cui ho risentito anch'io, oggi mi sono assestata a quota 50, un buon numero per garantire qualità, studio e approfondimento», continua la Cividini.

16 foto Sfoglia la gallery

Attiva in tutto il nord Italia, gestisce un portfolio di circa 100 musicisti. «Ogni volta che qualcuno chiede la mia consulenza, circa sei mesi prima della data stabilita, parto con la programmazione dell'evento, seleziono gli artisti che parteciperanno e stabilisco una scaletta: quartetto d'archi, tenori, soprani, cori gospel, gruppi swing, band rockabilly, dj...»: non c'è genere musicale che lei non tratti! «Il dono della musica è quello di arrivare al cuore e saper esaltare più di ogni altra cosa le atmosfere e le emozioni degne di una giornata magica. Prendiamo ad esempio un matrimonio: sono almeno tre le atmosfere da sottolineare attraverso la musica: il momento della cerimonia in chiesa o, non meno suggestivo e carico di attese, il momento del rito in municipio o in villa; l’accoglienza alla location e il ricevimento; il taglio della torta e la festa finale danzante. Emozioni estremamente differenti fra loro! La scelta giusta sta nel saper diversificare ogni capitolo, individuando quali generi, musiche e musicisti saranno adeguati ai vari momenti».

Da qualche anno, accanto a lei, gravitano anche artisti che contribuiscono a rendere spettacolare l'evento, come mangiafuoco, trampolieri, ballerine, giocolieri e maghi. «Una performance completa, con svariati artisti, può costare dai 1500 ai 3000 euro, ma può toccare anche punte di 10mila euro se si vuole creare una coreografia degna del Cirque du Soleil». Tutto è possibile con lei: basta fissare un appuntamento nella maison della musica (il suo studio è in via Broseta 43), perché lo show abbia inizio.

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter