Viva Bèrghem
Lavoro di uncinetto

In 156 per realizzare il grande albero partecipato che spicca in piazza a Osio Sotto

È alto sei metri e composto di 800 piastrelle di lana, tutte fatte a mano in ben dieci mesi di lavoro. Decorati anche lampioni e vetrine

In 156 per realizzare il grande albero partecipato che spicca in piazza a Osio Sotto
Viva Bèrghem Osio Sotto e Osio Sopra, 07 Dicembre 2022 ore 13:53

Sono 800, sono tutte diverse, ciascuna unica a suo modo e sono state realizzate da 156 donne, che, sferruzzando, hanno  portato a termine l'obiettivo che si erano date subito dopo le scorse festività: realizzare un albero di Natale fatto di piastrelle in lana create all'uncinetto. Missione più che compiuta, perché ora l'Albero partecipato, inaugurato nella serata di sabato scorso, il 3 dicembre, è di certo l'elemento che più attira l'attenzione nel centro di Osio Sotto, complice anche la sua altezza di ben sei metri. Non solo, sei piastrelle sono state proiettate sulla facciata del comune, che ogni sera fa da sfondo all'albero per chi arrivi da via Roma, creando un dialogo tutto natalizio. L'Amministrazione comunale ha fin da subito sostenuto e incoraggiato il progetto, seguendolo poi in tutte le sue fasi.

318296314_2924053441236974_896756816663631981_n
Foto 1 di 6
317939285_6548159181866380_943508987062549891_n
Foto 2 di 6
318023814_2924053487903636_9213619310793187007_n
Foto 3 di 6
317624344_6540953949253570_2538888591975968979_n
Foto 4 di 6
317261194_6540954319253533_7487914034518642175_n
Foto 5 di 6
316947577_1791743351191661_5433896236050789297_n
Foto 6 di 6

Era il 27 febbraio quando Milena Mastrogiacomo e Graziella Tironi, che hanno coordinato il progetto, organizzarono la prima riunione per spiegare tutti i dettagli a chi fosse interessato. In quell’occasione, vennero consegnate anche la lana e un piccolo foglio, con le istruzioni neofiti o per chi vuole ripassare come sferruzzare al meglio. Tuttavia, nei dieci mesi passati da quel giorno, il progetto è diventato ancora più grande e ha visto la partecipazione di una rete fatta non solo di singoli cittadini, ma anche di associazioni e realtà del territorio tutte unite dal comune obiettivo. La lana utilizzata è stata principalmente di riuso e quasi del tutto autofinanziata. Non solo, l'albero stesso è stato trasportato dall'impresa Gritti gratuitamente.

Nel complesso, l'Albero partecipato è stato davvero capace di sollecitare lo spirito di solidarietà e la volontà di collaborazione, unendo il tessuto sociale di Osio Sotto e con risultati straordinari. Le piastrelle realizzate sono state ben più di ottocento, tanto che le stime arrivano a contarne quasi quattro mila. È per questo che, passeggiando per il paese, quadrati di piastrelle illuminate fanno capolino accanto ai  lampioni di via Matteotti e nelle vie dei quartieri, oppure si possono notare appesi nei negozi dei commercianti. Non solo, alcune piastrelle sono state usate per creare dei ponchi, il cui ricavato verrà devoluto in beneficenza, e altre ancora donate come coperte al Patronato San Vincenzo.

Seguici sui nostri canali