L'idea di Percassi

Golf Club di Longuelo, il progetto Portare le terme anche a Bergamo

Golf Club di Longuelo, il progetto Portare le terme anche a Bergamo
Viva Bèrghem 16 Febbraio 2017 ore 05:30

Il golf di Longuelo potrebbe non essere più solo un club, ma un luogo aperto a tutti. Ai golfisti ma anche a chi desidera vivere qualche ora di relax. La novità, infatti, è che si sta pensando di realizzare al suo interno le Terme di Bergamo. Presto partirà ufficialmente la nuova era Percassi per il nove buche cittadino, uno dei pochi campi (se non l’unico) di questo tipo rimasti in Italia. Importante realtà golfistica bergamasca, il club situato nel Parco dei Colli è una vera e propria oasi immersa nel verde, un luogo privilegiato situato a pochi minuti dal centro città e in cui gli ospiti possono rilassarsi non solo giocando a golf, ma sfruttando anche i servizi offerti. Un piccolo rifugio cittadino di rara bellezza.

L'acquisizione di Percassi. Antonio Percassi, attraverso la holding Odissea Srl, ne ha acquisito la proprietà il 27 aprile scorso, vincendo l’asta tenutasi nello studio del curatore fallimentare Sergio Tucci. Tutto è nato, infatti, dal fallimento della società So.ge.man Srl, proprietaria fino a quel giorno dei centocinquantamila metri quadrati comprendenti terreni e club house con ristorante, sala palestra e piscina. La base era di quattro milioni (valutazione effettuata dal perito) con possibilità di rialzi ci centomila euro a volta. Alla fine la cifra di acquisto è stata superiore ai quattro milioni e mezzo. Nell’asta si confrontarono due aspiranti acquirenti: la Odissea Srl, per l’appunto, e la società I Colli di Bergamo - Golf Country Club Ssd.

 

 

Aperto al pubblico? A distanza di nove mesi dall’acquisizione, si sta delineando il futuro di questo luogo immerso nella natura. Di ufficiale, naturalmente, non c’è ancora nulla e nel Gruppo Percassi le bocche restano cucite: soltanto dopo un incontro con tra la proprietà e il Comune di Bergamo si saprà quale sarà il nuovo volto del Golf Club. Indiscrezioni, però, raccontano della volontà di rendere questo posto accessibile a tutti e non solo agli iscritti o agli appassionati di golf. In passato si era tentata questa via aggiungendo dei campi di calcetto e tennis all’interno del campo da golf. Una strada, però, che la nuova proprietà non sembra intenzionata a seguire. La volontà è mantenere intatta la bellezza del parco.

Il sogno delle terme. E la soluzione si troverebbe nell’edificio attualmente situato alle spalle della club house e completamente abbandonato. Si tratta di un immobile di 1.250 metri quadrati costruito tra gli anni Ottanta e Novanta, che fungeva da zona spogliatoi, poi trasferiti nella struttura principale. È proprio lì che verrebbe realizzato un grande spazio benessere con vasche termali, area massaggi e spazio wellness. Mantenendo il piano di sedime dell’edificio, si starebbe pensando di realizzare una struttura totalmente in legno, ecosostenibile e con enormi vetrate rivolte proprio sul parco. Uno dei vantaggi di questo edificio, infatti, è che non è visibile dall’esterno del complesso. Tutte le vasche della spa, quindi, guarderebbero la natura, creando un affascinante ambiente in grado di coniugare alla perfezione gli interni con la bellezza degli esterni.

4 foto Sfoglia la gallery

Dati gli ottimi rapporti che intercorrono tra il Gruppo Percassi e la società QC Terme, è ipotizzabile che sia proprio quest’ultima ad occuparsi della gestione della spa, ripetendo anche in città l’operazione di successo di San Pellegrino. La realizzazione di questo progetto creerebbe un’alternativa cittadina proprio alla struttura termale della Val Brembana, che vanta spazi ben diversi (quattromila metri quadri d’interni più seimila di parco) e una progettazione pensata per essere un luogo di stacco dalla quotidianità. La spa interna al Golf Club, invece, sarebbe la perfetta parentesi per chi volesse distogliere i pensieri dalle questioni di ogni giorno anche soltanto per un’ora o due. Uno spazio leisure per Bergamo immerso nel verde.

Anche un relais. Se questo è il grande sogno, il progetto di rilancio della nuova proprietà non si ferma qui. L’idea sarebbe quella di ampliare la zona ristorante sfruttando al meglio anche la bellissima corte rivolta verso Sud della struttura principale, un’antica residenza signorile. Non è esclusa nemmeno l’ipotesi di realizzare una decina di stanze creando un piccolo relais in un ambiente dal grande fascino, anche storico. Se veramente sarà realizzata la spa, allora l’attuale piscina situata nel corpo principale verrebbe abolita, con l’inserimento di una palestra e la realizzazione di un nuovo spazio spogliatoi.

4 foto Sfoglia la gallery

Il golf innanzitutto. Naturalmente il golf rimarrà la principale attività. Proprio per questo si starebbe lavorando anche a un miglioramento del campo pratica. Essendo soltanto un nove buche, il Golf Club di Bergamo è uno spazio particolarmente indicato per appassionati alle prime armi o persone che vogliano allenarsi restando in città. In questo quadro, il campo pratica rappresenta un valore fondamentale. L’obiettivo, dunque, sarebbe migliorarlo e implementare gli spazi creando dei box a due piani come già se ne vedono in diversi club. Nessun nuovo edificio, ma delle strutture, magari in legno, che si integrerebbero alla perfezione con la natura circostante e in grado di offrire più postazioni ai golfisti. Le idee, dunque, ci sarebbero. Ora bisogna soltanto vedere se diventeranno realtà.