Cose da fare l'8 marzo

Il calendario completo degli eventi con cui Bergamo festeggia le donne

Il calendario completo degli eventi con cui Bergamo festeggia le donne
Viva Bèrghem 08 Marzo 2016 ore 08:00

Bergamo non si dimentica di festeggiare le donne e per l’8 marzo ha in serbo una serie di appuntamenti interessanti, che vanno ben oltre lo strip tease del muscolato ballerino di turno. La proposta cittadina diciamo che è un bel po’ più culturale, anche se non noiosa: si va dal teatro fatto dai ragazzi del Pesenti (addirittura con due pièce in un solo giorno) alla bravura indiscussa di Virginia Raffaele che, fresca fresca di Festival di Sanremo, propone tutta la sua poliedrica abilità sul palco del Palacreberg. Poi l’arte, con la bella iniziativa della Fondazione Bergamo nella Storia, che consente alle donne l’accesso gratuito ai suoi luoghi storici, dal Museo Donizettiano al Campanone. E l’Accademia Carrara, che ha pensato una visita ad hoc, in tema. La CGIL invece porta le rappresentanti del gentil sesso al cinema gratis, con due pellicole delicate, un po’ di nicchia ma davvero preziose: Mustang e Gli ultimi saranno gli ultimi. Al Donizetti, la musica classica riscopre due grandi compositrici, con i loro cognomi importanti (Mendelssohn e Schumann) e la loro troppo poco celebrata genialità. E poi incontri serissimi e intensi, per riscoprire grandi piccole donne della storia e del presente. Anche i locali partecipano all’omaggio, con reading musicali e storie. Qui trovate il calendario completo.

 

ARTE – Fondazione Bergamo nella Storia, con la sua iniziativa Un regalo per le donne, regala l’ingresso gratuito a tutti i luoghi della Fondazione: saranno visitabili il Convento di San Francesco, il Campanone, il Palazzo del Podestà, il Museo storico dell’Ottocento Mauro Gelfi in Rocca e il Museo Donizettiano.
8.30
ARTE – CISL Bergamo/Via Carnovali. Tra cuore e ragione, mostra di Francesca Morlacchi, Silvana Fretti, Annarita Caslini, Arianna Ferri (fino al 12 marzo). Quattro figure di diversa provenienza e estrazione sociale. Quattro artiste bergamasche che hanno saputo coniugare la propria passione artistica con il lavoro e la famiglia.
9.00
TEATRO – Istituto Pesenti/Via Ozanam. La Compagnia Instabile del Pesenti presenta Perché lei è femmina! di Lara Cardella.
15.30
INCONTRO – Spazio Viterbi/Via Tasso. La Provincia presenta i risultati dell’analisi sui dati delle Amministrazioni comunali in tema di non discriminazione e pari opportunità. Parlano la presidentessa della Commissione pari opportunità della Provincia Stefania Pellicano, la neo consigliera di parità Isabel Perletti e il presidente Matteo Rossi. Seguirà, alle ore 16, il workshop Gli organismi di parità fra norme, buone prassi ed esigenze di coordinamento, durante il quale interverranno anche la  prorettrice alle Politiche di equità e diversità dell’Università di Bergamo Barbara Pezzini e, per il neo servizio Sviluppo – pari opportunità della Provincia, Gloria Cornolti e Anna Lorenzetti.​​
16.00
CINEMA – Teatro del Borgo/Piazza Sant’Anna. La CGIL per la Festa della Donna. Proiezione gratuita del film Mustang, della regista e sceneggiatrice turca Deniz Gamze Erguven. [Ingresso libero]
16.45
TEATRO – Istituto Pesenti /Via Ozanam. La Compagnia instabile del Pesenti presenta Ferite a morte.
17.00
ARTE – Accademia Carrara/Via San Tomaso. Visita guidata tematica: Donne alla Carrara. L’itinerario guiderà i visitatori alla conoscenza di figure femminili forti e caparbie, capaci di attraversare i secoli e giungere a noi in tutta la loro modernità, dalla ribelle eroina romana Clelia fino all’affascinante Caterina Cornaro. La Carrara offrirà poi un piccolo omaggio, un ricordo del museo per le visitatrici. [Prenotazioni fino esaurimento posti: max 20 partecipanti. Ingresso 8 €. Visita tematica 5 euro. Prenotazioni: 035 234396]
18.00
MUSICA – Salone Riccardi del Teatro Donizetti/Piazza Cavour. Concerto eseguito dal Trio Classico di Milano, sull’opera di due donne compositrici, Fanny Mendelssohn e Clara Wieck Schumann, a cura dell’Associazione Musica Aperta con la collaborazione del Consiglio delle Donne. Due le opere in programma: il Trio in re minore op. 11 [1847] di Fanny Mendelssohn, composto poco prima della morte e probabilmente il lavoro più significativo di Fanny; e il Trio in sol minore op. 17 [1846] di Clara Schumann, scritto nell’estate del 1846, quando Clara era incinta del quartogenito e pertanto aveva dovuto interrompere le tournées concertistiche e che non fu trascurato dal marito Robert quando egli decise di comporre il suo primo Trio (op. 63). Sarà il Trio classico di Milano ad eseguire entrambe le opere, con Massimo de Biasio al violino, Ina Schlüter al violoncello e Keiko Hitomi Tomizawa al pianoforte. [Ingresso gratuito]
19.30
TEATRO – Macondo Biblio Café/Via Moroni. Per la rassegna Lotto sempre: lotto dopo l’otto, lotto tutti i giorni!, spettacolo Voci di Suni e Zulfa, di Mariella Sto, con il Teatro degli Incerti. La storia di due donne, un’etiope e un’eritrea, entrambe Abbash, «che ce l’hanno fatta, che si sono costruite casa famiglia lavoro e diritti. Due donne qualsiasi, sconosciute. Come tante, tante donne». [Ingresso libero]
20.30
INCONTRO – Biblioteca di Loreto/Via Coghetti. Incontro con Giorgio Mangini che parla su Vite intense, storia di tre donne eccezionali: Helen Zimmern, Amy Turton, Gugù. L’intervento sarà introdotto da un momento musicale del Duo Rigenerazione composto da Graziano Spinnato (violino) e Rosaria Mastrosimone (viola). [Ingresso libero]
20.45
CINEMA – Cinema Conca Verde/Via Mattioli. Proiezione gratuita del film Gli ultimi saranno ultimi, un film di Massimiliano Bruno con Paola Cortellesi, Alessandro Gassmann e Fabrizio Bentivoglio. [Ingresso libero]
21.00
SPETTACOLO – Palacreberg/Via Pizzo della Presolana. L’attrice, conduttrice, imitatrice e comica Virginia Raffaele, fresca di Festival di Sanremo, si esibisce in Performance, una serata all’insegna del divertimento, tutta al femminile! [Per info, qui]
21.30
INCONTRO – Maite/Città Alta. TAE Teatro presenta LETTERE: Sfumature di Donna. Una Lettura-Atipica con Alice Castiglioni, Stefano Ulivieri, Nicola Iannaccio. Ovvero lettere “di” e “da” donne, che parlano di… Donne. Sarà inoltre presente una mostra di quadri a cura del collettivo artistico Le Mine Vaganti. [Durata: 30 minuti circa. Ingresso Gratuito riservato ai tesserati ARCI, con possibilità di tesserarsi in loco. Per info, qui.]
READING MUSICALE – In DispArte/Via Madonna della Neve. La poesia della Merini, quella della Gualtieri e della Pozzi, la prosa di Franca Valeri, di Lella Costa, di Grimaldi, di Erri De Luca (e di tanti altri), le canzoni di Capossela, Paoli e Gabriella Ferri. Ritratti femminili che si intrecciano e si osservano. Una lettura musicata che vede in scena due attrici (Ilaria Pezzera ed Elena Borsato) e un chitarrista (Angelo Bonfanti).
Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Idee & Consigli